Back to top

Ho fumato erba e non collego la mente

Voto 

Salve, sono un ragazzo di 19 anni che ha avuto una esperienza non tanto gradevole con un tipo di erba. Premetto che sono un fumatore abituale di erba e hashish da circa 6 mesi. Due settimane fa sono partito in vacanza e io con un mio amico avevamo deciso di comprare erba per poi fumarla la sera. Per i primi 5 giorni abbiamo trovato un'erba molto buona e ci siamo divertiti fino a che era finita e dovevamo prenderne dell'altra. Purtroppo il "rivenditore" dove l'avevamo acquistata non lo trovavamo più e ci siamo dovuti affidare ad un altro che ci ha dato un tipo di erba che aveva un sapore e un odore strano, che non avevo mai sentito prima d'ora. Anche l'effetto dopo averla fumata era differente, mi sentivo il corpo completamente libero e dimenticavo cose che mi venivano dette 2 minuti prima. Il mio amico stava peggio visto che non si ricordava neanche il mio nome.. il giorno dopo mi sveglio e sembrava che la botta mi fosse passata come sempre, ma la sera inizio ad avere la mente offuscata. Da quella sera fino a oggi è passata una settimana e gli effetti non sono diminuiti. Mi sento il cervello in parte spento, non so come spiegare bene, vivo in un rincoglionimento perenne che non tende a cedere, le persone che mi parlano, o i fatti che mi succedono non li percepisco come li percepivo prima. Non ho alcun tipo di attacco di panico, tachicardia, paura ecc.. ho solo il cervello che non connette come si deve, faccio fatica a parlare e a capire le persone, anche scrivere o leggere mi mette parecchia difficoltà. La memoria non tende ad essere una delle migliori.. mi scordo troppo facilmente le cose. Ogni giorno spero che mi passi ma invece no, la mattina appena sveglio continuo ad essere come mi ero addormentato, vivendo ormai questo incubo da una settimana. Ripeto per chi non capisca: fumavo erba e hashish circa 4 volte alla settimana da circa 6 mesi e effetti duraturi cosi non mi sono mai capitati visto che il giorno dopo tornavo ad essere normale e con la mente lucida. L'unica cosa che temo è che questo problema possa perpetrare a lungo e magari peggiorare nel tempo. Molto probabilmente quell'erba era bagnata con qualche cosa, visto l'odore e il sapore mai sentito prima d'ora. Se ve lo chiedete il mio amico ha subito lo stesso tipo di problema però pare che dopo 4 giorni gli sia passato tutto, infatti non mi ha più detto niente. Ringrazio in anticipo sulle risposte e attendo soprattutto qualcuno che ci capisca o che abbia avuto un problema simile al mio. Sono abbastanza preoccupato che mi sia stato danneggiato il cervello in maniera perenne.

Commenti

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

sei un pochettino esagerato... "danneggiato il cervello in maniera perenne", e che ti sarai fumato mai...? Uranio...
Secondo me stai amplificando troppo, è la tua preoccopazione eccessiva ad alimentare
queste "conseguenze" che pensi di avere avuto, sei ipocondriaco, ho questo dubbio.
Distaccati da questo pensiero, prendi le distanze e magari vedrai sfumare tutto questo
strascico "catastrofico"... Se poi non fumi è meglio, se sei "a rischio" di farti queste paranoie... In natura, per vivere, non abbiamo il bisogno di fumare, ma semmai di mangiare e di bere, acqua però...

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Amico ti capisco bene e fidati che ho avuto lo stesso problema ed è durato quasi 8 mesi pensa tu...e sarebbe durato molto di più e non avessi capito come reagire , i miei consigli sono
1 NON PRENDER NESSUN MEDICINALE PER STA COSA
2 CERCA DI TROVARE QUALCOSA DA FARE NEL TEMPO LIBERO NON STARE MAI FERMO APENSARE STA COSA SE NO VA A FINIRE CHE TI VENGONO PROBLEMI SERI
3 NON ESSERE PARANOICO NON è LA FINE DEL MONDO E FIDATI CHE PASSA SE CERCHI DI NON FARCI CASO
4 MANGIA SANO FAI SPORT BEVI TANTA ACQUA E SMETTI DI FUMARE
5 CERCA DI ALLENARE LA TUA MENTE A TORNARE ALLA NORMALITà ATTRAVERSO SEMPLICI PENSIERI VECCHI DI LE TUE VECCHIE PERCEZIONI
6 SE SEGUIRAI CIO CHE TI HO DETTO GUARIRAI PIANO PIANO FIDATI

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Ei ciao scusa per il disturbo magari non risponderai perché il post è vecchio, sono 2 3 mesi che mi sento così è cominciato tutto da quando avevo fumato fuori scuola con amici, premetto che sono 3/4 anni che fumo, sono salito sul tram e tutto a un tratto mi è salito tutto un calore in faccia ed è iniziato tutto, sono andato a dormire e mi è passato poi il secondo episodio mi è successo quando ho fumato una canna da solo sono uscito mi è accaduto per la seconda volta e da lì, come ho detto prima, sono 2 3 mesi che mi sento così. Mi sono stufati di questa situazione e non so come uscirne, ho seguito anche i tuoi consigli ma niente. Se leggi perfavore rispondi
Grazie dell'attenzione.

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Perché? Tu pensi che sia intelligente drogarsi? Sai quanti morti hanno già fatto le droghe? E quelli che stanno male? E quelli che non riescono più ad uscirne? E quelli che ammazzano i genitori per comprarla? Non c'è bisogno di essere una maestrina bacchettona per sapere tutto questo !! Bigiola62

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Ma stiamo scherzando?! Stiamo parlando di erba, non di eroina, cocaina, pere e quant'altro!!
L'alcol e le sigarette danno più dipendenza e fanno fisicamente più male (cosa scientificamente provata, non me lo sto inventando), si potrebbe benissimo parlare di droga riferendosi all'alcol, ma allo stato non fa comodo perché mentre c'è un business dietro la compravendita di alcol, questa non c'è dietro la cannabis.
Non sto dicendo che fumare cannabis faccia bene, sto dicendo che fumarla non fa poi così male come si creda e soprattutto non ha mai ucciso nessuno (cosa che invece, come si sente spesso ai telegiornali, accade con l'alcol).
Detto questo bisogna comunque stare attenti a cosa ti rifilano, spesso la appesantiscono (ovviamente per venderla ad un prezzo più alto) con liquidi e sostanze chimiche che posso fare male.
Vi prego informatevi prima di giudicare con i paraocchi qualsiasi cosa...

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Ciao bigiola...
Perdonami, potresti definirmi la parola "drogato"?
Sarei molto interessato al tuo modo di intendere questa parola ormai sdoganata...
E giusto per la cronaca, la canapa indiana é una pianta, come lo é il trifoglio, e fidati, non ha MAI ucciso nessuno, NON ESISTONO morti accertati per assunzione di canapa indiana.
Detto ciò aspetto una tua risposta. Ciao a presto!
B0b0

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Ma tu quanti anni hai? Scusa se te lo chiedo. Mi auguro che 62 non sia il tuo anno di nascita. "Sai quanti morti la droga ha già fatto.." Ecc ecc. Secondo te chi non lo sa ?
Pensi sia una buona motivazione per non cominciare o smettere di drogarsi? Dove vivi nel paese delle fiabe?

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Si va bene sembri mia nonna che una volta mi disse di stare attento perché c'era gente che si bucava con gli spinelli ..... Ma fai una cosa guardati una bella telenovela e smetti di scrivere in siti come questo che non ti riguardano beota....!!!!

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

that's the Casareccia baby,continuate a dare lezioni di perbenismo permettendo a negretti e egiziani vari di tagliare l'erba con cocaina,metadone,ammoniaca e quant'altro.
Quasi sicuramente hai fumato della canapa tessile bagnata da THC sintetico,ormai molto frequente perche ai dealer costa poco e gli frutta tanto,tralasciando che la gente ci rimane sotto.

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

fatti una domanda, datti una risposta. già il tenore scientifico di questo blog è basso, ma poi arrivi tu con le tue droghe che uccidono la gggente. e ci ritroviamo catapultati nella fossa delle marianne. questa gente ansiosa, che ha sperimentato una reazione avversa ad un farmaco (né più né meno), oppure ad un cocktail di farmaci non meglio specificato, non ha bisogno di sentirsi colpevolizzata. in questo modo avrà paura anche della propria ombra. piuttosto dovrebbe prendere coscienza del background emotivo sul quale la sostanza non meglio identificata ha potuto agire, slatentizzando un problema preesistente. e capire che è gestibile, e superabile lavorando su se stessi. e con l'astensione, dal momento che c'è stata prova tangibile dell'intolleranza alla sostanza. e, a volte, anche con i farmaci, se si ripresentassero attacchi di panico. questi attacchi possono essere si scatenati dall'uso di sostanze come da altri shock psicofisici, ma se si ripresentano è perché c'era un substrato psichiatrico fertile alla base. e i farmaci al bisogno possono aiutare. basta colpevolizzare i farmaci in generale, sono tutti farmaci, legali e non, e oltre a salvare delle vite possono aiutare anche a migliorare la qualità della vita se prescritti e assunti adeguatamente e dove è indicato. oppure no, continuiamo a colpevolizzare, a generare fobie inutili. che poi siamo pur sempre liberi di spararci dei farmaci legali come e quanto vogliamo, per dirne una gli antinfiammatori da banco, che sono la prima causa di morte da abuso di farmaci. ma quando hai un buco nello stomaco che butta fuori sangue a spruzzo di sicuro non ti preoccupi più dei tuoi attacchi di panico. mentre non ci discostiamo molto dalla realtà se diciamo che le canne non hanno mai ucciso nessuno. quantomeno non si sono presi la briga di pubblicarlo. e coi tempi che corrono, mi stupirei che non l'avessero fatto se ne avessero avuto l'occasione.

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

ciao, io anche mi sento i tuoi stessi sintomi... premetto che anche x me non era la prima volta che fumavo erba.. cominciamo: ad agosto di quest anno ho fumato dell'erba comprata da uno sconosciuto ero con due miei amici, quella maledetta sera non ero molto tranquillo continuavo a pensare ODDIO E SE PASSA LA POLIZIA E CI BECCA MENTRE FUMIAMO?.. cominciammo a fumare una canna con moltissima erba e pochissimo tabacco poi un mio amico mi disse tienilo un pochino dentro il fumo qualche secondo e io lo feci tutto ad un tratto cominciai a muovere la testa velocemente, non sentivo bene, mi girava la testa e mi batteva forte il cuore e poi cominciai ad avere una brutta allucinazione, poco più tardi di salì la febbre a 39 ma mi scese subito, quella notte non dormì bene, ma arriviamo al nocciolo è passato quasi un mese e mi sento moolto rincoglionito, il mio cervello è come in parte spento.. fatto sta che però riesco a fare dei discorsi di senso compiuto, ma non capisco bene quello che mi viene detto e avvolte mi incanto nel vuoto insomma prima io stavo bene ed ero anche un bel ragazzo.. io ho molta paura di non uscire più da questa situazione.

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Niente niente, sei un tantino confuso: pensi pure di essere diventato
brutto per una canna: "ero anche un bel ragazzo", non credo che le canne
cambiano pure i connotati facciali, forse sul momento qualche volta...
Certo che quello che ti ha detto di trattenere il fumo dentro è un "amicone"...
E se non capisci bene quello che ti dicono potrà essere pure che chi
frequenti si esprime male, capita...

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

ciao il post che mi ha preceduto voleva puntare l’attenzione sul fatto che quando uno entra in uno stato di paranoia o comunque di forte preoccupazione pensa cose paradossali come il fatto che una canna può arrivare a farti diventare brutto. È un modo forse giusto di smontare un castello di pensieri negativi e paranoici che si sono sviluppati in te dopo quell’esperienza. Quello che ti è successo è abbastanza comune e sicuramente come in altri casi si amplificano delle sensazioni di paura o comunque brutte e queste durano più a lungo. Non è strano che tu abbia avuto tachicardia (battito di cuore accelerato) che tu abbia avuto delle cose simili ad allucinazioni, abbassamento di pressione , sensazioni di febbre. Non è strano che tu possa sentirti rallentato o spento e questa sensazione ti passerà dandogli un po’ di tempo e poca importanza o attenzione. La paura che hai non è giustificata datti il tempo di riequilibrarti e di riprenderti.
Stefano Bertoletti sostanze.info

ecco cosa mi ha fatto una maledettissima canna

Ciao a tutti, sono un ragazzo di 17 anni, premetto che non è la prima volta che mi faccio le canne: Ad Agosto di quest anno con due miei amici siamo andati a comprare della Marijuana da gente che non conoscevamo nemmeno, poi ci siamo seduti su un muretto al porto io non ero molto tranquillo perchè ero impaurito dell'idea che qualcuno ci potesse scoprire... in questa canna il mio amico ci ha messo molta erba e pochissimo tabacco e abbiamo cominciato a fumare, ad un certo punto un mio amico mi disse Tieni il fumo in bocca x qualche secondo e io lo feci... dopo circa 5,6 minuti cominciai a muovere la testa velocissimo, vedevo tutto accellerato e tutti i colori più accesi, poi mi cominciò a girare fortissimo la testa, senso di nausea e tachicardia, cominciai a non capire più nulla e non sentivo bene.. 15 minuti dopo mi salì la febbre accompagnata da spasmi muscolari ma che poi mi scese subito e pure gli spasmi svanirono; quella sera non riuscì a dormire bene, ebbi delle allucinazioni, arrivando al nocciolo.. è passato quasi un mese e mi sento rincoglionito, come se il cervello si spegnesse ogni tanto, avvolte non capisco cosa mi dicono le persone e mi capita di incantarmi nel vuoto cose che prima non mi accadevano, premetto che non sono mai stato sveglissimo ma di certo stavo meglio, ho vampate di calore improvvise, io ho paura di non uscirne più da questa cosa, sono davvero in ansia.

Re: ecco cosa mi ha fatto una maledettissima canna

Ragazzi! Come sapete c'è la cosa del set (lo stato d'animo che si ha prima di fumare) e del setting (le persone con cui stai, l'atmosfera...) quindi, se prima di fumare siete pieni di paure e paranoie, non fumate!! Anche io, la prima volta che mi hanno dato da fumare e ho dovuto truzzare e girare da solo, in un vicoletto del cazzo, mi stavo cagando in mano e infatti quando ho fumato non stavo per niente bene, credevo che se attraversavo la strada me investivano, che tutte le persone mi stavano guardando... Ma la mattina dopo stavo bene perché ho capito che era tutta suggestione. Quindi la vostra condizione fisica e mentale è dovuta alle troppe pippe che vi state facendo nel cervello. SCIALLA, CAZZO!! Se fumate marijuana per stare male che cazzo la fumate a fare!?!?!

derealizzazione/depersonalizzazione

Salve, ho 17 anni e fumo cannabis da quando andavo alle scuole medie. Ci tengo a specificare che non sono mai stato un fumatore accanito ma fumavo principalmente nel weekedn e durante le festività (natale pasqua ecc.) Non ho mai avuto alcun problema fino allo scorso Natale. Fumai tutti i giorni durante le vacanze e tutto ad un tratto una mattina mi svegliai disorientato presentavo vertigini..oltre a questi sintomi soffrivo molto la solitudine e credo di aver avuto qualche attaco di panico. Ma all'epoca, dopo circa una settimana o poco più passò tutto. Credo che quegli fosse stato il mio primo episodio di derealizzazione..Quest'estate ho fumato praticamente tutti i giorni e la derealizzazione è tornata..così due settimane fa decisi di smettere di fumare..dopo qualche giorno da quella decisione tutto sembrava completamente passato e ne ero entusiasta!! Però sembrava troppo bello per essere vero: con l'inizio della scuola i sintomi sono tornati , forse a causa dello stress o non lo so. Poi da solo sono riuscito a stare bene, ma del tutto bene per un paio di giorni ma da mercoledì è ricominciato tutto da capo. Ho notato che nei due periodi in cui ho avuto questi sintomi si sono verificate le stesse situazioni stresanti: inizio della scuola e partenza dei miei migliori amici e di mio fratello. Non so se sia solo una coincidenza ma può sempre tornare utile dirlo. Comunque il fatto sta che in questi giorni ho perso un po' le speranze ,soprattutto aver letto dopo le esperienze di altre persone su questo sito (la cosa più sbagliata che avessi potuto fare). Cosa devo fare? Anche se in realtà vorrei farlo, con i miei genitori non riesco a parlarne. L'unica cosa che ho potuto fare è stato parlarne con un mio amico che soffre d'ansia e questo un po' mi ha dato solievo..Vi prego aiutatemi, ormai, mi sembra pi di vivere..Ditemi che potrò tornare alla vita di prima!

Re: derealizzazione/depersonalizzazione

Prima di tutto l'ho detto perchè chi ha scritto il post voleva che gli
venisse detto, era quello che si voleva sentir dire; poi perchè è
effettivamente possibile tornare come prima e anche meglio di prima,
basta sapere un pò di cosuccie in più e non andare dietro le "correnti"
delle psicosi collettive. Poi certo, ci sono anche delle esperienze
personali un pò con tutte le droghe, comprese quelle più "arcigne".
L'inizio della soluzione è abbastanza semplice : decidere di allontanarsi
dalle droghe leggere o pesanti che siano. Nel caso specifico il ragazzo
è fragile, non ha dialogo con i genitori, sarebbe importante trovare il
modo di avere un rapporto soddisfacente col padre e credo che la
mancanza dei suoi migliori amici e del fratello gli abbia fatto uscire fuori
la naturale fragilità dell'età che magari mascherava bene e aveva modo
di distrarsene, e poi l'unione fa la forza...

Re: derealizzazione/depersonalizzazione

Io ho fumato erba per una settimana (tiri respirati a lungo) solo 7 volte. Ho avuto i tuoi stessi sintomi, sono stato allettato per diversi giorni e avevo senso di nausea e di vomito, mi sentivo derealizzato. Inoltre nel mio anno di maturità ho avuto alcuni problemi con alcune "storie" che si erano venute a creare in giro e le mie paranoie erano aumentate tra un po' mancanza di lucidità che a volte ho e il pensiero che l'erba mi avesse fatto male. Ho iniziato a fumare sigarette, a bere e per chi si attacca alle sostanze per propri "disagi" non è così difficile che diventi dipendenza. Fatto sta che non ho avuto attacchi di panico, credevo anche io come te di essermi perso. Poi mi sono iscritto all'università, prima sono stato a Londra, dove gli spacciatori ti chiamavano per strada: "weed, marijuana, cocaine"; poi un altro spacciatore che si fermò davanti al residence di studenti che mise la cocaina sul dito di un mio amico, lui la buttò, io ho resistito e non ho preso nulla con la voglia di entrare dentro ad avvisare, sono stato seduto lì e ho resistito. Mi sono iscritto all'università, ho ricominciato a studiare, a riassorbire nozioni e seguire lucidamente gli argomenti lontano da problemi che mi causavano panico, lavorando su me stesso e su queste ossessioni su certi periodi della mia vita in cui ho fumato, bevuto mescolando, sessualmente vivo (periodo wild), ho dato 4 esami con il massimo dei voti fumando sigarette sporadicamente, bevendo poco e non toccando erba o altre sostanze che a Milano offrono in Colonne. L'attacco di panico mi è venuto dopo due anni qualche giorno fa pensando agli esami e forse anche a quest'esperienza, alla morte di un padre avvenuta al primo anno che mi ha fatto rimanere indietro con gli esami e ai problemi famigliari. Dunque, a me non hanno causato danni, ho avuto dei tic ma sono ritornato lucido. Astenetevi dal fumo e da altre sostanze se provate un attaccamento, bevete tanta acqua (io un minimo di attaccamento ce l'ho anche con l'acqua, tendo a bere tanto), ovvio che se già sei fisicamente debole e hai bruciore di stomaco non devi fumare. Io sto smettendo perché in periodi di forte stress sarei capace di fumare 2 pacchi da 20, cosa a cui non sono arrivato. Conta anche l'atmosfera, se l'hai fumata mentre eri a disagio non farlo perché ti porta a stare male, se l'hai fumata mentre eri a tuo agio senza paranoie, non farlo altrimenti te la pianti tutta nel giardino. Lavora su te stesso in modo tale che ogni volta che sei preso dal pensiero e faresti di tutto per procurartela senza soldi, ed è questo il vero problema, anche per le sigarette, che in certi momenti si farebbe di tutto, elimini il pensiero. Se sei un tipo riflessivo come me ti sconsiglio. Se hai fumato mentre avevi qualche problema personale o psicologico ha potuto aggravare un po' il tuo stato paranoico o psichico. Io avevo una sorta di relazione a distanza e non c'era la possibilità di vedersi, tra l'altro con un ragazzo, in mezzo ad un mucchio di etero, un po' in conflitto con la mia famiglia.

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

carissimi voglio aiutarvi per collegare la mente con le cannette e far si che la vita sia più divertente dovete incominciare da subito a fottere il vostro amico spacciatore facendo una telefonata anonima ai carabinieri ed evitare cosi le vittime di mafia e tanti problemi che vi causa nella testa la cannetta e droghe varie che se non ce sotto casa è meglio per tutti

Dopo una canna la mia vita è cambiata. Ansia tachicardia e op...

Buon pomeriggio a tutti... Ho bisogno di aiuto... Il 2 giugno 2014 insieme ad un amico fumammo una cannetta.. Non era la prima volta che lo facevo... Anzi! Pero quel giorno penso davvero che la mia vita è cambiata! Dopo dieci minuti iniziai ad avvertire dei sintomi orribili tra cui: tachicardia come se il cuore stesse scoppiando... Formicolii alle mani... Dolore toracico... Senso di oppressione... Faccia e labbra bianche... Voglia di correre e tanti altri sintche tant è che chiamammo l ambulanza con la paura che stessi avendo un infarto vero e proprio!! Dopo la corsa in ospedale dopo elettrocardiogramma etc i medici mi dissero che era semplicemente ansia e agitazione non riscontrando nulla di anomalo e dopo avermi somministrato dei tranquillanti mi mandarono a casa con un senso di paura e di ansia assurd! Dopo una settimana stesso episodio di lieve intensita e senza aver fumato... Stessa corsa in ospedale e stesse risposte! Col passare del tempo ci sono tornato altre 2 volte.. Ho fatto visita cardiologia senza esito negativo... Da allora vivo con un senso di oppressione assurdo... Soffro di respiro corto e ho paura di essere malato! Lo sono davvero e tutto cio e normale.? Aiutatemi

Re: Dopo una canna la mia vita è cambiata. Ansia tachicardia ...

Ciao! Quello che descrivi sembra proprio una serie di attacchi d’ansia. Sono cominciati con quella cannetta del 2 giugno ma si ripresentano in certi momenti. Gli episodi di ansia sono una delle controindicazioni più frequenti del consumo di cannabis. La cosa più importante è imparare a gestire l’ansia e non rimanerne paralizzati, perché purtroppo più hai paura di provare ansia più l’ansia arriva. Sarebbe interessante capire quanti anni hai… Non sei assolutamente malato, quello che stai provando è normale rispetto alla manifestazione dell’ansia anche se in quel momento la paura è talmente forte da paralizzarti. Se ti capita nuovamente prova a fare dei respiri profondi e a pensare che come tutte le altre volte passerà. Più riesci a fare questo più impari a gestire l’ansia e meno spesso l’ansia si ripresenterà.
Federica Gamberale, psicologa sostanze. info

Re:

Perchè chi soffre di ansia, agitazione, attacchi di panico, ipocondria,
come nel tuo caso, va curato da uno psichiatra, psicologo e qualche
volta anche da un neurologo

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Nella marea di commenti che ho letto spero l'autore trovi il tempo di leggere anche il mio. Per quanto possa sembrare paradossale la storia, ovvero se anche fosse stata tagliata con qualcosa di tossico dovremo realmente ipotizzare un taglio con sostanze radioattive per effetti così a lungo termine, è invece molto probabile che l'effetto dell'erba "imprevisto" abbia sbloccato altre sensazioni legate all'ansia che possono determinare effetti come quelli raccontati, inclusi la perdita di memoria.
Era successo anche a me, durante gli anni in cui provavo le canne, di passare dei periodi più o meno lunghi in cui mi sentivo strano. IN realtà oggi mi rendo conto che si trattava solo della presa di consapevolezza da parte del cervello che "essere fatti o fusi" non sempre è una sensazione piacevole ed anche quando siamo lucidi non è detto che per altri motivi non possiamo stare male. E quindi scatta l'ansia, che a sua volta genera una valanga di altri effetti e pure la perdita di memoria. Va anche detto, e tu non lo dici, che se continui comunque a fumare cannabis una perdita di memoria ed ottundimento sono il normale effetto della cannabis.
Ti consiglio di parlarne con un medico e di farti prescrivere eventualmente un lieve antiansia, tipo lo xanax, a basso dosaggio per vedere se le cose migliorano e sospendere per un bel pò le canne.
p.s: ho la tastiera del pc cimita per cui eventuali errori sono da imputare a questo

crisi da panico per erba degenerata.. aiuto su come devo comp...

ciao a tutti sono una ragazza di 19, premetto che fumo erba regolarmente da ormai quasi due anni e non ho mai avuto problemi.. lo faccio prima di andare a dormire la sera ogni giorno e poi qualche volta durante la settimana .. sono stata male solo una volta qualche mese fa perchè quest'estate ho lavorato tutte le mattine prestissimo e per questo motivo ho iniziato a bere molti caffè così mi è venuto un attacco d'ansia una sera dal nulla.. non sapevo se pensare all'erba o ai caffè sta di fatto che prima di fare conclusioni affrettate ho smesso di bere i caffè e non ho mai più avuto problemi come ansia o tachicardia ma ieri sera è degenerata..sono uscita con amici e abbiamo fumato qualche canna in compagnia.. tutto benissimo come sempre . poi è arrivato il mio ragazzo abbiamo bevuto una birra e abbiamo fumato una canna io e lui da soli.. stavamo benissimo , ridevamo come sempre..siamo andati a casa mia e mentre lui mi abbracciava , ad un certo punto, mi sono sentita strana come se

stessi x svenire.. un formicolio alle mani e ai piedi, la faccia bollente e poi mi è mancata l'aria.. pensavo fosse un calo di pressione così ho fatto acqua e zucchero ,ma è peggiorato.. ho iniziato a tremare come una pazza , battevo i denti e mi sentivo tutta rigida..ma di testa c'ero , avevo i sudori freddi e il cuore sembravo impazzito.. ma non riuscivo in nessun modo a calmarmi e di tremare in quel modo non mi era mai successo.. ci siamo agitati molto poi mi sono addormentata mentre mi accarezzava x calmarmi.. quando mi sono svegluata oggi mi sembrava tutto bene , ma in realtà tremo ancora un pò non ho fame.. e sono debolissima.. cosa posso fare aiuto ora sono da sola non mi voglio agitare ma..

grazie

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

ciao quello che ti è successo è probabilmente un attacco di panico che è derivato da effetti che in parte sono normali o meglio sono possibili con l’uso di cannabis. Tachicardia, sbalzi di pressione per cui sensazioni di caldo o freddo e poi sudori freddi, incapacità di respirare che sono da legare all’agitazione che ti ha colto e che poi si è trasformata in panico con sensazioni e paura di morire etc.
poi ti sei calmata e hai riposato quindi sei stata meglio. È abbastanza normale che tu sia ancora in una situazione di allarme quindi sei ipersensibile e senti tutti i segnali di agitazione con più intensità. Questo stato se dai tempo e riposo a te stessa e ti metti in una situazione che ti da tranquillità con le persone che scegli tu passera in breve tempo. Non credo che sia il caso che tu vada al pronto soccorso magari evita di stare sola e ovviamente non fumare per un buon periodo. Datti il tempo di riprenderti e non alimentare le tue paure perché sono effetti passeggeri. Cerca comunque di evitare di viverti questo stato da sola hai bisogno di distrarre la tua attenzione da quello che ti è capitato e che ti agita.
Stefano Bertoletti sostanze.info

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

salve a tutti sono una ragazza di 20 anni fumo da circa due anni marijuana abitualmente ogni giorno.. e sono stata sempre bene ridevo e mi divertivo. da poco tempo ho cominciato a non sentirmi più bene soprattutto quando fumavo tutto è iniziato con un dolore agli occhi come se mi uscissero fuori poi si sono aggiunti altri problemi come dolore al petto e braccio sinistro respiro affannoso , tremore e mi sentivo come un blocco in gola da li ho deciso di cominciare a fumare meno (farmi due tiri ogni tanto) ma il dolore agli occhi mi veniva lo stesso in più mi sentivo come se la faccia fosse irrigidita, facevo fatica a muovere bocca e lingua e mi sentivo le guancie come tirate.. il mio ragazzo è più grande ma mi dice ke non è xil fumo ke mi sento csi e ke forse èra sl una cs psicologica di stress , e continuava a offrirmi e cm se nn mi credesse anke se fossse vero quelllo ke mi ha detto io continuavo a non star bene e sentire questi sintomi.. csi ho deciso di smettere del tutto.. solo ke un giorno tornati da un viaggio stancante c mettemmo la sera aguardare la tv.. mi facevano gia male gli occhi sempre come se mi uscissero ma cercai di continuare a guardare a un certo punto xo comincia a venirmi anke maldi testa alle tempie soprattutto e un senso di oppressione alla gola mal di petto e braccio sinistro, tremore, agitazione, mani fredde ma sudate, lingua ke sembra mi tiri verso il basso respiro affanoso cercai di non fare notare i miei sintomi al mio ragazzo xke come ho dtt avevo avuto questi sintomi ma più lievi , anke se li fumavo e quindi ero magari più impressionabile ma stavolta non avevo fumato comunque il mio ragazzo se ne accorse e mi chiese cosa avevo gli dissi ke mi sentivo strana a quel punto mi scesero da sole delle lacrime mi richiese cs avevo a quel punto scoppiai a piangere ma senza sapere il motivo volevo anke trattenermi ma non ci sono riuscita.. lui poi mi abbraccio e dv dire ke mi è passata dp tt quei sintomi.. xo mi sentivo molto debole ancora e quindi mi addormentai.. non capisco quel giorno era stato anke piacevole e stavo guardando il mio telefilm preferito.. fatto sta ke dp questo nn ho più voluto toccare niente ma gli occhi continuano a farmi male e continuo avere quel senso cm se mi uscissero questo mi provoca molta ansia.. ho fatto dei lavaggi oculari e metto il collirio ma quel male torna sempre.. non riesco a capire se possa essere una mia fissazione (cosa ke non credo) o ho qualke problema proprio fisico..anke se ammetto ke in questo periodo sono un po strana, voglio stare sola molta spesso ho pensieri negativi mi sento vuota inutile e non all'altezza di certe situazioni sono anke molto meno entusiasta verso le cose ke prima mi facevano saltare di gioia e ho paura di parlare con le persone xkè ho paura di dire cose sbagliate (prima non succedeva) comunque nn so se questa puo essere una motivazione ma ho avuto un passato non molto felice col mio ex ma una volta uscita da quella relazione tt è andato alla grande!! infatti adesso sn col mio attuale ragazzo ma mi succedono queste cs .. poi ho anke fatto un largo uso di cocaina in passato e poco si MDMA e ketamina.. ke non mi hanno mai dato un brutto effetto.. nn so magari gli effetti si vedono a lungo termine XD spero di no comunque.. volevo sapere ke cosa mi sta succedendo? è una cosa psicologica? o ce dietro in realta un problema del mio corpo? cosa dovrei fare ? vorrei un consiglio grazie =)

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Cara lettrice, è probabile che quello che ti sta succedendo sia conseguenza sia dell'assunzione della cannabis che delle altre sostanze. La somma cioè dei loro effetti tossici. Non è strano che ciò possa manifestarsi anche dopo tempo dalla sospensione dell'assunzione di una parte di esse.
E d'altra parte la sospensione definitiva dell'assunzione di sostanze è la condizione per migliorare e guarire. E questo tu in parte lo hai già fatto.
Man mano che si allontana nel tempo il periodo dell'assunzione di sostanze le cose dovrebbero migliorare spontaneamente. Se non succedesse sarebbe meglio chiedere aiuto ad un medico psichiatra.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

quando si inizierà a fare un po' di informazione su queste droghe.. Tutti vogliono legalizzarla nessuno fa cenno ai problemi psichici che può dare. Sono 3 (tre) mesi che sto' male dopo aver fumato cannabis. Non avevo esagerato (avevo fatto 5-6 tiri), non ero un fumatore abituale (solo sporadicamente), e mi è preso un attacco di panico catapultandomi all'inferno. Da quel giorno la mia vita non è più la stessa. Soffro di ansia, mi sento continuamente stordito, ultimamente ho giramenti di testa quasi tutto il giorno.
Grazie erba che mi hai fatto questo.. Non auguro a nessuno di passare quello che ho passato e sto' passando io , ma se venisse lo stesso a chi vende questa porcheria di sicuro non sarei dispiaciuto.
State attenti, la vita è una sola, il cervello è un organo molto complesso e ad oggi (2014) ne conosciamo solo il 70%. Non ci sono metodi o esami per misurare i neurotrasmettitori. Capirete da soli che andare a spostare l'equilibro di qualcosa che non si conosce è molto rischioso. E' difficile tornare indietro.

Buona giornata

brutta esperienza con marijuana

Voglio raccontare la mia esperienza per tranquillizzare quelli a cui è successo un qualcosa di simile. Premetto, ho 21 anni e fino a giugno fumavo erba in piccole quantità (4\5 tiri un paio di volte a settimana). Una sera di luglio ero a una festa all aperto, e ho fumato (erba), facendo qualche tiro più del solito, dopo pocho mi é salita la botta molto più forte del solito, avevo perdita di equilibrio, brividi e vedevo tutto un po' rallentato. Ero spaventato perché non volevo fare brutte figure in mezzo alla gente, ma dopo un oretta mi sono ripreso. Il mattino dopo appena mi sono svegliato mi sono accorto di essere molto strano, ero rincoglionito, mi sentivo i riflessi rallentati, e mi sembrava di avere una scarsa percezione del mondo che mi circondava, non so come spiegarlo. In generale mi sentivo stordito, avevo attacchi di panico e paranoie, pensavo di essermi rovinato il cervello. Sono andato anche da uno psicanalista a raccontargli la mia esperienza e mi ha tranquillizzato dicendomi che era dovuto probabilmente a qualche problema psicologico che avevo in quel periodo, e in effetti in quei mesi ero molto angosciato per alcuni problemi famigliari e relativi alla mia vita. Dopo circa un mese e mezzo gradualmente tutto è andato a posto e adesso mi sento normale diciamo. In generale non sono contrario alla marijuana, perché se non se ne abusa e la si usa moderatamente non crea gravi danni, però in alcuni casi come il mio è meglio evitarla, perché può far passare davvero dei brutti momenti.

Re: brutta esperienza con marijuana

Ciao, non ho preso nessun medicinale, quando sono andato dallo psicoanalista ormai era passato più di un mese e il grosso dei sintomi si era affievolito, quindi non ha potuto fare altro che tranquillizzarmi. Mi ha spiegato che le sostanze psicoattive possono mettere in luce zone dell' inconscio dove abbiamo sofferenze o traumi, e che se i sintomi si ripresentavano bisognava lavorare su questi traumi o sofferenze per cercare di superarli. A me i sintomi sono durati un mese e mezzo ma credo che la cosa possa variare da persona a persona. Cmq per esperienza ti dico che è una cosa psicologica, perché a livello di danni fisici permanenti non ce ne sono. È importante cercare di tranquillizzarsi e Se vuoi contattarmi via mail non ci sono problemi.

Svarioni assurdi

Ciao a tutti, spero che riusciate a dirmi come risolvere questo mio problema, premetto che fumo da 2 anni e mezzo circa e quest'estate diciamo che non ci sono andato piano e non ho mai riscontrato alcun problema anzi mi sono sempre goduto la "fattanza" al meglio. In questo ultimo mese peró ho avuto 3 svarioni abbastanza forti che ora vi descrivo. IL PRIMO Ero con i miei amici e prima di andare a ballare ci siamo fatti una canna e siamo emtrati nel locale, siamo usciti nella zona fumatori, mi son acceso una sigaretta, l'ho fumata e poi sentivo che qualcosa dentro di me non funzionava bene: mi sentivo freddo e bianco fino quando ho cominciato a vedere nero e sono senuto. Mi son risvegliato e i miei amici mi hanno portatoto fuori dove ho vomitato, sudavo freddo ma poi mi sono calmato e mi hanno portato a casa ed ho dormito tranquillamente. SECONDA VOLTA Qualche sera dopo ero a mangiare coi miei amici al Mc ma stavolta non avevo fumato date le circostanze.. Purtroppo peró mentre mangiavo ho avuto gli stessi sintomi della prima volta, mi sentivo mancare aria e quasi svenire cosi sono uscito a prendere aria, tremavo ma gli altri mi hanno aiutato e tenuto compagnia cosi mi sono tranquillizzato un po e son tornato a casa. TERZA VOLTA Dopo 3 settimane circa mi è capitato di nuovo. Avevo ripreso a fumare erba e una sera, dopo che ci eravamo fatti una canna, siamo saliti al bar e poco dopo mi sentivo ancora male cosi sono uscito, mi son seduto e mi sentivo come se fossi privo di forze, poi mi son messo la giacca che faceva un po freschino e pian piano recuperavo le forze fino a star bene. Qualcuno sa dirmi a cosa possano essere dovuti questi svarioni/principi di svenimento o come volete chiamarli?? Potete dirmi anche come comportarmi di conseguenza?

Re: Svarioni assurdi

Ciao i tre episodi di cui parli rientrano nella tipologia dei disturbi collegati all’uso di cannabis che però come dice giustamente il lettore che mi ha preceduto possono essere stati influenzati ed aggravati da fattori come stanchezza, umore e stress che magari hanno caratterizzato e inflenzato quelle reazioni. Sappi comunque che sbalzi di pressione e svenimenti, il classico calo di pressione come viene chiamato semplicemente, sono comuni fumando erba in particolare, con i tipi di cannabis che si possono trovare ora in circolazione, con % di THC molto elevato, è ancora più facile. Gli episodi successivi invece sono carateristici nei casi in cui si innescano meccanismi di ansia e di panico, probabilmente dovuti alla paura che possa risuccedere come nel primo episodio che sei svenuto. È vero che i n generale puoi stare tranquillo e che è sano che tu ti prenda un periodo di pausa dalle situazioni che ti mettono in stati di alterazione, quindi il consumo di sostanze e alcool rientra tra queste, un periodo che ti sarà utile per riequilibrarti e lasciare alle spalle quelle sensazioni e meccanismi di paura panico che hai vissuto.
Stefano Bertoletti

Re: Svarioni assurdi

Tutti questi mancamenti non per forza sono dovuti al consumo di cannabis che comunque non è un opzione da escludere visto che da quanto ho capito fumi abbastanza regolarmente, però potrebbero essere anche problemi dovuti a stanchezza fisica o allo stress psicologico ma non essendo un medico non posso darti una risposta certa.
Magari una pausa potrebbe giovare al tuo corpo almeno potrai vedere se questi svarioni si verificheranno di nuovo.

Re: Svarioni assurdi

Potrebbero essere mille le cause, sia psicologiche che puramente organiche.
Tecnicamente, ti consiglierei di lasciare stare per un periodo qualsiasi sostanza tu assuma ( cannabis alcool mdma ma anche eccitanti) e vedere come va.
Sicuramente poi sarebbe utile una consulenza medica, magari trovare qualcuno di cui ti fidi per elaborare un po' l'accaduto.
Comunque tranquillo, sarà solo un periodo di stress, non fissarti troppo su questa cosa amico mio...

Cannabis leggera solo nell'effetto

Salve,

vorrei condividere con voi la mia esperienza legata all'uso di questa sostanza.

Sono un utilizzatore abituale di cannabis, con un consumo medio di 3-4 canne al giorno.

Quello di cui mi sono reso conto è che la cannabis è una droga leggera, a parer mio, soltanto nel tipo di effetto che da. Per quanto riguarda gli effetti che da al carattere, invece, reputo che il suo effetto possa essere a dir poco devastante. Ho iniziato a fare uso di questa sostanza quando avevo 17 anni, e ad oggi ne sono passati 11. Ho sempre avuto problemi legati alla mia bassa autostima e difficoltà nel relazionarmi con gli altri dovuti alla mia fortissima emotività. L'uso della cannabis mi ha "aiutato" (così ho sempre creduto) a controllare queste cose, in quanto sotto l'effetto mi sentivo più rilassato. La cosa di cui mi sono reso conto solo adesso è che in realtà essa mi ha impedito di affrontare le varie situazioni che mi si paravano davanti. Ora ho dovuto smettere (e la cosa che mi dispiace è il fatto che ho dovuto, non potuto o voluto) e mi sto rendendo conto che la mia situazione emotiva è rimasta la stessa da 11 anni. Non mi sono assolutamente evoluto. Mi guardo indietro e vedo che nonostante ciò ho fatto veramente tante cose in questo periodo: sono riuscito in particolare ad affrontare un percorso di studio universitario in ingegneria affiancato da un'attività lavorativa abbastanza voluminosa in termini di tempo da dedicarci (sono uno sviluppatore software freelance). Quello che mi sto chiedendo ora è come sarebbe stata la mia vita se l'avessi affrontata da lucido, andando ad affrontare tutti gli stati emotivi che mi si paravano davanti. (Ma da adesso in poi sono deciso a scoprirlo).

La cannabis è una sostanza che da un effetto leggero, non si ha perdita di lucidità ma solo un rallentamento. Questo porta le persone a sottovalutarne gli effetti a lungo termine e a farne un uso che mai si sognerebbe di fare con l'alcool. Ero arrivato a dire "Se non fumo non riesco a lavorare", senza rendermi conto che in questo modo continuavo ad accantonare la cosa per riaccantonarla il giorno dopo e poi il giorno dopo ancora.

Non dico di non fumare, un uso saltuario della sostanza è non è assolutamente dannoso. Ma fate attenzione a non sottovalutare la cosa. Parlo soprattutto con gli adolescenti, che purtroppo al giorno d'oggi sono sempre più consumatori di questa sostanza. Si diventa nervosi quando non si fuma, si diventa paranoici si amplificano le paure assopendo in un angolo tutte quelle emozioni positive. Non dite mai "E' leggera che vuoi che faccia". Perché questo pensiero vi porta a farne un uso smodato. Se voleve fumare perché siete in compagnia, chiaccherate, e qualcuno fa girare una canna ben venga, anzi, in una situazione del genere vi da un tocco di spigliatezza in più. Ma se la scena è girare la sera a cercare qualcuno che vi venda qualcosa, se vedete che alle feste siete in un gruppo che se ne sta da una parte a fumare mentre altri stanno ballando/chiaccherando/quant'altro, rifletteteci bene, state minando il vostro modo di approcciarvi agli altri.

Spero che questo mia esperienza possa tornare utile a qualcuno!

Re: Cannabis leggera solo nell'effetto

Premetto che assumo cannabis quotidianamente da 3 anni e mezzo, in generale di notevole qualità ( livelli amsterdam). L' altro giorno ho fumato cannabis e cocaina insieme e sono stato benissimo per due o tre ore, ma arrivato a casa ho parlato con mia madre e non riuscivo a vedere i colori nella sua faccia. Andando a letto ho vomitato un paio di volte, e il mattino dopo stavo bene. 3 giorni dopo ho pisciato e sputato sangue marrone, e ho vomitato quello che credo sia un pezzo della parete dell'esofago. AIUTATEMI

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Ciao a tutti..
Ho 16 anni e sono 3 anni che fumo erba tutti i giorni,per lo meno 3/4 canne al giorno.
Due settimane fa mi trovavo con un mio amico ad aspettare il treno alla stazione e fammo una canna.
La prima tutto bene,la seconda anche..
All'inizio stavo bene dopo 10 minuti comincio a non ricordare le cose che facevo dopo 2 secondi comincio ad aver paura e a sparare cazzate enormi.

Chiamai mio padre e mi feci venir a prendere
Tornai a casa mangia e andai a dormire..
Il giorno dopo mi scegliai convinta di stare bene invece non era così... Mi sembra di avere la testa in un altro pianeta. Ho paura di rimaner cosi per sempre.
Sono 2 settimane che non vado a scuola
Appena esco di casa ho attacchi di panico assurdi.
Passerà?

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

E a tuo padre che gli dicesti..? Lui che ti disse...?
Nel tragitto di che cosa avete parlato?
E poi che cazzo...! 3/4 canne al giorno... e che è...! Lecca lecca
o liquirizia ..?
Ai miei tempi 3/4 canne alla settimana, al fine settimana, erano più
che sufficienti... e quella era pure più "genuina"...
Le genarazioni di oggi sembrate sfondati...! E poi hai pure 16 anni... aò...!
Datti nà bella regolata e non fumare più per un bel pò che ti passa...
Fossi mia figlia te la farei io una lavata di capo...

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Ai tuoi tempi vi facevate 3 spade ogni canna che facevate, la vostra generzione è quella che ha rovinato il mondo. Vivo a Praga e coltivo cannabis da 6 anni, e consumo mediamente mezzo etto alla settimana, senza mai aver avuto problemi, bigotto del cazzo

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

3 spade se li farà tua sorella nel culo, pavido e ignorante
faccia di merda.
E il mezzo etto che consumi alla settimana evidentemente ti ha
ridotto più stronzo e imbecille di quello che sei di base...
Comodo dire da dietro uno schermo "bigotto del cazzo",
mi piacerebbe sentirtelo dire faccia a faccia... vorrei vedere questa
tua spavalderia...
E poi che cazzo nè sai di quale generazione appartengo io...
Vuoi vedere che siamo i quarantenni di oggi che abbiamo rovinato
il mondo... Tu coltiverai anche cannabis... che non significa un cazzo,
ma sono certo che vieni fuori da un vivaio di deficienti.

Non mi sento più quella di prima. che devo fare?

Ciao sono andata in gita con la mia scuola e ho fatto un paio di tiri a una canna premetto che io non ho mai fumato abitualmente! Quella sera sono stata malissimo mi battevaforte il cuore e mi sentivo morire. Il prof mi ha portata in ospedale ma non ho potuto dire della canna perché altrimenti succedeva un casino. Sono stata con tachicardia per tutto il mese della gita. Adesso mi sento strana non mi sento più quella di prima e mi capita spesso di essere assente mentalmente. Da quel giorno ho lasciato di fumare anche le sigarette perchè ho avuto molta paura.Quest'anno sono di quinto e non mi posso permettere di distrarmi. Che mi consigliate di fare? Attendo una risposta e vi ringrazio in anticipo!

Re: Non mi sento più quella di prima. che devo fare?

ciao, quello che ti sta succedendo, come puoi vedere leggendo qua e là sul nostro sito, non sta accadendo solo a te ma a molti altri ragazzi, soprattutto della tua età.
Molte possono essere le cause (stati e momenti particolari che si sta attraversando in quel momento, la sostanza particolarmente trattata che si sta fumando, l'associazione con altre sostanze - alcol ad esempio, ecc.).
Cosa fare?
Di solito, e vedrai sarà così anche nel tuo caso, la prima e principale cosa da fare è non riprovarci, lasciando perdere la curiosità di vedere se dopo un po' di tempo le cose fossero cambiate e se, rifumando, non si provano gli effetti negativi di prima.
Mentre è molto importante e utile concentrarsi su quel che si sta facendo in quel momento e nell'immediato futuro.
Parli del tuo ultimo anno di scuola. Quella è una buona maniera per concentrarsi su di un obbiettivo concreto e non lontano.
Facci sapere.

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Ciao Ragazzi ho 21 anni ,io invece e successo che ieri ho fatto 3 tiri di canna il pomeriggio. Non sono un fumatore,e di cannabis ho fatto un uso occasionale ( raramente ).oggi mi sento meglio di ieri,ma sono ancora confuso,distaccato mentalmente,con la testa fra le nuvole. E spero che domani mattina mi sveglio e mi sia passato tutto. Ragazzi mi devo preoccupare ? Sono paranoie ?mi sono fottuto il cervello? Per favore mi risponda qualcuno con esperienza...

Un cervello che non si accontenta mai?

volevo dire la mia. Sono un ragazzo di 19 anni e, da 3 anni a questa parte ormai fumo cannabinoidi quotidianamente con un certa abbondanza. Sono anche parecchio "dipendente" anche se leggendo le vostre storie, capisco che la vera dipendenza causata dall'abuso della "robbba" è ben altra storia. Sono di buona famiglia e, quindi i miei genitori spaventati anche dall'abuso di cocaina di mio cugino e dall'uso di eroina di mio zio hanno deciso di mandarmi da uno psicologo e uno psichiatra specializzati in sostanze. Mi trovo molto bene con loro e, mi hanno aiutato a superare momenti difficili, poiché per me l'abuso di cannabinoidi(10-12 brisi al giorno) stava diventando un serio problema. Tuttavia loro hanno accertato una fortissima propensione del mio cervello a sviluppare dipendenze, a causa della mia insistente memoria nel concentrarsi eccessivamente su cose che mi creano piacere e, della mia compulsivita nel gesto. Ora mi sono "stabilizzato" fumo 2-3 canne al giorno da solo e, nessuno penserebbe mai che fumi ancora, ma il mio problema è un altro ed è apparentemente molto inquietante. Pur non avendo mai provato eroina e, non frequentando persone che lo fanno quotidianamente, è come se provassi un forte interesse e una forte attrazione nei confronti della sostanza. Non la voglio provare, grazie anche alle storie che leggo su questo sito, ma è come se lo avessi già fatto ed è come se il craving( anche se in minima parte) fosse già presente. Molto probabilmente è solo la stupida e malata fissazione di un cervello di un ragazzo viziato, ma questo mi spaventa davvero molto, perché ho una seria paura che nel futuro magari ci possa cadere. Aiutatemi a capire, anche se ammetto che è molto strano. Sono spaventato.

Re: Un cervello che non si accontenta mai?

Ma che crudeltà per rispondere cosi guarda..è un ragazzino che cerca di capire il perchè..devi farlo sentire un cretino per essersi esposto in una cosa poi che non è cosi fuori dal comune? Questa 'attrazione' verso le sostanze ed il loro mondo è tipica di chi come ha detto lui sopra, ha una mente predisposta alla dipendenza e questo non vuol dire che la sua mente è predisposta alle droghe in se per se, ma ad attaccarsi eccessivamente a qualsiasi cosa momentaneamente piacevole..che sia sesso,cose ludiche (pc,giochi,ecc)...E ciò di solito accade in persone molto impulsive,che hanno più intelligenza emotiva e peccano un pochino di razionalità forse..comunque già il fatto che ammetti di averne paura è una cosa a tuo favore,c'è chi è molto meno cosciente delle conseguenze di seguir la nostra mente adolescenziale..comunque il cervello smette di 'formarsi' a 24 (o 25 nn ricordo) anni, difatti confrontandosi con persone, è verso i 26-28 che dicono di aver avuto uno 'scatto' di che ne so razionalizzazione degli eventi e di maggior introspezione in loro stessi,poi dipende da mille cose ovvio..comunque riguardo alla tua 'curiosità' non ti posso consigliare altro che continuare a confrontarti con qualcuno,dato che come dice il tuo titolo è il cervello che crea ed il cervello che disfa..ti consiglio di compensare queste 10-12 canne in meno al giorno con qualcosa di per te positivo ed appagante,ma non nocivo..nel senso non puoi toglierti dei piaceri (che non sono altro che chimica del cervello) e pretendere di non sentire un vuoto (e la nel vuoto ti è subentrato il pensiero dell'eroina,almeno secondo me). Quindi devi cercare di rimpiazzare questi 10 cannoni di meno con qualcosa di altrettanto appagante per te..è ovvio che se no il cervello ti dice 'e che cazzo stavo meglio prima!'...che so, cose che magari neanche penseresti mai ti piacessero,un giro in bosco,a cavallo,arte,libri,cucito;)..ognuno il suo! L'eroina,parlo x esperienza purtroppo,strapperà via ogni strato di te finche non ti ritroverai con solo un mucchietto di ossa e muscoli flosci..e non intendo fisicamente,anche se è probabile anche sotto quel punto di vista. Anzi, ti strapperesti tu da solo la tua pelle,o quella dei tuoi più cari,a morsi pur di avere un'altra busta...dico proprio letteralmente se qualcuno ti ponesse davanti a questa scelta..Vedi tu..a ripensarci mi vien male. Continua con l'analisi fidati picciotto,oppure scappa via lontano e vai ad esplorare questa terra sacra,che ormai tutti sconsacriamo giornalmente! Ecco quello potrebbe darti degli stimoli positivi,quelli che dicevo prima,trovare una novità positiva o negativa dietro ad ogni angolo di una città per te inesplorata..quella è vita fidati..ma devi partire con una mente più in pace con se stessa possibile,se no rischi troppo..Qualsiasi cosa decidi,qualsiasi strada scegli sappi che è tutto reversibile..ti auguro il meglio.
Ciao ciao

Una mamma

alle corte, racconto la mia espertienza

sapevo che mio figlio fuma le canne, all'università (Medicina) va bene così non gli ho rotto più di tanto le palle (mi preoccupa piu se beve visto che lui e i suoi amici si spostano in auto stando noi in provincia...), poi un giorno, incuriosita anche per aver letto degli articoli sull'uso terapeutico della canapa indiana, gli ho "fregato" un po' d'erba da un barattolo dove avevo visto che a volte la teneva e (fumare non mi piace e poi non saprei "rollare") ci ho fatto dei biscotti secondo una ricetta letta su internet. risultato....FANTASTICO. La cervicale sembrava guarita. Il mal di schiena diminuito, un rilassamento fantastico che si è protratto anche nel sonno (erano anni che non dormivo bene). Questo con mezzo biscotto. Ho fatto la terapia per 8 gg (avevo fatto 4 biscotti) e non mi sentivo così bene da quando avevo vent'anni. Per non parlare dell'appetito, della qualità generale della vita, è stato come liberarmi dalla ruggine di anni, ma in modo naturale, fluido.

Ora la domanda: chiaramente non voglio fare cose illegali o tanto meno chiedere a mio figlio di "approvvigionarmi". Ho letto di "cannabis club" e altre cose dove i consumatori per uso terapeutico si associano. Esistono in qualche città italiana? Come fare a farne parte?

Grazie a tutto lo staff per le eventuali informazioni

Re: Una mamma

Ti vorrei come mamma cazzo.
Comunque di club italiani non penso esistano in generale qui in Italia essendo ovviamente illegale però io se fossi in lei signora proverei a cercare su Google qualcosa di simile visto che si trova di tutto.
magari potrebbe avere fortuna

Re: Una mamma

In Puglia esista una sorta di cannabis club, ma viene concesso l'ingresso solo alle persone affette da patologie serie come la sclerosi e il glaucoma...

Re: Una mamma

la curiosita si chiama donna,,mi dispiace dirvelo cara mamma,,se eventualmente si procura un po di eroina,;vedra che i dolori scompaiono del tutto e dorme come un ghiro,(((ora io di mamma mi vergognerei nn tanto per la curiosita,ma perche lei poteva avere dei seri problemi e questo lo confermano studi internazionali )))cmq spero che fa curare suo figlio ha presto

Re: Una mamma

Finché in Italia ci sarà gente che dice (e pensa!) bestialità misogine come "la curiosità si chiama donna", o che mette sullo stesso piano canapa ed eroina, non ci si potrà aspettare che tutti capiscano la differenza tra cannabis terapeutica e cannabis ricreazionale.
Fermo restando che, pur non fumando né la canapa né le sigarette, sono a favore della legalizzazione e tassazione anche di quest'ultima, poiché da cinquant'anni di proibizionismo abbiamo ricavato solo una maggior diffusione delle droghe, spacciatori a rompere i coglioni per strada e arricchimento delle mafie.

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Citazione:
Re: Una mamma
25 Novembre, 2014 - 10:31 da Anonimo

la curiosita si chiama donna,,mi dispiace dirvelo cara mamma,,se eventualmente si procura un po di eroina,;vedra che i dolori scompaiono del tutto e dorme come un ghiro,(((ora io di mamma mi vergognerei nn tanto per la curiosita,ma perche lei poteva avere dei seri problemi e questo lo confermano studi internazionali )))cmq spero che fa curare suo figlio ha presto

...................................

io mi vergognerei a non saper scrivere in italiano, i seri problemi vengono quando si leggono cose simili a quelle che hai scritto,premettendo comunque che altri hanno creato post ancora piu' inutili e che confermano quanto gli italiani siano ignoranti e ottusi,ma d altronde cosa pretendere da un popolo assuefatto dalla religione,omofobo e razzista.....Detto questo una risata me la son fatta, ovviamente arrabbiarsi e' inutile...si puo' solo sperare che "miracolosamente" i cervelli inizino a funzionare

mia nuova esperienza

premetto in passato ho forse esagerato . per 15 anni in maniera giornaliera ho fumato cannabis fino a 10 - 13 joint al giorno . la usavo anche per i dolori mestruali . poi la menopausa e non ne ho piu' avuto bisogno. dopo 6 anni mi e' mancata in una colica renale e cio' mi e' costato 5 giorni di hospedale . con annessi farmaci per me pericolosi , sono un soggetto allergico. il mio medico mi voleva prescivere la morfina , ma ho parlato con lui e approva l uso di cannabis per il dolore. ............ fin qui il racconto della mia storia ( per cosi dire clinica ) . ora l esperienza SPIRITUALE ........la 1 volta dopo 6 anni non pensavo e non ricordavo forse piu le esperienze con la cannabis. Sono rinata nella ganja 5 mesi fa .e il passato mi sembra veramente un altra vita......... gia al terzo re spiro mi sono ritrovata ad ascoltare musica e al tempo stessosentire i colori della musica e i suoni dei colori. il tutto in disi veramente omeopatiche. 1 grammo mi dura 4-5 giorni . MAI PIU'SENSA !!!!!!GRAZIE. GANJA

Magica PANACEA

sono grata a MADRE NATURA per averci donato una pianta sacra magica e curativa.SACRA perche' ci collega all infinito , MAGICA perche'ci permette di aprire uno spiraglio per farci conoscere cosa c' e' dentro e fuori di noi che altrimenti c ' e' oscurato. CURATIVA perche' se abbiamo un male fisico o psichico LEI sa come e dove agire. grazie GANJA .......stella THC+

Re: Magica PANACEA

non ho nessuna vergogna a dire che la cannabis mi fa bene sotto tutti gli aspetti e lo dico apertamente anche a chi non comprende . non ho 12 anni sono responsabile delle mie azioni e credo che ogniuno dovrebbe essere coerente . idee - pensiero espresso dovrebbe coincidere con le propre azioni.una 52 enne che vorrebbe recuperare il tempo perduto e perche' no esperienze nuove anche con altre sostanze vegetali . la chiave che apre lo scrigno segreto e' in me con me

WEED → DEATH?

Ciao ragazzi io ho 16 anni e volevo chiedere una cosa a magari qualcuno unpo più esperto di cui ho nettamente paura. Io essendo magro e non tanto in forma soffro d'asma ma solo quando mi ammalo o corro troppo. Fumo ogni tanto tipo 2-3 volte al mese o minimo 1. Ho paura che mi succeda qualcosa ai polmoni o robe varie perciò sono qui. Aiutatemi se ne sapete qualcosa per favore. Grazie e speriamo bene cazzo.

Re: WEED → DEATH?

Nonono,se soffri d'asma la combustione è in qualsiasi caso dannosa per la tua condizione ,mi sorprendono questi commenti di espertoni,anche cinquantenni con un obiettività e una coerenza pari a un calcio nel deretano.
Ma come si fa a dire ad un ragazzino di 16 anni :"fuma erba naturale e vedrai che starai bene "...ma stiamo degenerando?Come fa un ragazzo di 16 anni , in Italia ,ad avere l'esperienza e le conoscenze mediche tali da saper quale genetica assumere per la propria patologia?Cautela signori fattoni poichè nel caso del ragazzino andrebbe sconsigliata a prescindere vista l'età,ma,se il ragazzo vuole curarsi in quel modo,allora un vaporizzatore carico di un ibrido a prevalenza sativa con un grado di thc elevato potrebbe rivalarsi un broncodilatatore utile
saluti.

Re: WEED → DEATH?

Forse non sai che fumare ganja ,quella buona e naturale, contrasta l asma e la elimina essendo una sostanza broncodilatatore,quindi a meno che non fumi schifezze te la fa passare, inoltre e' riscontrato che chi fuma ganja ha i polmoni pari a quelli di un non fumatore, ovviamente senza tabacco aggiunto.Concludo dicendo che l unico modo per morire di ganja e' farsene cadere 100 kg da 10 metri d altezza in testa.
Triko

Re: WEED → DEATH?

Non fare confusione Triko,la combustione , a prescindere dalla qualità, è DANNOSA per i polmoni.
Sicuramente più la qualità sale, più i terpeni e i flavonoidi agiscono bene insieme creando l'effetto Entourage tanto ricercato, ma, se hai delle patologie serie come l'asma sarebbe meglio vaporizzare,tutto qui.
Per questo asserivo che un ragazzino non ha le conoscenze mediche per sapere come meglio agire.
Saluti

Re: WEED → DEATH?

uh?
se fumi con bong o simili e senza tabacco, non essendoci catrame o nicotina cambia poco.
se fumi con tabacco ovviamente sono come sigarette, per di piu senza filtro.

Re: WEED → DEATH?

Devo smentire i lettori che hanno risposto.
Fumando cannabis l'effetto irritante per le vie aeree è pari a quello che c'è fumando tabacco.
L'asma quindi può peggiorare.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: WEED → DEATH?

Salve dottor Scelfo,
mi scuso a priori per la mia nulla pertinenza a questa discussione.
volevo solo chiederle di dare un'occhiata ad una domanda che feci circa una settimana fa.Non avendo ricevuto risposta ho pensato di non essere riuscito a mandarla correttamente

Re: WEED → DEATH?

a parte che la cannabis si può vaporizzare e non fumare, anche fumata, se senza tabacco, l'effetto è molto meno urticante dato che non ha le stesse caratteristiche urticanti del tabacco (è anzi lenitivo)

lei dottore è in malafede o non lo sapeva?

Intolleranza alla cannabis

Salve a tutti, sono un ragazzo di 18 anni e per un periodo di circa due anni e mezzo ho fatto uso di cannabis, è da un bel lasso di tempo che non ho più contatti con quel veleno, già veleno oso chiamarla così e schierarmi contro i sostenitori attivi della legalizzazione per svariati motivi. Tra questi la cannabis terapeutica è tutt'altra roba rispetto a quella che si trova in giro, proprio la notte con il giorno. E inoltre sono stato a pieno vittima dei danni che la sostanza e le varie sostanze non note che vi sono addizionate apportano, mio malgrado. Mi è stata diagnosticata una depressione indotta da cannabis per l'appunto, con degli episodi psicotici dissociativi, ora dopo tutta la sofferenza patita ho iniziato una cura farmacologica molto blanda sto decisamente meglio. Ma vorrei sapere da voi specialisti se i danni sciaguratamente da me causati sono irreversibili? Cioè posso riacquisire pienamente tutte le funzioni delle cellule celebrali?

Re: Intolleranza alla cannabis

Caro lettore è molto probabile che con il passare del rempo e seguendo la corretta terapia tutto torni a posto. Il periodo in cui hai usato la cannabis non è molto lungo e questo certamente rende più facile un ritorno alla normalità.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

stare male dopo solo 3 tiri di bomba

Bongiorno, oggi ho avuto una brutta esperienza con la ganja, sceso dal pullman inizio a fumare tranquillamente la mia sizza, quando un mio amico inizia far su la bomba, era la solita erba, ho fatto solo 3 tiri ma mi ha fatto subito un effetto strano, prima di entrare in classe sono andata a lavarmi la faccia in bagno, appena entrata ho iniziato a sentirmi male e sono uscita ho fatto un giretto e sono rientrata, dopo neanche 5 minuti sono uscita di nuovo perchè mi veniva da vomitare e intanto l'ansia di essere scoperta peggiorava il tutto... dopo circa mezzora ho iniziato a vomitare, ma non avendo mangiato era solo saliva mista a succhi gastrici, dopo circa 2 ore ho inziato a stare meglio e ho provato a prendermi un the che ha migliorato nettamente la situazione... Non sono le prime volte che fumo, e non mi è capitato di stare cosi male neanche fumando molto di più... Poi avevo poche sensazioni della fattanza, la tachicardia è passata dopo mezzoretta ma ho continuato a stare male per molto più tempo... come mai mi succede questo ? anche la settimana scorsa sempre a scuola non mi sono sentita molto bene per i primi 10 minuti, ma poi mi sono rilassata e via... quest' estate con i miei amici anche alle prime esperienze non sono mai stata male e ora con solo 3 tiri lo sono stata, come mai mi succede questo ? grazie mille x l'attenzione

Re: stare male dopo solo 3 tiri di bomba

Potrebbe essere dipeso sia dalla concentrazione del THC che poteva essere particolarmente elevata sia dalla possibilità che ci fossero dei prodotti sintetici. Ma come vai a scuola? Mi chiedo infatti come deve essere faticoso doversi concentrare, o confrontare con altri, insomma mettere in moto il cervello quando questo è preso da altro. E mi chiedo se non ti perdi davvero cose più interessanti che il doversi occupare di inutili ed evitabili attacchi di ansia
Laura Calviani medico sostanze.info

Re: stare male dopo solo 3 tiri di bomba

Non penso sia dipeso dal tipo di erba poichè non è la prima volta che fumo per tipo, a scuola fumo raramente e fino ad allora fumando al parchetto con i miei amici non ero mai stata male, ora invece non riesco più a godermi le bombe come prima, c'è un metodo per eliminare quest'ansia ?

Esperienza traumatica a causa della marijuana, ma perché?!

Ciao a tutti :) Sono una sedicenne ed è un anno e mezzo che cerco una risposta a ciò che mi successe tempo fa e nessuno ha saputo darmela, confido in voi ahahah.
Allora, premetto che prima di questa esperienza non avevo mai avuto un attacco di panico (forse due ma non sapevo nemmeno che fossero) e avevo già provato a fumare una canna con i miei migliori amici e andò benissimo, mi divertii in sacco.
Insomma,eravamo io, le due mie migliori amiche e altri 6 ragazzi di cui io ne conoscevo bene 2. Iniziammo a fumare a giro e penso che in totale io abbia fumato 3-4 canne nel giro di 2-3 ore. A un certo punto mentre stavo parlando , il cuore mi iniziò a battere fortissimo quasi rischiavo di rimanerci, non mi ricordavo chi ero dove ero cosa stavo facendo e quello che avevo detto 2 secondi prima, mi ricordo che mi sentii svenire. Nel frattempo l'altra mia amica vomitó e sentiva piovere quando in realtà non era così. Un ragazzo mi portò fuori a prendere un po' d'aria ma non mi cambió nulla. Non so come ma io presi la mia amica per un braccio e la portai via da quel postaccio dove nessuno, a parte questo ragazzo ,ci aiutava. Quando tornammo a casa lei rivomitó e a chiudere gli occhi entrambe vedevamo dei trip assurdi. I giorni seguenti lei stette bene ma io ebbi di continuo attacchi di panico, non riuscivo più a fare nulla, infatti mi rinchiusi in me stessa, cadei in depressione e l'unico mio pensiero era di smetterla di soffrire. Lo confessai a mia mamma e alla mia dotroressa che mi fece prendere 3 pasticche omeopatiche per un bel po' ma nulla. Non riuscivo più Solo dopo 4 mesi dalla psicologa sono riuscita a superare gli attacchi di panico,

Re: Esperienza traumatica a causa della marijuana, ma perché?!

Ehi ciao :) Io non sono una dottoressa o una psicologa quindi non è che possa darti una risposta chissà che giusta però ti do la mia opinione :)
Innanzitutto credo tu abbia fumato troppo. In media in una canna ci si mette un 0.5 e se consideri che non avevi praticamente mai fumato prima, 2 grammi in 2 ore sono tante per una persona non abituata. Di conseguenza il tuo fisico ha reagito com'è giusto: tachicardia, pressione bassa, mancamenti, difficoltà respiratorie, vomito (per la tua amica), ecc. Anche a me è successo più di una volta, poi chiaramente dipende da fisico a fisico. Il fatto che non ti ricordassi chi eri e dov'eri mi pare esagerato, nel senso che non mi è mai successo di dimenticarmi chi fossi o dove fossi e nemmeno a nessuno che io conosca; però il fatto di dimenticarti cosa stavi dicendo o facendo è normale quando sei fumata. Anche il fatto che quando chiudevi gli occhi vedevi trip assurdi è normale, ed è anche una delle cose secondo me più belle della marijuana.
Non sono allucinazioni, è semplicemente la tua immaginazione che grazie al THC diventa più espansiva.
L'ansia, gli attacchi di panico, la paranoia e cose così sono diffuse con l'uso di marijuana. In realtà non è che te li crea lei: ci sono sempre state, ma la maria le "tira fuori", diciamo.. Mi dispiace tu abbia dovuto passare questa esperienza, ma spero che lo psicologo ti abbia aiutata a superare questi attacchi. Hai fatto bene a parlarne con tua madre :)
Comunque credo che la causa di tutto sia stata il consumo esagerato dato che non ne eri abituata
Ciaah :)

penso di esserci rimasto sotto

Buon giorno, sono massimiliano, ho 29 anni e penso di avere dei disturbi di mente. Quando avevo 16 anni fumai una canna di marijana la quale mi causo attacchi di panico ed ansia, secondo me fu un bel trauma emotivo. Da quel giorno mi chiusi in me stesso, e diaciamo che mi cambio totalmente il mio carattere. Diventai un ragazzo scontroso, soffri di immensi mal di testa che tuttora ho. Ora come ora ho difficcolta a relazionarmi con la gente ho problemi di concentrazione e fi pensiero. Questo avvenimento non l ho mai detto a nessuno per un senso di vergohna e me ne pento. Perche penso che ora come ora sono una persona afflitta da disturbi mentali e ho paura che mi chiudono in un manicomio

Re: penso di esserci rimasto sotto

Però Massimiliano, per come ti sei posto a me non mi sembri un tipo così
"fuori di melone". Secondo me un pò esageri... un pò troppo forse.
Forse hai avuto o hai solo un pò di psicosi di tipo depressivo. Dovresti magari
consultarti semplicemente con uno psicologo o col tuo medico curante e stabilire
il da farsi, ma da qui a parlare di manicomio ce ne vuole... cazzo se ce ne vuole !
Ma poi i manicomi sono stati chiusi, esistono solo quelli per i criminali, quelli insomma che l'hanno fatta grossa, molto grossa...
Tu hai fatto qualcosa di grosso ?
Scontroso a volte ci sono anch'io, e mi prende ogni tanto pure qualche mal di
testa. Ma questo può accadere a tutti, vorrà dire che siamo tutti da manicomio ?
Poi, in genere io so, che spesso da manicomio sono quelli che non hanno alcun dubbio di poter avere qualche problema nel cervello, e tu non mi sembri tra questi.
Quindi cerca di tranquillizzarti e parlane con un medico.

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

figa.......
guarda e la prima volta che sento una cosa simile,si che ne sento di amici,persone che conosco o leggo su internet,anche qui,
che dirti non credo tu sia imbecille,non fumi da tanto,ma insomma credo che un minimo ne sapevi,da come lo dici sembra boh che hai preso una dose troppo alta di lsd e la tua mente se ne e (bruciata,spenta)troppo velocemente,e boh non sei piu come prima,insomma ci stai dentro,perche scrivi e tutto,ma sette giorni,e il tuo amico passa tutto e tutto torna come prima,secondo me da come la dici se sei realista ai fatti e non ingigantisci o fantastichi se finisce sto bad trip diciamo non so se sara tutto come prima

ti sono vicino fra...
m

la mia vita da tossico

Salve,ho 16 anni e faccio uso di erba e alcool e con le sigarette ho iniziato a 13 anni,sono stato bocciato gia 2 volte e quest'anno ho fatto gia 45 giorni di assenza e siamo solo a dicembre,i miei sono disperati perchè sono un cazzo di ribelle e penso solo ad uscire con gli amici bere e fumare fino al collasso,la prima canna la feci più di un anno fa e pensavo di essere in un sogno perchè mi feci 20 tiri trattenendo dentro 10 secondi a tiro su consiglio dei miei 2 amici più esperti,il risultato fu che non riuscivo a camminare e pensavo di essere morto o in un sogno,ho paura per il mio futuro e ho paura di finire dentro,l'italia è proprio un paese di merda!!,l'altra sera ero in centro con un amico e 3 ragazze e non abbiamo trovato da fumare e allora mi sono bevuto 5 birre ma non mi bastava e quando sono tornato a casa alle 2 con i miei preoccupatissimi sono andato ancora a bermi una bottiglia di vino in cantina e ho sboccato l'anima...sono veramente un fottuto ribelle e odio tutte le persone che non siano miei amici,soprattutto i parenti,non vedo l'ora di avere 18 anni e andarmene da casa mia e penso che andrò ad abitate con dei miei amici in un appartamento...scrivetemi se ce qualcuno di voi messo nella mia stessa medesima tale situazione,bella regà

Re: la mia vita da tossico

ehilà, giovane sedicenne, mi sa che ti illudi di essere un fottuto ribelle , ma per esperienza chi fa così non arriva da nessuna parte tantomeno a pensare di avere una vita autonoma dai propri genitori. Rischi soltanto di rimanere al palo e di vedere gli altri che invece raggiungono obiettivi che si prefiggono mentre invece tu rimani soltanto la disperazione di 2 poveri genitori. Se qualcuno ti risponde che è nella tua stessa condizione forse lo farà per passare il tempo ma al momento opportuno cambierà direzione e determinato raggiungerà ciò che vuole. Come puoi fare te, rendendoti conto che oggi la vera ribellione è proprio quella di mostrarsi con la propria gioventù e quindi con la propria forza fisica e morale, con l'entusiasmo e la speranza. Questo è essere ribelli altro che fattoni che non sanno dire nulla

Re: la mia vita da tossico

OOOh... questa è una bella e sana risposta ! Così mi piacete.
Meno rutilanti e più diretti. Magari il ragazzino ci rimarrà un pò male,
ma chissà se non ci rifletterà un pò su...

Re: la mia vita da tossico

Sono una ragazza e ho la tua stessa età, pensi davvero che ci sia qualcosa di figo in quello che stai facendo ? Non so vuoi un applauso perchè fumi da quando hai 13 anni ? beh non pensare di essere un ribelle per questo, perchè non lo sei, sei solo uno dei tanti che prova queste esperienze per farsi vedere bye :)

Re: la mia vita da tossico

Ehi ciah, sono una ragazza e ho 17 anni :)
Innanzitutto non credo tu abbia la concezione di cosa significhi davvero essere un tossicodipendente e tutte le conseguenze e situazioni che comporta. Secondo: non credo tu sia un ribelle come non credo che di veri ribelli ne esistano ancora. Sei semplicemente un sedicenne adolescente che si butta su tutte le esperienze, che è in lotta continua con i suoi genitori perchè non lo lasciano fare tutto quello che vuole, che esagera in tutto probabilmente pensando che sia il modo giusto per farsi notare sia dagli amici che dalle ragazze.
Io non sono qui per dirti che sei una testa di tusaicosa o per farti la predica, ma vorrei che pensassi bene a quello che stai facendo e anche alla tua incoerenza: come puoi affermare di preoccuparti per il tuo futuro se contemporaneamente fai tutto il necessario per distruggertelo? Se davvero vuoi avercelo, un futuro, penso che tu sappia quali sono le scelte da fare per realizzarlo, e con questo non intendo dire che tu non debba divertirti con gli amici e che tu debba rinunciare alle feste e a qualunque cosa tu faccia nel tuo tempo libero. Prova a capire quali sono i tuoi limiti e cerca di rispettarli, e porta più rispetto per i tuoi genitori perchè se come hai detto tu si preoccupano di certo non lo fanno perchè ti odiano, no? E se proprio non li sopporti e speri di andartene appena compiuti i 18 allora ti conviene considerare l'idea che sarà un po' impossibile se non vai a scuola.

Magari pensi che io sia una fighetta o una a cui va tutto bene per dirti queste cose, ma in realtà te le dico per esperienza personale e credimi che se potessi tornare indietro al periodo che stai passando tu (e che credo un po' tutti abbiano vissuto, in un modo o nell'altro) non farei ciò che ho fatto e la mia vita sarebbe stata più liscia.

Se ti va di parlare, ben volentieri :)
In bocca al lupo, ciaah :)

Re: Ho fumato erba e non collego la mente

Ciao a tutti premetto che fumo marijuana da circa 3 anni!Quello che è successo a lui può succedere a chiunque naturalmente non così aggravato.L'erva ha già di suo una percentuale di amonica, ma in questo caso è il classico tipo di "erba bagnata" per farla pesare di più , la bagnano con ammoniaca, metadone e in alcuni casi con sostanze molto più pesanti(acidi).
Vene potete accorgere che un erba è bagnata dal colore che in genere è più scuro e dal tato.
Perché non sempre l'erba è appiccicosa a causa del polline o della resina.
Fatto sta che il ragazzo se la sta aggravando un po troppo.Il corpo le sostanze nocive le elimina dopo 24 ore sempre che non siano in quantità maggiore(come se beveste un litro di ammoniaca.)!La cannabis bagnata con altre sostanze potrebbe dare effetti collaterali.Come ad esempio il mal di testa improvviso, il prendersi male ( non ammorbatevi del tipo "e se passano gli amici blu?) fate solo del male a voi stessi perché potrebbe crearvi vertigini, nausea e infine vomito.Tutto ciò perché il corpo ha bisogno di espellere queste sostanze nocive.
Io ormai preferisco fumarmi un joint che dieci sigarette.
Spero di essere stata d'aiuto.Guardatevi le spalle gli sbirri sono ovunque.

Re: bisogno di pareri,consigli,confronti...

Salve a tutti,
approfitto di questa discussione per esporre e condividere un pezzetto della mia storia da tossicodipendente...
Premetto di aver sempre avuto un debole per il mondo della droga,debolezza che mi ha procurato in questi ultimi 7/8 anni non pochi problemi.
Oltre le semplici canne(che adesso non posso più fumare,pena sensazioni di forte stordimento,assenza totale ,accompagnata da continui pensieri angoscianti e negativi,insicurezza e ansia molto accentuate) ho avuto ,per un periodo,un debole verso l MDMA in cristalli,ne ho abusato per due o tre mesi e da quel momento la mia memoria non è più stata la stessa : non riesco a concentrarmi bene come prima,non riesco a focalizzare a mente immagini,luoghi visti in passato o appena osservati ; rievocare vecchi ricordi è un vero e proprio dramma,è sempre tutto molto annebbiato e confuso,privo di dettagli.
Persino la memoria verbale ormai fa cilecca : prima avevo un lessico molto più forbito,una parlantina svelta e spigliata. In più mi capita spessissimo di avere dubbi banali su come scrivere determinate parole che ho sempre utilizzato o sul loro stesso significato,e nonostante le vada puntualmente a cercare ,dopo pochi giorni,nuovamente oblio...
Ma non è stata soltanto l MD a fare tutto ciò...come se non bastasse,da due anni ho alimentato parecchio uno dei peggiori vizi : la cocaina(e chissà quali sostanze orribili usate per tagliarla).
E' stato un crescendo continuo : negli ultimi sei /sette mesi si andava a prenderla anche due/tre volte a settimana arrivando a consumarne mezzo grammo alla volta( a persona) insieme a quantità spropositate d'alcol.
Questo succedeva fino ad un mese e mezzo circa fa,magari due...poi la voglia di smettere(c'è sempre stata ma,ahimè,non è facile) che mi ha portato quantomeno a diminuire le serate da "sballo"(una o due massimo ogni due settimane).
In questi giorni mi rendo conto che la mia soglia d'attenzione è ridotta all'osso: lo percepisco persino guardando la tv ,facendo un esempio : è come se la mia vista/attenzione fosse l obiettivo di uno smartphone che cerca di mettere di continuo a fuoco un'immagine senza riuscirci,quasi percepisco quel classico effetto alternante nitido/sfocato.
Sono veramente preoccupato...
Ah...spesso mi hanno detto che interrompendo l uso di sostanze stupefacenti tutto tornerebbe come prima : dopo quel periodo con l MD,stetti circa 8 mesi senza toccare nulla,neppure una goccia d'alcol,eppure nulla cambiava .
Mi è appena venuto in mente un altro esempio(voglio descrivere nel miglior modo possibile ogni sensazione,o almeno ci provo): ogni volta che gioco a fifa (calcio,playstation insomma) non riesco a ricordare come si è sviluppata l'azione che mi ha portato al gol,o il gol stesso và! quasi vien da ridere...
Comunque...ultimo problema : da circa un mesetto mi son reso conto di aver maledettamente usurato il mio naso ; quando faccio dei respiri profondi,una delle due narici tende a chiudersi,quasi completamente,in più sento arrivare proprio alla gola aria molto più fredda da quello stesso lato.
Cercando di vederne l'interno mi sono accorto di non avere i classici buchi che ormai si trovano ovunque su internet,bensi una vera e propria erosione/assottigliamento della mucosa/cartilagine....
Tralascio ovviamente tutti gli altri problemi quali università,lavoro,vita sociale per non dilungarmi,ma sappiate che è comunque tutto maledettamente incasinato....se solo non avessi conosciuto certa gente e fatto certe scelte...a guardare le foto di quando ero piccolo quasi mi vien da piangere....ma vabe...
Ovviamente non sono cose di cui parlo spesso,e quelle poche persone che ne sono a conoscenza non vivono assolutamente una situazione simile alla mia,quindi chiedo veramente a tutti,oltreche ai medici e a tutto lo staff, di intervenire,di scambiarci opinioni e magari consigli...
Un saluto a tutti

prepararmi a smettere

Buonasera,

è forse leggendo le testimonianze di altri ragazzi (molti più giovani di me) che mi sto preparando a smettere con le canne. Ho 36 anni. Fumo quasi giornalmente una canna da più di 10 anni. In passato ho avuto momenti in cui ho sofferto di ansia e in alcuni casi, di attacchi di panico. Solo ora riesco a vederli per quello che erano: conseguenze dell'uso di cannabis in momenti in cui avevo sospeso il consumo. Ne sono certo. Tempo fa un medico mi aiutò con i fiori di bach: la mattina mi alzavo con la tachicardia, mi veniva da piangere all'improvviso, avevo paura.

Recentemente mi sono accorto di non rendere più al lavoro: perdita di memoria, svogliatezza, poco interesse per il mio lavoro (che è bellissimo) e in generale, poca voglia di vivere. Ho deciso di smettere. Ma ho paura della paura, ovvero dell'ansia che potrebbe tornare. Ora vivo all'estero e non è facile parlare con un medico e vorrei evitare psicofarmaci, che non ho mai preso.

non ho mai provato nessun'altra droga, nè sono un bevitore accanito, per fortuna. Ma ho paura di non controllare di nuovo gli attacchi d'ansia. Li ricordo bene e mi hanno sempre fatto molta paura.

Quali rimedi naturali posso usare, per combattere l'ansia?

Grazie,

Ale

Il mio rapporto con la Marijuana ed il fumo

Ciao a tutti, quello che vi porto oggi è la mia esperienza personale col mondo delle canne. Siccome richiederebbe molto tempo scrivere tutto per filo e per segno, cercherò di essere abbastanza sintetico. Allora...
Iniziai a 15, prima canna: dopo tre tiri intensi mi sentii la testa girare in maniera particolare e dopo qualche secondo scoppiai a ridere tantissimo, così a caso, poi andammo a mangiarci un panino (che mi sembrò buonissimo) e ridendo e scherzando andammo a casa.
Iniziai ufficialmente quando per la seconda superiore cambiai scuola, lì, in bagno, scoprii un mondo, una sorta di club dove ci conoscevamo tutti e fumando una sigaretta ce la raccontavamo.
All'inizio ero diffidente ma poi inizia a fumare le canne insieme a tutti.
Adesso salto un grosso pezzo e sintetizzo un po'.
Insomma mi piaceva tanto fumare le canne e quindi aumentai il numero e le occasioni per farlo: a scuola, al pomeriggio, la sera, sempre e comunque in compagnia.
Come per molti come me, fumare mi piaceva e inoltre mi dava una sorta di tono a livello sociale, ero un duro diciamo (non che quello fosse il fine per cui fumassi).
Ho fumato tutti i giorni per due anni circa, dai 16 ai 18, tra l'altro ogni (fottuta ahah) sera mi facevo un bel personal intorno alle dieci.
Il sabato aumentava il consumo. Ma io sono un romantico per cui mi piaceva un sacco fumare in momenti tipo il tramonto o cose del genere con dei bei panorami che, essendo di Genova, era molto facile.
Mi piaceva ascoltare belle canzoni tipo (knocking on heavens doors o robe del genere) e guardare la città col mare, pensare alla bellezza della vita e godermi il momento in botta.
Poi verso i 19 anni, quando a causa della mia seconda bocciatura dovetti cambiare scuola, andai in un collegio dove ogni tanto ci fanno le analisi e quindi nessuno fuma, tra l'altro l'ambiente non lo permette diciamo.
Da quel momento in poi ogni volta che rifumo una canna mi prendo malissimo, mi sale una sensazione strana e spiacevole, per questo motivo NON posso fumare in compagnia, mi prendo male, mi sento debole, mi salgono delle paranoie e mi sembra quasi che la gente intorno a me se ne accorga benissimo che sto male (è difficile da spiegare). Insomma per dirlo in parole povere è come se tutti gli effetti bellissimi che avevo una volta fumando, adesso sono esattamente al contrario, cioè tutta la potenza della botta in questo periodo della mia vita volge verso una botta negativa, e non positiva come una volta.
Tra l'altro ripeto, ogni volta che provo a fumare con qualche amico, all'inizio mi sento come ero una volta, ma dopo 4/5 tiri fatti bene, dopo 2 minuti appena mi sale la botta, perdo il controllo sui miei pensieri e vedendo gli altri che ridono e scherzano io mi sento male e dico che me ne voglio andare a stare solo, tra l'altro è strano (probabilmente è una crisetta di panico) non riesco quasi a trovare la forza di dire "raga io me ne vado", vorrei solo sparire improvvisamente.
Comunque, detto ciò, a me dispiace che sia così, mi dispiace che non posso più fumare e "prendermi bene" con gli altri!
Ma perchè? Perchè c**zo?!
Poi allora provo a farmi un personal (almeno non c'è nessuno) e spero di potermi godere la botta ascoltando musica e "viaggiando" (come ho sempre fatto da solo, a proposito, era magnifico) e invece è uguale, dopo 3 minuti che sto fumando mi sale e mi prendo male persino da solo, "sbatto" (scusate il termine gergale, ma dovrebbe rendere l'idea) e non riesco neanche a godermi la botta perché cado in un trip tutto INTROSPETTIVO su di me, la mia vita, cose dette durante la giornata, analizzo caratteri, situazioni e quant'altro ma, la cosa più brutta è che li vedo in maniera negativa e purtroppo ho la sensazione di capirci molto di più di tutto in botta, ma il problema è che lo vedo in negativo.
Ora vi chiedo a voi, amici, avete esperienze del genere? Se non ne avete, avete consigli, idee, opinioni? Tutto è ben accetto.

Teoricamente dovrei aggiungere che nel mentre tra i 18 e i 19 anni, mi son successi dei traumi, ho usato droghe sintetiche e non, magari mi hanno cambiato a tal punto che se fumo una canna mi risale una botta ma tutta brutta.

Ciao, un abbraccio a tutti e, grazie per aver letto fino a qui.

Re: Il mio rapporto con la Marijuana ed il fumo

Caio amico, come ho detto in precedenza a qualcuno, tu mangi il pesce nella tua dieta? Lo sai che gli Omega 3 sono acidi grassi essenziali, ovvero, i mattoni principali del cervello? I cannabinoidi interagiscono con gli acidi grassi e ovviamente se ci sono altre carenze come magnesio, potassio e quant'altro si va in contro in queste cosE.
E' un caso che io si astato male in un periodo di diugno con una canna di finissima qualità? NO! Maledizione no!
Il problema è la nostra dieta signori! Si mangia male!!! E se abbiamo bisogno di drogarci abbiamo bisogno del triplo di sostanze!! E purtroppo non si può fare una statistic perchè ognuno ha la sua dose di resistenza. C'è chi resiste per anni chi al primo tiro. Mangiate più pesce e tanta frutta.

Re: Il mio rapporto con la Marijuana ed il fumo

Cavolo era davvero una così bella "storia"... Mi spiace che ti senta così. L'unica cosa che posso consigliarti è di staccare per un periodo e provare a cambiare abitudini e cercare di far qualcosa di nuovo che ti piaccia, cerca di "prenderti bene" come facevi ma senza fumare.
ciao :)

Esperienza orribile

Ciao a tutti ieri sera circa per le 23.30 ho fumato una canna fatta con l'ovulo hashish. Ho fatto circa 7 tiri. All'inizio l'effetto era carino, occhi socchiusi, risate eccetera quando ad un certo punto inizio ad avvertire i cosiddetti svarioni Mi sembrava di essere in un altro mondo. Poco dopo vado a casa e l'effetto andava dissolvendosi. Mangio vado a letto Mi sveglio alle 6.20 di questa mattina. Non riuscendo più a prendere sonno fino alle 7.40. Mi sembra ancora di avere l'effetto. Mi sento spaesato ed è come se ci vedo in un altro modo È normale o mi sta succedendo qualcosa? Forse è paranoia o altro? Grazie in anticipo

Pagine

Aggiungi un nuovo commento