Back to top

Più votate psicofarmaci, Articolo

Psicofarmaci: rischio per under 17 anni

Causano di frequente effetti collaterali anche gravi

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - Gli psicofarmaci possono essere pericolosi per bambini e adolescenti, di frequente causano effetti collaterali anche gravi negli under-17. Quasi un malore grave su dieci in questa fascia d'eta' e' riconducibile proprio a farmaci psicotropi. E' quanto emerge da uno studio dell'Universita' di Copenhagen. Sono pericolosi se assunti dalle donne in gravidanza: oltre la meta' degli effetti avversi di questi medicinali sui neonati sono infatti malformazioni cardiache e sindrome di astinenza.

Ritalin ai figli

E' di pochi giorni fa la pubblicazione di uno studio che sottolinea la crescita esponenziale dell'utilizzo di psicofarmaci tra adolescenti e anche bambini. Ieri ho letto che i  test utilizzati oggigiorno per la diagnosi di ADHD ( Disturbo da Deficit dell'Attenzione con Iperattitvità, quello per cui si dà il Ritalin ai bambini) si basano su domande a genitori e insegnanti tipo queste:

Disattenzione

Tra gli adolescenti italiani il successo del “farma-party”: feste a base di psicofarmaci e alcol dilaga.
I farmaci, prelevati dall’armadietto dei medicinali dei genitori vengono assunti con abbondanti quantità di alcol, costi zero e sballo sempre diverso assicurato.

In quel cocktail chimico può capitarci di tutto: antidepressivi, farmaci analgesici oppioidi per malati terminali, sonniferi e barbiturici. Peggio di una rulette russa.

I dati del Registro italiano: la durata media dei trattamenti con Ritalin o Strattera è di 15 mesi: rispetto all'estero, numeri contenuti e diagnosi appropriate. Segnalati effetti collaterali "ma non a livelli allarmanti". Le prescrizioni sono arrivate solo in seconda battuta, dopo la psicoterapia

 

Quei bambini vivaci che disturbano troppo

Il Film "ADHD- Rush Hour" di Stella Savino

In programma per il 27 marzo al festival del cinema di Bari, il lungometraggio sull'ADHD (Attention Deficit Hyperctivity Disorder), il tanto discusso disturbo tipico dell'infanzia invita a riflettere sulle questioni controverse: le cause, la diagnosi,  il trattamento farmacologico e i suoi effetti collaterali di GIOVANNA DALL'ONGARO