Back to top

Archivio delle Domande agli Operatori

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Sono da tanto che mi drogo adeso cocaine. Ma o uzato anni fa anche heroina e o tantto paranoie e vivo solo volgio smetere. Come facio qui in italia sono jn BRAVO ragazo lavoro pero questo grande cosa volgio aiuto .non sono italiano.

informazioni e curiosità sulle sostanze
informazioni sui servizi sociali e di recupero
Risposta 

Se vuoi smettere seriamente devi rivolgerti ad un servizio per le dipendenze (set.d) che può aiutarti a disintossicarti 

Domanda: Sono da tanto che mi drogo adeso cocaine. Ma o uzato anni fa anche heroina e o tantto paranoie e vivo solo volgio smetere. Come facio qui in italia sono jn BRAVO ragazo lavoro pero questo grande cosa volgio aiuto .non sono italiano.

informazioni e curiosità sulle sostanze
informazioni sui servizi sociali e di recupero
Risposta 

Se vuoi smettere seriamente devi rivolgerti ad un servizio per le dipendenze (set.d) che può aiutarti a disintossicarti 

Domanda: Salve a tutti! Premetto che non sto riportando un'esperienza personale, ma vorrei fare una domanda. Ci si può dimenticare di episodi sessuali, petting, rapporti o anche episodi di tipo affettuoso (baci, carezze) sotto effetto di mdma, cocaina e alcol?

effetti delle sostanze

Salve a tutti! Premetto che non sto riportando un'esperienza personale, ma ho una domanda riguardo l'uso di MDMA, cocaina e alcol, tutte nell'arco di circa 13 ore anche se non so a che distanza l'una dall'altra. Il mio ragazzo è stato al Berghain a Berlino, e mi ha detto di aver fatto uso di queste sostanze. Erano in 4, lui, due amici suoi e una ragazza. Lecitamente, gli ho chiesto se si ricordasse comunque a grandi linee cosa fosse successo, soprattutto se avesse avuto modo di avvicinarsi a ragazze e far qualcosa, soprattutto alla ragazza con cui son partiti, ma mi ha sempre detto di non avere avuto modo, anche se alcune cose non le ricordava. Mi voglio fidare, ma non so se effettivamente la condizione in cui stava gli ha fatto dimenticare determinate cose. La mia domanda dunque era sugli effetti che può comportare a livello mnemonico una serata di fattanza, insomma. Più nelli specifico: è possibile dimenticare di avere avuto particolari effusioni con qualcuno (tipo: baci, approcci sessuali, carezze o anche rapporti) sotto effetto di queste sostanze che sopra ho elencato? Spero comprendiate la mia domanda ignorante, non ho mai fatto uso di queste sostanze e mai ne farò. Dunque scrivo proprio perché non conosco il campo e poco mi fido, onestamente, di questa roba; perciò vorrei sapere quanto influisce su fatti accaduti, se è possibile per esempio dimenticare di aver avuto particolari rapporti con qualcuno, in termini affettuosi e sessuali. Grazie! 

Risposta 

per avere un totale "ottenebramento" dei sensi con conseguente perdita di coscienza, non occorre l'utilizzo di particolari quantitativi di sostanza. Possono esserci vari motivi per uno "sballo" totale: ad es. non essere abituati alla sostanza, assumerla con mix pesanti di alcol e sostanze ecc.

Quello però che si dovrebbe ricordare abbastanza bene sono il contesto in cui tutto questo è avvenuto e quello che è accaduto prima (compresi rapoorti e interazioni con chi si aveva intorno e con cui si aveva iniziato la serata...)

Domanda: Esame tossicologico

problemi legali

Buonasera, devo fare l esame del capello. Dopo un mese esatto che ho smesso di fare uso ho rasato i capelli e ora li ho lunghi poco più di 3 cm. 

Come risulterà?

Risposta 

Dovrebbe andar bene

Domanda: Salve ho già fatto una domanda inerente alla patente e all’articolo186 un paio di giorni fa solo che non riesco a rispondere al commento dell’operatore, tra 7 gg ho le seconde analisi per riavere la patente e mi fanno sia sangue che urine,io non so se dal

problemi legali

Non so se dalle urine vogliono vedere anche droga anche se dovrebbero cercare solo l'acool, 

la prima urina ho fatto la mia,è possibile siccome ho la possibilità di scambiarla con un altra portare quella di mia cugina che è pulita o se ne accorgono? Cosa mi consigliate di fare ? Mischiare un po' di mia e sua ? 
faccio uso di erba e fumo da anni giornalieramente e da quasi un mese o poco più in situazioni di party con amici ho provato per due volte md e 4/5 volte il tussy (2cb) la droga rosa,sapete qualcosa inerente a questa droga ? 
escono nelle urine?

stasera 11/02 andrò a un party e molto probabilmente ne farò uso per il 18/02 nel sangue e nelle urine (se faccio le mie) esce ? 
aiutatemi per favore grazie delle risposte,vorrei riuscire a parlare privatamente con un operatore anche se devo pagare... grazie!

Risposta 

non sappiamo se non esce niente dato che non sappiamo che analisi ti faranno (se riguardano l'alcol ad es. non ricercano le sostanze, ma la cosa cambia da Commissione a Commissione), forse la cosa più semplice sarebbe non consumare (e passa la paura). Per quanto riguarda mescolare le urine, nessun problema solo che se ti beccano ti denunciano perchè si tratta di un reato: truffa.

Domanda: Buongiorno, a capodanno ho fatto uso di cocaina, circa 0.3, e il 3 gennaio circa uno 0.1 di md poi niente più uso ho fumato fino al 14 gennaio cannabis. ed infine dal 14 ho smesso anche con le canne Circa a metà aprile mi faranno il test del cape

problemi legali
Risposta 

Dipende dalla lunghezza del prelievo 

Domanda: A fine luglio mi è stata ritirata la patente per 4 mesi per guida in stato di ebrezza,ho la commissione il 25/02 e al sert di Giugliano mi dissero che avrei fatto solo i prelievi del sangue però quando sono andata all’ospedale a fare il primo esame mi ha

altro

Mi hanno fatto anche le urine,anche se mi hanno detto che è solo per alcologia so che sicuramente noteranno anche il THC ALTO siccome sono fumatrice da anni e non ho mai smesso perché non sapevo mi facessero le urine,oltre le urine nelle ultime settimane ho fatto uso di MD e Tussy (la droga rosa) però il tutto una settimana prima dalle prime analisi,e tra varie ricerche che ho fatto l'unica cosa che mi preoccupa è la marijuana perché il resto ho letto che si smaltisce massimo in 5 gg...

ho le seconde analisi il 18/02/21 tra 10 gg,la prima urina l'ho fatta da sola e chiusa a chiave in bagno quindi ho pensato per la seconda ,secondo voi se porto l'urina di mia cugina di sangue mischiata un po' alla mia o non so solo la sua che è pulita non fuma e non beve ,se ne possono accorgere siccome le prime sicuramente non saranno pulitissime a livello di THC? 
perché anche se io non fumassi da oggi 08/02 al 18 (cosa che non mi crea nessun problema smettere) sicuramente non uscirei pulitissima perche fumo da anni e anni.. 

cosa mi consigliate di fare ? Attendo risposta per favore grazie mille

Risposta 

Se si tratta di accertamenti per i consumi di alcol, non cercano anche il THC

Domanda: Buonasera! Mi dispiace disturbarvi ma avrei bisogno di un parere e non saprei a chi altro chiedere. Anni fa mi fermarono brillo alla guida, iniziai il percorso di controlli tossicologici che andarono lisci fino a che mi pizzicarono una positività a mdma

informazioni sui servizi sociali e di recupero

(Ingenuamente provata ad una festa qualche mese prima di effettuare i test, pensando ciò non sarebbe risultato...gran cazzata).
Tempo dopo rieffetuai le analisi e questa volta mi beccarono positivo al thc, dopo aver fatto qualche vaporizzazione con mia madre che era malata di cancro e lo faceva come cura...io per curare la tristezza. Andai comunque in contro ai test sperando nella grazia divina.
Non accadde. Premettendo che mi sento un gran pirla per questi errori evitabili e ho una gran voglia di riprendermi la patente, questa volta oltre alle analisi mi hanno fissato una visita di controllo al sert.
C'è la possibilità che vedendomi sano e "normale" e capendo la mia situazione da ingenuo sfigato tornino alla pratica per come è iniziata o c'è il rischio di entrare in un vortice di controlli periodici "per la mia salute" da cui è difficile uscire?
Vi sarei grato anche solo per 4 parole.
Grazie per quello che fate, buon tutto.

Risposta 

Purtroppo non possiamo sapere quali percorsi ti proporrà il Serd dato che ogni servizio ha una propria autonomia decisionale in base al singolo paziente ed ai motivo dell'invio da parte - come nel tuo caso - di un'altra struttura 

Domanda: Effetti irreversibili delle sostanze, anche minimi, nella quotidianità. Quando non si torna più indietro?

effetti delle sostanze

Salve, ho 22 anni e fino a qualche tempo fa ho avuto a che fare con le sostanze: Ho fumato Marijuana e Hashish per 10 anni (iniziando a 12), sui 18/19 anni ho fatto uso di cocaina, ma il rapporto non è durato per più di qualche assunzione (in 6 mesi ci saranno state 4/5 occasioni, con massima dose di 1g, via nasale), ho provato i "Magic Truffle" (spore psicoattive, niente di che) e per 3 anni, dai 19 ai 21, ho fatto uso di MDMA, cristalli in acqua. Su quest'ultima pongo maggiore attenzione, poichè pur assumendola a "saltoni" (d'estate non la prendevo, d'inverno ripetutamente), mi ha lasciato il segno. E' un anno che non la prendo più, dopo le ultime 2 serate disastrate dal collasso e dalla paranoia. Una volta, circa 1 anno e mezzo fa, ne assunsi parecchia (circa 1,6 g in una sola volta, quantità disciolta in poco meno di 1/2 l d'acqua); ricordo che il giorno dopo, oltre ai soliti postumi, proprio non riuscivo ad articolare le frasi, le lasciavo a metà e i pensieri erano limitati a quello che i 5 sensi elaboravano sul momento). Come ho detto, ormai non tocco sostanze pesanti da un anno, ho smesso con le sigarette, sto attento all'alcol e ho diminuito drasticamente erba e fumo e l'intento è di smettere anche con questi. Nonostante l'oggettiva ripresa in mano della mia vita però, sento di non essere più lo stesso, sia nell'intelletto che nella sfera emotiva. Mi sento rallentato, ho difficoltà a fare calcoli elementari, non ricordo più tanto bene il passato (sia lontano che prossimo), quelle capacità di ragionamento e deduzione che mi hanno distinto e portato risultati in passato adesso sembrano svanite. Emotivamente parlando forse c'è il risvolto peggiore: sono apatico, non provo più passione per nulla, non provo più neanche un minimo interesse per le ragazze (sono etero), idee cupe e depressione sono molto più ricorrenti e più facilmente mi portano a quel pensiero che scaccio ogni volta. Ero un adolescente curioso e pieno di sogni, e adesso che ho iniziato a inseguirli davvero, non provo niente, nessuna soddisfazione.La sensazione è quella di aver tagliato via un pezzo di me, quel mix di mente e cuore in cui mi identificavo come singolo, come unico, e in tutto questo ogni santo giorno la mente mi riconduce ai flashback di quelle esperienze, anche a distanza di anni. Devo accettare le conseguenze e convivere con esse? O il tempo migliorerà le cose? Quel pezzo di me è davvero andato per sempre? Quei circuiti possono riattivarsi in qualche modo?

Risposta 

Ciao. Premesso che per capire se si è in presenza o meno di una alterazione neurologica causata dall'assunzione prolungata di determinate sostanze occorrono specifiche indagini conoscitive non invasive (tac, risonanza magnetica ecc), la situazione che stai vivendo e lo stato di demotivazione  quotidiana che stai attraversando, fanno pensare che sarebbe forse utile l'intervento ad esempio di un terapeuta con cui cominciare un percorso di approfondimento e rimotivazione sulla tua vita. Cosa che ci sentiamo di consigliarti caldamente.

Domanda: Salve, io ho l esame del capello il 06 febbraio 2021 per riprendermi la patente. Alla sera del capodanno e due giorni dopo ho assunto una pillola di ecstasy per ognuno delle due serate. Si rivelerà nell esame?Se si verrò bocciato? Se si cosa mi succederà?

problemi legali
Risposta 

Se la ricercano e la trovano viene prolungato il periodo di sospensione con la richiesta di nuovi esami 

Domanda: Salve ,sono un ragazzo di 19anni circa un anno è mezzo fa provai dell'mdma da amici fidati a questa prima assunzione (circa 0.3 di cristallo con un succo) andò tutto alla grande un esperienza bellissima che forse mi montò un po' la testa....

consigli medici
problemi sul lavoro/a scuola

Dopo circa un mese dalla prima assunzione mi trovavo ad un piccolo rave così decisi di riprovarla ma quella volta esagerai e finì col calarmi 0.5 (cristallo dissolto in acqua ) appena fece effetto capii subito che la qualità non era buona (anche gli altri al rave si sentirono male)sentivo effetti strani come se la sostanza agiva a intermittenza (ossia prima ero in botta poi normale e così via)  ma una cosa che ricordo alla perfezione è stata l'improvvisa nausea seguita da vomito ,confusione , vista annebbiata con ombre che attraversavano il mio campo visivo rapidamente  ,pressione al petto molto elevata e non sentivo più nulla apparte il mio respiro forse perché ero concentrato a non morire , comunque dopo aver vomitato piano piano la situazione miglioró mi sentivo abbastanza conclusi la serata e tornai a casa con un mio amico ad un certo punto mi colpì il mal di testa più forte della mia vita indescrivibile il dolore che ricopriva tutta la testa specialmente il lato sinistro non diedi troppo peso alla cosa poiché passo dopo una decina di minuti ma è stato veramente intenso . La seconda volta che lo ebbi (circa un paio di settimane dopo) mi fece letteralmente inginocchiare sentivo il lato sinistro della testa precisamente dove si trova la vena temporale come se fosse ''tirato'' e allo stesso tempo pulsava , anche la vena temporale era mooolto gonfia ma il dolore non si fermava solo lì anche il mio occhio sinistro era messo male come se volesse uscire dall'orbita l'unica cosa che poteva fare era sperare di dormire nonostante quel dolore . Da una anno a oggi le cose sono leggermente migliorate ma il mal di testa continua a esserci alle volte molto intenso altre un po' meno ma non se ne vuole andare circa un paio di mesi fa feci pure una TAC con mezzo di contrasto (non dissi nulla dell' md ma gli ho descritto i sintomi) ma nulla mi dissero tutto a posto , credo di essermi rovinato irreversibilmente il cervello e non credo di voler vivere con questa sensazione per sempre veramente preferirei morire , le mie relazioni sociali sono drasticamente cambiate visto che nei primi periodi se uscivo con qualcuno e arrivava il mal di testa l'unica cosa che riuscivo a fare era stare muto in un angolo a soffrire ora , dimenticato di aggiungere che sono un fumatore di cannabis ma non ho notato una stretta correlazione tra cannabis e il mal di testa alle volte mi viene quando fumo ma spesso no è casuale infatti anche se non fumo mi viene confido nella vostra sincerità e professionalita spero che sia reversibile la cosa e vorrei fare un esame che mi dica con precisione che problema ho, grazie dell'attenzione.Ricapitolando la mia situazione attuale è questa; 

Mal di testa che si manifesta almeno 4 o più volte a settimana altamente debilitante per la vita sociale e qualsiasi attività il tutto concentrato nel lato sinistro con pulsazione della vena temporale  e intorpededimento attorno la vena , occhio sinistro come se volesse uscire dall'orbita , dimenticavo.. il tutto può durare ore e può essere molto intenso ma può anche andarsene dopo qualche minuto non riesco a capirne la logica

 

 

 

Risposta 

ciao dal racconto che ci fai viene da pensare che la sostanza che hai preso possa essere mdma, ma può aver contenuto qualche adulterante che ha fatto male a più persone. Purtroppo non possiamo conoscere la sua composizione perchè nessuno immagino l'ha potuta analizzare. Rispetto ai tuoi sintomi postumi mi pare che siano stati e continuano ad essere piuttosto pesanti, per cui la tua peoccupazione è più che comprensibile anche se eviterei di pensare a danni irreversibili che sono assai rari e improbabili. 

Posso formulare delle ipotesi: quell'esperienza - di per se traumatica - può aver innescato una reazione psicofisiologica.       Ma sarebbe meglio a mio avviso approfondire la cosa con medici e operatori che conoscono droghe, effetti e criticità. Già il fatto che tu abbia fatto una tac, esclude molte cose ma forse è utile approfondirne altre che magari hanno a che fare con l'universo complicato delle cefalee. Non sono medico, posso però consigliarti uno spazio a cui rivolgerti in cui puoi trovare medici e altri operatori che possono aiutarti ad approfondire la cosa anche a distanza. E' un nuovo servizio che si chiama spazio Intermedium, aperto da poco a Torino da alcuni colleghi del progetto Neutravel e che si occupa specificatamente di consumi di droghe in ambienti festivi. 

Se scrivi a questa mail:   spazio.intermediumATgmail.com, anche facendo riferimento a questo nostro contatto, puoi avere una consulenza più approfondita di questa e magari delle indicazioni su come capire cosa ti sta capitando e come rimediare. 

S. Bertoletti operatore sostanze.info

Domanda: Salve ,sono un ragazzo di 19anni circa un anno è mezzo fa provai dell'mdma da amici fidati a questa prima assunzione (circa 0.3 di cristallo con un succo) andò tutto alla grande un esperienza bellissima che forse mi montò un po' la testa....

consigli medici
problemi sul lavoro/a scuola

Dopo circa un mese dalla prima assunzione mi trovavo ad un piccolo rave così decisi di riprovarla ma quella volta esagerai e finì col calarmi 0.5 (cristallo dissolto in acqua ) appena fece effetto capii subito che la qualità non era buona (anche gli altri al rave si sentirono male)sentivo effetti strani come se la sostanza agiva a intermittenza (ossia prima ero in botta poi normale e così via)  ma una cosa che ricordo alla perfezione è stata l'improvvisa nausea seguita da vomito ,confusione , vista annebbiata con ombre che attraversavano il mio campo visivo rapidamente  ,pressione al petto molto elevata e non sentivo più nulla apparte il mio respiro forse perché ero concentrato a non morire , comunque dopo aver vomitato piano piano la situazione miglioró mi sentivo abbastanza conclusi la serata e tornai a casa con un mio amico ad un certo punto mi colpì il mal di testa più forte della mia vita indescrivibile il dolore che ricopriva tutta la testa specialmente il lato sinistro non diedi troppo peso alla cosa poiché passo dopo una decina di minuti ma è stato veramente intenso . La seconda volta che lo ebbi (circa un paio di settimane dopo) mi fece letteralmente inginocchiare sentivo il lato sinistro della testa precisamente dove si trova la vena temporale come se fosse ''tirato'' e allo stesso tempo pulsava , anche la vena temporale era mooolto gonfia ma il dolore non si fermava solo lì anche il mio occhio sinistro era messo male come se volesse uscire dall'orbita l'unica cosa che poteva fare era sperare di dormire nonostante quel dolore . Da una anno a oggi le cose sono leggermente migliorate ma il mal di testa continua a esserci alle volte molto intenso altre un po' meno ma non se ne vuole andare circa un paio di mesi fa feci pure una TAC con mezzo di contrasto (non dissi nulla dell' md ma gli ho descritto i sintomi) ma nulla mi dissero tutto a posto , credo di essermi rovinato irreversibilmente il cervello e non credo di voler vivere con questa sensazione per sempre veramente preferirei morire , le mie relazioni sociali sono drasticamente cambiate visto che nei primi periodi se uscivo con qualcuno e arrivava il mal di testa l'unica cosa che riuscivo a fare era stare muto in un angolo a soffrire ora , dimenticato di aggiungere che sono un fumatore di cannabis ma non ho notato una stretta correlazione tra cannabis e il mal di testa alle volte mi viene quando fumo ma spesso no è casuale infatti anche se non fumo mi viene confido nella vostra sincerità e professionalita spero che sia reversibile la cosa e vorrei fare un esame che mi dica con precisione che problema ho, grazie dell'attenzione.Ricapitolando la mia situazione attuale è questa; 

Mal di testa che si manifesta almeno 4 o più volte a settimana altamente debilitante per la vita sociale e qualsiasi attività il tutto concentrato nel lato sinistro con pulsazione della vena temporale  e intorpededimento attorno la vena , occhio sinistro come se volesse uscire dall'orbita , dimenticavo.. il tutto può durare ore e può essere molto intenso ma può anche andarsene dopo qualche minuto non riesco a capirne la logica

 

 

 

Risposta 

ciao dal racconto che ci fai viene da pensare che la sostanza che hai preso possa essere mdma, ma può aver contenuto qualche adulterante che ha fatto male a più persone. Purtroppo non possiamo conoscere la sua composizione perchè nessuno immagino l'ha potuta analizzare. Rispetto ai tuoi sintomi postumi mi pare che siano stati e continuano ad essere piuttosto pesanti, per cui la tua peoccupazione è più che comprensibile anche se eviterei di pensare a danni irreversibili che sono assai rari e improbabili. 

Posso formulare delle ipotesi: quell'esperienza - di per se traumatica - può aver innescato una reazione psicofisiologica.       Ma sarebbe meglio a mio avviso approfondire la cosa con medici e operatori che conoscono droghe, effetti e criticità. Già il fatto che tu abbia fatto una tac, esclude molte cose ma forse è utile approfondirne altre che magari hanno a che fare con l'universo complicato delle cefalee. Non sono medico, posso però consigliarti uno spazio a cui rivolgerti in cui puoi trovare medici e altri operatori che possono aiutarti ad approfondire la cosa anche a distanza. E' un nuovo servizio che si chiama spazio Intermedium, aperto da poco a Torino da alcuni colleghi del progetto Neutravel e che si occupa specificatamente di consumi di droghe in ambienti festivi. 

Se scrivi a questa mail:   spazio.intermediumATgmail.com, anche facendo riferimento a questo nostro contatto, puoi avere una consulenza più approfondita di questa e magari delle indicazioni su come capire cosa ti sta capitando e come rimediare. 

S. Bertoletti operatore sostanze.info