Back to top

Archivio delle Domande agli Operatori

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Salve. Lo stilnox (zolpidem) viene rilevato nei test di sangue e urine per patente ritirata? (Devo riprenderla). Se sì, per quanto tempo devo astenermi dal prenderlo prima di fare i suddetti esami? Grazie in anticipo

consigli medici
problemi legali
Risposta 

 Non dovrebbero esserci dei falsi positivi in quanto si tratta di una molecola diversa dalle benzodiazepine, pur avendo effetti simili. Se comunque dovessero esserci dei dubbi un esame di secondo livello (gascromatografia) risolverebbe ogni dubbio.

Domanda: Salve. Lo stilnox (zolpidem) viene rilevato nei test di sangue e urine per patente ritirata? (Devo riprenderla). Se sì, per quanto tempo devo astenermi dal prenderlo prima di fare i suddetti esami? Grazie in anticipo

consigli medici
problemi legali
Risposta 

 Non dovrebbero esserci dei falsi positivi in quanto si tratta di una molecola diversa dalle benzodiazepine, pur avendo effetti simili. Se comunque dovessero esserci dei dubbi un esame di secondo livello (gascromatografia) risolverebbe ogni dubbio.

Domanda: Come uscire dalla dipendenza da Benzodiazepine

effetti delle sostanze
informazioni sui servizi sociali e di recupero

Mi chiamo Giorgio ho 66 anni, da piu’ di 30 usavo abitualmente Benzodiazepine per problemi d’ansia (EN gocce)

Cinque anni fa (2016) quando prendevo EN gocce (9 gocce la mattina e 9 la sera) da un giorno all’altro non mi facevano nessun effetto seguite dopo poco tempo da crisi di astinenza e disturbi psicosomatici.

Il medico di base mi ha detto di aumentare la dose ma senza nessun effetto, allora mi ha prescritto il Tavor 1mg in compresse orosolubili due volte al giorno.

Ho cominciato a prenderle a luglio (2016) e facevano il loro effetto, l’anno scorso a luglio (2020) ho deciso di provare a scalare gradualmente, mezza compressa (0,5mg) ogni 8 ore.

Sono stati mesi duri, ma mi ero un po’ stabilizzato con questa dose anche se non stavo benissimo, peccato che sia durato poco perché ad inizio anno (2021) e ricominciata l’assuefazione e relativa crisi di astinenza.

Ormai non so piu’ cosa fare perché ogni giorno è sempre peggio, ho tantissimi sintomi come instabilità a camminare, respiro corto, tinnito, insensibilità al braccio e gamba sinistra, caldo estremo, fastidio ai rumori e alla musica………e poi mi fermo qui perché l’elenco è lungo e ogni giorno si aggiungono di nuovi.

Una settimana fa ho fatto un consulto on line con uno psicologo che ritenevo molto professionale, alla fine mi ha dato per dismettere le benzodiazepine il Trittico 75mg 2terzi di compressa la sera prima di coricarmi e Lexotan 20 gocce mattina e sera.

Il Lexotan non mi fa nessun effetto (dopo aver chiesto perché, mi ha detto di prendere 15 gocce mattina e sera perché dopo stavo meglio……) e il Trittico dopo 3 giorni mi ha costretto a mollarlo perché mi faceva piombare nell’inferno.

Non so se ce la faccio più a continuare così’ perché vivo ormai solo per vivere chiuso quasi sempre in casa e se nessuno mi aiuta non so dove potrei arrivare.

Grazie.

 

 

 

Risposta 

non sappiamo da dove ci stai scrivendo ma ti consigliamo questa clinica, è a Verona ed è l'unico ospedale che potrebbe essere in grado di darti un aiuto con un programma di disintossicazione adeguato

https://www.medicinadipendenze.it/chi-siamo/

Domanda: Come uscire dalla dipendenza da Benzodiazepine

effetti delle sostanze
informazioni sui servizi sociali e di recupero

Mi chiamo Giorgio ho 66 anni, da piu’ di 30 usavo abitualmente Benzodiazepine per problemi d’ansia (EN gocce)

Cinque anni fa (2016) quando prendevo EN gocce (9 gocce la mattina e 9 la sera) da un giorno all’altro non mi facevano nessun effetto seguite dopo poco tempo da crisi di astinenza e disturbi psicosomatici.

Il medico di base mi ha detto di aumentare la dose ma senza nessun effetto, allora mi ha prescritto il Tavor 1mg in compresse orosolubili due volte al giorno.

Ho cominciato a prenderle a luglio (2016) e facevano il loro effetto, l’anno scorso a luglio (2020) ho deciso di provare a scalare gradualmente, mezza compressa (0,5mg) ogni 8 ore.

Sono stati mesi duri, ma mi ero un po’ stabilizzato con questa dose anche se non stavo benissimo, peccato che sia durato poco perché ad inizio anno (2021) e ricominciata l’assuefazione e relativa crisi di astinenza.

Ormai non so piu’ cosa fare perché ogni giorno è sempre peggio, ho tantissimi sintomi come instabilità a camminare, respiro corto, tinnito, insensibilità al braccio e gamba sinistra, caldo estremo, fastidio ai rumori e alla musica………e poi mi fermo qui perché l’elenco è lungo e ogni giorno si aggiungono di nuovi.

Una settimana fa ho fatto un consulto on line con uno psicologo che ritenevo molto professionale, alla fine mi ha dato per dismettere le benzodiazepine il Trittico 75mg 2terzi di compressa la sera prima di coricarmi e Lexotan 20 gocce mattina e sera.

Il Lexotan non mi fa nessun effetto (dopo aver chiesto perché, mi ha detto di prendere 15 gocce mattina e sera perché dopo stavo meglio……) e il Trittico dopo 3 giorni mi ha costretto a mollarlo perché mi faceva piombare nell’inferno.

Non so se ce la faccio più a continuare così’ perché vivo ormai solo per vivere chiuso quasi sempre in casa e se nessuno mi aiuta non so dove potrei arrivare.

Grazie.

 

 

 

Risposta 

non sappiamo da dove ci stai scrivendo ma ti consigliamo questa clinica, è a Verona ed è l'unico ospedale che potrebbe essere in grado di darti un aiuto con un programma di disintossicazione adeguato

https://www.medicinadipendenze.it/chi-siamo/

Domanda: Mio fratello mi dice che non fa più uso di psicofarmaci. È stato in cura e per 8 mesi ha assunto al giorno: 30 gocce di en, 5 gocce di neuleptil e 7 di citalopram. Quali dovrebbero essere i valori nel sangue ? Sono preoccupata che sia diventato dipendente

effetti delle sostanze
Risposta 

I valori del sangue non significano niente. Occorre una ricerca mirata di quei farmaci nelle urine o nel sangue 

Domanda: Il CPS può accettare l'uso di cannabis?

informazioni sui servizi sociali e di recupero
problemi legali

Salve,vengo da un background di tossico dipendenza seria e vorrei iniziare a frequentare uno psichiatra del cps data la gratuità in modo da avere le prescrizioni che regolarmente mi servono ed farmi fare una valutazione (con le tempistiche che serviranno) che è l'ultimo tassello per rimuovere un nulla facente amministratore di sostegno che non vedo e non sento praticamente mai, il problema è che fumo con certa regolarità cannabis e anche da parecchio, il che mi è necessaria al momento, ma non mi pesa economicamente quasi nulla (fumo molto poco) e non mi ha mai dato problemi in passato, secondo vuoi è possibile formare una alleanza terapeutica tipo fare le urine al sert non dando peso alla cannabis o il cps non può tollerare nessun genere di utilizzo? Ringrazio per il vostro tempo e la cortesia

Risposta 

Immaginiamo che per CPS intenda i centri psico-sociali che si occupano di salute mentale in Italia del Nord (altrove hanno denominazioni diverse). In questo caso ipotizziamo sia difficile creare una alleanza terapeutica che accetti l'uso di una sostanza in grado di interferire nella relazione con lo psichiatra individuato per la verifica che richiedi. Ma la nostra è solo una ipotesi che dovresti verificare direttamente con il servizio.

Domanda: Il CPS può accettare l'uso di cannabis?

informazioni sui servizi sociali e di recupero
problemi legali

Salve,vengo da un background di tossico dipendenza seria e vorrei iniziare a frequentare uno psichiatra del cps data la gratuità in modo da avere le prescrizioni che regolarmente mi servono ed farmi fare una valutazione (con le tempistiche che serviranno) che è l'ultimo tassello per rimuovere un nulla facente amministratore di sostegno che non vedo e non sento praticamente mai, il problema è che fumo con certa regolarità cannabis e anche da parecchio, il che mi è necessaria al momento, ma non mi pesa economicamente quasi nulla (fumo molto poco) e non mi ha mai dato problemi in passato, secondo vuoi è possibile formare una alleanza terapeutica tipo fare le urine al sert non dando peso alla cannabis o il cps non può tollerare nessun genere di utilizzo? Ringrazio per il vostro tempo e la cortesia

Risposta 

Immaginiamo che per CPS intenda i centri psico-sociali che si occupano di salute mentale in Italia del Nord (altrove hanno denominazioni diverse). In questo caso ipotizziamo sia difficile creare una alleanza terapeutica che accetti l'uso di una sostanza in grado di interferire nella relazione con lo psichiatra individuato per la verifica che richiedi. Ma la nostra è solo una ipotesi che dovresti verificare direttamente con il servizio.

Domanda: Una birra e poi blackout. Cos’è successo?

consigli medici
effetti delle sostanze
informazioni e curiosità sulle sostanze

Ieri sera alle 22 ho bevuto una birra: una singola birretta bionda da 33, fuori, con un signore conosciuto al momento.. e dopo ciò non ricordo più nulla. Sono arrivato a casa solo un'ora dopo, alle 23. Mia moglie ha detto che quando sono arrivato a casa non mi reggevo in piedi, non riuscivo a articolare le parole, sbiascicavo tantissimo e avevo gli occhi iniettati di sangue. Ho perso il cellulare sulle scale del palazzo (me lo ha riportato il vicino!). Poi ho dormito come un tasso, quando normalmente ho il sonno leggero. Ovviamente di tutto ciò non ho la minima memoria. L'ultima cosa che ricordo è questo signore che mi ha offerto una birra e mi ha dato il suo numero chiedendomi se potessi dare ripetizioni di matematica ai suoi figli. Poi il vuoto totale. Stamattina mi sono svegliato alle 9 e stavo bene. Sottolineo che sono un bevitore "serio", nel senso che so cosa sono le sbronze epiche: al mattino certe volte sei ancora ubriaco! Invece stamattina zero postumi. 

Possibile che mi abbiano drogato (tipo ghb o roipnol)? Ma a quale scopo? Non sono stato derubato, non ho danni fisici. Cosa diamine è successo?! Qualcuno sa darmi una risposta? 

Risposta 

Anche l'utilizzo di Roipnol e simili comporta al mattino postumi importanti: cefalea nausea mal di stomaco. E dato che non ci sono evidenti motivi per tentare una intossicazione da sostanze (furti, sottrazione di soldi o danno fisico) difficile ipotizzare cosa ti sia successo.

Domanda: Una birra e poi blackout. Cos’è successo?

consigli medici
effetti delle sostanze
informazioni e curiosità sulle sostanze

Ieri sera alle 22 ho bevuto una birra: una singola birretta bionda da 33, fuori, con un signore conosciuto al momento.. e dopo ciò non ricordo più nulla. Sono arrivato a casa solo un'ora dopo, alle 23. Mia moglie ha detto che quando sono arrivato a casa non mi reggevo in piedi, non riuscivo a articolare le parole, sbiascicavo tantissimo e avevo gli occhi iniettati di sangue. Ho perso il cellulare sulle scale del palazzo (me lo ha riportato il vicino!). Poi ho dormito come un tasso, quando normalmente ho il sonno leggero. Ovviamente di tutto ciò non ho la minima memoria. L'ultima cosa che ricordo è questo signore che mi ha offerto una birra e mi ha dato il suo numero chiedendomi se potessi dare ripetizioni di matematica ai suoi figli. Poi il vuoto totale. Stamattina mi sono svegliato alle 9 e stavo bene. Sottolineo che sono un bevitore "serio", nel senso che so cosa sono le sbronze epiche: al mattino certe volte sei ancora ubriaco! Invece stamattina zero postumi. 

Possibile che mi abbiano drogato (tipo ghb o roipnol)? Ma a quale scopo? Non sono stato derubato, non ho danni fisici. Cosa diamine è successo?! Qualcuno sa darmi una risposta? 

Risposta 

Anche l'utilizzo di Roipnol e simili comporta al mattino postumi importanti: cefalea nausea mal di stomaco. E dato che non ci sono evidenti motivi per tentare una intossicazione da sostanze (furti, sottrazione di soldi o danno fisico) difficile ipotizzare cosa ti sia successo.

Domanda: Una birra e poi blackout. Cos’è successo?

consigli medici
effetti delle sostanze
informazioni e curiosità sulle sostanze

Ieri sera alle 22 ho bevuto una birra: una singola birretta bionda da 33, fuori, con un signore conosciuto al momento.. e dopo ciò non ricordo più nulla. Sono arrivato a casa solo un'ora dopo, alle 23. Mia moglie ha detto che quando sono arrivato a casa non mi reggevo in piedi, non riuscivo a articolare le parole, sbiascicavo tantissimo e avevo gli occhi iniettati di sangue. Ho perso il cellulare sulle scale del palazzo (me lo ha riportato il vicino!). Poi ho dormito come un tasso, quando normalmente ho il sonno leggero. Ovviamente di tutto ciò non ho la minima memoria. L'ultima cosa che ricordo è questo signore che mi ha offerto una birra e mi ha dato il suo numero chiedendomi se potessi dare ripetizioni di matematica ai suoi figli. Poi il vuoto totale. Stamattina mi sono svegliato alle 9 e stavo bene. Sottolineo che sono un bevitore "serio", nel senso che so cosa sono le sbronze epiche: al mattino certe volte sei ancora ubriaco! Invece stamattina zero postumi. 

Possibile che mi abbiano drogato (tipo ghb o roipnol)? Ma a quale scopo? Non sono stato derubato, non ho danni fisici. Cosa diamine è successo?! Qualcuno sa darmi una risposta? 

Risposta 

Anche l'utilizzo di Roipnol e simili comporta al mattino postumi importanti: cefalea nausea mal di stomaco. E dato che non ci sono evidenti motivi per tentare una intossicazione da sostanze (furti, sottrazione di soldi o danno fisico) difficile ipotizzare cosa ti sia successo.

Domanda: Salve, io prendo il risperidone da due milligrami solo la sera e volevo sapere se potevo aiutarmi in aggiunta con qualche goccia di serenase(farmaco che ho fatto per dieci anni) i due farmaci possono stare insieme? Il mio psichiatra è in ferie, non ho il

consigli medici
Risposta 

Uno psichiatra in ferie ha sempre un sostituto a cui poter ricorrere in caso di bisogno. Aumentare e/o combinare farmaci diversi senza una supervisione del medico curante non è una buona idea 

Domanda: Buongiorno, ho 42 anni e da 20 assumo rivotril 20 gocce due volte al giorno,la domanda che vorrei farvi riguarda l'interazione con il vaccino anticovid.Purtroppo non posso chiedere al mio medico perché sa che le assumo sporadicamente

consigli medici
effetti delle sostanze

Buongiorno, ho 42 anni maschio e da 20 assumo rivotril 20 gocce due volte al giorno,la domanda che vorrei farvi riguarda l'interazione con il vaccino anticovid.Purtroppo non posso chiedere al mio medico perché sa che le assumo sporadicamente e a breve dovra rilasciarmi il certificato anamnestico per l'ultima visita patente in cml.pensate che possa correre dei rischi vaccinandomi? Grazie in anticipo per la risposta Distinti Saluti 

Risposta 

se non vuoi chiederlo al tuo medico curante, puoi tranquillamente chiederlo al medico che ti dovra inoculare il vaccino nel corso della visita medica pre-vaccinazione