Back to top

Archivio delle Domande agli Operatori

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Salve sono julia io ho problemi di anoressia ,bulimia, depressione bordelan ,depressione maggiore grave, tossicodipendenza, uso il ritalin 4f_mph ,mi potete aiutare dove lo posso ritirarlo, grazie mille.

consigli medici
Risposta 

Solo ed esclusivamente presso un medico autorizzato a prescriverlo 

Domanda: Mix di droghe e psicofarmaci e farmaci e alcool

consigli medici
effetti delle sostanze

Soffro di depressione maggiore e bdp. Ogni tanto ho dei momenti completamente dissociativi in cui a causa di un forte attacco depressivo o maniacale faccio cose brutte. Spesso mi taglio, ma da quando ho scoperto i mix ci penso molto. I mix prevedono neanche una riga di k, due pasticche di zopiclone e delorazepam a volontà il tutte mischiate con alcool. Come si esce da questo vortice di autodistruzione? Forse nemmeno ne voglio uscire. Faccio tutto nel rispetto del quieto vivere, non esco di casa in queste condizioni e non farei mai del male a nessno. A forza di continuare così cosa mi succederà? 

Risposta 

Cosa succede continuando così? La risposta è ovvia e scontata, ma non crediamo che hai voluto solo condividere questa tua esperienza per sentirti dire semplicemente di smettere prima che sia troppo tardi. In una situazione di sofferenza e depressione come quella che descrivi ogni utilizzo di sostanze e/o alcolici non fa che esasperare ulteriormente i disturbi. Ipotizziamo che tu sia seguito da medici che forse non conoscono queste tue "abitudini". Forse sarebbe utile parlarne anche con loro e non solo con noi.  

Domanda: Mix di droghe e psicofarmaci e farmaci e alcool

consigli medici
effetti delle sostanze

Soffro di depressione maggiore e bdp. Ogni tanto ho dei momenti completamente dissociativi in cui a causa di un forte attacco depressivo o maniacale faccio cose brutte. Spesso mi taglio, ma da quando ho scoperto i mix ci penso molto. I mix prevedono neanche una riga di k, due pasticche di zopiclone e delorazepam a volontà il tutte mischiate con alcool. Come si esce da questo vortice di autodistruzione? Forse nemmeno ne voglio uscire. Faccio tutto nel rispetto del quieto vivere, non esco di casa in queste condizioni e non farei mai del male a nessno. A forza di continuare così cosa mi succederà? 

Risposta 

Cosa succede continuando così? La risposta è ovvia e scontata, ma non crediamo che hai voluto solo condividere questa tua esperienza per sentirti dire semplicemente di smettere prima che sia troppo tardi. In una situazione di sofferenza e depressione come quella che descrivi ogni utilizzo di sostanze e/o alcolici non fa che esasperare ulteriormente i disturbi. Ipotizziamo che tu sia seguito da medici che forse non conoscono queste tue "abitudini". Forse sarebbe utile parlarne anche con loro e non solo con noi.  

Domanda: Vi hanno sostituiti? Che succede? Che fine ha fatto l'approccio scientifico?

consigli medici
effetti delle sostanze

Ciao ma chi risponde alle domande? Un bambino delle elementari? Un incompetente totale? C'è stato un errore? Uno scambio di persona? Abbiamo chiesto "ciao a che punto siamo sulla terapia psichedelica contro le dipendenze? (in particolare eroina, ma anche alcol e tabacco)?"  e ci dobbiamo veder rispondere "ci spiace ma non ci occupiamo di medicine alternative, ma solo di cure farmacologiche tradizionali"?!! Ma quali "medicine alternative", cioè ci sono in atto tutta una serie di studi nelle maggiori università sull'uso dell'iboga e della psilocibina (non uno, DECINE https://scholar.google.fr/scholar?q=psilocybin+addiction&hl=it&as_sdt=0&... ), veniamo qua per saperne di più e fare ordine e dobbiamo sentirci rispondere così?
Volete dirci che in "SOSTANZE.INFO" nessuno è aggiornato sullo stato della ricerca scientifica e medica nel campo delle dipendenze? Ma che davéro?

Risposta 

Buongiorno ci spiace davvero per la brutta esperienza che riporti di aver avuto con il nostro sito, ma ci sfugge il senso della tua contestazione alla nostra risposta.

Abbiamo solo affermato quello che è il nostro consueto approccio professionale al fenomeno dipendenze, senza negare o escludere alcuna validità a tutto quel vasto universo rappresentato dalla ricerca nella farmacopea non tradizionale.

E a dimostrarlo è il dettaglio sempre più corposo delle notizie che il sito ospita im prima pagina, pubblicate liberamente e utilmente dai nostri lettori. 

Cordialmente

La Redazione

Domanda: Vi hanno sostituiti? Che succede? Che fine ha fatto l'approccio scientifico?

consigli medici
effetti delle sostanze

Ciao ma chi risponde alle domande? Un bambino delle elementari? Un incompetente totale? C'è stato un errore? Uno scambio di persona? Abbiamo chiesto "ciao a che punto siamo sulla terapia psichedelica contro le dipendenze? (in particolare eroina, ma anche alcol e tabacco)?"  e ci dobbiamo veder rispondere "ci spiace ma non ci occupiamo di medicine alternative, ma solo di cure farmacologiche tradizionali"?!! Ma quali "medicine alternative", cioè ci sono in atto tutta una serie di studi nelle maggiori università sull'uso dell'iboga e della psilocibina (non uno, DECINE https://scholar.google.fr/scholar?q=psilocybin+addiction&hl=it&as_sdt=0&... ), veniamo qua per saperne di più e fare ordine e dobbiamo sentirci rispondere così?
Volete dirci che in "SOSTANZE.INFO" nessuno è aggiornato sullo stato della ricerca scientifica e medica nel campo delle dipendenze? Ma che davéro?

Risposta 

Buongiorno ci spiace davvero per la brutta esperienza che riporti di aver avuto con il nostro sito, ma ci sfugge il senso della tua contestazione alla nostra risposta.

Abbiamo solo affermato quello che è il nostro consueto approccio professionale al fenomeno dipendenze, senza negare o escludere alcuna validità a tutto quel vasto universo rappresentato dalla ricerca nella farmacopea non tradizionale.

E a dimostrarlo è il dettaglio sempre più corposo delle notizie che il sito ospita im prima pagina, pubblicate liberamente e utilmente dai nostri lettori. 

Cordialmente

La Redazione

Domanda: Ciao a che punto siamo sulla terapia psichedelica contro le dipendenze? (in particolare eroina, ma anche alcol e tabacco)? Grazie

consigli medici
effetti delle sostanze
Risposta 

ci spiace ma non ci occupiamo di medicine alternative, ma solo di cure farmacologiche tradizionali

Domanda: Ciao a che punto siamo sulla terapia psichedelica contro le dipendenze? (in particolare eroina, ma anche alcol e tabacco)? Grazie

consigli medici
effetti delle sostanze
Risposta 

ci spiace ma non ci occupiamo di medicine alternative, ma solo di cure farmacologiche tradizionali

Domanda: Buongiorno, Un'informazione su questa situazione.: Martedì sera: ho preso 20 gocce di Diazepam Mercoledì: 20 gocce di Diazepam Giovedì sera: 5 gocce di Diazepam A breve è Venerdì sera, a distanza di 24 ore: posso bermi un Campari Spritz? Grazie

consigli medici
effetti delle sostanze
Risposta 

meglio di no, meglio aspettare il completo esaurirsi degli effetti del farmaco per evitare problemi nella sovrapposizione di questi con l'alcol

Domanda: Buongiorno, Un'informazione su questa situazione.: Martedì sera: ho preso 20 gocce di Diazepam Mercoledì: 20 gocce di Diazepam Giovedì sera: 5 gocce di Diazepam A breve è Venerdì sera, a distanza di 24 ore: posso bermi un Campari Spritz? Grazie

consigli medici
effetti delle sostanze
Risposta 

meglio di no, meglio aspettare il completo esaurirsi degli effetti del farmaco per evitare problemi nella sovrapposizione di questi con l'alcol

Domanda: Cannabis in gravidanza. Quando e come smettere? Astinenza prenatale? Analisi alla nascita e rischio che chiamino i servizi sociali. Esperienze vostre e info mediche dettagliate.

consigli medici
effetti delle sostanze
informazioni sui servizi sociali e di recupero

Salve, sono all'8 mese di gravidanza e fumo canne da anni, ho smesso per poco quando l' ho scoperto ma poi ho ripreso prima con qualche tiro poi via Via sono arrivata a fumare una piccola la sera e ultimamente fumo anche il pomeriggio. Ma cerco sempre di consumare piccole quantità e farle piccole come un drummino di tabacco. Mi sono rivolta ad una psicologa perché non so con chi parlarne, nessuno capirebbe e giudicherebbero solo, e già mi sento una me***di mio. Ho sempre avuto paura dei possibili effetti sul feto ma non vi è molto materiale scientifico significativo in internet, non si sa nulla di preciso ma la mia preoccupazione più grande, oltre a possibili danni celebrale è anche una presunta crisi di astinenza del Bambino, sia in pancia che una volta fuori. Se smettessi ora ci sarebbe la possibilità che lui non vada in astinenza e non succeda nulla di brutto? E nel caso non smettessi potrebbe avere astinenza una volta nato? Ma soprattutto è vero che dalle normali analisi di routine ai bambini appena nati esce anche senza cercarla la sostanza thc per cui lo scoprirebbero e chiamerebbero direttamente i servizi sociali? Ho bisogno di medici che mi dicano esattamente come funziona, e la Testimonianza di chi come me ha vissuto già questo momento e può chiarirmi un po' in più.  Grazie in anticipo

 

Risposta 

Come hai già letto (e commentato) sul sito, non ci sono problemi di astinenza per te o per il tuo bimbo a condizione di interrompere immediatamente il consumo di THC. Le analisi sul bambino appena nato non prevedono tossicologici se non ci sono gli estremi per richiederli.

Domanda: Cannabis in gravidanza. Quando e come smettere? Astinenza prenatale? Analisi alla nascita e rischio che chiamino i servizi sociali. Esperienze vostre e info mediche dettagliate.

consigli medici
effetti delle sostanze
informazioni sui servizi sociali e di recupero

Salve, sono all'8 mese di gravidanza e fumo canne da anni, ho smesso per poco quando l' ho scoperto ma poi ho ripreso prima con qualche tiro poi via Via sono arrivata a fumare una piccola la sera e ultimamente fumo anche il pomeriggio. Ma cerco sempre di consumare piccole quantità e farle piccole come un drummino di tabacco. Mi sono rivolta ad una psicologa perché non so con chi parlarne, nessuno capirebbe e giudicherebbero solo, e già mi sento una me***di mio. Ho sempre avuto paura dei possibili effetti sul feto ma non vi è molto materiale scientifico significativo in internet, non si sa nulla di preciso ma la mia preoccupazione più grande, oltre a possibili danni celebrale è anche una presunta crisi di astinenza del Bambino, sia in pancia che una volta fuori. Se smettessi ora ci sarebbe la possibilità che lui non vada in astinenza e non succeda nulla di brutto? E nel caso non smettessi potrebbe avere astinenza una volta nato? Ma soprattutto è vero che dalle normali analisi di routine ai bambini appena nati esce anche senza cercarla la sostanza thc per cui lo scoprirebbero e chiamerebbero direttamente i servizi sociali? Ho bisogno di medici che mi dicano esattamente come funziona, e la Testimonianza di chi come me ha vissuto già questo momento e può chiarirmi un po' in più.  Grazie in anticipo

 

Risposta 

Come hai già letto (e commentato) sul sito, non ci sono problemi di astinenza per te o per il tuo bimbo a condizione di interrompere immediatamente il consumo di THC. Le analisi sul bambino appena nato non prevedono tossicologici se non ci sono gli estremi per richiederli.

Domanda: Cannabis in gravidanza. Quando e come smettere? Astinenza prenatale? Analisi alla nascita e rischio che chiamino i servizi sociali. Esperienze vostre e info mediche dettagliate.

consigli medici
effetti delle sostanze
informazioni sui servizi sociali e di recupero

Salve, sono all'8 mese di gravidanza e fumo canne da anni, ho smesso per poco quando l' ho scoperto ma poi ho ripreso prima con qualche tiro poi via Via sono arrivata a fumare una piccola la sera e ultimamente fumo anche il pomeriggio. Ma cerco sempre di consumare piccole quantità e farle piccole come un drummino di tabacco. Mi sono rivolta ad una psicologa perché non so con chi parlarne, nessuno capirebbe e giudicherebbero solo, e già mi sento una me***di mio. Ho sempre avuto paura dei possibili effetti sul feto ma non vi è molto materiale scientifico significativo in internet, non si sa nulla di preciso ma la mia preoccupazione più grande, oltre a possibili danni celebrale è anche una presunta crisi di astinenza del Bambino, sia in pancia che una volta fuori. Se smettessi ora ci sarebbe la possibilità che lui non vada in astinenza e non succeda nulla di brutto? E nel caso non smettessi potrebbe avere astinenza una volta nato? Ma soprattutto è vero che dalle normali analisi di routine ai bambini appena nati esce anche senza cercarla la sostanza thc per cui lo scoprirebbero e chiamerebbero direttamente i servizi sociali? Ho bisogno di medici che mi dicano esattamente come funziona, e la Testimonianza di chi come me ha vissuto già questo momento e può chiarirmi un po' in più.  Grazie in anticipo

 

Risposta 

Come hai già letto (e commentato) sul sito, non ci sono problemi di astinenza per te o per il tuo bimbo a condizione di interrompere immediatamente il consumo di THC. Le analisi sul bambino appena nato non prevedono tossicologici se non ci sono gli estremi per richiederli.