Back to top

Più votate Tutte le sostanze, Articolo

 Uno strumento semplice e innovativo per raccogliere informazioni su come si stanno modificando i pattern di uso delle sostanze psicoattive in Europa.

Quanto spesso se ne fa uso, in che modo e quanto?

Sono queste le domande a cui vuole dare risposta il progetto European Web-Survey on Drugs un’iniziativa dell’osservatorio europeo delle droghe (EMCDDA goo.gl/rTeJgg) alla quale l’Italia partecipa insieme ad altri paesi tra cui Austria, Belgio, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia e Regno Unito.

Gb. Studio: ecco i nove tipi di bevitori

Si beve per dimenticare, ma non solo: secondo quanto e' emerso da uno studio britannico infatti, coloro che bevono regolarmente piu' del limite considerato sicuro per la salute si possono dividere in 9 categorie, dagli annoiati per i quali l'alcol e' un passatempo, ai depressi che lo usano per trovare conforto e spesso bevono a casa da soli. La ricerca servira' ora alla sanita' pubblica del Regno sviluppare campagne di informazione e di lotta all'alcolismo piu' adeguate, che tengano conto delle diverse situazioni e motivazioni che spingono la gente all'etilismo.

Il bicchierino della staffa non concilia il sonno, anzi l’alcol rischia di buttare giù dal letto in anticipo rispetto al solito. Un fenomeno che interessa più le donne che gli uomini secondo quanto si legge in uno studio su Alcoholism: Clinical & Experimental Research. Qualche drink di troppo può ridurre drasticamente la qualità del sonno, agendo in due fasi: la prima di sonno più profondo, favorito dal tepore provocato dall’alcol, la seconda annunciata da occhi sbarrati e veglie prolungate.

 

    A Roma seminario del Partito Democratico con cui rilanciare idee e proposte. Vaccari: “Il primo passo è rimettere al centro la persona tossicodipendente, basta con la solita storia della punizione, della pena”. Duro giudizio sul lavoro del Dnpa

 

 

 

Roma, 9 giu. (Adnkronos Salute) - La decisione della Commissione trasporti della Camera che, con un emendamento al Ddl di modifica del nuovo codice della strada, ha fissato alle 3 del mattino il termine per la vendita e la somministrazione di alcolici nei pub, nei bar, nelle discoteche e in tutti i locali aperti di notte, è giudicata positivamente dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri con delega alla droga, Carlo Giovanardi.