Back to top

<p>Buongiorno,volevo raccontare la mia esperienza da fidanzata con...

Voto 
+
0
-

Buongiorno,volevo raccontare la mia esperienza da fidanzata con un ragazzo che ho paura essere un tossico dipendente. Ci siamo fidanzati 4 anni fa e subito mi sono accorta che quando si usciva in compagnia e si beveva un po' di più,lui diventa cattivo con le parole ,gli cambiavano anche gli occhi. A lui L alcol lo faceva diventare cattivo. Una volta mi mise le mani al collo, l ho perdonato ma ogni volta che beveva era la stessa storia . Lo aiuto a prendere la patente(non l aveva mai fatta) ma anche lì bugie su su cazzate,diceva che non poteva dare l esame per via del COVID e invece gli esami teorici erano già ripartiti, si mise a piangere dicendomi che aveva paura di deludermi visto che non era pronto. Un giorno gli trovai 200 euro nel portafoglio mi ha detto che gli aveva vinti ad un gratta e vinci ma non era obbligato a dirmelo, faceva finta di andare a lavora in treno quando invece andava in macchina. Mi lascia per un mese intero a Maggio dell anno scorso perché gli ho chiesto il test del capello,si incazzo' come un matto,non lo fece e mi lasciò.siamo tornati insieme do po un mese e ammise che aveva fatto uso di cocaina. Lascio correre perché era stato sincero.... andiamo a convivere e quando litighiamo lui mi chiama fallita,morta di fame. A Natale dopo che gli avevo chiesto di non bere troppo visto che eravamo a casa dei miei lui ovviamente non si regolo' e in macchina la sua frase è stata "vai a farti scopare da un altro" spari' per un altro mese,torna a casa a gennaio e mi accorgo di piccole cose che però mi fanno pensare... a lui un collutorio per i denti non dura una settimana,beve tantissima coca cola ,si lava i denti ogni volta che mette in bocca qualcosa, si soffia il naso ripetutamente e in continuazione,se lo tocca sempre. Si soffia sempre il naso nel lavandino e in doccia in modo pesante. Ho chiesto la motivazione e lui mi risponde che ha il setto nasale deviato. Una sera tornando a casa da calcetto non è riuscito ad aprire la porta di casa ,era ubriaco con solo due birre (a detta sua) gli ho dovuto aprire io. Un altra volta ad un compleanno ha bevuto così tanto che si è svegliato il giorno dopo. Gli ho chiesto di fare un percorso da una psicologa ma niente. In tutto ciò è andato via di casa perché sono pesante e non sopporta più il mio carattere,non gli do fiducia e non metto un punto al passato ,ma come faccio se la situazione è questa? Mi ha rimproverato che anche settimana scorsa dopo il calcetto ha bevuto due birre,ma non è rientrato a casa dei suoi genitori come a casa nostra perché sono io che gli metto ansia. Dimenticavo ,in passato giocava alle macchinette.Faccio un percorso da una psicologa per sapere se ho sbagliato se sto sbagliando o perché ho continuato a portare avanti questa relazione.
Se c'è qualcuno che può darmi una mano io sono qui. Grazie