Back to top

Novità cocaina, Articolo

 

L'uso continuo della cocaina modifica un gene del cervello. Ed è dipendenza

Gli studiosi pensano che quando questo gene è "attivo", il cervello di un tossicodipendente crei legami più forti tra la droga e l'ambiente in cui viene assunta, il che porta a elaborare ricordi positivi e rende più propensi a riutilizzarla

04 settembre 2019

Articolo 75

Salve volevo sapere essendo che mi hanno ritirato la patente per 0.4 di coca e fra 30gg vado in prefettura a ritirarla, quando mi convocano per il colloquio se mi offro per il percorso anche se nn uso sta merda da anni e volevo fare una cazzata con i miei amici il fine settimana. La patente mi rimane e faccio il percorso grazie

La cocaina e il genere maschile e femminile

 Perchè le donne sentono di più gli effetti della cocaina rispetto ai maschi ?

Proprio in questi giorni, 3 agosto 2017, Nida (National Institute on Drug Abuse) ha pubblicato sul suo sito una serie di lavori relativi alle differenze di genere; in particolare gli studi riportano della maggiore sensibilità delle donne, rispetto ai maschi, agli effetti gratificanti, euforici e motivazionali delle sostanze stimolanti come la cocaina.

SHERLOCK HOLMES E LA COCAINA

Ci sono personaggi della fantasia che per qualche strana alchimia dell’immaginario hanno infranto i limiti della finzione e sono riusciti a penetrare in un ambito che molte persone sentono di riconoscere quasi come realtà. Scherlock Holmes è uno di questi.

Nato dalla fantasia di Arthur Conan Doyle (1859-1930), un medico che passò alla letteratura, Holmes è una sorta di archetipo dell’investigatore positivista, ma un po’romantico, che ha ottenuto un successo inaspettato e continua ad ottenerlo tra i lettori di tutto i mondo.

FIRENZE – In due mesi, da aprile a maggio, gli operatori hanno censito 463 tossicodipendenti, per il 64 per cento certi, ovvero sorpresi a fare uso di stupefacenti; 210 quelli tra i 18 e i 25 anni, 8 i minorenni. Sono questi i numeri dell’avvio del progetto “Outsider” portato avanti a Prato, città sempre più nota nel panorama di spaccio e consumo di sostanze psicotrope. Da gennaio a giugno, la città toscana ha contato 76 casi di overdose, età media 40 anni.