Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 51914 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Archivio delle Domande agli Operatori: psicofarmaci

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Che mi dite della Quetipina???

Salve,il mio ragazzo da ormai una settimana nn assume più Suboxone,L ha scalato gradualmente sotto stretto controllo dei medici del SerD. Inizialmente gli hanno dato del Tavor per dormire la notte,poi Talofen ed ora un farmaco di nome Quetiapina. Ho cercato di leggere il più possibile tutto ciò che gira attorno a questa compressa e i risultati nn sembrano molto rassicuranti: gli hanno tolto una sostanza x dargliene un’altra praticamente!!! Che mi potete dire a riguardo?? Grazie

Risposta:

 Si tratta di un "antipsicotico atipico". Le sue indicazioni sono la depressione bipolare maggiore, la mania, la schizofrenia.

In questi casi si è rivelata utile. Non conoscendo il motivo per cui è stata prescritta al tuo ragazzo non si può esprimere un giudizio.

Domanda: Salve volevo sapere dopo aver assunto xanax per 2 anni 30 gocce al giorno quanto possono durare i sintomi di astinenza grazie

Risposta:

 Una disintossicazione brusca va evitata perchè molto disagevole e anche rischiosa. Meglio una disintossicazione progressiva stabilita e seguita dal medico. In questo caso sono nrcessarie diverse settimane o qualche mese.

Domanda: zolprem quanto tempo inpiega a dare dipendenza?

salve , dopo una delusione in amore mi e stato prescritto zolprem,lo prendo da circa 2 settimane 15-20 gocce per dormire,posso aver sviluppato dipendenza oppure ho ancora la possibilita' di sospenderlo senza scalarlo? ho notato che ultimamente con la solita quantita di gocce , si mi addormento, ma mi sveglio comunque alle 4 di mattina e nn riesco piu a dormire bene, ma puo darsi anche perche sn molto pensieroso e anche in un momento transitorio importante lavorativo oltre alla situazione sentimentale? grazie anticipatamente

Risposta:

 Questo farmaco in genere può provocare dipendenza e tolleranza dopo alcune settimane di uso continuato. Questo ovviamente può essere un problema. Potresti parlarne con lo psichiatra che te lo ha prescritto e valutare bene la necessità ed i tempi di uso perchè i vantaggi restino superiori agli svantaggi.

Gioacchino Scelfo, medico sostanze.info

Domanda: Per combattere l’insonnia causata da disintossicazione da Suboxone,è meglio il Tavor o il Talofen ?

Salve,da 5 gg il mio ragazzo non assume più suboxone,lo ha scalato gradualmente e sotto stretto controllo medico;non sta avendo grossi problemi a livello di dolore fisico di giorno ,tutto sommato,sta benino,i veri problemi però si presentano di notte von un’importznte Insonnia e irrequietezza negli arti (gambe principalmente). Recatosi nuovamente al Serd,la dott gli ha prescritto prima del tavor (2 compresse ,2 ore prima di dormire),es oggi anche 10 gocce di Talofen(un farmaco esclude L altro chiaramente). Siamo entrambi molto preoccupati ,temiamo cioè una “nuova dipendenza”,cosa ci potete dire in merito??? È meno dannoso assumere del tavor o del Talofen?e soprattutto,dopo quanto tempo il corpo si abitua a queste sostanze??e ancora,dopo quanto tempo riuscirà a dormire senza L aiuto di questi farmaci??? Cosa ci consigliate??? Grazie

Risposta:

 Dei due farmaci quello che può dare dipendenza è il tavor. Il talofen no. Il genere l'insonnia dopo la disintossicazione da un oppiaceo dura alcune settimane. Se l'uno o l'altro farmaco vengo o assunti per poche settimane non ci sono problemi particolare, sempre tenendo conto di quanto ho scritto prima.

Domanda: Salve, assumo 10 gocce di en al bisogno per insonnia. Volevo chiedere se al test urine del carrello elevatore queste sostanze vengono cercate o non rientrano fra quelle vietate? Grazie

Risposta:

 

Le benzodiazepine non sono nel pannello standard di sostanze ricercate per i lavoratori delle categorie a rischio. Il Medico Competente, comunque se ha dei dubbi (tipo se vede uno che dorme in piedi o parla in modo impastato) può chiedere al laboratorio anche sostanze che non sono nel pannello.


Domanda: 25 gocce di rivotril ,assunto per una sola volta la sera prima del test ematico, dopo quanto tempo sono ancora rintracciabili nel sangue?

Risposta:

 

Il clonazepam ha una emivita di 20-40 ore e quindi può essere rintracciato nel sangue anche per due settimane.

Domanda: Salve premesso che non faccio uso di stupefacenti e alcol volevo sapere se l assunzione di 9ggt di rivotril che assumo per una prostatite aaabatterica regolarmente prescritte da neurourologo potevano portarmi alla sospensione della patente

Risposta:

 Se vengono cercate le benzodiazepine, il test urinario sarà positivo. Nel caso di regolare prescrizione medica non credo però che avrai problemi.

Domanda: Buonasera, sono una donna di 37 anni 1.70 per 55 kg.Utilizzo tre compresse di rivotarli da 2mg per insonnia, su prescrizione dello psichiatra. L uso di benzodiazepine è considerato grave al fine di riottenere L idoneità all insegnamento in commissi

11 febbraio ho commissione medica. Consumatrice abituale da circa 8 mesi. Per quanto tempo dovrei smettere di assumere rivotril per risultare totalmente pulita? Ringrazio sentitamente per la vostra eventuale risposta. Olga

Risposta:

 

La sospensione di Rivotril va gestita con cautela, per la possibile insorgenza di una sindrome astinenziale. Devi parlarne con il tuo medico/specialista, perché è importante evitare problemi di salute, più che risultare negativa ad una eventuale analisi dell’urina. Ad ogni modo il clonazepam ha una lunga emivita e si può trovare nell’urina per molte settimane.

Domanda: rivotril vedi dettagli

salve, volevo chiedere se può essere credibile un soggetto che dice “ dopo aver bevuto un bicchiere d’acqua contenente il RIVOTRIL, “ IMMEDIATAMENTE sono caduto in una profonda sonnolenza e mi sono svegliata dopo 4 ore”. Mi chiedo come è possibile, considerato la dose massiva che ha bevuto, scientificamente dopo quanto tempo avrebbe dovuto svegliarsi, all’incirca? Dopo 8 ore dall’assunzione, veniva effettuato prelievo ematico ed acquisizione delle urine per procedere ad esami tosslcologlcl. Il soggetto al test dell’urina è risultato positivo con BZO presenti. Quanto segue francamente faccio fatica a capire: “ l’analista riferisce che” Dai risultati degli esami tossicologici, si evidenziava che la persona avesse assunto dei farmaci del tipo tranquillanti (LEXODAN), ansioliticÌ- -intldepresslvl, non riuscendo comunque a quantificarne la dose assunta.” “quantificarne la dose assunta” questo significa che è stato fatto l’esame del sangue? Test di conferma di II livello del tipo quantitativo? Il test è da interpretare come negativo o positivo? Mi chiedo se Il rivotril è una benzodiazepina a durata di azione intermedia, con una emivita plasmatica compresa fra le 24 e le 48 ore, come è possibile che trattandosi di un sovradosaggio cosi elevato non sia stato possibile quantificarne la dose a solo 8 di distanza dall’assunzione? A mio parere per non “quantificarne la dose assunta” assunzione deve risalire Dopo 96ore+24ore (5gg.) Rivotril emivita plasmatica: Dopo 48 ore (2gg.) la metà-Dopo 96 ore (4gg.) un quarto - Dopo 96ore+24ore (5gg.) E’ corretto questo mio calcolo? -benzodiazepina a durata di azione intermedia- che significa Grazie mille per il vs lavoro e professionalità.

Risposta:

 

Chi ha fatto l’analisi? Un alchimista??? Concordo con il fatto che l’azione del Rivotril, benzodiazepina a lunga emivita, non sia immediata, infatti il picco nel plasma si manifesta dopo circa 4 ore dall’assunzione per os. Per risalire alla dose somministrata dalla concentrazione plasmatica la formula è piuttosto complessa per scriverla qui, ma si può trovare online.


Domanda: Buonasera, vorrei sapere se nel test urine per lavoratori a rischio ricercano En e Cipralex. In caso quanto dura En nelle urine dall ultima assunzione di 25 gocce? Si parla cmq di uso sporadico tipo 2 volte la settimana grazie

Risposta:

 

No, le benzodiazepine non rientrano nel pannello, anche se se un Medico Competente ha il sospetto che un lavoratore possa abusarne ha la possibilità di fare una richiesta specifica.


Condividi contenuti