Back to top

Più votate eroina, Articolo

Pontedera, comunicato stampa. Sono eccellenti tassi di remissione in Valdera per quanto riguarda l’abuso di sostanze stupefacenti (media 45.4%), in particolare per patologie da oppioidi (60.4%) e da cocaina(35.1%).

Metadone aggrava disfunzione cardiaca congenita (sindrome tratto QT)elena polatoDa tempo è nota(3) l’associazione tra un allungamento dell’intervallo QTc e l’assunzione dimetadone, in virtù dell’azione bloccante sui canali rapida del potassio (IKr ) cardiaciesplicata da quest’ultimo.Anchersen ed i suoi collaboratori hanno condotto uno studio(1), pubblicato nel 2010 dellarivista “Drug and alcohol dependence”, sull’effetto della somministrazione dimetadone(TAB. 2) in soggetti portatori di mutazioni responsabili della sindrome del QTlungo(TAB.

FRANCIA - Consumo droghe in aumento

(Notiziario ADUC) In Francia aumenta il consumo di cocaina, si stabilizza quello di cannabis e torna in voga l'eroina, grazie a nuovi modi di consumo che non prevedono l'uso della siringa. Questi i punti chiave che emergono dallo studio dell'Osservatorio francese delle droghe e tossicodipendenze, che ha analizzato l'uso di stupefacenti negli ultimi 10 anni.

La buprenorfina è una benedizione o una maledizione? La molecola derivata dagli oppiacei è alla base dei farmaci Suboxone e Subutex, che vengono somministrati al posto del metadone nelle terapie di disintossicazioni da stupefacenti e alcol. Labuprenorfina insomma aiuta a combattere le dipendenze e limita i danni che la droga o l’alcolavrebbero sul cervello.

Myanmar. Politiche antidroga sono strumento di controllo e repressione

if (n==1)
document.write(' ');
document.write('Pietro Yates Moretti');

document.write(' ');

 
Pietro Yates Moretti

 

San Patrignano, da sempre un campione della politica repressiva sulle droghe, ha ieri elogiato la dittatura del Myanmar per i risultati ottenuti contro il traffico di droga.
A parte il cattivo gusto di elogiare le politiche di repressione sulla droga di un regime totalitario che proprio in questi giorni ha puntato le armi sui propri cittadini, e' forse il caso di ricordare quali sono i metodi e risultati della Junta birmana:
- arresto di giovani donne che hanno denunciato violenze sessuali dei soldati;
- sospetti narcotrafficanti torturati e uccisi senza processo dagli agenti antinarcotici;
- il Governo lascia che alcuni capi del narcotraffico continuino a produrre oppio in cambio di un loro aiuto a reprimere la resistenza;
- eradicazione selettiva, ovvero eradicazione esclusiva dei coltivatori nelle zone in cui operano organizzazioni antigovernative;
- campi di oppio espropriati a contadini ora coltivati da ex ufficiali dell'esercito;
- su 22 cittadine dichiarate "liberate da oppio" da Governo e Unodc (l'agenzia Onu sulle droghe), almeno 11 continuano a coltivarlo;
- se una citta' viene liberata dall'oppio, le altre vicine cominciano a produrre lontano dagli occhi dell'Unodc;
- esodo di massa di contadini dalle aree che rientrano nel progetto delle Nazioni Unite sulle colture alternative a causa dell'imposizione di tasse troppo alte (The Transnational Institute). Secondo l'Onu ed il Governo Usa, sarebbero un milioni i rifugiati nei Paesi limitrofi e all'interno del Paese;
- il Myanmar ha il piu' alto numero di bambini soldati al mondo (Rapporto Onu);
- I bambini soldato partono dall'eta' di 11 anni (Human Rights Watch);
- Il 20 percento dell'esercito e' composto di minori (Coalition to Stop the Use of Child Soldiers);
- Governo e' coinvolto nel traffico di esseri umani (Dipartimento di Stato Usa, 2006);
- oltre mille prigionieri politici;
- uso militare della violenza sessuale su donne e bambini come strumento di repressione;
- produzione di stato di metanfetamine;
- per tre anni consecutivi, la Casa Bianca giudica gli sforzi antidroga della dittatura di Burma "dimostrabilmente falliti", e definisce il Paese uno dei maggiori centri del narcotraffico al mondo;
- lo stesso programma dell'Unodc che oggi finanzia le colture alternative in Myanmar, ha finanziato per anni la dittatura talebana in Afghanistan (oggi il primo produttore di oppio al mondo);
- servizi segreti militari coinvolti nel narcotraffico;
Questi sono solo alcuni dei "successi" della giunta militare, che ogni hanno celebra con un grande falo' di sostanze sequestrate e parate militari il suo (falso) impegno contro il narcotraffico.
Noi temiamo che la politica antidroga birmana, finanziata dalle Nazioni Unite come gia' quella dell'Afghanistan, sia un altro prezioso strumento di controllo e repressione di un brutale regime ai danni dei suoi cittadini. Tutt'altro che da elogiare.