Back to top

Più votate eroina, Articolo

 Leggiamo le seguenti parole non con lo spirito e l’assuefazione di oggi, ma con i sentimenti di un attento viaggiatore straniero nell’Inghilterra del 1845: «Una volta feci il viaggio per Manchester in compagnia di un borghese e gli parlai delle pessime e malsane costruzioni, delle condizioni orribili dei quartieri operai, dichiarando di non aver mai visto una città costruita peggio. Quell’uomo ascoltò tutto ciò tranquillamente, poi mi salutò dicendo: «And yet, there is a great deal of money made here» cioè

In arrivo il primo vaccino anti eroina?

 

Un vaccino per l’eroina, messo a punto per combatterne la dipendenza. La notizia sensazionale è apparsa sulla rivista dell’Accademia delle scienze degli Stati Uniti. Realizzato dai ricercatori coordinati dall’Istituto di ricerca Scripps in California, agisce intercettando le sostanze psicoattive nel sangue e impedendone l'afflusso al cervello. Funziona per ora nei ratti, ma a breve potrebbe prendere il via la sperimentazione sull’uomo.

www.eroina.eu.com/

Sempre più spesso, in alcune regioni d'Italia, sul posto in cui viene soccorsa una persona in overdose sono presenti, oltre all'ambulanza, anche le forze dell'ordine. Altrettanto spesso da questa presenza scaturiscono indagini di polizia giudiziaria, anche in caso di overdose non fatale.

C’è un commercio in Afghanistan che è molto fiorente, tanto che presto diventerà il primo al mondo: quello della droga - Nelle zone abitate dai talebani la produzione di oppio cresce a dismisura - D’altronde i contadini per un chilo di oppio ricevono 203 dollari, per un chilo di grano 43 centesimi

 

Lorenzo Cremonesi per "Il Corriere della Sera-La Lettura"

E’ un dato preoccupante quello che come operatori dei servizi a bassa soglia della città di Firenze ci troviamo a registrare oggi dopo le ultime due morti per overdose avvenute pochi giorni fa.

Nella nostra città ci eravamo abituati negli ultimi anni ad una situazione che sembrava essere sufficientemente sotto controllo rispetto agli incidenti o ai casi di overdose infausta con numeri decisamente bassi.

L'eroina e altre droghe non sono state create originariamente come sostanze ricreative. Questa e' una invenzione degli spacciatori moderni, che guadagnano direttamente dal business degli effetti psicotropi delle sostanze. Nel secolo XIX, quando e' cominciato lo sfruttamento sistematico degli oppioidi, l'intenzione era buona: usare le proprieta' sedative di queste sostanze. Ma questa intenzione fu limitata quando furono individuate le sue proprieta' additive. E, da allora, sono marginali.