Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

effetti delle sostanze

Domanda: Volevo sapere in parole semplici tutti gli effetti spiegati dettagliatamente del’anfetamina perché una mia amica la provata un mese fa ma non me ne vuole parlare e sono preoccupata. Volevo informarmi sull’argomento. Ripeto:effetti spiegati semplicem

Domanda: Ieri ho fatto la radiografia al torace,nell'ultimo mese ho fumato qualche sigaretta e 2 giorni prima 5 sigarette (i miei genitori non lo sanno) nella radiografia si vedrà presenza di fumo??

Risposta:

 la radiografia non evidenzia il numero di sigarette fumate, ma se ci sono danni eventuali provocati dalla nicotina

Domanda: Buongiorno ho 34 anni x oltre 10 ho usato coca ed eroina, non iniettata mai. Sono però schiava dal metadone da 3 anni, da quando sono completamente pulita, ho provato a scalare a nulla quindi 4 giorni fa ho detto basta, i Sint. Peggiorerano?

Risposta:

Scusa per il ritardo di questa risposta, però le informazioni che ci dai non sono sufficienti perché si possa rispondere.

Se vuoi, prova a fare una nuova domanda, o a scrivere un commento qua sotto.

Domanda: Buona sera, ho 35 anni e da qualche tempo uso(sniffare) eroina che ho notato ha risolto alla grande il problema di eiaculazione precoce, questo però adesso è un bel problema. Perché ritarda l'eiaculazione? Cosa accade a livello sensuale?grazie

Risposta:

L'effetto sedativo centrale dell'eroina può provocare un ritardo più o meno intenso eiaculazione. Questo effetto tuttavia è temporaneo in quanto soggetto a tolleranza. Non é quindi un buon metodo per la cura dell'eiaculazione precoce. Meglio rivolgersi ad un medico sessuologo.


Domanda: Psicosi da lsd?!

Salve a tutti ho 23 anni e a dicembre sono iniziati i miei primi guai, assunsi un quarto di trip di lsd ed ebbi un bad trip una volta tornato a casa, paura di impazzire, di rimanere così per sempre ecc avevo allucinazioni a occhi chiusi tant è che non riuscivo a dormire che mi girava la testa finche poi ho rimesso la cena per farlo scendere e riaddormemtarmi sereno. Ho sempre fatto un forte consumo di cannabis giornaliero, compresa quella sera e i giorni a venire... il giorno dopo fumo na canna verso sera e avverto caldo tanto da togliermi la maglia e iniziare a sudare dalle ascelle, una bella botta ho preso inizialmente ma che poi m è scesa e la sera son tornato a fumare tranquillo... nei giorni dopo fumavo 4, 5 canne al giorno, spesso da solo e verso la sera quand ero a casa e fumavo, sentivo delle gocce di sudore scendermi letteralmente dall ascella al gomito... non sapevo di cosa si trattasse solo ora l ho collegato all ansia dato che era pure inverno e caldo non faceva... in effetti è stato un periodo della mia vita in cui avevo molte ragioni per essere stressato e ansioso...beh cmq tutto aposto, non ponendomi il problema, sono andato avanti a far la mia vita, finche 3 settimane dopo quel bad trip, ebbi un attacco di panico o crisi d ansia, una sera, dopo aver fumato tt il giorno, non riuscivo a concludere i respiri, affanno sudore, e faticavo a respirare, non avevo paura o terrore, rientrato a casa mi sono un poco calmato ma con fatica, mi è durato molto. Tanto da avermi lasciato la paura che mi potesse ri capitare nei giorni dopo, infatti faticavo a respirare tt il giorno, sudavo dalle mani ecc facevo fatica a uscire di casa, anzi per un mese quasi non sono uscito se non in poche occasioni, avevo ansia persino se qualcuno che conoscevo veniva a trovarmi, mi sentivo fuori dalla realtà e sempre col fiato che tendeva a mancarmi... ovvio non ho più fumato se non 1 o 2 volte ma con pochi tiri mi partiva un ansia atomica... oggi dopo quasi 4 mesi dalla crisi, ho ancora ansia in molte cose, anche se riesco ad uscire, andare esempio in un centro commerciale o fuori con amici e amiche ma ho sempre ansia e agorafobia, che mi fa senrire fuori dalla realtà e cmq non come prima sia in casa che fuori ma più fuori... e non so se è l ansia che mi fa sentire estraniato o se affettivamente lo sono e questo mi da ansia!! ho paura che lsd abbia compromesso qualcosa in me e spero di non esserci rimasto e che questa sia solo ansia...spero non esserci rimasto sotto, se in serata bevo una birra mi sembra di berne 5 e comincio a sentirmi strano... come se quel trip mi ritornasse, o forse è solo l ansia cje mi altera così... non capisco... non sono più io e questo mi sta portanto a una grande depressione dato che avevo una vita perfetta o cmq con tutto cio che volevo.. ho iniziato un percorso di psicoterapia e vedremo... voi sapete dirmi qualcsa a riguardo sull lsd? Se può aver causato danni irreversibili e irrimediabili? Che ho letto anche di questo in giro... che una volta che la prendi nn torni indietro... uno psichiatra m ha detto che non ho assolutamente alcun tipo di psicosi, solo un ansia da attacchi di panico... ma sbagliando nn gli ho parlato dell lsd... magari c tornerò... voi sapete aiutarmi? In caso fosse causa dell lsd che posso fare? Si risolverà? In che modo? Grazie scs le domande ma non riesco piu a stare in questa situazione, rivoglio la mia vita!

Risposta:

 

Ciao credo che quello che ti ha detto lo psichiatra riassuma l'essenziale della situazione che racconti. Non dovresti preoccuparti tanto del potere distruttivo di quell’assunzione di LSD che sicuramente ti ha attivato il meccanismo dell’ansia, che poi magari, anche rialimentato da altri consumi successivi, di fatto si alimenta e si riproduce da solo. Sei tu in realtà che riporti tutto a quell’episodio ma non è successo niente di grave a livello organico, il punto è che quell’esperienza ti ha attivato un meccanismo di percezioni e di paure tra loro collegate che poi sono andate avanti e si sono un po’ radicate nei tuoi meccanismi psichologici. Fai bene quindi a fare un lavoro con la psicoterapia, senza nascondere il fatto dei tuoi consumi, ma in fondo quel lavoro andrà a rimettere a posto i meccanismi generatori di ansia che si sono attivati a seguito di quelle esperienze. Non pensare quieindi alle cause organiche e ai danni irreparabili che non ci sono, abbi fiducia nella psicoterapia e vai aventi con quella con tranquillità.

Stefano Bertoletti, redazione sostanze.info

Domanda: alprazolam con una assunzione la sera da dipendenza

Risposta:

 A lungo andare, può creare dipendenza.

Domanda: Negli ultimi tempi assumendo pastiglie di ecstasy mi è capitato di avere degli effetti allucinogeni simili a

quelli dell' LSD, sia piccole allucinazioni visive (come vedere i contorni delle cose muoversi) sia sensazione di aver già visto/conosciuto le persone che mi stanno intorno. In più poche volte mi è capitato di provare questi piccoli effetti allucinogeni anche solo dopo aver fumato molte canne o essere molto stanca. Può l'ecstasy dare anche questi effetti, o è sintomo di un danno/disfunzionamento causato da LSD? Quanto tempo dovrebbe passare tra un'assunzione e l'altra di LSD? Grazie

Risposta:

 

Ciao in realtà questi effetti che mi pare siano più distorsioni cromatiche e di contorno, di forma, non sono strani con l’MDMA, altra questione sarebbe sapere se si tratta di MDMA o di altra sostanza simile, quindi si possono essere causati direttamente da questa sostanza. Riguardo alla domanda successiva considera che il tempo minimo dovrebbe essere almeno di 45 giorni ma considerando tipologia, intensità e qualità dell’esperienza si dovrebbe scegliere il tempo più adatto, quindi i tempi possono essere anche ovviamente molto più ampi.

Stefano Bertoletti, redazione sostanze.info

Domanda: Buonasera, negli ultimi 2 mesi ho fatto uso di MD per 5 volte, seppure in dosaggi non eccessivi. Ultimamente ho notato degli sfasamenti nel ciclo mestruale: il giorno dopo l'ultima assunzione sembrava mi stesse per venire il ciclo con 10

giorni di ritardo, salvo poi scomparire. Adesso che dovrebbe venirmi, ho soltanto delle strane perdite ma nulla. Non ho avuto rapporti sessuali non protetti. Può la sostanza influire così sul ciclo mestruale? È preoccupante?

Risposta:

 Si, possono esserci questi effetti. I disturbi del ciclo mestruale, a lungo andare, possono diventare irreversibili.

Gioacchino Scelfo, medico sostanze.info


Domanda: Buprenorfina Endovena

Buongiorno gent.le Redazione, ho un dubbio che in realtà è una pura curiosità: la Buprenorfina assunta oralmente, sappiamo che agisce da agonista parziale,andando a legarsi al recettore con alta affinità ma parzialmente e dunque causando astinenza in soggetti con alta tolleranza agli oppiacei. Però sento di persone, con alta tolleranza agli oppiacei, che si iniettano buprenorfina e non vanno in astinenza, ma anzi ne hanno un effetto euforizzante. Come mai accade questo? La via di somministrazione può cambiare la farmacodinamica della Buprenorfina? Ripeto che la domanda ha puro scopo di conoscenza personale, non ho nessuna intenzione di iniettare alcunché. Saluti e auguri per le prossime festività. T.P.M.

Risposta:

 Caro TPM, la risposta è no. Anche iniettata la buprenorfina ha gli effetti agonisti/antagonisti che ha se assunta per via sublinguale.

Gioacchino Scelfo, medico sostanze.info


Domanda: Ho subito una defistulazione sacro-coccigea 8 giorni fa, e ho fumato una canna 3 giorni dopo che mi ha provocato qualche leggera linea di febbre. Per quanto tempo dovrò aspettare ancora prima di fumare con tranquillità?

Risposta:

 fino al termine dell'intero percorso terapeutico post-operatorio 

Condividi contenuti