Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Legislazione sull’ uso personale di sostanze stupefacenti: dai “CONVEGNI IN FUMERIE” ai provvedimenti del Questore

LA STORIA

 

Il primo intervento legislativo italiano in materia di stupefacenti fu la legge n.396/1923Provvedimenti per la repressione dell’abusivo commercio di sostanze velenose aventi azione stupefacente” che puniva, con pene detentive brevi, la vendita, la somministrazione e la detenzione di tali sostanze da parte di persone non autorizzate nonché, con una multa, la partecipazione “a convegni in fumerie” adibite all’uso di stupefacenti. Successivamente, la legge n.1145/1934 contenente “Nuove norme sugli stupefacenti” introdusse il “ricovero coatto” dei tossicomani in “case di salute”. Novità rilevanti furono apportate dalla legge n.1041/1954Disciplina della produzione del commercio e dell’impiego degli stupefacenti” che prevedeva un inasprimento delle sanzioni penali per chiunque detenesse sostanze stupefacenti, senza alcuna distinzione tra commercio e mero uso personale. Il ricorso al ricovero coatto in ospedali psichiatrici fu mantenuto nei confronti “di chi, a causa di grave alterazione psichica per abituale abuso di stupefacenti, si rende comunque pericoloso a sé e agli altri o riesce di pubblico scandalo”. A partire dalla fine degli anni ‘60 vi fu una rapida diffusione delle droghe nel mondo giovanile, alimentata sia da motivi culturali e ideologici che da logiche di mercato particolarmente allettanti per i narcotrafficanti, e apparve sempre più inadeguata una legge che poneva sullo stesso livello spacciatori e consumatori.

 

IERI: non punibilità, uso personale e modica quantità

 

La svolta decisiva si ebbe con la legge n.685 /1975Disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope. Prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza” che, pur vietando la detenzione di sostanze stupefacenti, prevedeva una causa di “non punibilità” se la sostanza era destinata al proprio uso personale e se si trattava di una “modica quantità”, introducendo quindi una distinzione tra spacciatore e consumatore. Accanto agli strumenti repressivi, furono introdotti una serie di interventi di prevenzione sociale e di assistenza socio-sanitaria: chiunque poteva chiedere di sottoporsi volontariamente ad interventi riabilitativi presso presidi ospedalieri, ambulatoriali, medici e sociali localizzati nella regione, mentre permaneva il ricovero coatto nei casi in cui l’autorità giudiziaria ravvisasse la necessità del trattamento medico e assistenziale. La legge del 1975 non fu però in grado di contrastare efficacemente la diffusione del fenomeno e da più parti si reclamarono interventi maggiormente repressivi sia contro gli spacciatori che contro i consumatori di sostanze stupefacenti.

Si arrivò così all’emanazione del D. P. R. 309/90Testo Unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza” che, introducendo il principio dell’illiceità della detenzione di sostanze stupefacenti, anche per uso personale, prevedeva, in questi casi, l’attivazione di un particolare procedimento amministrativo di competenza del Prefetto. La sostanza detenuta, per l’attivazione di un procedimento amministrativo (art.75) e non penale (art.73), non doveva essere superiore alla dose media giornaliera, determinata da un apposito decreto del Ministero della Sanità che raggruppava le sostanze stupefacenti in diverse tabelle, a seconda delle loro caratteristiche, ed indicava, per ogni sostanza, i limiti quantitativi massimi di principio attivo per le dosi medie giornaliere. Il D. P. R. 309/90 prevedeva inoltre l’istituzione dei servizi pubblici per le tossicodipendenze (Ser.T) presso le unità sanitarie locali, con compiti di prevenzione, cura e riabilitazione delle tossicodipendenze, ed aboliva il ricovero coatto disposto dall’autorità giudiziaria. Il referendum del 1993 modificò in parte questa norma, eliminando la dose media giornaliera ed abolendo la competenza dell’autorità giudiziaria nei casi di recidiva nella detenzione di sostanze stupefacenti per il proprio uso personale, che permaneva quindi di esclusiva pertinenza prefettizia.

 

OGGI: durata delle sanzioni e provvedimenti a tutela della sicurezza pubblica

 

La L.49/2006, attualmente in vigore, ha apportato sostanziali cambiamenti al procedimento amministrativo previsto dall’art.75 D.P.R.309/90, introducendo ulteriori conseguenze. Per una maggiore comprensione delle modifiche introdotte dalla nuova legge riportiamo gli aspetti maggiormente rilevanti delle conseguenze previste per i casi di detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti.

 

Art.75 L.49/2006

Chiunque illecitamente importa, esporta, acquista, riceve a qualsiasi titolo o comunque detiene sostanze stupefacenti o psicotrope fuori dalle ipotesi di cui all’articolo 73 e 72, è sottoposto, per un periodo non inferiore a un mese e non superiore a un anno, a una o più delle seguenti sanzioni amministrative:

a) sospensione della patente di guida o divieto di conseguirla;

b) sospensione della licenza di porto d’armi o divieto di conseguirla;

c) sospensione del passaporto e di ogni altro documento equipollente o divieto di conseguirli;

d) sospensione del permesso di soggiorno per motivi di turismo o divieto di conseguirlo se cittadino extracomunitario.”

 

E’ dunque sempre prevista una sanzione amministrativa per chi detiene sostanze stupefacenti per uso personale, ma le sostanze non sono più suddivise in tabelle ed è aumentata la durata delle sanzioni. Vengono nuovamente introdotti dei limiti quantitativi per distinguere la detenzione per uso personale da quella finalizzata allo spaccio.

 

“Art.75 L.49/2006

Se al momento dell’accertamento la persona ha la diretta ed immediata disponibilità di veicoli a motore, gli organi di polizia procedono anche all’immediato ritiro della patente di guida. In caso di ciclomotore gli organi di polizia ritirano anche il certificato di idoneità tecnica e sottopongono il veicolo al fermo.

Il ritiro della patente e del certificato di idoneità ed il fermo del ciclomotore hanno la durata di 30 giorni.”

 

Viene introdotto il ritiro immediato della patente di guida, non prevista dalla precedente normativa, nei casi di detenzione di sostanze stupefacenti e di disponibilità di un veicolo.

 

“Art.75 L.49/2006.

Se per i fatti previsti in precedenza, in caso di particolare tenuità della violazione, ricorrono elementi tali da far presumere che la persona si asterrà per il futuro dal commetterli nuovamente, in luogo della sanzione e una volta sola, il prefetto può definire il provvedimento con il formale invito a non fare più uso delle sostanze stesse, avvertendo l’interessato delle conseguenze.”

 

Tale possibilità non è più limitata ai casi di detenzione di sostanze leggere, ma è estesa a tutti i casi di prima segnalazione.

 

“Art.75 L.49/2006

Il prefetto convoca dinanzi a sé o a un suo delegato, la persona segnalata per valutare, a seguito di colloquio, le sanzioni amministrative da irrogare e la loro durata nonché, eventualmente, per formulare l’invito a seguire il programma terapeutico e socio-riabilitativo.

Se risulta che l’interessato si sia sottoposto, con esito positivo, al programma terapeutico, il prefetto revoca le sanzioni, dandone comunicazione al questore.”

 

Con la nuova legge il programma terapeutico non è più alternativo alle sanzioni, che vengono comunque irrogate, ma è oggetto di un semplice invito rivolto alla persona convocata.

Nel caso la persona intraprenda e concluda un percorso riabilitativo potrà ottenere la revoca della sanzione che, considerati i tempi di svolgimento del programma, potrebbe già essere stata eseguita.

Si può inoltre supporre che, dovendo comunque scontare la sanzione, non saranno molte le persone che decideranno di intraprendere anche un percorso terapeutico.

 

“Art.75 bis L.49/2006

Il prefetto trasmette copia del decreto con il quale è stata applicata la sanzione amministrativa al questore che può sottoporre l’interessato, che risulti già condannato per alcuni reati o per violazione delle norme sulla circolazione stradale, o già sanzionato ai sensi di questa legge, a una o più delle seguenti misure:

a) obbligo di presentarsi almeno due volte a settimana presso il locale ufficio della Polizia di Stato o presso il comando dell'Arma dei Carabinieri territorialmente competente;

b) obbligo di rientrare nella propria abitazione, o in altro luogo di privata dimora, entro una determinata ora e di non uscirne prima di altra ora prefissata;

c) divieto di frequentare determinati locali pubblici;

d) divieto di allontanarsi dal comune di residenza;

e) obbligo di comparire in un ufficio o comando di polizia specificamente indicato, negli orari di entrata ed uscita dagli istituti scolastici;

f) divieto di condurre qualsiasi veicolo a motore.

Tali provvedimenti a tutela della sicurezza pubblica possono avere la durata massima di due anni e possono essere revocati dal questore sulla base del decreto di revoca emesso dal prefetto quando l’interessato risulta essersi sottoposto con esito positivo al programma terapeutico.”

 

I provvedimenti a tutela della sicurezza pubblica emessi dal questore sono un’altra novità introdotta dalla L.49/2006 nei confronti dei consumatori di sostanze stupefacenti. Si tratta di provvedimenti restrittivi della libertà della persona e che possono avere ripercussioni negative sulla sua vita lavorativa e sociale. Anche in questo caso una loro eventuale revoca potrebbe giungere tardiva rispetto alla loro esecuzione.

Punteggio: 3.7 (48 voti)

Commenti

Grazie del riassunto! L'ennesimo passo indietro della legge italiana: verso l'equiparazione delle sostanze stupefacenti, si sanziona il ragazzo in possesso di hashish e si impartisce "l'invito" del prefetto a non rifarlo mai più al cocainomane.
Daniele

Davvero...che barzellette

che paese allo sbando. Mentre in Europa si depenalizza e si sperimentano strategie di riduzione del danno, da noi si torna agli anni '50

Per quel che ne so non è affatto vero che in Europa si depenalizza, anzi anche in paesi di tradizione liberale si va verso una "stretta" sulle sostanze.

Inghilterra
Dal 2003 la cannabis è stata declassata dalla tabella B alla tabella C delle sostanze stupefacenti (e quindi equiparata a farmaci come gli antidepressivi o gli steroidi anabolizzanti). Inoltre dal Gennaio 2004 il possesso personale di cannabis (solitamente fino a 50 g) non è più punito con l'arresto tranne quando il consumo avviene in presenza di minori o in luoghi pubblici. In tutti gli altri casi la polizia si limita a confiscare la sostanza e a sanzioni amministrative. Il provvedimento sancisce una depenalizzazione di fatto già praticata dalla polizia. Proprio i bobbys, resisi conto che la battaglia contro le canne è impossibile, hanno chiesto di poter dirottare altrove le proprie energie. Con questa nuova normativa in Inghilterra si è riusciti a ridurre del 33% gli arresti per cannabis. Anche la vendita dei funghi psilocibinici e cactus mescalinici è comune e tollerata. Inoltre per le nuove linee guida della polizia, i consumatori di cannabis trovati in possesso della sostanza saranno arrestati e puniti solo alla terza volta che questo avviene.

Belgio
Dal 2003 il parlamento ha depenalizzato l'uso personale di cannabis. Chi ha compiuto 18 anni può detenere e consumare fino a 5 grammi di marijuana a condizione che non turbi l'ordine pubblico. Nel 2006 è nata anche un'associazione di coltivatori di cannabis (solo i membri hanno accesso alle stanze di coltivazione e alla cannabis). Ad Anversa, una piantagione di cannabis è stata autorizzata dalle autorità per evitare che i consumatori si rivolgano agli spacciatori.

Germania
Il consumo non è reato per nessuna sostanza. E' possibile fumare e detenere cannabis per uso personale in quantità che variano a seconda dei Lander: da un minimo di 6 grammi in Baviera a un massimo di 30 grammi nella regione dello Schleswig-Holstein. Ad Amburgo è possibile girare con una barretta di hashish, basta che non sia "più grande di una scatola di fiammiferi". Per chi supera la soglia sarebbe previsto anche il carcere, ma ha fatto storia una sentenza della corte federale che nel '94 ha prosciolto un uomo trovato con 5 chili di hashish e ha invitato i legislatori a cambiare regole. Dal 2005 a Berlino l'acquisizione di 10 grammi di hashish per uso personale non è punito. Il Senato berlinese ha infatti liberalizzato il consumo di questa sostanza e ha stabilito che anche 15 grammi non dovrebbero di regola essere sanzionati.

Spagna
Il consumo di tutte le sostanze stupefacenti è depenalizzato dal 1992. Sono previste sanzioni amministrative anche per chi possiede piccoli quantitativi: di fatto la cannabis è ovunque tollerata. La coltivazione domestica anche, e in città è facile vedere finestre con luce da HPS e nessuno si nasconde. Recentemente diversi "cannabis clubs" sono stati fondati in Spagna, la cui legalità è stata confermata da tribunali in Catalogna e Regione Basca. Le persone si uniscono per coltivare cannabis insieme e distribuirla ai membri del club a prezzo di costo.

Portogallo
Da 2006 il consumo di tutte le sostanze non è più reato penale.

Svizzera
Cosa si rischia a fumare in Svizzera? Innanzitutto una sanzione amministrativa, il sequestro della sostanza in questione ed, eventualmente, un decreto di espulsione. Il consumo è comunque ovunque tollerato. Esperimenti di legalizzazione sono stati condotti in alcuni cantoni.

Danimarca
Non esistono sanzioni per il semplice consumo, rimangono però vietati esportazione, importazione, vendita, commercio, la consegna, la ricezione, e il possesso, che sono definite come offese criminali. Nel quartiere parzialmente autogovernato di Christiania, a Copenaghen, la vendita di droghe è tollerata.

Olanda
Dal 1976 è meta di pellegrinaggio per chi vuole fumare in un coffee-shop senza nascondersi. E' legale vendere ai maggiori di 18 anni fino a 5 grammi di cannabis, così come legale è la vendita di funghi e cactus psicoattivi. Per le droghe pesanti, pur essendo illegale la vendita, il consumo non è punito, e per eroina e cocaina è tollerato il possesso fino a 1 grammo, così come lo è il possesso di 1-2 pasticche di ecstasy.

Italia
La cannabis è illegale, inserita nelle stesse tabelle di eroina e cocaina. La legislazione attualmente vigente (Decreto Fini-Giovanardi) fissa limiti di quantitativi di principio attivo, superati i quali si prefigura il reato di spaccio. La coltivazione di canapa è punita con 6-20 anni di reclusione, sequestro di passaporto e patente di guida e un percorso di recupero in una struttura per tossicodipendenti.

e l'Italia farebbe parte dell'UE?
Purtroppo il Italia abbiamo il Vaticano . certo che peggio di così le cose non possono andare.

ABOLIAMO LA FINI-GIOVANARDI( le carceri scoppiano per detenuti/possessori/consumatori di hashish)
Ecco come sarebbe risolto il problema sovraffolamento carceri.

Sono sostanze psicotrope...meglio non usarne mai. Idem per gli psicofarmaci, solo se veramente necessario...e invece certi medici li prescrivono con una facilità impressionante...ci sono danni anche dall'uso di cannabis...non è bigottismo dire che è meglio non farne uso, e le carceri scoppiano comunque. Non si risolve un problema legalizzando, si risolve educando le persone e limitando il disagio che porta all'abuso delle sostanze psicotrope ma anche del tabacco e dell'alcol e ad un ricorso altrettanto sconsiderato ai servizi psichiatrici. Che poi è assurdo pensare che un soggetto debole riesca ad essere un consumatore occasionale, tanto sono giù ben oltre questo, ne abusano e neanche lo ammettono. L'Italia sarà anche un fanalino di coda in tante cose, ma essere considerati così che prenderci in giro dicendo che le persone sono in grado di gestire le sostanze, e queste liberalizzazioni. La maggior parte non lo è.

Ok partiamo dall'assunto che sarebbe meglio non usarle(le droghe intendo) ,ma visto che parliamo della cannabis che di droga onestamente ha poco da spartire con le cosidette droghe pesanti, assimiliamola al quotidiano togliamo quindi dalla circolazione l'alcol , e i farmaci antidepressivi eequivalenti , anche per queste categorie sarebbe meglio riflettere prima dell'assunzione. Il principio attivo(thc) non ha influenze nefaste sul cervello umano almeno stando alle ricerche della comunita' scientifica. Certo che assumere un Kg. di sostanza al giorno potrebbe provocare effetti indesiderati. Anche mangiare un chilo di pasticcini al giorno non fa bene, oppure no?
Gli olandesi ritenuti un popolo all'avanguardia sotto questo puntodi vista , hanno da tempo legalizato la cannabis per uso personale con consumo di 5 grammi procapite e non si vedono "zombies" girare per strada a rapinare vecchiette o guidare contromano a duecento all'ora.Ma forse Lei non c'e' mai stato...Sicuramente l'educazione potrebbe dare il suo contributo lo dica alla cara Lega alla Chiesa e perche' no al nostro innato senso dell'ipocrisia che tanto aiuta sotto questo punto di vista a girarci dall'altra parte o mettere la testa sotto la sabbia, e, soprattutto non affrontando il porblema .

francia,germania ,portogallo,svizzera .. nn ho parole grarzie xqueste informazioni potrebbero risultare utili anche ad un avvocato che cerca di nn fare rovinare la vita aqualche 18enne sfortunato o a qualche ragazzino che guida x la prima volta un muletto e viene tradito dalla sua stessa azienda con un controllo a sorpresa , solo x
aver fumato un paio di canne nel weekend, immaginate SIGNORE MAMME disinformate se vostro figlio si affaccia al mondo del lavoro è viene subito silurato in
questo modo ,che fiducia puo' avere in questa nostra societa',pertanto prima di rispondere d'istinto a qualche intervista o inserire un vostro commento in un sito del genere vi suggerisco di INFORMARVI BENE, io ho un caro "amico"che conosco come me stesso che fuma da 25 anni , che conduce una vita regolare con un lavoro regolare ed il fatto di sapere la differenza tra droga ed haschisc , gli hA permesso di
nn impelagarsi mai con cocaina eroina anfetamina ecc.(vi faccio notare che le droghe con cui si muore finiscono con INA), vi voglio inoltre far notare che nel commento del nostro amico informatissimo egli dice nn perdere tempo x fumo ed erba in modo che le forze di POLIZIA si possano dedicare a combattere la criminalita che gira attorno alle droghe PESANTI quelle che fanno morire i nostri figli.,SOLO un appunto voglio fare nn penso che il problema x tolleranza o legalizzazzione in italia sia il papa ma la MAFIA. il decreto Fini Giovanardi è un ingistizia l'ennesima in Italia

falso in UK la cannabis è classe B

La Cannabis in UK è passata da B a C e di nuovo da C a B dove è stabilmente posizionata.
ovvio poi fa un po ridere che la Ketamina sia rimasta in classe C...

Bello essere la ruota di scorta del vecchio continente...

Mi piace l'idea che il percorso terapeutico che dovrebbe essere la cosa più importante adesso è limitato all'invito del prefetto. Così come per i casi di prima segnalazione. Il prefetto fa un sacco di inviti :)

E' una legge orribile.

Finalmente, grazi eper il riassunto della situazione ;)

fini ha fatto una legge criminale che favorisce solo la MAFIA

Fa schifo si l'italia. Rapidamente vi racconto la mia storia. Sono stato tossicodipendente per quasi 20 anni,sono stato fermato 4-5 volta con eroina per uso personale,quantità ridicole. Oggi sono 5 anni che ne sono uscito,ma al mio paese vengo considerato un mafioso,uno spacciatore vero...Ho sempre lavorato,non ho mai rubato,non ho mai fatto del male a nessuno se non a me stesso e ai miei famigliari per il dispiacere,e vabè. Un anno fa un ex mio amico stava male e mi ha convinto di farle compagnia ad andare a comprare la sua dose,stava con la sua suv nissan nuova,pieno di oro addosso e di soldi,è un pensionato svizzero,lui dice ke ha avuto un infortunio sul lavoro,io so che a zurigo ha sempre spacciato,e vabè. Arriviamo a destinazione va ad una palazzina compra scende e ce ne andiamo. Le chiedo quanta ne ha presa,e mi dice,50 euro. Ce ne accorgiamo che abbiamo la polizia dietro che ci sta fermando,lui rallenta si accosta,e io le dico di buttarla,ma stava male e non voleva,poi le dico:dammela che la butto caz... Me la da e che mi trovo in mano? Un sacchetto di 20 grammi che io butto subito. La polizia mi vede. Sapete comè finita? Che io pulito che stavo,senza soldi,senza niente,solo lacrime per piangere,mi misero le manette e mi carcerarono. Lui in italia era incensurato,e con la sua nissan,3 collane d'oro,portafoglio pieno e un bilancino in auto,se nè andato a casa con denuncia a piede libero,io da un anno che sto ai domiciliari dopo 6 mesi in carcere,e sto rischiando 6 anni,ho perso il lavoro,la ragazza,mi sono ammalato di depressione,ho messo su 30 chili,e tutto per cosa? Che salì su quell'auto che mi dispiaqque che stava male e perchè avevo i miei precedenti. Sono stato coglione ad andare ok per giunta senza volere niente,solo un favore,ok ho sbagliato,sono stato anche sfigato,ma alla fine questa vi sembra giustizia? Mi farebbe piacere sapere il parere di qualcuno,o sono io che la vivo male boo. La legge è uguale per tutti dicono,si,per tutti i poveracci e sfigati come me.

Certo la tua situazione appare veramente ingiusta. E stai pagando non solo per una fesseria che hai fatto, ma anche per la scorrettezza del tuo ex amico. Infatti mi sembra che il suo comportamento sia stato molto grave nei tuoi confronti nel comprare tutta quella quantità di eroina a tua insaputa e, oltre tutto, nel mentirti. È evidente che sapeva perfettamente di poterti mettere in un grosso guaio con la legge, anche in considerazione che tu non sei incensurato, mentre lui si. Il comportamento della Giustizia nei tuoi confronti, certo, può apparire persecutorio (e forse lo è) ma devi considerare che le "apparenze" erano piuttosto pesanti e a giustificarle c'era soltanto la tua parola. Capisco il tuo dolore, ma è difficile che forze dell'ordine e giudice potessero comportarsi in maniera diversa.
Gioacchino Scelfo, medico sostanze.info

l'italia con le sue leggi sulla droga e' un italietta,mi vergogno di essere italiano,si d'accordo lo spaccio va punito ma l'uso e' ridicolo,purtroppo questi giudici devono far vedere che fanno il loro dovere,poveracci.

concordo

Come l'articolo e i commenti dimostrano in Italia negli ultimi dieci anni si è avuto una vera e proprio "involuzione". Non solo il ceto politico nazionale, che comunque ha prodotto questa legge dannosa, ma anche nelle amministrazioni, nelle professioni, nei normali cittadini. Un regressione culturale a destra come reazione alla complessità del mondo. Medici, psicologi, operatori dovrebbero farsi sentire: ma dov'è questa cosiddetta società civile?
Marco

La società civile non è poi così civile, ed è una specie di circolo vizioso: ogni popolazione ha la classe politica che si merita e ogni classe politica ha il popolo che si merita. tempi duri.

fini,giovanardi e tutti gli altri........vergognatevi.......e pippate meno,date voi il buon esempio ai giovani........gira piu coca in parlameto che in certi posti di milano.......freecannabis....mettetevelo in testa......e massime punizioni per coca ero ed ecstasi,lsd,e stronzate varie.......avete veramente fatto una legge promafia......che schifo

:)

concordo

concordooooooooooo!!!!!!!!!!

Sarebbe ora di fare per la droga leggera e pesante la stessa battaglia che si fa epr l'uso del tabacco!!!!!!

?

No dai, che chi fuma adesso è pieno di sensi di colpa e fuma lo stesso.

Liberalizzate tutto, la gente se vuole fare qualcosa lo fa e basta... Per quanto riguarda la cannabis non ha mai ucciso nessuno. C'è gente che si fuma 3 pacchetti di sigarette al giorno e quelle si che fanno bene.... ma aumentano il prezzo come deterrente, così il fumatore 'intelligente' compra il tabacco e se le gira mentre quello incallito le compra lo stesso e lo stato guadagna e guadagna...BEAAAAA!!!

sono stato fermato assieme ad amici mentre eravamo in macchina.(io no stavo guidando)
dalla quantità trovata hanno definito l'uso personale non a scopo terapeutico.
agli altre tre è arrivata la notifica, ed è stata richiesta la visita.
a me a distanza di 5mesi non è ancora arrivato niente, posso considerarmi esente qualsiasi tipo di visita?o qual è il termine massimo entro cui devono avvisarmi della visita?

Tal sei fottuto comunque..è inutille..

Anche a te, come abbiamo consigliato ad altri lettori che ci ponevano domande relative ai fermi per possesso di sostanze e relativi accertamenti, consigliamo di rivolgerti o consultare il sito della Prefettura di Firenze, che in forma totalmente anonima risponde ai lettori con problemi di questo tipo (http://www.prefettura.fi.it/quesiti.php), oltre ad avere una nutrita ed esauriente lista di FAQ.

ma che coraggio,sifa chiamare il partito delle libertà;e poi si sente parlare solo di divieti,proibizioni.sanzioni coatte,ti tolgono passaporto,patente e quant'altro che riguarda la libertà personale;fumare no,sesso a pagamento no....e poi le carceri son piene,ma va?chissà perchè....son solo capaci di agire tramite polizia,carabinieri e altre forme dittatoriali.anche quando attuavano l'inquisizione sembrava giusta e sacra....bè giudicatela ora .ignoranti in cravatta.la storia svelerà tutto....e noi saremo lì ad aspettare le scuse.barbari,incivili ,ignari degli abusi commessi.manipolatori d'informazioni.vi meritate un grosso insulto in spagnolo:manada de cabrones.abbiamo pure un esempio di utopìa,la vicina olanda.quando si dice che l'esperienza sipuò far senza. grazie per lo spazio.resistete amanti della marijuana,o hashish che sia....resistete che la storia non ha detto tutto!ciao.

io legalizzerei tutto,chi ha bisogno di drogarsi va a farsi prescrivere la droga dal medico,cosi finisce lo spaccio ,ma allo stato non conviene chissà perchè?e tutto un fatto di convenienza e non di tutela per i giovani,in quanto chi vuole drogarsi lo fa e non ha paura del carcere come non ha paura della morte,anzi il proibito aha sempre aperto le porte alla curiosità.

Condivido. Come mai non si parla dell'alcool che fa altrettanti morti,fra incidenti o cevrosi,e lo può prendere kiunque. Ma uno può fare quello che vuole flla sua vita o no? Poi non capisco perchè uno che viene fermato con un quantitativo di droga un po esagerato,deve passare automaticamente dall'uso personale allo spaccio,perchè? Poi si sentono che dopo 7-8 anni escono persone che hanno ammazzato, e condanne dai 6 ai 20 anni per detenzione ai fini di spaccio,booo. Ditemi qualcosa...

noi abbiamo deciso!...CE LO FUMIAMO SUBITO ALLA FACCIA LORO!!!!....venite a sequestrarmelo!!!!

mi raccomando continuate a votare destra...

io o votato destra ma non lo faro mai piuuuu che sbaglio incredibile

i ragazzi hanno ragione siete voi responsabili politici di merda del futuro che gli abbiamo riservato, siamo noi adulti che non abbiamo vigilato, che presi dalla smania di potere e soldi gli abbiamo tracciato la strada, sarà illegale ma mi chiedo in una citta come taranto il dirigente del dipartimento di prevezione gira indisturbato ricco e potente ed è anche il capo della medicina legale che dispone le sospensioni delle patenti..................senza criteri di logicita e in modo discrezionale, forse guarda le foto dei documenti dei ragazzi e decide ma la magistratura lo sa?
se esiste una giustizia divina aspetteremo..............

mamma disperata

mamma disperata
cari ragazzi volete punirli non fumate più, sparirebbero le commissioni medico legali delle ASL ed i loro dirigenti di solito medici strapagati che percepiscono la produttivita' in base agli esami eseguiti,
Questi medici sono incompetenti, per esempio, per capire che cosa sono le benzodiazepine leggono i bugiardini, e che su tre analisi di urine, 2 negative ed 1 positiva alle benzodiazepine sospendono la patente di guida, che vale a dire che se una donna fa tre test di gravidanza di cui due risultano negative ed 1 positiva fanno la diagnosi di donna in stato gravidico.

Sono professionisti ciucci

fate ricorso sempre e sputtanateli

medici falliti

quindi nel caso fossi ribeccato(ho già avuto in passato art.75 andrei incrontro ad una specie "arresti domiciari"? e "obbligo di firma"? ( se la passa meglio una persona che ha commesso delinquere)
ma è qualcosa di assurdo. stento a crederci (

Se tu venissi segnalato per la seconda volta ai sensi dell’art.75, verresti convocato presso la tua prefettura di residenza per effettuare un colloquio finalizzato a valutare la sanzione amministrativa da applicarti (sospensione della patente di guida e/o del passaporto e/o del porto d’armi per un periodo da un mese a tre anni). Tale sanzione verrebbe quindi comunicata al Questore che potrebbe applicarti, ai sensi dell’art.75 bis, una o più misure di sicurezza (obbligo di firma, divieto di allontanarsi dal comune di residenza, divieto di uscire la sera ecc per un periodo fino a quattro anni).

ma quanto tempo ci vuole pero fare la causa col giudice civile , purtroppo sono sottoposto a questa legge preventiva (neofascista del criminale maroni)
aspetto il momento di dimostrare al giudice come sia sbagliato trattare una persona come una pratica cartacea senza saperne nulla e lasciare liberi criminali potenzialmente e sicuramente piu pericolosi di uno uno ke si fuma le canne ma e' una persona onesta e civile

MA ALLA FINE QUESTO USO PERSONALE QUANT'E' ???

La detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti è da sempre, nel nostro paese, un illecito amministrativo.
Non c'è mai stata pertanto una quantità di sostanza che fosse lecito detenere.
Nella attuale normativa esiste una distinzione tra illecito amministrativo e reato penale (spaccio), determinata anche dalla quantità di principio attivo contenuto nella sostanza stupefacente sequestrata. 
Esiste una tabella che elenca tutte le sostanze stupefacenti e le relative quantità di principio attivo, entro le quali possiamo parlare di illecito amministrativo, oltre le quali il procedimento avrà carattere penale.
C'è da sottolineare anche che la quantità non è l'unico elemento che fa distinguere i due procedimenti.

E' inconcepibile che per qualche grammo per uso personale si debba rischiare il carcere, mentre illustri personaggi pubblici liberamente possono fare tutto ciò che desiderano in barba alla legalità. Non è forse stato verificato che anche tra chi ci rappresenta (o si rappresenta meglio) in PArlamento si abbandonano a tale vizio: però la poltrona se la sono bene attaccata al fondo schiena e guai se la legge riesce a torgliela. E' propri vero: la legge è uguale per tutti i poveri cristi, ma non per i potenti!

ciao ragazzi io credo che il discorso sia un po complesso cioè partendo dal presupposto che la mafia e la politica sono la stessa cosa io credo che se per esempio in belgio se dei valori relativi a reati legati alla violenza allo spaccio e cosi
via sono diminuti in italia se il popolo mette sul tavolo delle prove relative alla diminuzione dei reati con la legalizzazzione della marijuana non potrebbero piu fare finta di niente perche se rappresentano il popolo dovrebbero soddisfarlo e con delle prove concrete di diminuzione di criminalità per i politici rimarrebbe molto difficile ignorare la richiesta di legalizzazione almeno credo e poi io ho 18 anni ma e possibile che non mi posso fumare quello ke k......mi pare ce vorrebbe una rivoluzione kazzo ma una seria

quindi la seconda volta che si viene fermati ti mandano a fare le analisi per mesi e mesi ...oppure ti sospendono solo la patente?

Essendo la tua seconda violazione dell'art.75 del D.P.R.309/90, nel corso del colloquio che verrai chiamato ad effettuare presso la tua prefettura di residenza, verrà valutata la sanzione da applicarti (sospensione della patente di guida per un periodo da un mese a tre anni e/o sospensione del passaporto e/o del porto d'armi per un periodo da un mese a un anno) e ti verrà rivolto un invito ad effettuare un programma terapeutico che, se positivamente concluso, ti consentirà di ottenere la revoca della sanzione comminata.

IO SN STATO SEGNALATO CON UN ARTICOLO VENTUNO 3ANNI FA,ORA MI è GIUNTA LA RICHIESTA DEL COLLOQUIO AL SERT E MI SON PRESENTATO IN SCIOLTEZZA CON L'IDEA CHE SE TROVAVO LO SLANCIO PER SMETTER DI FUMARE POTEVO ANCHE DECIDER DI PIANTARLA DEL TUTTO,DOPO TRE O QUATTRO COLLOQUI DURANTE I QUALI HO CONOSCIUTO IL PERSONALE E MI PRESENTAVO REGOLARMENTE SONO STATO FERMATO IN MACCHINA CON 3.8 GRAMMI DI MARJIA..ARTICOLO 75 MADE IN GDF..SENZA ESSER ANALIZZATO MI HAN RITIRATO LA PATENTE MA NN IL MEZZO INTESTATO A MIA MADRE (PER FORTUNA FORSE) ORA IO CONTINUO AD ANDARE AL SER E SON PASSATI QUASI20 GIORNI..COSA DOVREI ASPETTARMI? IL PROGRAMMA TERAPEUTICO FINCHè NON RISULTO POSITIVO ED ALLA FINE DI TUTTO CIò LA RESTITUZIONE DELLA PATENTE???
AIUTO RAGAZ! IO MIGRO IN SPAGNA O IN OLANDA!

nel 93per la prima volta ho violato art.75,non farlo più.nel2000 per la seconda volta e sono andato per 3mesi a fare gli esami delle urine al Ser.T.insieme ai tossici che vanno a bere il metadone.i medici stessi mi hanno detto cosa sei venuto a fare!! nel 2009 la terza violazione,devo andare a colloquio il 20 ottobre.adesso che mi succede? giusto per farlo presente:la prima volta 20mg.di thc,la seconda0,0100gr. e la terza40mg.fate un pò voi il totale!!! praticamente niente.

In seguito a questa segnalazione ex art.75, ti verrà applicata una sanzione che comporta la sospensione della patente, del passaporto e/o del porto d’armi per un periodo da un mese a tre anni. Nel corso del colloquio che effettuerai il 20 ottobre verrà pertanto valutato che tipo di documento (uno o più) ti verrà sospeso e per quanto tempo. Ti verrà quindi rivolto un invito ad effettuare un programma terapeutico che, se concluso positivamente, ti consentirà di ottenere la revoca della sanzione applicatati. La sanzione verrà inoltre comunicata al questore che può applicarti le misure di sicurezza prevista dall’art.75 bis (divieto di uscire la sera, di frequentare locali pubblici, di allontanarsi dal comune di residenza ecc.)

qualcuno mi faccia sapere se sa i tempi di queste cuase civili vi prego ??!!!
AIUTO
RISPONDETE

trovo che sia a dir poco inappropriato questa eccessiva repressione nei confronti di una pianta. trovo che in posti come l'olanda, dove questa è legale, tutta l'organizzazione, politica, dell'ordine pubblico e di tutto il resto sia nettamente superiore nonostante l'uso di erba. Ciò vuol dire che questa non influisce nell'ordine pubblico e amministrativo. Allora a cosa servono tutte queste leggi? se fosse per la salvaguardia dell'individuo allora proporrei di rendere illegali: tabacco, alchool, moto, paracadutismo, nuoto, attraversare le strade, tuffarsi da luoghi più alti di 3 metri, la produzione di coltelli, forbici, forchette, armi da fuoco, l'esercito, scale ecc.. tutto in questo mondo può danneggiarci o ucciderrci (e l'erba non è una di queste cose), perchè prendersela solo con una pianta?!
vorrei pure fare una domanda mentre c'ero.. volevo sapere se l'uso personale di circa un grammo al giorno può danneggiare la memoria a brever termine. grazie.

rispondete alla domanda per favore.. così in caso diminuisco :)

La quantità di thc che riferisci di assumere quotidianamente è in grado di provocare danni alla memoria a breve termine. E non solo. Può essere in grado di slatentizzare una psicosi latente. E’ in grado di provocare una sindrome amotivazionale. Naturalmente non è detto che queste cose succedano a tutti quelli che assumono la sostanza. Ma può succedere.
Rispetto alle tue altre considerazioni, lasciamo la parola ai lettori che vorranno esprimersi.

queste sono tutte balle... non so fino a quando continueremo a credere a queste frottole. E' molto più probabile sviluppare psicosi per essere vittime di mobbing sul lavoro, per rincoglionimento da falsi miti creati da pubblicità e televisione. E' più probabile ritrovarsi anoressici per seguire i modelli che l'attuale sistema ci impone. La cannabis e tutte le fandonie che gli girano intorno è l'ultimo dei problemi ma in questo stato sempre più fascista sembra sempre più diventare il problema peggiore...
E a volte anche voi che firmate "Commento della redazione" siete veramente bacchettoni...
Ma li avete mai letti gli articoli scientifici? (quelli in inglese, quelli che ci vuole competenza per leggerli e non quelli di "Focus" o "Panorama") Da anni escono articoli che smitizzano tutto quello che di negativo si è detto sulla cannabis... e facciamola finita una volta per tutte di essere perbenisti.
Chi rimane sotto con le canne tanto nella vita sarebbe destinato a rimanere sotto con qualcos'altro... è questione di carattere. Mica parliamo di coca o ero... quella si che ti distrugge..
Cara redazione bacchettona... la sindrome amotivazionale ce la crea questa società in cui i giovani validi non valgono più niente, in cui la musica è quella di amici di maria de filippi, in cui se chiedi ad un vent'enne chi era de Andrè ti guarda sbalordito e non sa rispondere.. la società in cui i parlamentari cocainomani dicono che gli insegnanti dovrebbero essere sottoposto a screening anti-droga ma col cavolo che fissano regole per i politici... quelli no! D'altronde loro mica hanno delle responsabilità... a chi importa delle loro condizioni psico-fisiche (sono ironico).
Cara redazione bacchettona apri gli occhi... o anche voi siete affiliati a qualche sorta di sert che riconduce le canne a disagi psicologici con chissà quali profonde radici...
Cara redazione a volte bacchettona... ho visto le menti più brillanti fare uso consapevole di cannabinoidi e ho visto gli assistenti sociali più impreprati menare prediche insensate in quanto privi di esperienza "sulla strada" Un bravo assistente sociale che fa questo lavoro sul serio dovrebbe farseli un paio di tiri di canna ogni tanto per capire che li dentro non c'è il demonio...

Ma cosa stiamo diventando?

Non abbiamo nessuna difficoltà a condividere in pieno tutte le tue osservazioni di tipo sociologico. Le cause di disagio sono tantissime e molte provocate proprio dai modelli (sub)culturali dominanti. Le sostanze comunque sono soltanto sostanze. Nient’altro che delle sostanze chimiche (naturali o di laboratorio che siano). Ogni sostanza psicoattiva dovrebbe essere vista soltanto per quello che è: effetti, dipendenza, tossicità, assuefazione. Purtroppo non è così. Purtroppo le sostanze psicoattive si portano dietro tutto un corteo di pregiudizi: positivi e negativi. Si portano dietro anche delle connotazioni politiche di cui la scienza non dovrebbe tenere conto. Siamo sempre rimasti colpiti, in tre anni di attività del nostro sito, come sia semplicissimo descrivere gli effetti tossici della cocaina o dell’eroina e come sia invece difficile descrivere gli effetti tossici della cannabis. In questo caso infatti spesso le reazioni dei nostri lettori sono vivaci e contrarie. Quello che noi scriviamo sulla cannabis non deriva da articoli di Focus o riviste di questo genere. La letteratura scientifica sul thc è varia. Noi, nelle nostre affermazioni, facciamo riferimento anche alla nostra attività clinica presso il Sert. Abbiamo sempre scritto che i problemi il thc non li provoca a tutti quelli che lo assumono. Sappiamo perfettamente che molte persone ne fanno un uso (moderato) senza averne particolari problemi. Sappiamo però anche che altri (specialmente giovani e giovanissimi) ne subiscono dei danni.

..può succedere pure che mentre cammini ti cade una pietra in testa e muori...

Anche a te rispondiamo di avere ancora un pò di pazienza.
A breve riceverai una nostra risposta.

L'Italia,Italia Italia e Italia .In Europa siamo gli unici ad essere ancora così indietro nella constatazione scientifica e reale di che cosa sia la Marijuana,anzi probabilmente il 70% della popolazione Italiana immagina sia un qualcosa da tossicodipendenza tale e quale alla cocaina,eroina,anfetamine,insulina,ecc....
La legge poi è una cosa davvero antidemocratica e oltremodo ignobile,una legge che si districa e si rifà assieme a tante altre (vedi per esempio art.187 del C.D.S.) solo per punire chi fa un uso moderato di cannabis indica o sativa chessia.
Negli ultimi 2 anni poi siamo andati,anzi la classe politica di destra,ha fatto si che tale pianta fosse punita ancor più duramente di quanto già lo fosse,demonizzata come morte certa.
Almeno depenalizzare la Marijuana e Hashis,presentando gli innumerevoli studi fatti tra le altre cose sopratutto e con più efficienza proprio in questi ultimi anni (vedi Stati Uniti d'America) da commissioni scientifiche autorevoli e valide di tutto il mondo,determinando un uso personale non punibile di chessò,4-5grammi,si eviterebbero un sacco di problemi burocratici,giudiziari,processuali e chi più ne ha più ne metta.Tanto per citare soltanto alcuni esempi,le ULSS sarebbero luoghi più civili e più repentine nel rispondere alle REALI richieste cui vengono sottoposte (invalidità,patologie controllabili,tossicodipendenza,ecc..) vista la loro totale inadempienza e gravissima superficialità nello svolgimento delle loro mansioni,le carceri saprebbero meglio contenere e far vivere più civilmente i detenuti che hanno REALMENTE commesso un'illecito (spaccio di sostanze stupefacenti pesanti,omicidi,atti contro la tutela dell'ambiente,prostituzione,prostituzione minorile,pedofilia,maltrattamento pesante di minore,ecc..),i laboratori di analisi legale saprebbero meglio investire il proprio tempo nella ricerca,per dare più spazio ai validi ricercatori che abbiamo,per dare più apertura alle nuove scoperte,i S.E.R.T darebbero davvero una mano concreta a chi è tossicodipendente e non venitemi a dire che un fumatore di cannabis debba essere considerato tossicodipendente perchè davvero qui non ci sto.
Il nostro problema innanzitutto è l'informazione,si viene detto solo ciò che si vuole e dall'esterno ciò che ci perviene è solo quello che a loro fa comodo per avvalorare le loro tesi.
Chi sapeva che in Spagna,Inghilterra,Belgio,Portogallo,Germania,ecc,il consumo ad uso personale di una determinata e assicurata quantità di marijuana o hashish fosse legale già dai primi anni del 2000 o addirittura da metà degli anni 90?Nessuno,in pochi,ma provate a chiedere in giro per le regioni d'Italia.
Avete mai sentito una notizia del genere dai telegiornali/giornali della Mediaset riguardo alla liberalizzazione in Spagna,Germania,ecc..?Della Rai?Dai parlamentari di destra?
Io,quelle poche volte che ho sentito notizie sulla marijuana e l'hashish in TV o nei giornali è stato da parte della classe politica della sinistra Italiana,ultimo su tutti l'anno scorso dal Governatore della Puglia Nichi Vendola che già nel 2010 sognava che la cannabis fosse ALMENO legalizzata per uso terapeutico nella sua regione con farmaci a base appunto di derivati dalla cannabis,viste le continue richieste,o comunque contenenti lo stesso principio attivo (THC),oppure dall'ultima guida della Sinistra e cioè Bersani,oppure,ma non ne sono sicuro,da un'altro deputato del partito democratico Franceschini (forse mi confondo con Bersani).
Insomma,senza informazione,anzi con un'informazione controllata da una certa parte politica che promulga solo e soltanto ciò che le fa comodo per il loro tornaconto dove pensate che andremo a finire?
PROVATE SOLTANTO PER UN MOMENTO A FERMARVI SU QUESTO PUNTO,FATE QUESTO PICCOLO SFORZO IN NOME DI TUTTE QUELLE PERSONE CHE SI CONCEDONO QUALCHE SFIZIO COME BERSI QUEI 3-4 BICCHIERI DI VINO PER RENDERSI LA VITA MIGLIORE,MA CHE PURTROPPO VIENE IL 95% DELLE VOLTE ESSA STESSA ROVINATA E BRUTALMENTE CAMBIATA DA CHI VIVE DI PREGIUDIZI,DI IGNORANZA,DI INTOLLERANZA,DI DISCRIMINAZIONE.
Abbiamo noi il potere di cambiare le cose,noi come figura di popolo abbiamo il sacrosanto diritto nonchè dovere di cambiare le cose nella migliore maniera possibile.Non fatevi ingannare vi prego,informatevi,uscite dalla sfera Italiana che ci accomuna.Solo così il nostro potere verrà universalmente riconosciuto!

ti voglio come presidente, hai ragioe infatti..siamo nella cacca, grazie a cacche italiane al potere, con gente del popolo che vigliaccamente parla senza sapere, o dice ma nn fa.. :)

tu scrivi:"....Chi rimane sotto con le canne tanto nella vita sarebbe destinato a rimanere sotto con qualcos'altro... è questione di carattere. Mica parliamo di coca o ero... quella si che ti distrugge...." ed io ti rispondo che, se tu fai uso di sostanze stupefacenti (qualunque esse siano), in modo continuativo, ma senza averne dipendenza, sei un fenomeno paranormale.....e sarei contento per te di questo....la realtà è ben diversa: qualunque sostanza stupefacente da dipendenza. Se poi vogliamo stare qui a discutere su quale sostanza dia maggior o minor dipendenza, questo è un altro discorso.
La storia che basta il carattere ad evitare una dipendenza da sostanze (per quanto definite "leggere"), spero tu l'abbia letta in qualche articolo scientifico pubblicato sulle più importanti riviste scientifiche del globo...
E sono contento di vedere che qui c'è gente che ne sa di più di operatori, medici, chimici, specialisti.....anche se poi mi piacerebbe conoscere il "curriculum vitae" di queste persone che si spacciano come super esperti.....

Ti rispondo dicendo che dopo 25 anni di canne, 5/6/7 al giorno, quando ho deciso di smettere perchè mi interessava correre la maratona (la mezza la correvo già in un'ora e quaranta!!!!), ho patito un po' il primo giorno a livello mentale, non di certo fisico, poi basta... Ah, dimenticavo.... siccome ho sempre tentato di non farmi beccare, tutte le volte che sono andato in vacanza con traghetti, aerei, o passaggi di frontiere (quando c'erano), non mi portavo mai niente... se trovavo qualcosa dove andavo bene, altrimenti non fumavo.... beh... stando alle cagate che dici tu o sono un fenomeno paranormale veramente o te sei un emerito c.... come quelli che ci governano... potresti poi farci sapere quali sono le tue qualifiche da esperto della situazione. Pensa prima di parlare.

Quello che ora scrivo l'ho letto su riviste scientifiche, non sono un dottore ma dalle letture che ho fatto e dalla mia esperienza personale posso garantirti che è cosi'. Alcune sostanze come cocaina eroina, alcol se assunto in grandi quantità, le droghe pesanti insomma, vanno ad interferire nei processi chimici del cervello, in sostanza le molecole credo, di queste sostanze si sostituiscono ai processi naturali del cervello determinando la dipendenza fisica, questo vuol dire che una volta cessato l'uso il cervello si trova senza quella molecola che lo faceva "funzionare meglio" e si hanno effetti quali la sensazione di non riuscire a ragionare di "non funzionare" ed effetti ben peggiori come tremori, vomito, crampi, dolori ecc. Credo che poi gli effetti dell'astinenza varino da sostanza a sostanza, quelli che ho descritto son tipici dell'eroina ma l'astinenza peggiore è quella da alcol che puo' addirittura portare alla morte per arresto cardiaco. Una volta superata l'astinenza fisica, che in genere dura una settimana 10 giorni, è moooooolto difficile superare quella psicologica perchè il cervello si ricorda come la droga lo facesse "stare bene" e quindi la vuole di nuovo. Ho letto testimonianze di persone che dopo 13 anni che avevano cessato l'uso di eroina continuavano a sognare di farsi almeno una volta alla settimana, questo per dire come la dipendenza psicologica forse non passi mai del tutto e come per un ex tossico ogni giorno sia una battaglia per non ricominciare. Con la marijuana e l'ashish non succede nulla di tutto cio' perchè anche se uno fuma 10 canne all'ora la sostanza non ha lo stesso effetto sul cervello, non si sostituisce proprio a nulla e non crea dipendenza fisica. Certo si crea una dipendenza psicologica ma non è paragonabile a quella delle droghe pesanti, riguarda piu' il fatto che se fumare piace si vuole fumare, cosi' come si vuole fare sesso perchè il sesso da piacere o si vuole mangiare cioccolato perchè in una certa misura libera endorfine, ma non è che se poi non lo mangi strippi!! Cmq nella tabella che classifica le sostanze in base alla dipendenza che creano, la marijuana è molto in basso, dietro droghe pesanti, alcol (che è a tutti gli effetti una droga pesante) e perfino dietro alle sigarette, piu' o meno allo stesso livello di cioccolato e caffè. Questo è cio' che dice la scienza, dopo di che la ganja è stata demonizzata dalla società e in Italia messa addirittura al pari delle droghe pesanti, ma questo è un costrutto sociale che non ha riscontri nell'evidenza empirica. Forse prima che i frequentatori di questo blog sarebbe meglio che a informarsi su queste cose siano giovanardi e fini..non ti pare??

Ogni sostanza psicoattiva, come scrivi, ha caratteristiche ed effetti diversi dalle altre. La classificazione, o meglio, la non-classificazione fatta dalla legge in vigore in Italia non risponde a criteri scientifici. Oltre tutto essa esclude "d'ufficio" sostanze come alcool e nicotina che invece hanno tutte le caratteristiche per essere considerate "droghe". Le caratteristiche del thc, pur specifiche e, per certi aspetti, minori, però non consentono di metterlo in una categoria totalmente diversa come fai tu. Esso infatti è in grado di dare una dipendenza psichica, presenta una psicoattività discretamente intensa ed una tossicità cronica (fondamentalmente psichica) che per certe persone può essere anche intensa.

chiedo scusa, io sono stato fermato con 0,4 grammi di hashish nel settembre 2008 e mi venne sospesa la patente per 1 mese. Dopo venni convocato ad un colloquio a cui non mi presentai. Qualche giorno fa mi venne comunicato che la patente mi era stata ritirata per 2 mesi. Ora ho un paio di domande alla quale sarei davvero grato a chiunque mi rispondesse.
La prima: la patente verrà ritirata da qualcuno o devo considerarla già non valida per due mesi?
La seconda: una volta scontati questi due mesi mi lasceranno in pace o la terapia è obbligatoria????

PS: L'Itala purtroppo è una paese di gente ipocrita, tutti si credono perbene quando emenano leggi che stigmatizzano anche i "crimini" (se così li vogliamo chiamare) che non vengono commessi da quelli che sentono di appartenere alle elites del paese, anche se non si tratta di veri crimini. Non capiscono, anzi non VOGLIONO capire che più una cosa viene vietata e più viene desiderata. I politici pur di accaparrarsi consensi emanerebbero leggi che andrebbero a punire anche il fare sesso con la propria consorte, anche quando poi sarebero i primi ad infrangere queste leggi sapendo di rimanere impuniti perchè sono politici potenti. Io lo dico sempre, il giorno che il vaticano sprofonderà in una enorme crepa sarà sempre troppo tardi, perchè è stata e sarà sempre la chiesa che non riesce ad aprire la mente e ad influenzare il pensiero di tutta la gente ignorante che si trova in questo paese. Io credo che però i nostri giovani prima o poi riusciranno a cambiare le cose, perchè sono sempre gli anziani gli ignoranti e la maggior parte di una popolazione che non ringiovanisce in quanto ad età media che continuano ad influenzare tutta na nostra coscienza collettiva.

Non ci è chiaro come hai saputo che la tua patente sarà sospesa per due mesi in quanto, generalmente, la sanzione viene notificata dalle forze dell’ordine alle quali devono essere consegnati i documenti sospesi con il decreto della prefettura; quindi, il ritiro effettivo dei documenti inizia dalla data in cui ti viene fatto firmare tale decreto. Nello stesso decreto dovrebbe esserci scritto cosa devi fare per poter riprendere la patente allo scadere dei due mesi di sanzione; non possiamo essere più precisi in quanto ogni prefettura adotta modalità diverse di attuazione della sanzione.

Bisogna cercare con ogni mezzo di abolire questa legge che tratta chi coltiva anche una pianta come un criminale disponendone l'arresto o costringe chi si fa trovare due volte, anche in vent'anni di tempo e con dosi di pochi decigrammi, a doversi sottoporre all'umiliazione di essere trattato come un soggetto pericoloso alla collettività con limitazioni della libertà prolungate ed abnormi. Capisco l'attenzione per la guida in stato d'ebrezza o sotto l'influenza di droghe, ma la legge prescinde da questo aspetto trattando anche chi non è mai stato trovato in condizioni non idonee alla guida come un potenziale assassino al quale limitare la libertà per non nuocere alla collettività. I partiti di opposizione hanno giustamente attaccato tale legge criticandone la severità e l'ottusità: dobbiamo richiamare la loro attenzione sul problema e chiedere una iniziativa parlamentare e referendaria. Dobbiamo unirci per combattere contro questa legge assurda che ci rende dei criminali! Organizziamoci! mandiamo lettere alle opposizioni! Lo Stato siamo noi cittadini, non siamo dei sudditi da spaventare!

la settimana scorsa siamo stati fermati a un posto di blocco io e altri due miei amici, e siamo stati trovati in possesso di 1,5 g di erba e 0,6di ashish, abbiamo dichiarato che era di tutti e tre e é stato fatto l'art.187 al guidatore con ritiro immediato della patente, e a noi 2 che non guidavamo l'art.75. Ora visto che é stata la nostra prima segnalazione quali saranno le conseguense?

La violazione dell’art.75 del D.P.R. 309/90 (detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti) comporta l’attivazione di un procedimento amministrativo presso la vostra prefettura di residenza  dove verrete convocati per effettuare un colloquio con un assistente sociale. Nel corso del colloquio verrà valutata la sanzione da applicarvi (sospensione della patente, del passaporto e/o del porto d'armi per un periodo da un mese a tre anni) e verrete invitati ad intraprendere un programma terapeutico. Se è la vostra prima segnalazione, e se ne ricorrono i presupposti, il procedimento potrebbe concludersi, anzichè con la sanzione, con un invito a non fare più uso di sostanze stupefacenti.

è inutile cercare di cambiare le cose in italia siamo lo zimbello di tutta l'europa e tutti ci prendono per il culo solo che la maggioranza degli italiani non capisce cosa è giusto e cosa è sbagliato e se lo fa dire dai politici che sono i primi a fare uso di qualsiasi tipo di droga l'unica cosa che si può fare è andare fuori dai coglioni in qualsiasi stato è meglio che qui per questo me ne vado e grido un grosso VAFFANCULOOOOOOOOOOOO a tutti gli italiani che non hanno ancora capito niente e continuano a non capire e anche ai politici che fanno solo i loro interessi con i nostri soldi ci vediamo in Germania

salve gente!!!ieri sono stato al mugello per il gran premio d italia moto gp......all ingresso dei simpatici cagnolini hanno fiutato nel mio zaino e cosi segnalato al loro padrone il probabile possesso di stupefacenti......gli agenti mi hanno chiesto se consegnavo di mia volonta la sostanza per accellerare l iter burocratico e per evitare altre cose varie ecc ecc.......cosi ho fatto.....0.80 di marjuana e 2. 6. di hascisc(non so neanke come si scrive)......mi hanno fatto compilare un foglio dicendomi che saro chiamato dal prefetto di zona entro 30 gg e dovro presenziare ad un colloquio con un ass sociale,,,,,,,,,io sono nuovo di questa cosa perche non sono mai stato "pizzicato" in niente e mai ho commesso un reato erano soltanto le cannette per i 3 gg di mugello con amici.....PREMETTO CHE SOLO IO SONO STATO FERMATO IN QUANTO POSSESSORE MA IL TUTTO ERA DI TUTTI.............adesso con un bel po di ansia aspetto la chiamata ma cerco di avere risposte alle mie domande.....
COSA MI SUCCEDERA???
AVRA RIPERCUSSIONI SULLA PATENTE??'
SARO INVIATO AL SERT??
spero possiate rispondere alle mie domande magari prima che vada dal prefetto cosi da togliere un po di tensione..........GRAZIE----------

I tempi di convocazione delle prefetture sono abbastanza lunghi per cui, sicuramente, leggerai prima la nostra risposta… La detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale (art.75 del D.P.R.309/90) prevede l’attivazione di un procedimento amministrativo presso la prefettura di residenza dove verrai convocato per effettuare un colloquio con un assistente sociale; se è la tua prima segnalazione, e se nel corso del colloquio ne emergono i presupposti, il tuo procedimento potrebbe concludersi con un invito a non fare più uso di sostanze stupefacenti. Altrimenti, verrà valutata la sanzione da applicarti e che prevede la sospensione della patente, del passaporto e/o del porto d'armi per un periodo da un mese a tre anni; verrai, inoltre, invitato ad effettuare un programma terapeutico che, se concluso, ti permetterà di ottenere la revoca della sanzione e l'eventuale restituzione anticipata dei documenti. Speriamo di esserti stati utili e di aver alleggerito la tua ansia!!!

grazie ragazzi per la tempestivita della risposta e per la ottima qualita del vostro sito.......veramente GRANDI...!!!!!!!!sto cercando di avere ancora un paio di risposte alle domande che affliggono la mia mente ogni qual volta ripenso a QUELLO sfigato gg........e grazie alla vs professionalita sono sicuro c e la faro!!!!!!secondo voi con 3. 6 di sostanza( maria hascisc)rischio anche un procedimento penale??leggendo e rileggendo domande e risp non ho capito quanto e cosiderata la dose personale.....se viene calcolato il principio attivo e qunto porebbe essere in 3 , 6 gr........????????.conosco gente che se le cavata con un "cartellino giallo"essendo la prima volta ......ma qualcuno invece dice che un giretto al sert se le fatto.......non ci capisco piu niente......ho fumato per circa 10 anni la cannetta della "buona notte"e adesso mi ritrovo a fare a meno perche pauroso delle conseguenze.......manco fossi un ladro o un assassino...!!!!quanto mi rimarra nelle urine??so che smettere creera solo beneficio a me stesso ma e ancora piu difficile perche ho sempre pensato che la cannetta non faceva male ne a me ne a nessuno......mi mettero il cuore in pace e boooonnn......siete di grande aiuto a tanti cristiani "BECCATI"dal pre giudizio di tanti ignoranti...GRANDI!!!

Ti ringraziamo per i complimenti, e speriamo di chiarirti ogni dubbio… Innanzitutto,il quantitativo indicato dalla legge come discrimine tra illecito penale o amministrativo è 0,5 gr di principio attivo, ovvero di “reale” sostanza stupefacente contenuta in quello che viene sequestrato. La “purezza” della sostanza dipende da una serie di elementi difficilmente valutabili e prevedibili per cui non possiamo garantirti cosa potrebbe succederti, anche se possiamo dirti che puoi stare abbastanza tranquillo poiché il principio attivo non è l’unico elemento con cui viene stabilito il tipo di procedimento, ma vengono considerati anche altri fattori (es. circostanze del fatto, disponibilità di soldi, modalità di confezionamento della sostanza ecc.). Neanche per quanto riguarda l’esito del colloquio in prefettura possiamo darti risposte certe in quanto la possibilità di chiudere il procedimento con quello che tu chiami “cartellino giallo” è a discrezione delle singole prefetture che adottano criteri diversi nel valutare le segnalazioni. Puoi comunque contattare l’assistente sociale della tua prefettura di residenza, sia per sapere il tipo di procedimento attivatosi nei tuoi confronti che per avere informazioni più precise sulle loro modalità operative. Se ti va, facci sapere come è andata e… puoi sempre passare alla tisana di tiglio per dormire bene!! 

Bene, è la seconda volta che mi succede...
La prima volta sono stato fermato assieme a dei miei amici e abbiamo dichiarato che era nostra la sostanza (anche per non mandare nei casini un nostro amico). Questo è successo 3 anni or sono. Sono andato a parlare al Sert ed è finita li. Ma sono rimasto segnalato.
Domenica è successo di nuovo, non guidavo io. Mi hanno trovato con 9 gr di marjiuana. Questa volta è più grave, anche perchè ho detto a loro che non mi era mai successo.
Cosa mi succederà?

Ciao! Non ti preoccupare del fatto che tu non abbia detto che eri già stato segnalato, in quanto sarà la tua prefettura di residenza a verificare se hai dei precedenti per l’art.75. Nel corso del colloquio che verrai chiamato ad effettuare, questa volta verrà valutata la sanzione da applicarti e che può comportare la sospensione della patente, del passaporto e/o del porto d’armi per un periodo da un mese a tre anni; verrai anche invitato ad effettuare un programma terapeutico che, se concluso, ti consentirà di ottenere la revoca della sanzione e, quindi, la restituzione anticipata dei documenti eventualmente sospesi

Grazie mille della risposta inanzi tutto.
Ora ho fatto un pò di mente locale, e anche se non cambia niente, l'ultima volta che mi avevano fermato non era 3 anni fa ma bensi 6 anni fà (Aprile del 2005, ho trovato i verbali... e mi fu contestato l'art 75... questa volta il 73. Che differenze ci sono tra questi due articoli?).
Non ho il passaporto, ne il porto e d'armi. La patente, se mi verrà sospesa, è una cosa ben più importante, a prescindere dal tempo che me la sospenderanno: non ci sono mezzi di trasporto pubblico per andare nel luogo dove lavoro, ergo ho bisogno di spostarmi per forza in macchina. Non stavo guidando io, ne questa volta ne la volta scorsa. Posso usare questa cosa a mia difesa? Oltre tutto, se mi presento al processo con un'analisi del sangue che attesti che non sono un dipendente, anche questa potrebbe essere una cosa usata a mia discolpa? E, inoltre, quanto ci guadagno a scegliere un mio avvocato invece che uno d'uffico? (Lo pago di più, sicuro, lo so, ma potrebbe essere più utile o meno?)

Salve, l'art. 73 è di competenza dell'Autorità Giudiziaria. Si è aperto infatti nei tuoi confronti un procedimento penale, non più per detenzione per uso personale di sostanze (art. 75 di competenza amministrativa) ma per spaccio. Pertanto ti consigliamo di rivolgerti ad un avvocato che potrà rispondere ai tuoi dubbi.

Ciao Ragazzi anke io sono stato pizzicato dalla finanza con 4,6 gg di fumo pochi gg fa mentre prendevo il traghetto ( premetto che ero a piedi ed ho consegnato spontaneamente tt),mi hanno compilato un foglio dove mi contestavano il possesso per uso personale e per me è la seconda volta che succede,la prima nel settembre 2007 con 1,5 gg sempre di fumo...da quello che ho capito dovro' andare a fare un colloquio dove si decidera' quale sanzione amministartiva mi verra applicata....la mia domanda è questa:nel verbale oltre ai miei dati e il posto dove mi è stato riscontarto il fatto nn c'e scritto nulla...ne grammi ne che ho consegnato spontanemente ne sostanza ne che e' per uso personale.....solo i miei dati e i nomi dei finanzieri e del cane.....in fondo la mia firma e quella dei militari.....ma è possibile una cosa del genere?

Carissimi Compagni ,

la liberta' ..parola difficile da interpretare ..in italia soprattutto ...la cannabis una 40 anni fa era libera in quasi tutto il mondo ...ma i vari presidenti americani nixon n.1 hanno vietato questa sostanza in tutto il mondo ..portata all'onu ..è firmata da ben 186paesi ...sapete perche' ? perchè considerata la droga dei comunisti ...perche i soldati americani invece di fare la guerra fumavano erba ..tutto qua ..l'america eraforte ..governava mezzo mondo ed ha imposto la sua cazzata...
fummo da 20 anni, fedina penale pulita (grazie a dio ) ...padre di famiglia , lavoro 200or al mee come minimo ...vita regolare ..pero sono un criminale per lo stato italiano ..sono un drogato di merda ..invece no ..ho provato tutte le droghe per curiosita ..ma mi fanno cagare tutte tranne lei ..la canna ...i nostri politici , preti ,papa non sanno un cazzo cosa vuol dire alzarsi alla mattina per vivere e rientrare a casa la sera.stremati ,stressati pero impongono le loro ideee trasformate in leggi ..giro il mondo per lavoro sono stato un po daperttutto posso dire che in europa l'unico paese di merda è il nostro ..ti proibiscono tutto e ti riempino di tasse e aumenti ..pero ki fumma canne è un criminale ..quello che ruba ,evade,capo dello stato puttane e soldi all'estero ,omicidi politici ,..quelli invece sono santi ...ma in che cazzo di mondo viviamo ..dovrei partire in america per una misssione di lavoro ...e mi hanno che il primo giorno di lavoro ti fanno le analisi ...sono fregato ..sto bevendo , sto prendendo schoum edrenase , acqua e latte a volonta ...ma secondo me non ho speranza ...Compagni ..la storia delle aspirine è una cazzata ..testato ieri ..esito positivo thc

bene morale della favola in italia chi fumma è un disgraziato ma chi ruba,evade,frega i cittadini ,corrompe , pedofili ,cocoinomane ...sono dei juapi invece noi fumatori di canna siamo delle merde ...
lo stato italiano pero vi permette di uccidervi con sigarette e alcool ...cosi non arriverete alla pensione ed in piu lo stato ci guadagna ...
TUTTTA QUESTIONE DI SOLDI ..noi poveracci a lavorare e zitti ...fra un po non ci faranno neanche piu trombare ...perche la figa fa male ..lo dice il papa

Tutto vero!!!
Maledetti !!uomini di potere !!!!
E noi solo plebei che mandano soldi ,sudano 15h al giorno per far star bene loro!!!

alla fine io spero che il 2012 scoppi un gran bel casino da tornare all'era di leonardo ...ricchi,banche,politici ...tutti ugguali a noi ...ti imagini che ridere che i soldi non servano piu a niente ...emilio fede sei il primo che vengo a prendere a calci ..e il secondo quel incapace di giovanardi ladro di prima categoria ...fini a te ti trombo la moglie ...fascista di merda ...a roma non abbiamo neanche un fottuto politico in gamba ...tranne il pugliese gay (tanto rispetto a lui ) e bersani ...iniziamo la rivoluzione e riniziamo da loro ...

L'unico risultato che questa legge ha ottenuto secondo me è stato quello di sdoganare la cocaina (l'eroina no solo perchè ha già fatto il suo tempo). In fondo un ragazzino che prova un paio di volte a fumare troverà di certo lo spacciatore che gli propone di provare anche la cocaina che costa di piu' e da piu' dipendenza (quindi conviene agli affari del pusher) e il ragazzino perchè mai dovrebbe dire no? Tanto rischia esattamente come se stesse comprando fumo, tanto coca e marija sn la stessa cosa!! La faccenda diventa evidente quando il sabato sera nei luoghi della movida italiana gli spaccini di strada hanno solo cocaina, il fumo neanche lo tengono piu'. E intanto in parlamento è pieno di nasi imbiancati ma va bè, si sa che in Italia chi fa le leggi non è tenuto a rispettarle, che schifo. Un ultimo appunto lo vorrei fare sulle sostanze come anabolizzanti, steroidi e tutte ste porcate di cui si strafanno i giocatori, calciatori in primis (ho scoperto che i calciatori possono rifiutarsi di fare l'antidoping mentre se si rifiuta un qualsiasi altro atleta viene automaticamente squalificato)..cosi' poi assistiamo a giocatori nel fiore dell'età che dovrebbero essere al top della forma fisica stramazzare a terra come mosche, ex giocatori che muoiono a 40 anni di infarto, squadre intere di cui restano pochi superstiti (la fiorentina degli anni 70 80 per capirci) fino ai casi piu' recenti di cassano e gattuso, il primo che ha già collezionato un mini infarto e un ictus a 29 anni il secondo con un inquietante paralisi facciale..e queste sostanze non son neanche considerate droghe, poi vogliamo mettere in galera chi fuma perchè "fumare fa male". Diciamo che chi fuma non smuove interessi milionari, non sta seduto in parlamento e tendenzialmente neanche al vertice di multinazionali, dove hanno una predilizione per la cocaina, quindi è tranquillamente sacrificabile. Ma poi come cazzo si fa a dar peso a una legge scritta da un retrogado caprone come giovanardi..GIOVANARDIIIIIII!!! uno che pensa che i gay siano malati da curare, che non capisce la differenza tra uno spinello e una pera d'eroina, che ogni volta che parla umilia il genere umano..aiuto..voglio emigrare..

le cose che dici mettono il dito sulla piaga a mio avviso su fatti che dovrebbero essere evidenti, già da tempo, a chi si occupa di droghe anche se i toni che usi potrebbero sembrare prettamente ideologici. Credo infatti che le droghe, come hanno scritto vari studiosi importanti, sono entrate a far parte quasi indissolubile della vita di moltissime persone, basta pensare al ruolo e alla diffusione dei farmaci dopanti o comunque psicoattivi. G.Avendth ha descritto bene questo nel suo testo No drugs No Future ma purtroppo l’approccio che attualmente risulta dominante nel quadro politico istituzionale italiano e non solo è un approccio moralistico e fortemente ideologico in senso proibizionista. In questo quadro, la legge attuale, risulta molto più repressiva nei confronti dei consumatori di cannabis e, implicitamente incoraggia anche l’uso di sostanze più pericolose come la cocaina, che di fatto ad esempio risulta meno tracciabile e quindi meno rischiosa della cannabis a livello di conseguenze legali.. ma questo ripeto all’interno di un approccio moralistico non è strano perché l’obiettivo di fatto sta nel demonizzare l’uso di droga, senza distinguere troppo tra droghe rischi e caratteristiche di consumo diversi, per non dire tra rischi sociali e costi sociali che le droghe diverse comportano alla società. Su questo è illuminante la ricerca del Lancet di D: Nutt che dimostra che la sostanza che comporta maggiori rischi da un punto di vista complessivo è l’alcool che è legale come tutti sanno. Purtroppo però il linguaggio dell’ideologia e dei diritti in questo campo non è facile parlarlo senza cadere o essere accusati di ridurre i problemi o di non volerli vedere nella loro gravità. Bisogna allora imparare a parlare un linguaggio che sia diverso e non cada in questa trappola, usando la scienza e i modelli che dimostrano che esistono altre strade per trattare i problemi, strade concrete e sperimentate in altri paesi ma anche in italia, fino ad ora.

Mi spiace dirlo ma l'unica strada da sperimentare in Italia è una meteorite...
(sono il tizio che ha risposto qualche tempo fà, pizzicato due volte, una volta con 9 gr di marijuana e l'altrza volta con meno di qualche mese fà...)

Ho parenti drogati,mio padre stesso.Cocainomani.Eroinomani.
E coltivarsi una pianta o comunque farsi una canna è considerato reato quasi, se non di pari gravità.
E allora mi chiedo come si fa..Come si fa anche solo a paragonare una pianta naturalissima ad un composto chimico sintetizzato in laboratorio che ha ucciso,uccide e ucciderà ancora??
Si mettessero tutte stè capre co la cravatta una mano sulla coscienza pensando che in Olanda c'è il più basso tasso di overdose europeo!La stessa Olanda vista come capitale del sesso e della droga.La stessa Olanda che ha capito che il proibizionismo porta allo spaccio illegale e lo spaccio è gestito dalla MAFIA.E in Italia la mafia è STATO.
Ci vorrebbe solo che una rivoluzione .Ci vorrebbe che nessuno pagasse più nulla.Vedrai come si stringe il culo ai quattro idioti che ci "governano".
Ma tanto che ci si può aspettare da questo Paese..

come vedo l'italia è il paese più di merda di tutto il mondo e non solo d'europa,bisogna scendere in piazza, minacciare tutti i politici sia di destra che di sinistra,perchè anche la sinistra quando è stata al potere non ha fatto un cazzo con prodi per togliere la schifosa legge dei due grandi mafiosi fini giovannardi segno questo che tutti loro nessuno escluso traggono profitti diretti ed indiretti da questa legge attuale,qui non è un discorso che la canapa fa male fa bene o non fa niente, qui il discorso è che la canapa illegalmente fa benissimo alle loro tasche legalmente invece fa il contrario perchè tutto quello che hanno rubato a noi tutti fino ad oggi dovranno continuare a farlo con qualche altra cosa,lo volete capire che stiamo lottando contro i mulini a vento???se non si manifesta in piazza con folle come quando c'è il papa non si risolve niente bisogna scendere uniti almeno a due milioni per ogni manifestazione,riempire piazza s,pietro piazza s giovanni i fori imperiali il parco del sempione di milano i piu grossi parchi di torino napoli ecc.... è inutile allestire solo qualche bancarella dove si raccolgono firme e solo sulle grosse città,ci sono comuni con ventimila abitanti dove la metà si fanno le canne,ma non possono dire la loro perchè lontani dalle piazze delle grandi città,questa battaglia come le altre sta partendo ancora una volta con il piede sbagliato,se non sensibiliziamo le tv i giornali e l'informazione vera non si arriva da nessuna parte!!!!!!

bisogna convincersi che tutto fa male!!anche il metadone!!!perche una persona puo impedire ad un altra di far uso della sostanza che vuole?chi non vuol saperne non ne vuol sapere ugualmente!!

Buongiorno. Sono stato fermato ad ottobre 2011 in possesso di 3,5 grammi di marijuana. Mi è stato contestato il 75 per la seconda volta. Sono andato dal prefetto che mi ha sospeso la patente e i documenti per un mese. Adesso rischio la revoca della patente ex art. 120 del codice della strada? Sarò convocato dal sert? Dalle commissioni patenti? Vi prego rispondete non dormo la notte.

Ciao! In seguito alla sanzione non rischi la revoca della patente ma è molto probabile che tu venga convocato dal Sert competente che ti inviterà ad effettuare un programma terapeutico volontario. Per quanto riguarda la visita presso la commissione medica, è a discrezione della motorizzazione decidere se disporre la visita per la verifica dei requisiti di idoneità alla guida.

Grazie siete stati gentilissimi. Vado volentieri a fare gli esami non ho più toccato sostanze da quel giorno maledetto e adesso sto molto meglio. Invito chiunque faccia uso di sostanze a valutare seriamente i pericoli che corre. Io sono stato consumatore accanito e ne ho pagato le conseguenze. Mi sento di dire a tutti che senza si sta veramente meglio. Non ci avrei mai creduto eppure è così, e io fumavo anche venti canne al giorno.
Grazie ancora.

Dovrebbero mettere la Galera per chi consuma, produce o spaccia qualunque tipo di droga.Anche una canna, allora si che tutti questi drogati di cui l'italia (e il mondo) è piena, diminuirebbero.

ciao a tutti...ieri sera mi trovavo in una discoteca di brescia mi stavo x accendere una canna quando dei carabinieri in borghese mi hanno preso e portato in uno stanzino dove mi hanno fatto spogliare trovandomi circa 1gr di hashish e una canna gia' fatta..mi hanno rilasciato un foglio dove attesto che l'hashish sequestrato è mio poi mi hanno lasciato andare dicendomi che verrà analizzato e mi comunicheranno cosa succederà..a qualcuno di voi è già successa una cosa del genere?che sanzioni rischio? dovrò fare un percorso terapeutico come prevede la 75?
La patente non me la possono ritirare perchè me l'hanno già ritirata circa 1 mese fà x "guida in stato di ebbrezza" cioè mi hanno trovato al volante con un tasso alcolico pari a 0.6..
tralaltro mi sono anche sentito preso x il culo perchè sono stato trattato in ugual modo a un ragazzo a cui hanno trovato 15 dosi di mdma..!!

Ciao a te! In seguito a questa segnalazione si aprirà nei tuoi confronti il procedimento amministrativo previsto dall’art.75 del D.P.R.309/90 (detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti) e verrai convocato dalla tua prefettura di residenza per effettuare un colloquio con un assistente sociale. Nel corso del colloquio, se è la tua prima segnalazione e se ne emergono i presupposti, verrà valutata la possibilità di chiudere il tuo procedimento amministrativo con un invito a non fare più uso di sostanze stupefacenti. Altrimenti, verrà decisa la sanzione da applicarti e che consiste nel ritiro della patente, del passaporto e/o del porto d’armi per un periodo da un mese a tre anni. Nel tuo caso, l’eventuale periodo di sospensione della patente, si sommerebbe a quello che stai già scontando per la guida in stato d’ebbrezza. Nel corso del colloquio verrai inoltre invitato ad effettuare un programma terapeutico che, se concluso, ti consentirà di ottenere la revoca della sanzione e, quindi,la restituzione anticipata dei documenti eventualmente sospesi.
A. Righini, assistente sociale sostanze.info/Prefettura di Firenze

Se desideri approfondire questa discussione e avere una ulteriore consulenza (gratuita e totalmente anonima) basta prenotare una chat con l'operatore che ti ha risposto, andando nel box CHAT CON GLI OPERATORI.

quanto bisogna aspettare per essere chiamati dal NOT? ho lasciato il mio numero di cellulare e sono passati 3 giorni, ma ancora niente..

Ciao! Se ti riferisci alla lettera di convocazione, a volte ci vogliono molti mesi. Comunque, puoi sempre provare a telefonare te!

Ciao a tutti vi volevo chieere una cosa, sono stato fermato 2 volte con dell'hashish, la prima volta con mezzo grammo, la seconda con un grammo e mezzo. Ho 17 anni e l'altro giorno ho fatto il colloquio con l'assistente sociale e mi dissero che mi dovranno fare degli esami delle urine. In caso risultassi positivo mi sapreste dire con certezza le conseguenze di quello che potrebbe succedere? Premetto che fumare mariujuana è una cosa che adoro. Grazie

Ciao a te! Innanzitutto scusaci per l'attesa. Non possiamo dirti cosa potrebbe succederti in caso di esami positivi poiché non sappiamo cosa hai concordato con l’assistente sociale della prefettura. Scrivici nuovamente dandoci maggiori informazioni e cercheremo di risponderti!

ciao vorrei sapere se si viene trovati con della cocaina in 3 dosi dal peso complessivo di grammi 0,868 lordi,quali sono le conseguenze???spero di essere stato chiaro e ke qualquno mi sa dare una risposta...grazie ciao

Ciao! la violazione dell’art.75 (detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti) comporta l’attivazione di un procedimento amministrativo per il quale verrai convocato presso la tua prefettura di residenza per effettuare un colloquio con un assistente sociale. Nel corso del colloquio, se è la tua prima segnalazione, verrà valutato se ricorrono i presupposti per chiudere il tuo procedimento amministrativo con un invito a non fare più uso di sostanze stupefacenti; sappiamo però che molte prefetture non utilizzano l’invito formale per la detenzione di cocaina.
In alternativa, verrà decisa la sanzione da applicarti e che consiste nel ritiro della patente, del passaporto e/o del porto d’armi per un periodo da un mese a tre anni. Verrai inoltre invitato ad effettuare un programma terapeutico che, se concluso, ti consentirà di ottenere la revoca della sanzione e, quindi, la restituzione anticipata dei documenti eventualmente sospesi.

Quanto tempo passa prima che si risolva tutto se si è stati rimandati a un avvocato??
Ovvero quanto tempo ci vuole per arrivare al "processo" con il giudice?

Di quale reato e/o articolo del Codice Penale stai parlando?

un mio amico e stato fermato da una pattuglia durante la perquisizione gli sono state trovate 10 pasticche... lui e incensurato cosa rischia.... premetto lui non fa uso di droghe

Ciao! Con 10 pasticche è molto probabile che gli sia stato contestato l’art.73 del D.P.R. 309/90 (detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio) per cui si attiverà nei suoi confronti un procedimento penale……..

Ciao! Con 10 pasticche è molto probabile che gli sia stato contestato l’art.73 del D.P.R. 309/90 (detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio) per cui si attiverà nei suoi confronti un procedimento penale

buon giorno ragazzi ieri ho fatto una domanda ma non ho avuto nessuna delucidazione sapreste aiutarmi
grazie mille

Se la tua domanda era quella di cui sopra, ti abbiamo appena risposto
ciao

salve a tutti ma L' alt 75 rimane attaccato alla persona per tutta la vita??

salve a tutti io ho la doppia cidadinanza pero sono piu anni che sono in italia e mi sento piu italaino che altro... mi hanno fermato una volta con una canna gia fatta e glielo data di spontanea volonta mi hanno fatto il verbale e sicome eravammo a bolzano i carabinieri hanno detto che avrei dovuto fare il processo per dichiarare che era uso personale e non spaccio... ma sendo che avevo solo una canna mi sembra ovvio che era uso personale... i carabinieri e l avocato di corte non si sono fatti sentire sono passati 6...mi hanno fermato una seconda volta con la solita canna e mi hanno segnalato...vorrei sapere che conseguenze penali potrei avere e cosa potrei fare per alievare la situazione... non ho mai spaciato e mai fatto del male a qualcuno apparte me stesso...vorrei consigli da parte vostra grazie mille

quando sento queste storie mi vergogno di essere italiano. Maledetti Fini e Giovanardi. Massima solidarietà per questa persecuzione che subisci.

grazie vedo che non sono l unico a pensare cosi... volevo chiedervi se ce la possibilita che mi caccino via dall italia o roba del genere... io cmq sto frequentando il gruppo dei narcotici anonimi e sono pulito da un mese vorresi sapere cosa ne pensate...

salve a te! In seguito a questa segnalazione non avrai alcuna conseguenza penale ma si aprirà nei tuoi confronti il procedimento amministrativo previsto dall’art.75 del DPR309/90 (detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti) e verrai convocato dalla tua prefettura di residenza per effettuare un colloquio con un assistente sociale. Non essendo ben chiaro l’esito della prima segnalazione, non possiamo dirti se questa può essere considerata come prima e, quindi, permetterti di chiudere il procedimento con un invito a non fare più uso di sostanze stupefacenti. Altrimenti, verrà decisa la sanzione da applicarti e che consiste nel ritiro della patente, del passaporto e/o del porto d’armi per un periodo da un mese a tre anni. Verrai inoltre invitato ad effettuare un programma terapeutico che, se concluso, ti consentirà di ottenere la revoca della sanzione e, quindi, la restituzione anticipata dei documenti eventualmente sospesi

Man beccato con hashish per la terza volta. Sapete dirmi a cosa mi potrà succedere???

ciao! In seguito a questa segnalazione si aprirà nuovamente nei tuoi confronti il procedimento amministrativo, previsto dall’art.75 del DPR309/90 (detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti) e verrai convocato, dalla tua prefettura di residenza per effettuare un colloquio con un assistente sociale. Nel corso del colloquio verrà valutata la sanzione da applicarti e che consiste nel ritiro della patente, del passaporto e/o del porto d’armi per un periodo da un mese a tre anni. Verrai inoltre invitato ad effettuare un programma terapeutico che, se concluso, ti consentirà di ottenere la revoca della sanzione e, quindi, la restituzione anticipata dei documenti eventualmente sospesi

Grazie.
Poi... io da tempo ho intenzione di partire per l australia per lavorare e sto solo aspettando risposta dai curriculum inviati. Se Riesco a partire prima che mi parta la sanzione comporta qualche gravità??? .... oppure ce modo di non farmi ritirare il mio passaporto????

Ciao! nel corso del colloquio puoi far presente la tua necessità che non ti venga tolto il passaporto; se parti prima che ti venga notificata la sanzione, questa resterà “sospesa” e ti verrà notifica, e quindi applicata, quando tornerai in italia.

forse non riusciamo bene a capire le conseguenze che portano al ritiro della patente di una persona.vuol dire rovinare,a volte in modo indelebile dei ragazzi e meno giovani per uno spinello o per 20€ di roba che non incide per niente sulla facoltà di guida. bisogna valutare caso per caso e non generalizzare sulle persone.
chi usa la patente per lavoro,toglierla,significa la perdita di quel lavoro con tutte le conseguenze che ne derivano,cioè il disastro più assoluto.
quindi si dovrebbe avere delle leggi che considerino questi fatti assoluti,ma,purtroppo siamo in italia,cioè,il fanalino di coda dell'europa,con aggiunta del vaticano.

La canapa non puo essere equiparata ad altre droghe...è insensato come atteggiamento!! Per secoli e secoli la canapa ci ha dato modo di vivere ed evolverci fino a quando non era più conveniente economicamente per i ricchi!! Essendocene stata sempre in grandi quantità costava poco e nessuno avrebbe potuto "guadagnarci" allora l'abolirono con propaganda infamante! Da li in poi progredì l'intervento delle narcomafie e perchè?? Perchè noi ci siamo lasciati guidare dal proibizionismo e da chi con più soldi di noi (e con voglia di farne di ulteriori) ha comandato giorniali e varie pubblicità! Non penso alla canapa come sostanza per la collettività ma bensì come sostanza curativa!! Fino alla proibizione i medicinali erano a base di cannabinoidi! In Canada un azienda (o qualcosa di simile) produce olio di canapa per curare i malati terminali di tumori alla pelle e quant'altro!
L'MDMA (ecstasy) veniva usata negli anni '70 in America per le terapie di coppia e LSD in alcune terapie veniva usato perchè permetteva di conoscere completamente il paziente!
Con il proibizionismo di determinate sostanze abbiamo solo facilitato le narcomafie che "tagliando" le sostanze le fanno diventare più dannose per la salute o addirittura mortali!
Se più persone fossero consapevoli di sicuro non saremo a questo punto!
Vedo pagine internet piene di insulti sul proibizionismo ma nessuno ha mai fatto niente per fermarlo! Basterebbe che al posto di lamentarsi su internet se veramente indignati si cerchi di puntare ad un Referendum visto che in altro modo non potrebbe cambiare niente!
Ci vuole differenza tra droghe pesanti e droghe leggere! Bisogna ABROGARE la legge Fini-Giovanardi! Non passiamo su a certe cose come se dovessimo subirle obbligatoriamente perchè così non è!

E' dimostrato che la cannabis può alterare lo stato psico-fisico, nonostante ciò ci affanniamo a definire la liceità dell'uso.
Come farmaco va dosato e prescritto se no è illegale.
In quanto allo spaccio siamo molto evoluti visto che ci sono istituzioni che si affannano a fare il loro lavoro, carabinieri, polizia, finanza poi le sentenze demoliscono il tutto e le organizzazioni a delinquere, che fanno uso anche dei minorenni per spacciare, continuano ad arricchirsi e ad impoverire il cervello di chi ne fa uso. Altra grave situazione di lacuna istituzionale è il diffondersi dello spaccio nelle scuole, a partire dalle medie inferiori, bisogna fermarli a costo di minacciare la richiesta ufficiale (decreto legge o altro, che i ministeri sanità, interni ecc, si diano una mossa, di fare analisi a campione in tutte le scuole statali, parificate, private di ogni ordine e grado.
Valutare e pianificare l'esilio agli spacciatori, magari in India, lì non sono teneri con le patrie galere e non c'è l'europa che fa multe per cattiva gestione.

qualcuno può dirmi cosa sono i convegni in fumerie? grazie

nell'ormai lontano 1923 così lo stato italiano definiva gli incontri finalizzati all'uso di sostanze in appositi locali, chiamati appunto FUMERIE.

questa gente che governa il paese li abbiamo scelti noi,almeno la maggioranza di noi,le leggi vanno cambiate,tutti gli abusi fanno male,tutti in galera,poi lo stesso si continua a fumare,tutti fumano,chi è sfortunato va in galera,il figlio del potente non ci va il figlio del poliziotto non ci va perchè se la vede il padre,si spaccia da ogni vicolo da ogni posto milioni di euro al giorno spariscono dalle casse dello stato perchè vanno in fumo l'alcol fa male ok chi guida ubriaco mette a rischio la vita anche degli altri ed è giusto che abbia la sua ammenda amministrativa ritiro patente ecc.lo stesso per chi fuma,sappiamo che i riflessi non sono gli stessi,ma un ragazzo che viene preso dalla polizia inseguito come un ladro per avere un po' di tranquillante bè vergognatevi perchè quello poteva essere un vostro figlio e lo avete rovinato con il carcere,questi politici non sono in grado di amministrare un paese così bello come l'italia si vede da come la pensa la maggior parte della gente,se in italia vogliono fumare l'erba abolite l'hascisc che si fuma con il tabacco è quello che fa male di + e la coca sostanza chimicamente modificata,le foglie di coca non portano dipendenza,insomma sta legge la cambiate o volete continuare a perdere milioni di euro fino a quando inizieranno a prendere un barcone ed a emigrare,dicono che le cose andranno meglio li crediamo?come si fa a credere questo se tutte le cose aumentano,dove prenderà i soldi la gente per arrivare a fine mese,lavoro non ce ne a sufficienza per tutti, liberalizzando la canapa i negozi faranno ottimi affari i genitori capiranno che i figli che fumano non sono dei tossicodipendenti ma figli.riflettete dopo fatto un mazzo così una giornata intera ci fumiamo qualcosa che ci rilassa il giorno dopo ci ritroviamo ad alcatraz,riflettete bene cari governanti,state sbagliano con i nostri figli ancora vergognatevi

Sempre a giustificarvi con discorsi populisti e pseudo filosofici vibpiace fumusre ? Llora assumetevi le responsabilitá dei vostri comportamenti .... vi hanno piizzicati ..?!! Bene ora non lamentatevi delle conseguenze ... è stata un vostra scelta ... non ve l ha ordinato il medico.....

può un dirigente di una piccola casa per anziani dirigere la stessa struttura se fa uso di stupefacendo lui stesso? grazie se mi arriva una risposta

E perchè no finchè fa il suo lavoro decorosamente?

Scusate ma se uno subisce il 75bis con sanzioni che durano 3 mesi e dopo questi tre mesi e obbligato ancora ad andare al sert visto che ormai i documenti te li ridanno.. il questore continua con le sanzioni?

il periodo di monitoraggio al ser.t. deve concludersi con una relazione da parte del servizio. In base alla quale il Prefetto decide di archiviare definitivamente il procedimento (o non applicarlo del tutto visto che il percorso volontario è in alternativa all' applicazione delle sanzioni)