Back to top

Eroina Grigia

Voto 
+
0
-

Ciao a todos!
Una settimana fa ho avuto una ricaduta con la roba, io è 15 anni che prendo il Metadone e mi faccio la roba l'ho fumata sniffata e fatta comq anche la Cocaina poi ho cambiato anche con il Subutex (parecchio tempo fa da 8mg) la Buprenorfina fatto sta che adesso prendo 30ml di concentrato Molteni 150mg ma non riesco a levarmi la smania dell'Eroina in nessun modo anche adesso che sono coperto il pensiero è li, ho svoltato questa roba grigia e l'ho fumata sulla stagnola e pippata, volevo sapere se voi avete avuto esperienze simili con questa qualità di Eroina, non mi sembra una roba buona o almeno per me io svoltavo la gialla a pongo o a roccie e li si che era un altra storia o anche il Brown.
Saludos a todos!
Fatto sta che prendo anche il metadone e psicofarmaci sono imbottito di Seroquel, Rivotril, Nozinan e Metadone ma anche la dipendenza da neurolettici è balorda e con tutti quesi farmaci il desidero drgli oppioidi è sempre di più il Metadone essendo più potente della Morfina in via orale dovrebbe levarti la smania ma a me questo concentrato non tiene nulla prima con 80mg di quello a 1mg/1ml stavi apposto ma anche con 40mg che dico!

Commenti

Ciao,

Ciao,

tra il vecchio metadone e quello nuovo concentrato non cambia nulla a livello di copertura, cambia solo, appunto, la concentrazione.

Se con 150 mg, che è già una dose alta, il desiderio di eroina non si placa, significa che la terapia non funziona con te, a mio avviso aumentare ancora non è la strada corretta (ma non sono un medico, quindi non prenderla come verità assoluta, è solo la mia opinione), piuttosto proverei a tornare alla buprenorfina.

Per quanto riguarda la domanda sull'eroina grigia, non è possibile scambiarsi questo genere di informazioni sul sito.

Un saluto

Mah... io credo che partendo

Mah... io credo che partendo da quel dosaggio di metadone, tornare alla buprenorfina sia impossibile a meno di non scendere  moltissimo con il dosaggio, cosa che non farei perché già con 150 mg hai craving.

Posso chiederti cosa ti manca dell'eroina? Forse ti manca l'euforia, il senso di appagamento e altri effetti. Se è così sappi che  il metadone non te li darà mai, a nessun dosaggio, perché, pur essendo un oppiaceo maggiore, il metadone ha una farmacologia molto diversa. L'uso del metadone per la disassuefazione da eroina si basa proprio su questo: evitare l'astinenza fisica e, col tempo, avere un "reset" di tutti i meccanismi alterati dall'uso di eroina. Se tu continui ad usare eroina (sia pur saltuariamente) torni sempre al punto di partenza (o quasi) e il percorso diventa infinito. Ogni disintossicazione richiede la volontà del paziente di portarla a termine, il farmaco fa molto ma tu ci devi mettere il resto. Se non c'è questo impegno non riuscirai ad avere progressi. 

A dirla tutta, oltre al metadone, occorre una terapia psicofarmacologica adatta a te, disegnata attorno alle tue esigenze.

Per esempio ho letto che usi il Seroquel (che viene prescritto spessissimo) se senti mancanza di gratificazione o di motivazione, il Seroquel peggiora solo le cose. Intendo dire che spesso si tente a seguire le linee guida le quali si riferiscono a studi i cui risultati valgono solo per la maggior parte della popolazione ma, come si dice in statistica, esistono sempre le cosiddette code della gaussiana, cioè esistono SEMPRE soggetti che si comportano in modo completamente diverso da quanto non faccia la maggior parte della popolazione stastistica. Tutti gli studi clinici si basano sulla statistica ma la terapia (specie la psicoterapia) dev'essere cucita addosso al paziente e spesso questa cosa non viene fatta.

Se io fossi in te, dato che il tuo caso sembra particolare, mi orienterei verso psichiatri esperti anche nella medicina delle dipendenze. Il gruppo del Prof. Icro Maremmani (ospedale di Siena) ha fatto letteralmente scuola in Italia. Attualmente il prof. Maremmani è in pensione (riceve solo privatamente) ma in Ospedale è stato sostituito da un membro del suo gruppo: il prof. Perugi.

Chissà, magari loro potrebbero trovare la giusta soluzione per il tuo caso.

Saluti,

J

Buonasera. Dal mio precedente

Buonasera. Dal mio precedente scritto, maggio 2021, in cui ero arrivata scalare 0,2 mg di buprenorfina al di, ora ne assumo mezzo grammo, metà pastilgia di 0,1 grammo, che suddivido in due pezzettini, uno al mattino e l' altro, sera. Dormo malissimo, crampi alle gambe,agitazione, non riesco a trovare una posizione.. Oltre i crampi ho un continuo nervoso alle gambe. Per l' ansia assumo 7-9 gocce di Xanax, due volte al di.Cerco di non strafare.. Mi hanno detto, ho letto in giro, che l' astinenza da Bruneporfina è lunga, specie se si è assunta per tanti anni..Due anni fa ho iniziato a scalare ringrazio me stessa per essere stata forte a proseguire.Ora avrei bisogno di qualche consiglio sul da farsi. Non penso che interrompere bruscamente sia l' opzione più valida visto come sto..Vivo sola.Da un lato mi ha aiutata stare a contatto con me stessa,mi ha fortificata.Ho smesso di fumare sono già 3 anni. Una piccola, grande vittoria per me! Ho deciso di scalare dai 19-20 mg di s.tex che assumevo. La domanda che mi perseguita è: resterò avvinghiata per il resto della mia vita a mezzo grammo di subutex?..Il punto è che il problema sono io.Non ero in grado di sopportare i problemi causati da un' affettività non consona..Il lavoro svolto su me stessa che avevo iniziato in comunità, non è stato sufficiente. La piscoterapeuta mi invitò a consultare un analista anche dopo avere concluso il percoroso riabilitativo, comunitario, per proseguire e approfondire certi problemi personali..Ho fatto un cammino psicoterapeutico di altri 5 anni eppure non sono riuscita a discutere di ciò che avrei dovuto. In analisi i tempi sono quelli che servono al paziente, sono lunghi..Ribadisco che non è uguale per tutti la riabilitazione.Non si può dire ci vorrà un anno,due anni,tre, forse manco 10..Sono sono stata pulita in tutto e da tutto per 11 anni eppure sono ricaduta. A rilazarmi non c'è l' ho fatta! Quando inizai il percorso ero super, super, motivata! Sapevo che era arrivto IL MIO MOMENTO! Ricadere è stato l'abisso più rovinoso nel quale sono sprofondata! . Mi ha sbattuta sotto terra! Peggio che un tuffo a viso aperto sugli scogli. Ma da queste profonde ferite usciranno farfalle libere?