Back to top

ADUC: la politica del governo riguardo ai Ser.T


Sono ormai anni che e' evidente l'inadeguatezza delle risorse destinate ai Ser.T. (servizi pubblici per la cura delle tossicodipendenze). Da quando l'attuale zar antidroga italiano, Carlo Giovanardi, ha le redini della politica sulle droghe (dal 2001 con piccola interruzione del governo Prodi), il consumo di sostanze stupefacenti e' continuato inesorabilmente a crescere (1). E sono cresciuti anche gli utenti del Ser.T., a fronte di una diminuzione di personale Ser.T.
Alle ripetute richieste di fondi da parte dei Ser.T., oggi il sottosegretario alla Salute Ferruccio Fazio ha risposto: di questi tempi "e' inutile" oltre che "non corretto chiedere fondi al Governo" (2).
Questa risposta dimostra come questo Governo consideri la tossicodipendenza non gia' una malattia, ma un capriccio da reprimere.
L'Esecutivo non si e' certo fatto scrupoli nel sollecitare operazioni di polizia come quella partita dalla Procura di Ferrara che ha coinvolto centinaia di personale delle forze dell'ordine per sequestrare qualche seme di cannabis. Un'operazione che oggi e' stata smontata dai tribunali come illegittima. Per quella singola operazione, durata poco piu' di 24 ore, e' ipotizzabile un costo di alcuni milioni di euro (spese per il personale di polizia, per la carcerazione di decine di individui e altrettanti procedimenti giudiziari) (3).
Quante decine e centinaia di milioni di euro sono stati spesi in operazioni simili negli ultimi otto anni, magari per colpire lo studente che coltiva una piantina di marijuana oppure il negoziante che legalmente commercia semi di cannabis? Se solo una minima parte di questi denari fossero destinati ai Ser.T., non saremmo in questa situazione (4).
Ma forse, anzi quasi certamente, rientra nel programma ideologico del Governo indebolire ed eventualmente marginalizzare questo servizio pubblico, ripetutamente accusato da autorevoli esponenti della maggioranza di Governo di essere 'centri di spaccio'.

 
(1) http://droghe.aduc.it/php/articolo.php?id=18954
(2) http://droghe.aduc.it/php/articolo.php?id=19319
(3) http://droghe.aduc.it/php/articolo.php?id=19271
(4) http://droghe.aduc.it/php/articolo.php?id=19106

Pietro Yates Moretti

Aggiungi un nuovo commento