Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

effetti delle sostanze

Domanda: mi hanno trovato thc nelle analisi del capello.....può essere vero?

ho fatto le analisi antidoping per il rinnovo della patente e mi hanno trovato THC nelle analisi del capello.mi pare persino inverosimile.....può essere???

Risposta:

Non è inverosimile. Tantissime sostanze possono essere ricercate nei tessuti biologici (urine, sangue, capelli, saliva….). Basta avere i reagenti giusti. Le sostanze nei capelli si accumulano e ci rimangono e quindi possono essere ritrovate anche molto tempo dopo l’assunzione. Dalla lunghezza del capello si può anche risalire approssimativamente al periodo dell’assunzione.

Domanda: cos'è la catha edulis e che effetto fa?

Risposta:

In passato è arrivata Alla Redazione la domanda “cos'è il kat?”, pubblichiamo nuovamente la risposta.
Catha edulis - Da Wikipedia, l'enciclopedia libera http://it.wikipedia.org/wiki/Catha_edulis
Khat, pianta originaria delle regioni orientali dell'Africa (probabilmente dell'Etiopia), ma assai diffuso nella penisola Arabica, è un arbusto che raggiunge un'altezza compresa tra 5 e 8 metri, con foglie sempreverdi lunghe 5-10 cm e larghe 1-4 cm. I fiori sono bianchi a cinque petali; i frutti a forma di capsula oblunga contengono 3 semi ciascuno. Le foglie di questa pianta contengono un alcaloide dall'azione stimolante, che causa stati di eccitazione e di euforia, e che provoca forme di dipendenza. Nel 1980 l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha classificato il Khat tra le droghe. La sua coltivazione e l'uso come droga sono molto diffuse nel territorio dello Yemen.
Altre notizie che pui trovare in rete.
1) 2007 ARTICOLO: “SHABOO, KHAT E CRACK – OGNI CLANDESTINO SI PORTA LA SUA DROGA”
http://www.iss.it/binary/ssps/cont/0305b.1178183652.pdf
 
 
3) ARTICOLO: ALLARME «KHAT», LA NUOVA DROGA DELLE PERIFERIE Tratto dal "Corriere della sera" del 09/07/2006 http://archiviostorico.corriere.it/2006/luglio/09/Allarme_khat_nuova_droga_delle_co_7_060709022.shtml
 
4) Notizie da:  http://droghe.aduc.it/
Yemen. Presidente: rinuncio al khat, mi distrae - Utilizza la sezione ”Cerca” presente in home page per visualizzare l’articolo in “Notizie”
Italia. Maxi-sequestro di khat a Ciampino - Utilizza la sezione ”Cerca” presente in home page per visualizzare l’articolo in “Notizie”
Sequestro khat. Ma è legale o illegale? - Utilizza la sezione ”Cerca” presente in home page per visualizzare l’articolo in “Comunicati, Articoli, Documenti, Normative”
 
5) MINISTERO DELLA SALUTE: Tabelle sostanze stupefacenti e psicotrope
http://www.ministerosalute.it/medicinaliSostanze/paginaInternaMedicinali...
 
 
Infine ricordiamo che si tratta di una sostanza illegale, e quindi il suo possesso ed il suo utilizzo sono perseguiti a norma delle vigenti leggi in materia.

Domanda: salve io devo fare un analiasi delle urine del thc vorrei sapere, siccome sono in comitiva all aperto qualcuno fumava della cannabis è possibile risulti negl ' analisi ?

Risposta:

Non ci risulta che siano mai state fatte sperimentazioni precise in proposito.
Possiamo comunque risponderti che, con tutta probabilità, nel caso che il fumo passivo sia avvenuto in un ambiente chiuso con un’alta concentrazione di thc nell’aria e che l’esposizione sia stata sufficientemente lunga, possa esserci una assunzione passiva tale da far risultare positivo un esame tossicologico effettuato su un campione urinario.
Cosa diversa è se questo è avvenuto all'aperto, come tu riferisci.
In questo caso le possibilità di risultare positivi all'esame urinario sono molto meno alte.

Domanda: salve,ho fumato dalle 4 5 canne al giorno per 3 anni e vorre sapere in quanto tempo riuscirei a smaltire il tutto senza lasciare nessuna traccia...grazie

Risposta:

Vale anche per te quello che abbiamo risposto ad altri lettori: in forti fumatori la presenza dei metaboliti del THC nelle urine può arrivare fino a 60 giorni dopo l'ultima assunzione.

Domanda: esami per revisione patente

13 anni fa sono stato fermato dai carabinieri con una modica quantità di marjuana (circa 2 grammi, non è stato analizzato il principio attivo). a seguito di questo episodio sono stato sottoposto a revisione della patente. ho svolto la visita alla commissione medica per diverse volte la priam volta mi è stata rinnovata la patente per 2 anni, la seconda per altri 2 anni, la terza per 4 anni, la quinta per 5 anni. ultimamente ho svolto la sesta visita e, nonostante mi avessero detto che mi avrebbero rinnovato la patente per 5 anni, hanno cambiato idea e mi è stata rinnovata per soli 2 anni. la motivazione è stata che da un esame è emerso che le mie urine erano troppo diluite (mentre al sert mi hanno informato di comunicare eventuale assunzione di medicinali, nessuno mi ha detto che non potevo bere molto ... fra l'altro ho qualche problema di reni e il medioc mi ha consigliato di bere molto). vorrei sapere se è possibile che dopo 13 anni mi debba ancora sottoporre a queste visite e se mi conviene fare ricorso per quest'utlimo episodio.

Risposta:

Dato che siamo in Italia, dove un ricorso non lo si nega a nessuno, senz'altro puoi farlo.
Certo che nessuno ti può garantire se il tuo ricorso verrà accolto o meno.
Si può essere più o meno d'accordo sul mantenere un periodo così lungo, ma, concretamente, se ti vengono richiesti controlli anche per un periodo così esteso nel tempo e vuoi mantenere la patente, devi seguire le richieste della Commissione.

Domanda: devo fare gli esami del sangue per alcool(cdt eccc..)mi possono trovare il metadone?

Risposta:

Assolutamente no, il metadone viene ricercato solo nelle urine.

Domanda: salve volevo sapere se lsd e la ketamina riguardano una di queste categorie di sostanze:metilendiossi e derivati,Benzodiazipene.se no che categoria riguardano?e queste 2 categorie che droghe riguardano?grazie..

Risposta:

L’lsd (dietilamide dell’acido lisergico) è una sostanza allucinogena.
La ketamina è un anestetico generale con effetti allucinogeni.
Le benzodiazepine  sono degli psicofarmaci con tre effetti principali: ipnotico (cioè fanno dormire), ansiolitico (cioè riducono l’ansia e miorilassante (cioè riducono la tensione muscolare).
Il termine “metilendiossi” in sé rappresenta una parte di altre molecole.
Forse tu fai riferimento al 3,4-metilendiossi-metanfetamina (detto anche MDMA) o più comunemente ecstasy. Quindi si tratta di diverse categorie di sostanze.
Tutte questa sostanze hanno delle caratteristiche in comune.
La prima è che agiscono tutte sul sistema nervoso centrale (in vario modo).
La seconda è che tutte danno dipendenza (le benzodiazepine anche fisica).
La terza è che un loro uso più o meno prolungato può provocare danni al cervello.

 

Domanda: come si puo controllare quella senszione di euforia che precede il momento dell'iniezione, se poi dopo essermi fatto mi pento subito?

Risposta:

    La tua domanda è molto interessante e richiede una risposta complessa e non facile.
Tu parli di “euforia che precede il momento dell’iniezione”. Non possiamo sapere esattamente cosa intendi con la parola euforia. Immaginiamo che ti riferisca ad una sensazione intensa di bisogno di usare la sostanza da cui sei dipendente contro cui niente possono ragionamenti contrari e nemmeno il ricordo di quello che ti succede tutte le volte dopo l’iniezione (“mi pento subito”) e la certezza che questa cosa si ripeterà. In quei momenti tutto questo scompare per ricomparire dolorosamente “dopo”. Questo desiderio forte e la necessità assoluta di usare la sostanza ha, tra gli studiosi dell’argomento, un nome ben preciso: si chiama craving.
Il craving è il sintomo centrale della dipendenza cosiddetta psicologica. Il craving da’ spesso a chi è dipendente la sensazione e la coscienza della sua malattia. La coscienza cioè di essere in quei momenti in preda alla sostanza stessa. Incapace di prendere una decisione diversa da quella che la sostanza stessa gli comanda. Sono stati fatti molti studi sia sugli animali (in genere topi) che sull’uomo che spiegano e descrivono meglio cosa succede. Il topo reso dipendente da una qualsiasi sostanza stupefacente (alcool, eroina, cocaina …..) utilizza la droga in maniera compulsiva anche fino a morirne. Studi neurochimici hanno dimostrato che nel suo cervello succedono delle cose ben precise in quei momenti di desiderio (aumento della dopamina).
Tali trasformazioni neurochimiche accadono anche nell’uomo.
Tu ci chiedi come fare a controllare questa “euforia”. In pratica ci chiedi come fare a curare la tua dipendenza. Ovviamente una risposta che ti possa essere utile è impossibile dartela in questo contesto. Se il tuo desiderio è quello di smettere di usare la sostanza da cui sei dipendente non possiamo che consigliarti di farti aiutare da degli esperti .

Domanda: In quanto tempo si smaltisce l'alcool nelle urine?

Risposta:

Dipende da cosa viene ricercato.
Se si tratta dell'alcoluria (cioè proprio alcol nelle urine) questa scompare in un periodo di tempo che va da qualche ora a una giornata (ma si tratta di un esame che non viene quasi mai fatto).
La ricerca dell'etilglucuronide (che è una sostanza che si forma in seguito all'assunzione di alcol e viene eliminata con le urine) è un esame più moderno che indica se una persona ha assunto alcol (indipendentemente dalla quantità) nei 3-4 gg precedenti.

Domanda: sono un ragazzo super atletico, sudo moltissimo bevo tantissimo e mangio praticamente sano...dite che valga lo stesso la risposta del mese o più, o può variare diminuendo la tolleranza di THC che ho nel corpo?(sono un fumatore abituale,fumo da 3 anni)

Risposta:

Complimenti per lo stile di vita salutare, però se sei un fumatore abituale l'indicazione del tempo necessario per eliminare il THC  è più o meno la stessa (20-30 gg).

Condividi contenuti