Back to top

Bad Trip con annesso attacco di panico che mi ha rovinato la vita

Ciao a tutti, ho bisogno di aiuto.. questa è la premessa.L'anno scorso ho fatto un anno all'estero e ho iniziato a prendere vari tipi di droghe.. una /  due volte a settimana mi mangiavo l'MD come fosse pastasciutta, e non poca.. dosi abbastanza elevate; due mesi prima di tornare in Italia ho finalmente provato l'LSD, dico finalmente perchè era un pallino che avevo da anni e anni.. ma mai avuto l'occasione di provarla! Dopo un anno che prendevo MD di continuo, non avevo nessuna paura a provare a prendere altro, mi sentivo di saperne abbastanza a riguardo.. Fatto sta che in due mesi lho presa 4 volte.. Le prime 3 volte son state un'esperienza meravigliosa che non vi starò qui a spiegare perchè se state leggendo probaabilmente sapete di cosa si tratta.. Ora arriva il problema: due giorni prima di tornare in Italia e finire la mia esperienza all'estero, sono nel mio solito locale strafatta di MD, e verso mattina si avvicina un ragazzo a me e alla mia amica e ci chiede se vogliamo acidi.. Ero fattissima e comunque amavo gli acidi e quello che mi avevano fatto le prime 3 volte, che non esitai a dire di sì, la mia amica anche.. (non era la prima esperienza di candy flipping, l'avevo già preso il mix MD-LSD ), ci mettiamo il cartone in bocca. Cosa succede? Dopo un'ora, erano più o meno le 11 di mattina, dopo 10 ore dentro il locale, decidiamo di uscire.. Andiamo fuori e la mia amica mi dice che lei doveva incontrarsi con un'altra sua amica, e che quindi avrebe preso un taxi e sarebbe andata.. Io non ragionavo molto, era fatta come un cammello e distrutta dalla serata e le ho detto ok.. I primi effetti della droga si iniziavano a far sentire, iniziavo a vedere i colori più vivi ecc.. La mia amica prende un taxi e va. Io non mi ricordo come sono andata a casa, probabilmente ho preso un taxi pure io. Arrivo nel mio appartamento che condividevo con altri ragazzi francesi, inglesi ecc.. e comincio a sentire e vedere sempre più gli effetti dell'acido.. sono tranquillissima, il tutto mi piaceva.. entro in camera dei miei due coinquilini, inizio a dirgli qualcosa, probabilmente sono un cadavere in faccia e ovunque e gli dico che ho appena preso gli acidi.. uno di loro ride e mi dice che sono pazza, l'altro no.. inizia a dirmi, non in modo cattivissimo, però insomma inizia a rinproverarmi del fatto che l'avessi fatto, che ero stata una stupida e tutte cose così.. devo uscire dalla stanza di colpo perchè le pareti iniziano a muoversi, la stanza inizia a rimpicciolirsi e mi viene un po' di claustrofobia.. (mi sta battendo il cuore abbastanza velocemente scrivendo ciò, e ripensandoci) vado in cucina/salotto.. e non mi ricordo bene.. arrivano anche i miei coinquilini e chiedo loro se vogliono venire con me al giardino botanico, si sa quanto si ami e si voglia stare con la natura sotto acidi, mi rispondono di no e che sarebbero andati a fare un giro in centro.. io dico ok e che probaabilmente sarei andata lo stesso per conto mio.. il tono di quello che mi aveva " rimproverata" era sempre un po' freddo, e inizio a pensare molto a questa cosa e al suo atteggiamneto che sta avendo con me.. sono lì sul divano quando loro vanno verso la porta ed escono, dicendomi che ci saremmo visti piu tardi. Da lì penso sia un po' iniziata la paranoia.. inizio a scrivere a una mia amica che ero un po' in ansia, ma ribdisco il concetto " non sono in paranoia, ma insomma sono un po' agitata" .. scrivendole così mi accorgo che ero andata in paranoia, e che il bad trip stava iniziando.. Sono fatta veramente. Mi rendo conto che i primi 3 trip non erano niente in confronto a questo, erano più leggeri, o anzi, questo era fortissimo, non so quante fossero le dosi.. ma veramente.. forte. Vado a guardarmi allo specchio e il mio corpo inizia a cambiare.. a fluttuare.. mi sto muvendo come quei gonfiabili che si vedono fuori dagli autogrill , quasi spaventosi quando c'è vento.. Sono nel pieno del mio trip e non so cosa fare.. Sono a casa da sola, il mio migliore amico con cui stavo facendo l'esperienza all'estero era da qualche parte a farsi dii ketamina con altri amici.. Lo chiamo.. mi dice che non sa quando torna.. gli dico che non sto bene, mi dice che ci vediamo dopo. non avevo una stanza quei due/3 giorni prima di partire, eravamo ospiti nella csa dove avevamo abitato gli ultimi mesi.. gli ultimi 3 giorni erano arrivati altri ragazzi al posto nostro, quindi non dormivamo sul divano quelle ultime 2/3 notti.Non posso quindi andare nella mia stanza.. sono costretta a stare in salotto.. ho paura, ho tanta paura che arrivi ed entri qualcuno all'improvviso.. per forza sarebbe successo! non era nemmeno piu casa mia.. c'erano 5/6 persone in tutto in quella casa.. succede. Io sono in paranoia totale, ho paura, non so perchè ma ho una paura di rapportarmi con le persone, probabilmente perchè il  io coinqulino mi aveva detto che ero stupida ad essere in quello stato eccetera , e non volevo essere ancora giudicata!!! ma si sa, sotto acidi non puoi controllare la tua mente.. più ti dici che stai bene, peggio ti imparanoi e peggio stai.. TORNANO i due ragazzi.. E' panico totale, come si apre la porta, non capisco piu un cazzo, il mio cervello va in tilt, non so cosa fare, cosa rispondere.. l'altro ragazzo mi fa "ahh hippie style oggi! con quei pantaloni..." sorridendo, lui era tranquillissimo anzi gl faceva tipo ridere vedermi in quello stato e sapermi sotto acidi.. a me no, non riesco a proferir parola, non capisco cosa sta succedendo ho la tachcardia a mille, ho paura, non capisco cosa stanno dicendo, non capisco di cosa parlando, non riesco ad aprir bocca e proferir parola.. era il panico piu totale,, l'altro ragazzo (quello che mi aveva giudicata) si siede sul divano.. cioè si avvicina a me, e dice qualcosa.. non capisco non riesco a comprendere, inizio a sentire una sirena fortissima nella mia testa, inizio a vedere punti esclamativi rossi giganti (ho ancora inpresso nella mente cosa vedevo e sentivo in quel momento) che pulsano fortissimi e questa sirena fortissima che mi sta fracellando!! E' tutto un segnle di pericolo!! come se mi stessi dicendo che LUI era il pericolo!!! che non poteva avvicinarsi, che non poteva parlarmi, perche era LA MIA PAURA. HO PAURA. Decdo che devo scappare, andarmene, non potevo, non capivo un cazzo, non ero nelle condizioni per intendere, per volere, mi avvrebbero presa sotto in strada, vedevo tutto distorto, non potevo rischiare di morire così.. decido di rollarmi una sigaretta, prendo il tabacco e lì mi accorgo che sto tremando come un foglia, ma non tremando un po', prov a mettere il tabacco sulla cartina ma non sta perchè da quanto tremavo mi cadeva e andava ovunque sul tavolino e per terra.. era il panico più totale.. dopo forse 5 minuti riesco a rollare una sigaretta. non capisco ancora cosa sti succedendo.. vado fuori a fumare e vedo le macchine diventare giocattoli.. ma ho paura del mondo e della vita.. IL MONDO mi sta spaventando. torno dentro.. non so dirvi quanto tempo sia passato, e dopo un po' i rgazzi dicono che stanno uscendo di nuovo e mi chiedono se voglio uscire con loro ad andare a mangiare fuori..STATE SCHERZANDO!? non sie rano accorti di nulla, minimamente, della situazone in cui ero.. credo di riuscire a rispondere di no.. mi dicono ancoraa qualcosa, non capisco, e l'unica cosa che mi riesce ad uscire dalla bocca è un "posso andare a dormire nel tuo letto?!!!?" non so neanche come facessi a parlare, ero nel mezzo dell'attacco di panico. Mi risponde " non era questa la domanda.. comunque vai" per fortuna escono di nuovo. Vado nel letto.. e ovviamente non riesco  a chiudere occhio. Cosa stava succedendo? COSA CAZZO STAVA SUCCEDENDO NELLA MIA TESTA!? Mi chiama la mia amica in skype. non riesco a parlare, faccio solo dei versi, inizia a raccontari storie divertenti per tranquillizzarmi, ovviamente non funiona, non sapevo neanche come mi chiamassi in quel momento.. Deve andare. Mi alzo e rinizio a vagare per la casa.. LA nausea.. corro in bagno.. non ho mai vomitato così tanto nella mia vita.. mai. non sono riuscita neanche ad arrivare al water che avevo già gettato in tutto il bagno.. ovunque.. pareti, nei mobili, pavimento.. Penso fosse la consegenza del panico piu totale. Mi metto a pulire tutto con la paura che arrivsse qualcuno e vedesse quello che avevo fatto. riesco a pulire il tutto perfettamente, lo speravo davvero, ma ero troppo fatta per capirlo.. questo mio trip è durato più o meno 13 ore. Il panico non ha mai avuto fine. Arriva il mio amico (quello del mio paese) ..provo a dirgli cos'è successo e cosa sta succedendo, perchè il panico non era terminato, e mi dice tipo " dai ripigliati! non fare cazzate" .non capisce la situazione.. non capisce cosa cazzo mi è successo. Ho paura.. penso di essere diventata pazza e schizofrenica.. penso che non avrei mai piu potuto fare niente nella vita perchè ormai ero pazza.. ero pronta a farmi ricoverare in psichiatria.. ho quasi scritto ai miei genitori per sms quello che era successo, grazie a dio qualcosa mi ha trattenuto dal farlo.Non riesco a dormire. Il giorno dopo ancora non capisco coa fosse successo il giorno prima, chiamo un paio di miei amici, non riesco a parlare.. non riesco a raccontare.. sono solo impaurita, esausta.. non mi sono mai sentita in quel modo prima.. due miei amici iniziano a "litigare" sul dove trovarsi quel giorno.. dovevo fare gli ultimi saluti prima di tornare in Itaalia.. non reggo loro che litigano, mi viene da piangere, inizio a tremare e dire che non posso reggere tutto ciò e che non capivano cosa fosse appena successo. Faccio la valigia ma sono ancora in un altro mondo e non ragiono. Dopo un po' vedo il mio coinqulino che mi aveva "giudicata".. gli dico che sto male, e gli chiedo se mi poteva dire cosa fosse successo il giorno prima, perchè avevo dei buchi.. mi dice che ero normalissima, mi dice che lui non si era accorto di niente e che pensava fossi solo stanca..  non ci credo.. non ci credo.. io avevo le sirene l'inferno in testa.. pensavo ci stessimo urlando addosso pensavo fosse la situazione piu assurda del mondo.. e lui mi dice che non si è accorto di niente. gli dico che ho avuto un attacco di panico e non ci vuole credere che potesse essere successo! Io ero sicura di tremare, di aver vomitato e tutto.. ed era vero.. probabilmente non si era accorto del mio tremare e non riuscire a proferir parola. Io non ci credo..Sono rientrata in Italia.. avevo paura di prendere l'aereo, avevo solo bisogno di xanax. non avevo mai avuto un attacco di panico nella mia vita, ma sapevo che era stata una cosa fortissima il mio, e che mi servivano psicofarmaci. ovviamente non posso procurarmi niente. Rientro a casa in Italia e per le settimane successive penso di esser rimasta pazza, a ogni domanda che mi facevano i miei genitori rispondevo impaurita e dicendogli "sto bene!!" pensando si fossero accorti che loro figlia era diventata pazza.. e schizofrenica, e sarebbe stato li a poco che sarei finita in ospedale a farmi ricoverare... dopo settimane parlandone con i miei amici (non sono riuscita a raccontare quello che sto raccontando adesso per mesi), ai miei amici riuscivo a dire " ho avuto un attacco di panico sotto acidi" e basta.. non riuscivo a parlarne.. , loro mi fanno capire che era tutto nell mia testa.. che stavo bene e che sarei stata meglio, e che sembro normalissima e i miei genitori non si erano accorti di nulla e non ero minimamente pazza! Era così... ma mi ci sono volute settimane per capirlo.. le settimane peggiori della mia vita. 

Quest'esperienza mi ha rovinata.. ero una persona forte, ora prendo paura per tutto, per ogni piccola cosa.. ho paura ad attraversare la strada e fare gesti quotidian semplici.. credo che ora, dopo quasi un anno le cose vadano  meglio.. Perà no, non vanno cme vorrei.. Ci penso  tutti i giorni... almeno una volta al giorno, tutt'oggi non riesco ad addormentarmi perchè to sveglia a pensarci.. ovviamente coi mesi sta migliorando la cosa.. ma anche se mi convico che sto bene e che è stata una cazzo di roba che è iniziata e finita lì . il mio cervello non mi lasca stare.. ho provato ad andare da uno psicolog.. non mi ha aiutato, anzi, in quell'unica seduta mi ha fato stare peggio e mi ha praticamente iinsultata per quello che avevo fatto.Ora diciamo che sto QUASI bene.. sono abbastanza tranquilla, ma il pensarci tutti i giorni significa che in realtà non lo sono cos tanto.. se devo fare delle cose come parlare con un ragazzo che mi piace, o sostenere un esame orale, vado un po' in panico.. cosa mai successa, e deve concentrarmi a cercare di stare calma.. per fortuna anche gli esami orali, nonostante il panico riesco a ragionare e parlare.. La cosa peggiore che ne traggo.. non posso più fumare canne.. Fumavo da anni.. specialmennte appunto nell'ultimo anno fumavo più volte al giorno, tutti i giorni, spesso anche tutto il giorno se non lavoravo.. Dopo questa cosa!? Fumo una canna e vado in paranoia totale.. penso di non riuscire più a rapportarmi con le persone, penso di risultare impanicata cosa che sono.. perchè mi inizia la tachicardia e inizio ad avere paura delle persone, persiono dei miei amici.. non so più cosa fare ho provato qualche volta ma dopo l'ultima( ho detto, provo da sola, dato che ho paura dell persone in quel momento) sono stata davver male, tachicrdia per un'ora e solo brutti pensieri.. non so più csa fare perchè da anni l'erba era la mia vita.. mai presa male, male, solo stata bene.. e dopo quest'esperienza non poter piu fumare non mi va giù.. piu che altro non ce la faccio piu a non farlo , e mi manca troppo.. ma più provo a farlo peggio è.. ogni volta lo vedo come un esperimento su me stess " dai, stai tranquilla, va tutto bene!" .. e più mi impanico..mi dispaice anche non poter più prendere gli acidi, cosa che OVVIAMENTE non farò mai più.. Ma l'MD? potrei provare con quella? alla fine è diversa dalle canne e dagli acidi, ma se la prendo con la paura di prenderla probblmente mi prende male.. per fortuna posso bere , l'alcol non mifa prendere male anzi.. ! ma per quanto riguarda i cannoni non s veramente cosa fare.. è quasi un anno.. e l'ultima votla ho provato un mesettto fa  e niente.. peggio del peggio... Ho paura di non poter essere più in grado di fumare in tranquillità .. MAI e questa cosa non l concepisco... non posso, non posso fare a meno dell'erba tutta la vita.

 

Commenti

Re: Bad Trip con annesso attacco di panico che mi ha rovinato...

Non so che dirti sulla tua esperienza, non ho mai preso acidi... però so che a volte le sostanze psicoattive possono slatentizzare dei problemi dell'inconscio.
Per essere più chiaro: magari i problemi che hai nel rapportarti con gli altri e con altre situazioni in generale (tipo esami, ecc.) stavano covando dentro di te, ma in qualche modo li avevi "tenuti buoni", e pensavi che non ci fossero... l'acido ha rimosso il blocco in modo violento e li ha fatti riemergere tutti in una volta, provocandoti una botta di panico assurda.
Potrebbe essere significativo che tutto il brutto trip è iniziato pressapoco quando uno dei tuoi coinquilini ti ha rimproverato per aver preso l'acido: magari dentro di te stava covando la paura di essere giudicata dagli altri, che però avevi "represso" ma non risolto, e le parole del tuo coinquilino dette in quel particolare momento di sensibilità sotto acido han causato il patatrac.
In ogni caso, comunque, ti consiglio di cambiare psicologo: uno che, davanti a una paziente in uno stato di fragilità emotiva estrema, se ne esce con insulti e robe del genere, è evidentemente un cialtrone.

Re: Bad Trip con annesso attacco di panico che mi ha rovinato...

Ciao,
capitò anche a me, tanti anni fa, un bad trip sotto acidi, anche se meno forte e senza le conseguenze del tuo, e il ricordo resta ancor oggi. Inutile dire che da allora non ho più toccato lsd.
Secondo me il tuo problema si può risolvere con un bravo psichiatra, magari seguendo una terapia iniziale a base di ansiolitici ( ma questo deve essere lui a dirtelo).
Ciao e in bocca al lupo.

Re: Bad Trip con annesso attacco di panico che mi ha rovinato...

Ciao ti passerà sempre più col tempo ma X quel che mi riguarda mai più potuto fare una canna neanche l odore Ti ha preso male il brutto è stato che ti è successo con un trip (li conosco ) che sono troppo lunghi da gestire se succede una crisi . L'essere umano ê fragile é forte ha paura ecco quella è quello che lo frega di più la paura . Tu non l'avevi mai provata prima . E con il trip l'hai sentita tutta . Lo so é brutta devi lavorare un po su te stessa trovando i mezzi a te più consoni psicoterapia , ma anche corsi alternativi che ti fanno scoprire qualcosa in più di te , innamorati di qualche progetto . Questa è la vita non X tutti , ma X molti si . Auguri io ci ho impiegato anni e ogni tanto vado ancora il tilt ma gestibile nel frattempo mi son divertita comunque .quel che mi ha divertito di più a parte sostanze esperienze e tutte le cose della vita matrimoni figli amici lavori ecc ecc . Son sempre state le scoperte su di me sulle verità sulle illusioni ... Un abbraccio .

ciao, leggendo il tuo post mi

ciao, leggendo il tuo post mi sono rispecchiato, mi e successa la stessa cosa anche a me a 15 anni sotto effetto di lsd e cocaina e a distanza di 5 anni non ne sono più uscito, sono disperato, volevo chiederti se tu ti sei ripresa? e se mi potresti dare dei consigli su come affrontare questa situazione, sto sotto da 5 anni, mi farebbe piacere parlare con qualcuno che a passato le stesse esperienze, se ti va possiamo scambiarci dei contatti fammi sapere ciaooooooooooooooo

Anch'io ho avuto questo

Anch'io ho avuto questo problema e da 21 anni prendo psicofarmaci...hp paura di trovare lsd ovunque.soffro di disturbo ossessivo compulsivo.penso che tutto questo è successo perché ho dei danni neurologici permanenti. 

Sono passati 4 anni da quando

Sono passati 4 anni da quando hai postato questa tua storia, e sono abbastanza sicuro che ora stai molto meglio. Secondo me il down dell' MDMA che avevi assunto ha contribuito al tuo bad trip.
Non sono esperto, non ho mai provato l'LSD. A me è successa una cosa simile alla tua, nel mio caso però era solo MDMA. Le cose che mi sono successe hanno delle analogie con quanto tu racconti, ed in particolare:

- Alto dosaggio di MDMA
- Il fatto che mi è iniziata a prendere a male quando mi sono sentito "giudicato" (nel mio caso da un branco di energumeni che mi hanno circondato ad un festival techno).
- Il fatto che un mio "amico" non mi abbia supportato, ma anzi, deriso per come me la stessi vivendo male.
- Nel mio caso c'era anche una grave situazione sentimentale con una ragazza (non presente quella sera), che io amavo, e che mi stava manipolando ('na stronza insomma).

Risultato? Esattamente come te ho iniziato a temere di diventare pazzo.
Post Traumatic Stress Disorder. Sensi di colpa esagerati. Mi sono ritrovato a piangere pensando a quanto ero stato ingiusto nei confronti di mia madre. Sono stato pesantemente depresso per 2 settimane (con alcuni attacchi di panico). Poi ci sono voluti 6 mesi prima che capissi che mi tranquillizzassi un pò. A distanza di 2 o 3 ancora pensavo che quella notte mi sia "rovinato la serotonina" nel cervello.
Poi, piano piano, come un albero spezzato da un fulmine, ma ancora vivo - ho iniziato a ricrescere.
Dopo 10 anni capisco che l'MDMA in dosaggi massicci, la situazione emotiva in cui mi trovavo, l' "insensibilità" di coloro che reputavo amici, e altri fattori, si sono concentrati tutti quanti sullo stesso "punto" (cioè quella notte), e proprio come su di un vetro lo hanno spezzato.
Per quanto sia stata un'esperienza terrificante, mi ha reso migliore di quello che sarei stato se non mi fosse successa. Migliore per me, e per chi mi sta intorno.
Perchè ho reagito bene. Ho accettato la sofferenza, ho lavorato su me stesso (cose tipo smettere di fumare le sigarette e impegnarmi di più sulle cose, etc.).
Dopo 10 anni finalmente non ricordo più con paura quell'evento, e di tanto in tanto (ma tipo molto raramente) mi prendo microdosi di MD con dei veri amici, e mi diverto!
Ecco, per te sono passati solo 4 anni, e probabilmente ancora se pensi a quella notte hai paura. Ma passerà. Cerca solo di "reagire bene".

 

 

Ciao , ho avuto ti giuro la

Ciao , ho avuto ti giuro la tua stessa identica reazione dopo qualche ora dall'assunzione di LSD

- su questo sito non è possibile scambiare dati sensibili come un numero di telefono o un indirizzo mail. La Redazione

 

Ciao, mi sono rispecchiato

Ciao, mi sono rispecchiato molto nel post che hai scritto, giunto alla fine del testo però non mi è stato molto chiaro se questa "crisi" sia continuata o se il problema sia "solo" il fumare.
La mia (unica) esperienza è iniziata ormai 3 anni fa, ma non è ancora finita. Non ho mai avuto il "coraggio" di andare da un professionista, forse perchè ho sempre pensato che non avrebbe potuto capire. Mi piacerebbe però parlare di ciò con qualcuno "del mio stesso piano". Ormai sono passati 4 anni dal tuo post e non credo cagherai più questa pagina, ma se così non fosse, ti sarei davvero grato se rispondessi alla mia richiesta.
Un abbraccio

Ciao, ti capisco e spero che

Ciao, ti capisco e spero che a distanza di tempo leggerai, sai due anni fa quando credevo che fosse finalmente finito un bruttissimo periodo della mia vita (relazione salatissima durata 3 anni).. avevo 22 anni e finalmente volevo buttare via tutta la negatività e svagarmi così iniziai ad andare a feste insieme ad un amico... X sei mesi mi sono allontanata dal posto in cui vivevo perché avevo bisogno di stare lontana e tipo una volta a settimana prendevo in genere speed e coca... raramente MD che amavo... Dopo questi sei mesi tornai a casa mia ma la settimana successiva quando andai in festa esagerai...e in più bevvi quasi mezza bottiglietta di acido... Dopo di k iniziai a convincermi che alcune ragazze stessero dicendo cose bruttissime su di me ( ancora nn so se è vero) ... Iniziai a pensare a cose k nn esistevano e addirittura pensai k l amico con cui ero andata mi volesse fare del male, gli faccio una sparata e mi faccio accompagnare da un altro amico a casa.....inutile dirti che credevo di vivere in un mondo che in realtà non esiste....nei giorni successivi nn stavo meglio... Mi riconosco in molte cose k hai detto...solo k io ero sola.. mamma lavorava e x fortuna non ha visto come stavo...ma una settimana dopo ho iniziato ad avere fortissimi attacchi di panico e sono davvero finita dove tu avevi paura di finire... Ci sono stata 4 giorni e poi a casa ho continuato la terapia x 2-3 settimane poi ho mandato tutti a fanculo ... Effetti collaterali x mesi dormivo quasi tt il giorno e a distanza di 2 anni ancora le canne mi fanno quello effetto di merda che dici tu. Ma è passato tutto il resto ... Sto bene e sono felice di non farmi abbattere di fronte a nulla. Ho preso 10 kl ma finalmente sto bene come nn stavo da anni. Un abbraccio sii sempre te!!!!!! Sono esperienze anche queste!!! Come va adesso????? Spero di avere una risposta

Non so se mi leggerai, a me é

Non so se mi leggerai, a me é successa una cosa simile ma con dei funghi, a distanza di mesi ho avuto attacchi di panico e dispnea da ansia che ho tutt'ora, mi sono stati prescritti inibitori della ricaptazione della serotonina più benzodiazepine ma non ho mai preso niente per via del fatto che riesco a tenerla sotto controllo e anche io come te non riesco più a fumare le canne, ma dovevo aspettarmelo le voci nella mia testa durante il bad trip furono molto chiare "tu non fumerai mai più ne erba ne hashish" e diamine avevano ragione ma é meglio così fidati quella brutta abitudine se la sono portata via con loro, mi dissero anche "tu non dormirai mai più" e si ho avuto problemi all'inizio ma adesso dormo e gli attacchi di panico sono sempre di meno e meno forti gliela faccio vedere io a quelle brutte voci, e ogni volta che dormo con soddisfazione poi penso alla faccia vostra brutte disgraziate. Le cose devono andare male prima di andare meglio e se non riesci più a fumare le canne é una cosa positiva te lo assicuro non fumarle sono malvage anche loro.

Pure io circa sei anni fa

Pure io circa sei anni fa avevo un periodo che mi mangiavo un cartone a settimana ed ho avuto così un bad trip.Era un sabato sera di febbraio e pioveva pure quindi pensate voi.Per circa un mesetto quando chiudevo gli occhi per andare a dormire riavevo qualche allucinazioni ma poi è passato tutto senza nessuna cura.Magari se qualcosa da noia sarebbe meglio non fare nulla per un po' e vedrai che passa ..

 

 

Ciao Ragazzi, chissa inizio a scrivere per poi neanche condividerlo con voi ahah. Ho avuto un bad trip con due cartoncini ( io ovviamente non sapevo a cosa andavo incontro) (( l'ho fatto pur per farmi vedere dagli altri, ma ovv è stato l'ooposto perchè chi cazz se ne frega))  circa 3 anni e mezzo fa in un festival in Georgia United States .Ora sto per compiere 25 e ragazzi miei sono stati anni concentrati alla riscoperta di me stessa. Avvolte ancora mi capita che mi do spiegazioni sul mio comportamento quotidiano in relazione al bad trip, quindi paura di parlare con le persone, paura di essere giudicata (quindi si forse sono stata anche una people pleaser in questi anni, adesso cerco di mandare a fanculo certe situazioni che non mi danno nessun beneficio psicologico) e penso che queste paure sono in me perche c'erano gia da prima, e lo vedo come se fosse una questione mia personale che devo superare per forza le mie paure per andare avanti. Esempio banale, ero molto timida da piccola e malfidata, cioè ritenevo molto difficile ad aprirmi con le persone anche se amiche mie, e dopo il bad trip sono cambiata di tanto e di parecchio perche volevo fidarmi anche con la persona piu cattiva del mondo. (non so se mi seguite) O un'altro esempio, io i sensi di colpa con i miei non gli avevo mai sentiti cosi tanto o con anche mio fratello minore, dopo il trip mi sono chiusa cosi tanto che i sensi di colpa sono venuti tutti a galla in una botta. mi ci è voluto mesi o meglio un anno a capire che mi era successo perhce non avendo nessuno di cui fidarmi li ( ero in america lontana da casa e amici per un'anno intero, e quindi mi sentivo incapita perche nessuno che conoscevo parlava italiano... raga in tilt proprio pensavo avessi perso la testa per sempre) per poi capire che era tutto nella mia testa e che queste parue sono arrivate a galla per il semplice motivo che devo imparalre a dominarle. a sentirle e a lasciarle andare. IO sono grata per questa esperienza pazzesca che ho vissuto, avvolte è motlo difficile perche il pensiero se ne va da solo, con tanta yoga e meditazione ( che mi hannno aiutata assai) ho imparato a riconoscere i miei pensieri senza nemmeno andare dallo psicologo o un centro di disagio totale (quello ci avevo provato una volta sola, in america, quindi immaginate voi che ambiente era che cazz ahahah i pazzi quelli veri) per piu di un anno. Proprio perche avevo paura di raccontarlo a qualcuno del mio disagio. e come dice la ragazza magica che ha aperto uqesta conversazione ( che ti ringrazio tantissimo e spero tanto che tu ti senta molto molto meglio!!!) non sembrava che io stessi perdendo la testa, forse un po triste un po persa, ma non del tutto. mentre per me, dalla mia prosepettiva dalla mia realta, ero in depressione, piena di sensi di colpa, e ho iniziato a lavorare su me stessa, a fare cose che amo fare e mi do degli obbiettivi anche scemi tipo sono andata vegetariana, smettere di fumare sigarette ( ho ricominciato che palle) o fare sport e mangiare bene, ma anchee di inscrivermi a un corso anzi adesso vorreiv scrivermi all'universita sapienza quindi se qui c'è qualcuno che ci va e legge questo post contact me bro/sis. Spero che questa pagina non si eliminerà mai. 

Mi capita spesso di tranquillizzarmi e che le cose vengono piano piano e se ne vanno piano piano. e molto spesso penso che non ce la faccio, che è troppo difficile e troppo complicato e che gli altri stanno molto piu avanti di me, che non ci riusciro a inscrivermi a una magistrale o che non ci riusciro a parlare dei miei sentimenti a qualcuno che mi piace senza andare in panico e scappare. un a cosa che vi consiglio di fare che appena siete un po piu forti è di partire per un viaggio da soli. tu e tu e basta. che sia anche del tempo passato con se stessi anche piccolo fa bene. io mi sono chiusa tanto in me stessa ma ho sempre avuto la voglia di stare con gl ialtri anche per farmi sentire accettata da un gruppo in cui io non ci entravo un mazzo. Ma il parlare del piu e del meno mi sembrava cosi finto cosi inutile. volevo parlare di sentimenti e ovviametne quelli brutti perche dopo un bad trip hai solo quelli in teesta. ma invece adesso vedo l'importanza della leggerezza nelle cose. quanto sia importanti essere leggeri come uns piuma. parlare parlare parlare mi ha aiutato tantissimo. e sono fiera di me stessa mi amo mi fido e miperdono ad aver pensato male di me stessa. Ora capisco l'importanza di avere persone giuste e adatte a me nella mia vita. non so come finire quello che sto dicendo, e mi succede anche colloquiamente perche ho paura del giudizio altrui. Sono ancora "piccola" in molti aspetti anche se non sembra da fuori. Mi sono da poco trsferita a roma e le mie conquiline che hanno la mia età non gli sto dando peso su come loro si sentino con la mia presenza e  credo sia a causa del mio bad trip perche avevo paura di trasmettere energia negativa con le persone intorno a me e che non si sentissero a loro agio con me. ed era cosi nella mia testa. 

ero al festiva, io e la mia best friend eravamo in brutti rapporti ma avendo comprato il biglietto in anticipo insieme ci siamo ritrovate li inisieme.  io anconra faccio fatica a ricordare il bad trip come se il mio cervello avesse cancellato tutto ma alcune sensazioni ancora le provo e sono molto simili alle vostre. Nel festival mi sono ritrovata da sola con uno sconosiciuto che ha cercato di portarmi nella sua tenda, lo vedevo molto triste anche lui e credo sia quella la ragione perche ero arrivata cosi lontano dal punto di fuoco del festival:: i campeggi. Ma non vi preoccupate, gli ho dato un bacio e poi gli ho detto gentilmente che me ne sarei ritornata al festival. Ero persa non capivo perche l'avevo fatto e mi sentivo sfruttata perche il ragazzo mi ha portata nella sua tenda. Poi mi ricordo che un tipo mi mangiva con gli occhi. c'era la sua ragazza affianco che mi guardava dalla testa ai piedi. Io non ho fatto niente e non riuscivo a smettere di pensare cosa loro due stessero pensando di me contemporaneamente. Tempo sprecato esatto ahahah poi in lsd lasciamo stare. Mi ricordo che c'era un piano forte e io ho suonato river flowers in you forse 100 volte. Mi ricordo il mio Amico Albert (un bravo ragazzo) era estenuato di stare accanto a me ma sapeva che ero in bad trip e ho apprezzato tantissimo il suo aiuto. Ma io non volevo stare sola o forse si non lo so. Mi ricordo di JImmit ( un ragazzo conosciuto in un altro festival) che non so il perche pensavo che lui volesse un bacio da me. insomma ragazzi credo che me la credevo troppo prima a 20 anni hahah ma forse l'intenzione c'era. Io non mi sentivo a mio agio con me stessa e non riuscivo a parlare, guradavo sempre in basso, camminavo con le braccia conserte, vedevo ombre invece che persone. insomma un vero bad trip ma non mi ricordo molto di come sia andato realmente il viaggio. Ho preso un cartonicino e quando era "finito" l'effetto ne avevo preso un'altro. il giorno prima avevo preso ecstasy e io non avevo mai fatto uso di queste droghe. Ero la tipica ragazza che diceva o tutto o niente. e me so fatta tutto ahahah 

 

I danni collaterali, che brutto chiamarli cosi, credo che siano molto soggettivi. Come ho detto sono contenta che mi sia successa perche probabilmente sarei in un altro posto in questo momento e dove sono ora invece sono molto felice. C'è una canzone di Marco pische che si chiama camminare e fa: camminare camminare per poi costruire. 

Il viaggio è proprio questo, costruire e quando arriverò a 60 anni potrò godermi di quello che io ho costruito per m, perche il viaggio della vita mica mi finisce dopo la laurea, o dopo il primo amore ahaha l'importante per me è camminare adesso. anche se a zoppi ahaha 

Capita che avvolte prendo le cose troppo seriamente o che ci rimango li a pensare per tanto tempo, o che anche il piu insignifante dettaglio tipo un traggio di sole che mi sfiora sulla gamba possa significare qualcosa di davvero profondo, come la luce che ha deciso di battere su di me e che cerca di tirarmi su di morale, poi penso alla vitamina d che fa bene e credo che sia un collegamento spirituale e scentifico allo stesso tempo e che ci azzecca nel momento. 

I miei in tutto cio non sanno nulla perche mi sono risparmiata di dar loro questo dolore emagari incomrpensione (molto probabile) e mi dispiace. 

Credo che le persone vicino ame se ne apprittino di me per qualche scopo a me ignoto, ma credo derivi piu dalla mia famiglia questa cosa che dal bad trip. Il bad trip è una cosa buona perche ti aiuta ad affrontare le tue paure a capire quali sono e da dove provengono. comuqnue non credo che rifaro quella roba per un bel po di tempo. 

 

devo fare conti su molte cose e reagire senza fare danni a me stessa sia fisici che mentali, è questo l'importante. VIda facil y simple. 

 

Grazie a chi ha letto questo mio sfogo 

 

Un abraccio 

 

Giorgia 

Un mio caro amico oggi ha 47

Un mio caro amico oggi ha 47 anni ci è rimasto sotto quando ne aveva 23 con un mix di LSD estasy e non si è mai più ripreso certo ci sono stati miglioramenti all'inizio vedeva il diavolo e quando ti parlava sembrava ti attraversasse con gli occhi ma non ha mai più lavorato ed è sempre rimasto un po' in bambola e pensare che era una persona brillante lasciate perdere queste porcherie

Aggiungi un nuovo commento