Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

effetti delle sostanze

Domanda: quali sono le sostanze di taglio della marijuana, per renderla piu pesante( intendo kg, gr...)? ad esempio l'altro giorno fumando una canna si vedeva che faceva le scintille come se ci fosse la polverina dell'accendino(la pirite), è possibile questo?

si tratta di polvere da sparo. Viene usata come sostanza da taglio;in piccole quantita aumenta notevolmente il peso della marijuana

Risposta:

 

 

Riportiamo quanto già risposto ad un altro lettore sullo stesso argomento

Non è solo il circuito del mercato nero che, ovviamente, non permette di sapere con più precisione le sostanze da taglio utilizzate, ma piuttosto il fatto che al contrario di altri paesi europei, in Italia la legge non consente di fare analisi sulle sostanze illegali circolanti.
Quindi non è possibile tenere sotto controllo alcune sostanze che i consumatori rischiano di assumere quando le consumano. 
Tra queste ve ne sono alcune la cui tossicità o pericolosità è relativa, come, nel caso dell'hashish, la paraffina, mentre ve ne sono altre che risultano molto più pericolose come sabbia o vetro polverizzato, molto usati nel nord europa anche per i tagli della marijuana in grado di causare infiammazioni gravi, lesioni etc. In ogni caso si tratta di processi condotti a livello diciamo industriale dalla criminalità che gestisce il traffico.
Tornando all'hashish, le varie sostanze da taglio sono utilizzate per migliorarne la consistenza ma soprattutto, per aumentarne la quantità - e quindi i guadagni.

 

 
 

 

Domanda: vorei sapere quanto dura l'effetto di MDMA e di pasticke nel'urina preciso ke ho un mese ke nn faccio uso.però lo vorrei sapere con precisione grazie!!!!!!!!

Risposta:

Indicativamente possono rimanere tracce tra i 2 e i 4 giorni.

Domanda: volevo sapere quanto dura nel urina l'effetto d ecstasy

volevo sapere quanto dura l'effetto di ecstasy e cannabis nel urina? preciso ke ho un mese ke nn faccio uso!

Risposta:

Indicativamente possono rimanere tracce tra i 2 e i 4 giorni. Tieni presente che l'ecstasy può contenere MDMA in diverse percentuali e associazioni. Per questo motivo il test a volte risulta poco affidabile.

Domanda: ciao e grazie dell'aiuto volevo sapere dopo quanto tempo si crea dipendenza fisica da eroina fumandola e sniffandola

Risposta:

Il tempo necessario perché si crei dipendenza fisica è variabile in base a vari fattori. L’assorbimento dell’eroina nel sangue è più veloce con il fumo che con l’inalazione. Questo fattore abbrevia il tempo di inizio della dipendenza fisica. Un altro fattore è la frequenza dell’uso: più è alta e più è breve il tempo. Un altro fattore è il fatto che la persona sia stata già in precedenza dipendente dall’eroina: in questo caso il tempo si accorcia moltissimo. Il tempo che può essere necessario in quest’ultimo caso può essere anche di pochi giorni: meno di una settimana. Negli altri casi i tempi sono più lunghi, ma se l’uso è molto frequante possono bastare anche solo pochi giorni in più.

Domanda: volevo sapere se in 20 giorni, bevendo una notevole quantità di acqua e mangiando tanta frutta e verdura posso stare tranquillo affinchè non si riscontri traccia di cocaina nelle urine.per favore rispondete, grazie p.s. non ho letto risposte relative alla

quantità.premetto che non è mai stata una cosa frequente ma 20 giorni prima ne ho fatto uso la sera e il giorno dopo.GRAZIE

Risposta:

Senz'altro il tuo organismo avrà un grande giovamento dalla dieta salutista che ti sei imposto/a.
Per quanto riguarda però lo smaltimento dei residui della cocaina, come abbiamo già altre volte sottolineato, qualsiasi intervento chimico o naturale è assolutamente ininfluente ai fini della presenza delle tracce della sostanza nelle urine.
Per conoscere la durata della permanenza della sostanza nell'organismo, basta fare una ricerca nel box CERCA della home del sito, scrivendo “cocaina urine”

Domanda: effetto negativo della marjiuana

Salve qualche giorno fa ho fumato una canna di erba con un amico, mezza per uno... Non è la prima volta ma non sono un fumatore assiduo.. ultimamente è un periodo che soffrendo di attacchi d'ansia.. inizialmente l'effetto è stato positivo, ridevamo e stavamo bene.. poi rientrati in casa e andati a letto, ha cominciato a battermi forte il cuore, che non riuscivo a dormire.. inoltre avevo freddo.. mi sono alzato per bere un bicchiere d'acqua e un cucchiaio di zucchero e mi girava un pò la testa.. tornato a letto avevo ancora il battito accelerato ma piano piano sono riuscito a tranquillizzarmi e mi sono addormentato.. la mattina dopo stavo meglio e ora sono passati alcuni giorni e non ho più avuto problemi.. volevo sapere se quella tachicardia era dovuta all'ansia e all'agitazione, visto magari che è un periodo che ce l'ho anche di normale, o se realmente ho rischiato un collasso, cosa che francamente mi sembra contro statistica per mezza canna.. inoltre vorrei sapere se una situazione come quella dell'altra sera appunto mi può aver lasciato dei danni o se è solo un normale effetto negativo dell'assunzione di marijuana in un momento di ansia che è passato con il risveglio della mattina successiva.. grazie.

Risposta:

Tra gli effetti soggettivi della marijuana c’è quello di provocare ansia, quindi in un periodo come quello che stai passando è assolutamente da sconsigliare. Ti sconsigliamo in generale di tentare di calmare l’ansia con qualunque tipo di sostanza perché l’effetto che magari hai visto su altri potrebbe essere molto diverso da quello che ha su di te. Lo stato psichico di base di una persona è sempre determinante nell’incontro con una sostanza e per questo gli effetti sono soggettivi e possono cambiare nel tempo anche per la stessa persona. Puoi stare tranquillo per quanto riguarda i danni fisici e ci sembra che tu abbia già da solo dato una buona interpretazione di quanto ti è successo.

Domanda: cos'è esattamente il cobret????

ho una curiosità...cos'è il cobret? ma non rispondete solo "eoina di scarto" perfavore...il mio dubbio è dato dal fatto che in molti siti leggo cose tipo "l'eroina non è fumabile allora è nato il cobret" ma io ho fumato eroina fra il 2003 e il 2008 e non ho mai sentito parlare di cobret, nemmeno al sert han messo in discussione che fose ero ciò che fumavo.... però a volte mi capitava una roba molto più scura e pastosa, con un forte retrogusto che sembra paprika e bruciava in maniera diversa..ma in molti se la iniettavano quindi..

Risposta:

Si tratta di eroina, o, più precisamente, di un prodotto intermedio di lavorazione ottenibile saltando la fase di acetificazione che trasforma l'eroina base in eroina cloridrato (iniettabile), è tagliato con anfetamina o simili.
Il Kobret (o Cobret) è assunto per inalazione.
Ciò che viene venduto al mercato illegale può essere di tutto. Non è possibile quindi sapere con esattezza cosa fosse quello che ti veniva venduto quando il suo aspetto era diverso dal solito ma nemmeno quando il suo aspetto era quello usuale.  
E poi il “taglio” che viene fatto da chi lucra sulle sostanze può essere costituito da sostanze innocue ma anche da sostanze molto pericolose e inoltre la sostanza può essere presente in dosi estremamente diverse con gli ovvi pericoli di overdose inaspettate.
Le statistiche ci dicono che  in Italia la mortalità dei giovani tossicodipendenti è cinque volte superiore a quella dei pari età della popolazione generale.

Domanda: quanto tempo impiega il nostro organismo per smaltire l'eroina?

Risposta:

La presenza della morfina (sostanza in cui viene trasformata l’eroina nell’organismo) nelle urine dura alcuni giorni (da tre a cinque). Nel sangue dura un po’ meno. In altri tessuti può durare tempi molto diversi. Nei capelli e negli altri peli si accumula e non viene più eliminata e può essere ritrovata anche dopo mesi.
Se invece la tua domanda fa riferimento agli effetti la cosa è diversa.

Domanda: Smaltire thc

In circa un mese ho fumato dalle 3 alle 5 canne al giorno..siccome il 22 settembre ho un esame delle urine(pallavolo a livello agonistico) volevo sapere se il mio corpo ha già smaltito tutto il thc presente..

Risposta:

Se sono passati realmente due mesi e non hai fumato niente, nelle urine non dovrebbe esserci nessun residuo.

Domanda: ma quali sostanze si usano i pusher x tagliare l'hashish?e sopratutto come diavolo fanno?!? dato che se non sbaglio l'hashish è allo stato solido

Risposta:

Partiamo dalla definizione generale di resina: la resina vegetale  è una sostanza odorosa e appiccicosa prodotta da alcune piante, come ad es. abeti, pini, ecc.
La Cannabis indica è una pianta  largamente diffusa nelle zone tropicali e temperate della terra.
Con marijuana si indicano i fiori della canapa indiana, mentre l'hashish è la resina della cannabis estratta dal
polline dei suoi fiori.
Per ottenere l'hashish ogni cultura ha sviluppato un proprio processo di lavorazione della pianta e di estrazione della resina.
Se ti vuoi documentare su questo aspetto specifico puoi consultare le pagine di
Wikipedia.
Come abbiamo detto in più occasioni, non è solo il circuito del mercato nero che, ovviamente, non permette di sapere con più precisione le sostanze da taglio utilizzate, ma piuttosto il fatto che al contrario di altri paesi europei, in Italia la legge non consente di fare analisi sulle sostanze illegali circolanti.
Quindi non è possibile tenere sotto controllo alcune sostanze che i consumatori rischiano di assumere quando le consumano. 
Tra queste ve ne sono alcune la cui tossicità o pericolosità è relativa, come, nel caso dell'hashish, la paraffina, mentre ve ne sono altre che risultano molto più pericolose come sabbia o vetro polverizzato, molto usati nel nord europa anche per i tagli della marijuana, in grado di causare infiammazioni gravi, lesioni etc.
In ogni caso si tratta di processi condotti a livello diciamo industriale dalla criminalità che gestisce il traffico.
Tornando all'hashish, le varie sostanze da taglio sono utilizzate per migliorarne la consistenza ma soprattutto, per aumentarne la quantità - e quindi i guadagni.

Condividi contenuti