Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

effetti delle sostanze

Domanda: il tad 600 influisce sul thc ed etg nel capello?

Risposta:

No, è un tripeptide fisiologico (cioè una piccola catena di tre aminoacidi, che si trova normalmente nell’organismo) che non ha nessuna interazione farmacologica.

Domanda: L'altra sera ho sniffato circa uno 0.6 di mdma e non accorgendomi mi sono aperto le labbra. Quanto tempo pensate che resteranno aperte?

Risposta:

....il tempo di richiuderle

Domanda: ciao! devo fare per il secondo anno il rinnovo della patente

Mi hanno ritirato 2anni fa la patente per guida in stato di ebrezza. Il 30 gennaio dovrei fare le analisi. Negli ultimi mesi mi sono limitata a 2 bicchieri di vino il sabato e 1 aperitivo leggero un altro giorno della settimana. Da 15 giorni non bevo più neanche quello. Volevo sapere, all'ultimo posso permettermi di "sgarrare" un po', magari bevendo un pochino di più per poi (3/4 bicchieri di vino, un amaro, ad esempio) i seguenti 30 giorni senza toccare assolutamente alcool??grazie!

Risposta:

se non superi la quantità che hai scritto, non dovresti aver problemi dopo 30 giorni

Domanda: Ho fatto uso di cocaina a natale, esattamente il 26 notte, stamattina ho fatto le urine per una visita, dici che 106 ore possono bastare per far si che non risulti positivo alla cocaina?

Risposta:

la sostanza rimane rintracciabile dai due ai cinque giorni nelle urine

Domanda: Salve! La mia esperienza con le droghe è cominciata quasi 5 anni fa. Ne ho provate varie ma senza ripetere l'assunzione più volte in un solo mese, spesso a distanza di più mesi.

A inizio ottobre ho assunto mdma, più o meno uno 0.7, e una riga di ketamina. A inizio novembre invece ho assunto un pò di cocaina. Entrambe le volte non ho avuto nè down psicologici nè sensazioni spiacevoli. 10 giorni dopo aver fatto la coca ho deciso di smettere di fumare le canne, che ho fumato intensivamente per svariati anni con pochi periodi di stop, e 4 giorni dopo ho avuto uno sbalzo d'umore improvviso che si è evoluto in un attacco di panico in cui ho avuto paura di impazzire. Due giorni dopo ho avuto un attacco più leggero e per il periodo successivo ho sperimentato solo un'ansia latente che ho saputo controllare senza problemi. Due settimane dopo l'attacco di panico una sera ho bevuto parecchio e assunto poca mdma (0.2 al massimo). Due giorni dopo ho avuto un'ansia un pò più forte del solito che ho però controllato, non saprei dire se fosse un lievissimo attacco di panico o se fosse soltanto ansia. Due settimane dopo ho avuto un altro lieve (dico lieve perchè è durato poco, con lievi sintomi fisici e percettivi e la sera stessa sono uscito con gli amici ed ero anche di buon umore) attacco di panico, dovuto secondo me al fatto che ho parlato per varie ore la sera prima con un mio amico che sta vivendo problemi mentali seri (manie paranoiche di persecuzione). Penso di aver avuto ogni attacco successivo al primo (per il quale non ero preparato) solo perché mi sono lasciato andare alla suggestione. Dopo questo ultimo lieve attacco sono passati 5 giorni nei quali non ho avuto più nemmeno ansia. Non ho paura di avere altri attacchi. La cosa che vi vorrei chiedere è un parere scientifico e non volto a spaventarmi sulle conseguenze di una mia assunzione di cocaina o mdma la notte di capodanno. Non mi sembra che gli attacchi siano stati scaturiti dall'assunzione delle sostanze (non sono mai avvenuti nei giorni immediatamente successivi all'assunzione) ma da altre ansie personali. Vorrei sapere se rischio di far scattare qualcosa che non posso controllare, dovuto magari a un abbassamento dei livelli di serotonina, o se dipende solo e soltanto dalla mia autosuggestione e dalla mia paura. Sarei anche disposto a sopportare un ulteriore stato ansioso per qualche giorno pur di godermi l'ultima serata di quest'anno e poi godermi un periodo di relax dalle sostanze. Grazie!

Risposta:

 Ciao, mi dispiace ma il parere scientifico arriva troppo tardi per il capodanno. Spero che tu sia stato bene. Hai ragione, non sappiamo quanto i tuoi attacchi di panico siano legati all'uso di sostanze, visto che si sono verificati in giorni di non assunzione. Però è vero che sono il segnale di un periodo di fragilità emotiva. Questo non va sottovalutato e le sostanze potrebbero peggiorarlo o comunque creare confusione. Posso dirti quindi che un periodo di relax dalle sostanze mi sembra un ottimo proposito per il nuovo anno.

Domanda: Ciao .Se ho bevuto una birra analcolica una volta a settimana prima del capello la commissione medica legale se ne accorge?E se si come mi devo comportare possono non darmi la patente?

Risposta:

una birra alla settimana non lascia alcuna traccia

Domanda: dopo tre mesi di assunzione di eroina (via ago) c'è pericolo di esser gia dipendendi?

Cara lettrice, susa pe il ritardo con cui ti rispondo. Il tuo racconto fa pensare che tu una dipendenza dall'eroina ce l'abbia già. Purtroppo. Il problema infatti non è la dipendenza fisica (che in queste settimane sei riuscita a vincere) ma quella psichica, che poi è il vero problema ti tutte le dipendenze. Ed essa non ha a che fare solo con il periodo di uso endovenoso della sostanza ma anche con l'uso che ne hai fatto precedentemente fumandola. La paura che ho quindi è che dopo questo periodo di astinenza (che sembra legato all'assenza del tuo ragazzo), tu possa ricadere nell'uso. Penso che dovresti chiedere aiuto ai tuoi genitori e poi al sert per ridurre il pericolo di ricominciare. Non dimenticare poi che in questo momento sei ad alto rischio di overdose mortale.

Risposta:

Cara lettrice, susa pe il ritardo con cui ti rispondo. Il tuo racconto fa pensare che tu una dipendenza dall'eroina ce l'abbia già. Purtroppo. Il problema infatti non è la dipendenza fisica (che in queste settimane sei riuscita a vincere) ma quella psichica, che poi è il vero problema di tutte le dipendenze. Ed essa non ha a che fare solo con il periodo di uso endovenoso della sostanza ma anche con l'uso che ne hai fatto precedentemente fumandola. La paura che ho quindi è che dopo questo periodo di astinenza (che sembra legato all'assenza del tuo ragazzo), tu possa ricadere nell'uso. Penso che dovresti chiedere aiuto ai tuoi genitori e poi al sert per ridurre il pericolo di ricominciare. Non dimenticare poi che in questo momento sei ad alto rischio di overdose mortale.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Domanda: Rinoplastica e cannabis (2)

Salve fra una 10ina di giorni abbondante mi devo sottoporre ad un intervento di rinosettoplastica e devo ancora fare le analisi che vanno fatte prima di tale intervento. Volevo sapere se fumare canne possa alterare il risultato di queste analisi o ancora peggio l'esito dell'operazione. Volevo precisare che sono un consumatore più che occasionale (passano tranquillamente mesi fra due episodi) ed alla luce di questo (se fosse rilevante) volevo chiederle se fosse fondamentale dirlo all'anestesista in quanto non sono nelle condizioni di poterlo fare (senza scendere nei particolari). La distanza fra l'assunzione e l'intervento è di 10 giorni, sono sufficienti?? Grazie mille dell'attenzione e scusate la mia insistenza però mi preme saperlo.

Risposta:

se l'intervallo fra l'ultima assunzione (saltuaria) e l'intervento è quello che scrivi, non ci dovrebbero essere problemi nel corso e dopo l'intervento.

Domanda: Ciao,io ieri sera ho fumato marijuana ,specifico che era in quantità normali e non era la mia prima volta.Dopo 5 minuti ho iniziato a vedere le cose a scatti come a fotogrammi .Così mi è venuto un attacco di panico

Il problema è che anche se dopo un po' di ore terribili mi è passato,dopo 17 ore dall'assunzione i sintomi sono tornati e io ora non so cosa fare.Devi preoccuparmi?(In passato no nmi era mai successo)

Risposta:

ciao, come puoi leggere sul nostro sito, numerose sono le testimonianze di ragazzi che come te hanno avuto brutte esperienze dopo assunzioni anche sporadiche di cannabis. E per i motivi più vari legati alla sostanza tagliata o adulterata, ad una intolleranza che si è sviluppata in reazione all'assunzione, ad un particolare momento della propria vita ecc.ecc.

Cosa fare? avere pazienza e cercare di stare il più tranquilli possibili dato che gli "attacchi" di panico o di ansia o di sbandamento anche fisico, spariranno con il passare del tempo (ed ovviamente in tempi brevi), senza aver apportato alcun danno all'organismo.

A patto ovviamente di cessare anche dopo e del tutto l'assunzione di una sostanza che solo in teroria è considerata innocua e senza effetti collaterali.

Domanda: Rinoplastica e cannabis

Salve fra una 10ina di giorni abbondante mi devo sottoporre ad un intervento di rinosettoplastica e devo ancora fare le analisi che vanno fatte prima di tale intervento. Volevo sapere se fumare canne possa alterare il risultato di queste analisi o ancora peggio l'esito dell'operazione. Volevo precisare che sono un consumatore più che occasionale (passano tranquillamente mesi fra due episodi) ed alla luce di questo (se fosse rilevante) volevo chiederle se fosse fondamentale dirlo all'anestesista in quanto non sono nelle condizioni di poterlo fare (senza scendere nei particolari) Grazie mille dell'attenzione

Risposta:

 se l'ultima votla che hai fumato è stata lontana dalla data dell'intervento, non c'è alcun problema

Condividi contenuti