Back to top

Più votate ecstasy, Articolo

da previewonline.info

Un esempio di quanto il problema dello spaccio e della assunzione ma soprattutto della produzione e provenienza degli stupefacenti è stato evidenziato nella 26 esima Relazione annuale della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga, pubblicato lo scorso mese di marzo. La annuale relazione presenta i dati relativi al narcotraffico e alla diffusione su base nazionale e regionale delle droghe nel 2007.

(Notiziario Aduc) - L'ecstasy puo' contribuire ad amplificare il successo della terapia in pazienti con disturbo da stress post-traumatico: uno studio pilota condotto su un gruppo di 20 persone ha dimostrato che l'uso della sostanza sarebbe sicuro e sembrerebbe migliorare gli effetti della psicoterapia.

 
//
Sottoaccusa le “droghe” chimiche. Si rischia la morte

L’utilizzo di sostanze stimolanti per ottenere maggiori performance nella vita, nel lavoro, nello studio e in altre occasioni potrebbe rivelarsi molto pericoloso secondo uno studio del Southwestern Medical Center dell’Università del Texas, finanziato dal National Institutes of Health.

Il rischio è piuttosto serio e comporta una lacerazione dell’arteria principale che va direttamente al cuore. Questo quanto emerso da uno studio che ha coinvolto oltre 31 milioni di persone, di età compresa tra i 18 e i 49, ricoverati in ospedale tra il 1995 e il 2007. Le cartelle cliniche riguardanti il ricovero sono state valutate dai ricercatori che hanno trovato un’associazione tra l’abuso di anfetamine e la dissezione dell’aorta.

«La dissezione aortica nei giovani è rara, ma spesso può portare alla morte. I medici dovrebbero valutare i giovani adulti con dissezione aortica per abuso di anfetamine nella ricerca di una causa potenziale», ha dichiarato il dottor Arthur Westover, assistente professore di psichiatria del Southwestern e autore principale dello studio.

I ricercatori ritengono che vi sia uno stretto legame tra la dissezione aortica e l’abuso di anfetamine e questo colpisce maggiormente i giovani che, notoriamente, sono più propensi all’assunzione di questi farmaci in sostituzione di droghe come la cocaina, che sortisce più o meno gli stessi effetti. I dati riguardanti i ricoveri dimostrano che vi è stato un aumento dell’uso di anfetamine da parte dei giovani negli ultimi anni.Dal punto di vista medico, le anfetamine sono note per aumentare la pressione sanguigna, e l’ipertensione è un noto trigger (detonatore) di dissezione aortica, fanno notare i ricercatori.

«Abbiamo scoperto che la frequenza di dissezione aortica è in aumento in giovani adulti, ma non negli adulti più anziani. Ma non è ancora chiaro perché.», commenta il dott. Westover.I ricercatori hanno osservato che in California, Hawaii, Oregon e Stato di Washington, la percentuale dei casi di dissezione aortica legata all’abuso di anfetamina tra i giovani adulti durante il periodo di studio è stata tre volte superiore al dato nazionale.«Questo dimostra che nelle zone in cui l’abuso di anfetamine è più comune, ci sono maggiori conseguenze sulla salute pubblica», conclude  Westover.(lm&sdp)

Source: UT Southwestern Medical Center

lastampa.it

ALEXANDER E SASHA SHULGIN

INTERVISTA AI CONIUGI SHULGIN (http://en.wikipedia.org/wiki/Ann_Shulgin). 

 

Sasha Shulgin ricorda come la prima volta che prese MDMA si meravigliò del suo potenziale terapeutico. “ Fa cadere le mura che costruiamo intorno a noi” afferma. Nel 1976 la presentò allo psicologo Leo Zeff che, affascinato dall'MDMA, cominciò a inviarla a decine di psicoterapeuti americani.

Quanto tempo necessiti per stabilire una comunicazione con il tuo psicoterapeuta?

 Cala il consumo di cocaina, eroina e metamfetamina. Aumenta quello di ketamina ed ecstasy. Mentre l'uso di cannabis rimane stabile con variazioni da città a città. A rilevarlo sono le analisi delle acque reflue prelevate per sette giorni consecutivi nei depuratori dalll'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano con il Dipartimento per le Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha monitorato 17 città italiane.