Back to top

ACCERTAMENTI IDONEITA’ ALLA GUIDA E SOSPENSIONE PATENTE

ACCERTAMENTI IDONEITA’ ALLA GUIDA E SOSPENSIONE PATENTE IMPORTANTE.

Vogliamo chiarire che il contenuto dell’intervista che leggerete qui di seguito si riferisce ESCLUSIVAMENTE a quanto viene richiesto ed effettuato nel territorio della provincia di Firenze. Ogni Regione d’accordo con i servizi sanitari locali infatti, pur attendendosi a quanto stabilito dalle norme nazionali, definisce e applica proprie procedure.

 

 

Intervista alla Dr.ssa Malavolti, direttore U.O. Medicina Legale ASL 10 Firenze e responsabile della Commissione Medica Locale della Provincia di Firenze

Di cosa si occupa la Commissione Medica Locale e in quali ambiti interviene?

La C.M.L. effettua l’accertamento dei requisiti fisici e psichici per il conseguimento/conferma della patente di guida.

In quali casi viene richiesta la visita presso la commissione? 

Per le seguenti categorie (previste dal codice della strada): mutilati e minorati fisici; portatori di malattie invalidanti (affezioni cardio-vascolari, diabete complicato, malattie endocrine, malattie del sistema nervoso, epilessia, malattie psichiche, sostanze psicoattive); Su disposizione della Prefettura o della Motorizzazione Civile (visite di revisione della patente).

Come arrivano le persone alla Commissione? Ovvero chi effettua l’invio?

Su richiesta della Prefettura e/o della Motorizzazione: per guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di stupefacenti; per aver causato un incidente stradale; in tutti i casi in cui si sospetti la non permanenza dell’idoneità i psico-fisica alla guida Spontaneamente: tutte le altre tipologie.

Quali prelievi vengono richiesti?

Gli esami richiesti variano a seconda della patologia. In caso di revisione per guida in stato di ebbrezza è richiesto l’esame del sangue (emocromo, GOT, GPO, YGT) e l’esame dell’urina e/o del capello. In caso di revisione per guida sotto effetto di sostanze stupefacenti è richiesta una valutazione tossicologica dopo un periodo di osservazione di tre - sei mesi.

Dove vengono effettuati gli esami?

Nei laboratori/ambulatori di struttura pubblica; presso la Tossicologia Forense dell’Università di Firenze; presso i Centri Alcologici; presso il Centro di consulenza Tossicologica o i SerT (dipende dal Comune di residenza dell’interessato).

Cosa succede con risposte positive e quali sono le sanzioni applicate?

La CML non applica sanzioni bensì esprime un giudizio di idoneità/non idoneità alla guida. In caso di risposta positiva ad abuso di alcol o al consumo abituale di sostanze stupefacenti è rilasciato un certificato di non idoneità temporanea alla guida e l’interessato è inviato al Centro alcologico di riferimento (alcol) o all’ambulatorio di consulenza tossicologica (sostanze stupefacenti) per una valutazione alcologica o tossicologica da effettuarsi dopo un’ osservazione di almeno sei mesi.

Quali sono le analisi a cui vengono sottoposti gli interessati?

Gli esami di routine sono: esami ematici (esami del sangue), esame delle urine e/o del capello per la ricerca dei metaboliti delle sostanze stupefacenti. La CML può, quando lo ritiene utile, effettuare anche l’esame della saliva e l’alcol-test.

Per la ricerca di quali sostanze?

Nelle urine e nel capello vengono ricercati i metaboliti delle seguenti sostanze:

  • Oppiacei
  • Buprenorfina
  • Cocaina
  • Benzodiazepine
  • Cannabinoidi
  • Amfetamina e derivati
  •  Metadone

Problema alcol come viene considerato/affrontato?

Con molta attenzione in considerazione della sua rilevanza nell’essere spesso la causa principale degli incidenti stradali che vedono coinvolti prevalentemente i giovani, spesso con gravi conseguenze sulla salute. Sebbene il compito principale della CML sia quello di mettere in sicurezza le strade, non consentendo a chi non ha i requisiti di idoneità psico-fisica di guidare, nel caso dell’alcol la commissione adotta anche provvedimenti di prevenzione primaria inviando le persone ai corsi informativi tenuti dal Centro Alcologico di Careggi. L’obiettivo è di diffondere la conoscenza dei rischi alcol-guida in modo da indurre a comportamenti virtuosi che tutelano la salute del singolo e della collettività.

Cosa succede dopo?

Qualora il soggetto non risulti consumatore abituale di sostanze psicoattive (alcol, stupefacenti, sostanze psicotrope) capaci di compromettere la sua idoneità a guidare senza pericoli, la CML rilascia certificato di idoneità alla guida con validità limitata (per sottoporlo a successivo monitoraggio).

La commissione si occupa anche degli accertamenti per i neopatentati?

Si, quando rientrano nelle categorie di competenza della CML.

E che analisi vengono richieste?

Dipende dal tipo di patologia i (relazione del cardiologo per le malattie cardiovascolari, campo visivo per il deficit visivo, certificato del curante per epilessia, relazione del neurologo per sindrome delle apnee notturne, sclerosi multipla e polineuropatie; relazione del centro diabetologico per il diabete ecc.) Le prescrizioni degli esami vengono consegnate al momento della prenotazione della visita

Commenti

THC

Spettabile Redazione,

come si comporta la CMPG di Firenze se il soggetto è positivo al THC nell'indagine su matrice pilifera (si dice tricologica?) e negativo alle urine?

risposta a "THC" del 09.08.10

Certamente il test del capello è estremamente più affidabile ed esaustivo del prelievo urinario.
E quindi ha una maggiore validità rispetto all’altro.
Ma è solo una nostra personalissima opinione.

Le istituzioni

...si guardino bene dal continuare su questa strada truffaldina e repressiva tesa a rovinare la vita della gente sotto il falso mito della demonizzazione dell'alcohol solo per renderci tutti delinquenti e per rimpinguare le casse di una salità malata...io prevedo a breve che il malcontento sarà talmente alto che qualcosa la popolazione civile si vedrà costretta a fare...di sicuro questi abusi di potere legalizzato non fanno altro che innalzare l'avversione del cittadino nei confronti delle forze dell'ordine e delle leggi "stupide" più in generale...siamo anche in tempi di Stefano Cucchi, di Trionfale assassina e corrotta, di Gabriele Sarni, della Mollicone e chi più ne ha più ne metta...io dico che forse sarebbe il caso di rivedere un po la faccenda e magari controllare anche un po di più le forze dell'ordine che allo stato attuale sembrano godere di una spavalderia solo perchè impunibili che irrita l'onesto contribuente, soprattuto quando ci si vede mettere le mani in tasca con multe beffarde e inutili alla sicurezza (vedi autovelox improponibili e vigliaccate varie)...io inizierei a monitorare il malcontento se fossi in voi, magari spostando un po di ruberie dalla sanità agli istituti di statistica, tanto sempre di lobby politico-massoniche si parla!
Buona serata e cerchiamo di guardare più in là del nostro naso...

malcontento

Lo sfogo è comprensibile e qualche abuso forse non manca, ma indubbiamente qualcosa per cercare di limitare e senz'altro sanzionare la guida sotto effetto di alcolici e affini penso sia doverosa nel il rispetto di tutti.

ste merde

dobbiamo capire che in questo paese (itaglietta) proprio per questo non mettono il limite a zero come in tutta europa, è un modo perfetto per fregare la gente, è come dire l'alcol è legale e tu puoi bere basta che non superi questa soglia (grazie al cazzo), se però guidi un mezzo pubblico e hai 0,1 sei un ubriacone delinquente,se hai 0,51 sei un alcolizzato,se superi 1,5 ma guidi perfettamente perche ci sei abituato da una vita a bere ti confiscano pure l'auto perdi il lavoro quindi non puoi pagare le loro multe... ecc ecc...(e ripeto l'alcol è LEGALE) allora non capisco come possano fare questi controsensi, non puoi dire che l'alcool è legale e poi rovinare la vita a una persona perche ha brvuto pagandoti pure le tasse (alcol monopolio di stato). e in piu non puoi mettere in galera (250 euro al giorno? e chi ce li ha ahahaha) uno che ha bevuto senza aver fatto male a nessuno mentre chi uccide esce dopo pochi anni se ve bene. non puoi costringere una persona a fare analisi per vedere se a casa sua pur non guidando (patente sospesa) beve, chi cazzo sono sti medici e sti politici e sti sbirri per dirmi cosa devo fare del mio fegato o della mia vita? se bere mentre non guidi è legale percheè non devono ridarmi la patente se bevo quando non guido? ma che si facciano i caxxi loro e tornino a casa sti terroni di m...(chissà perche sono tutti terroni gli sbirri mah :-D)

ho il cuore nero me ne frego e sputo in faccia al mondo intero

meglio riflettere

Sarebbe preferibile a mio avviso analizzare con onestà intellettuale il problema nelle sue svariate sfaccettature senza animosià o risentimenti personali e magari usando un linguaggio adeguato e rispettoso nei confronti di tutti. Il punto principale è uno solo: è straaccertato a livello scentifico mondiale che l'alcol e altre sostenze c.d. psicoattive alterano in linea di massima e con varianti individuali le facoltà mentali nel loro complesso anche se ci si sente " da dio". Quindi guidare dopo avere fatto uso anche moderato di tali sostanze risulta potenzialmente rischioso. Se non si accetta tale principio ogni altra discussione diventa inutile e fuorviante. Il legislatore ha voluto giustamente porre deterrenti legali per limitare il fenomeno. Ogni provvedimento anche se criticabile e/o migliorabile ha una sua logica non necessariamente negativa. Sarebbe ad esempio preferibile la tolleranza zero onde evitare appunto ogni controversia sulle varie soglie. L'alcol è legale ma non quando guidi. E allora perchè farlo ugualmente sapendo i rischi collegati? Per quanto riguarda la salute personale in generale, i costi della sanità vengono comunque sostenuti dalla collettività anche per le persone che si fanno del male volontariamente e consapevolmente. Infine, direi che è sicuramente più facile che la vita delle persone sia rovinata da un ubriaco al volante che da uno "sbirro terrone" che fa il suo dovere.

Quello che rilevo..

Solo due appunti alla tua precedente piena di risentimento. Partendo dal presupposto che è giusto che sia criminalizzato (ma solo dal punto di vista legale) la guida in stato di ebbrezza, mi SFUGGE il monitoraggio obbligatorio delle persone con valori che garantiscano il non-abuso anche dopo due volte. Mi SFUGGE l'analisi obbligatoria a Firenze di tutte le sostanze anche se hai la patente sospesa esclusivamente, ed in seguito ad accertamenti ematici, per "guida in stato di ebbrezza alcolica". Mi STUPISCE il convolgimento dell'alcologia anche in seguito all'analisi di valori ematici irrilevanti. Mi STUPISCE questo scrupoloso rigore (che in realtà reca in sé i prodromi dell'abuso) così poco italiano (ricordo che interi MINISTERI emettono leggi talmente all'oscuro della LEGGE che il TAR è costretto a dichiararne la non esecuzione dopo la loro approvazione). E della tua mi SCONFORTA l'uso che fai della parola "terrone": ti posso garantire che qui siamo tutti open minded e civilissimi.
Applichiamo lo stesso rigore anche nei riguardi delle associazioni segrete e del merito. In fondo credo che ora, più che mai, in Italia nessuno possa chiederci di essere saggi o stoici, quando il semplice esercizio del buon senso cambierebbe tutto.

Le istituzioni 2...

scusate se torno a intervenire solo ora ma ero assente per lavoro...
Innanzitutto io non sono contro una regolamentazione del "bere alla guida" (perchè il bere in casa o in altre situazioni esula dalla questione codice della strada), semplicemente proporrei che venisse adottato un sistema di controllo dei riflessi come si è sempre fatto anche in america e in questo la scienza e la fisica psicomotoria nè avrebbero da indicare a quintali di prove propedeutiche, solo dopo, una volta accertata l'effettiva distorsione spazio percettiva, si può passare all'etilometro (che di fatto è un'arma che rovina le vite sporcando le fedine penali e escludendo da concorsi e accesso alle forze dell'ordine)...
Aprirei una parentesi sul CAPITOLO ETILOMETRO...e come se lo stato ci dicesse che il limite su una determinata strada è di 50 km/h e non obbligassse i produttori di automobili ad installare un tachimetro sull'auto, questo avviene con l'alcol, lo stato ci dice che qualcosa possiamo berlo ma senza sorpassare gli 0,5 g/l nel sangue????? e tutto ciò senza che sia possibile verificarlo in nessun modo prima di mettersi alla guida...credo che a intuito neanche il miglior chimico riuscirebbe a quantificare quanto avrebbe...dunque una legge fallace e fatta per trarre in inganno e fare cassa (io preferirei il limite a zero almeno sarebbe meno ipocrita)...SECONDO PUNTO ETILOMETRO di fondamentale importanza; forse non molti sanno che l'etilometro, nel caso specifico il drager 7110 utilizzato in italia è uno strumento del tutto inaffidabile tanto che in Israele c'è stata un Class-Action (VINTA) dei malcapitati guidatori contro uno Stato in totale imbarazzo proprio dopo aver scoperto che l'etilometro in qustione è basato su "scienza spazzatura" (chi vuole approfondire lo faccia anche qui http://immenso.splinder.com/post/22762696/l%25E2%2580%2599etilometro-e-i... )...
Aggiungerei che forse una persona a cui è appena stato comunicato un lutto, o che ha appena avuto una lunga discussione telefonica con la moglie/figlio/ragazza, o che sta semplicemente andando a fare un colloquio di lavoro, è sicuramente in uno stato emotivo/percettivo e di carenza di attenzione alla guida più alta di un soggetto con 0,6 di alchol, e allora che si fa? presunzione di colpevolezza per tutti? io la smetterei con lo spauracchio dell'alchol, qui si rischia di sparare a zero su centinaia di magliaia di innocenti in nome di una guerra alle morti su strada che in realtà sono FORSE ricollegabili all'alchol nella misura dell'1,5 per cento...
Di sicuro un effetto lo abbiamo avuto, ora le nostre strade sono invase da donne impanicate (donne non me ne vogliate ma è così per la maggior parte di voi soprattutto di notte) al volante costrette a guidare per non fare ritirare la patente ai mariti o ai ragazzi...dunqe ora si che siamo al sicuro, abbiamo messo al volante la serie B per preservare le patenti delle serie A!!!!
Bene questo si che è uno stato intelligente e che guarda lontano!!

meglio una brutta legge che l'anarchia

Condivido parecchio delle sue osservazioni, ma nella pratica, dando per scontato che eventuali miglioramenti della legge potranno essere attuati con una tempistica che ben conosciamo, crede sia meglio un "liberi tutti" e affidarci totalmente alla sorte ed al "buon senso?" del genere umano????

Assolutamente no...

...ma di sicuro il "punirne uno per educarne cento" mi sembra nostalgico e quanto meno poco democratico e liberale...io ho sempre più la percezione di uno Stato di diritto ormai perso, come se fossimo in Turchia o in Marocco, d'altra parte, come diceva un grande, la civiltà di una nazione si vede dalle condizioni delle sue Patrie Galere...
Il brutto della faccenda è che tale rigore e pugno di ferro vengono utilizzati solo nei confronti delle stupidaggini, che in realtà ripeto, servono per fare cassa, lasciando poi assassini, spacciatori, stupratori, usurai, aguzzini e quant'altro liberi e impuniti...qui si sporca la fedina penale di mezza nazione, che dubito sia ubriacona e alcolizzata come vogliono farci credere (tant'è che a breve molte aziende vinicole e molti ristoratori della periferia dichiareranno fallimento grazie a questo neo-proibizionismo).
Per risponderle io credo che ci sia bisogno di riponderare le pene, meno austerità ed analisi macchinose che si perpetuano negli anni (mi chiedo perchè dovrei perdere l'abitudine di bere mezzo bicchiere, e dico mezzo, di vino durante i pasti), meno riscontri penali, se non in caso di incidenti o colpe veritiere, basterebbe già prendere tutti quegli agenti delle mille sigle che occupano scrivanie inutili dalla mattina alla sera e mandarli per le scuole a fare prevenzione (Stato Amico del Cittadino) e non metterli a 5 km da una discoteca per beccarne il più possibile (Stato Vendicativo e Nemico del Cittadino).
La soluzione alla beffa dell'etilometro, torno a ripeterlo, sono le indagini preliminari sui riflessi, in caso di manchevolezza, allora si passa alle analisi di routine, meglio del sangue che non di uno strumento della Peg-Perego o Giochi Preziosi che però ha la facoltà di rovinare la vita a un padre di famiglia che è andato a prendere un aperitivo con un amico che non rivedeva da tempo e non ha avuto la prontezza di contattare "chicchessia" per farlo andare con lui in modo da riportare l'auto dopo un semplice Campari...

Queste...

...non sono "sanzioni", chiamiamole col vero nome, queste sono vere e porprie TRUFFE o RAGGIRI ai danni del cittadino civile, e smettiamola di difendere l'indifendibile, con 0,6 se si ha un incidente non è certo per colpa dell'alcol, forse sarebbe più giusto imputarlo all'aver mangiato pesante che non a un bicchiere di vino, o magari alla casualità...del resto nella vita non tutto è prevedibile tanto è vero che il 99,9 % degli incidenti stradali non è causato dall'alcohol!!

RAGAZZI UNIAMOCI E METTIAMO FINE A QUESTA BUFFONATA...

METTIAMO FINE A QUESTA TRUFFA E A QUESTI RAGGIRI...

lascio a tutti il contatto di questo gruppo Facebook, che è già molto avanti nella cosa, ha prodotto parecchia documentazione ed è composto da persone competenti e tenaci con l'appoggio di uno scienziato americano e di avvocati con le palle...ragazzi iscrivetevi e facciamoci sentire o qui davvero rischiamo di farci inculare tutti come poveri coglioni!!!

http://www.facebook.com/profile.php?id=1411653895#!/group.php?gid=441356...

FORZA GENTE CHE L'UNIONE FA LA FORZA!!!!!!

proposte ok, volgarità no

Ci sono alcune osservazioni condivisibili che potrebbero avere risvolti positivi se portate avanti con serietà senza voler fare "crociate" che non porterebbero a nulla. Suggerisco tuttavia se possibile di evitare il linguaggio scurrile "da osteria" che a mio avviso può non deporre a favore del contenuto nel suo insieme.

Ha certamente ragione...

...in effetti la sete di giustizia e il sentimento di truffa, umiliazione, stupro dei propri diritti, perdita di una "personalità giuridica di merito", offesa e impotenza dinnanzi al complesso d'inferiorità di uomini in divisa con la terza media che si prendono le loro rivincite quotidiane azzerando le vite di chi si è fatto il "deretano" per sfamare una famiglia o crearsi una carriera, creano eccessi di collera spesso incontrollabili...
Se si potessero convertire in denaro le imprecazioni e i linguaggi da osteria che ha creato e sta creando questa legge l'italia sarebbe salva!!!
Ero un elettore PDL, da oggi mai più, anzi assicuro il mio voto e quello di almeno altri 50-60 miei conoscenti/colleghi/clienti, a chi si candida con l'intento di sradicare totalmente l'impianto accusatorio-punitivo di questa faccenda!

reati

Guidavo in stato di ebbrezza alcolica. Ora ho la fedina penale sporca (con le conseguenti difficoltà come recarsi negli Stati Uniti non per piacere ma per lavoro). Non credo che un partito possa essere monotematico. Ma ESIGO che si applichi lo stesso rigore per tutti gli altri reati. Tra i quali, MI PIACE molto citare: bancarotta fraudolenta, falso in bilancio, abusivismo massmediologico e altro. Solo perchè non ho un autista non posso appartenere alla sola categorica con la quale si è inflessibili. E poi la faccenda degli accertamenti, se eseguita come in alcune commissione (non ne cito nessuna perchè è pio non farlo) non è essa stessa una punizione in aggiunta?

rigore applicazione c.p.

Sono concorde affichè tutti i reati vengano perseguiti con la stessa efficacia indipendentemente dal tipo di reato commesso. A mio avviso per il reato di cui agli artt. 186 e 187 le pene dovrebbero essere rimodulate in base alla eventuale reiterazione del reato, al livello di ebbrezza riscontrato e con particolare benevolenza per gli incensurati. Dopodichè ritengo corretto che ognuno si assuma le proprie responsabilità. Riguardo alla fedina penale,credo che dopo qualche anno si possa richiedere la riabilitazione che estingue il reato. Detto questo, essendo impraticabile la valutazione veramente oggettiva e imparziale di ogni singolo caso, sarebbe meglio astenersi dal consumare sostanze "a rischio" prima di mettersi alla guida. Infine, gli estenuanti accertamenti della cml sono veramente la più dura delle punizioni.
I migliori auguri................

mi creda

Da reo le devo dire (ma solo per non correre il rischio di rimanere inespresso) che concordo con lei su tutta la linea. Tuttavia dovrebbe vedere la faccia del mio capo (un chiarissimo e irreprensibile studioso) quando lo ha saputo. Credo che la sua mal celata riprovazione contribuisca ad un disagio -il mio (il nostro?)- che diventa esistenziale. Questo episodio dai risvolti molto gravi ha condizionato, condiziona e condizionerà molti aspetti della mia vita: dal mio lavoro che amo molto e che svolgo (alcuni dicono) con abnegazione e impegno, alla mia vita privata perché il mio dolore scurisce il mio volto e sbiadisce i miei slanci.
Non ne valeva proprio la pena di indulgere al vino!

Abbia ancora fiducia in se stesso

Posso immaginare il Suo stato d'animo ed il disagio nel rapporto con "gli altri" che spesso si atteggiano a giudici integerrimi anche se tali spesso non sono. L'errore è insito nella natura umana. La invito a reagire positivamente. Tutto passerà e il tempo farà il suo lavoro. Stia sereno specialmente con i Suoi cari.
Auguroni.

E' bello

E' bello vedere che ci sono ancora persone che, come Lei, rivolgono parole di conforto gratuitamente. Nella rugiada delle piccole cose il cuore scopre il suo mattino e si conforta.

mi scuso

Se rivolgere a questo sito esternazioni confidenziali Le ha fatto usare questo tipo di ironia, non posso che scusarmi. Vigilerò affinché le mie frequentazioni a questa pagina non abbiano ulteriori derive esistenzialiste. Tuttavia si la lasci ricordare che l'uso o l'abuso di sostanze è spesso connessa (in un rapporto che non è sempre di causa ed effetto) ad un malessere più generale. Trovare qui la possibilità di accennare al mio di malessere mi ha confortato.
In quanto a Giacomo Leopardi, è vero, nessun art. 186 e nessuna nota nella sua bibliografia di indulgenza al vino (a differenza del maledettismo francese, di E. A. Poe e di altre correnti).
Sappiamo che probabilmente Carducci (se vuole rimanere in ambito italiano) fosse un accanito bevitore, ma non trovaiamo nessuna apologia al vino come invece, ripeto, nella letteratura francese.
Che l'alcool fosse nocivo è, infatti, un'acquisizione recente e l'inclinazione al bere non è in antico presaga di una psiche disordinata (Noè nella letteratura biblica e Socrate nella storia della filosofia).
In quanto all'uso del "voi", sebbene tale uso sia investino di un alone di vetustà, è vero che reca in sé ricordi spiacevoli, come l'obbligo ad utilizzarlo in epoca fascista, quindi non amo rivolgermi a qualcuno con del "voi". Credo che il "lei" sia sufficiente e segno di buona educazione. Se ha ulteriori annotazioni linguistiche e storico linguistiche non esisti a farmele sapere, ma non credo che questa sia la sede più indicata. Sicuramente lo è meno delle mie confidenze.
Saluti.

Salve...

...sono un frequentatore, ahimè, di queste pagine dopo il fattaccio, può leggere i miei interventi intitolati "le istituzioni".
Non posso far altro che comprenderla in tutto e capire appieno il suo stato d'animo, purtroppo chi giudica o non fa parte della schiera dei dannati che hanno soffiato in un tubicino, o è colui che il tubicino lo regge...ricordo anch'io che durante il ritiro, fui trattato con pregiudizio e con sentimento di rivalsa nei confronti dei miei studi effettuati, i quali mi consentivano solamente di parlare italiano e di articolare dei discorsi perfettamente connessi, non che mi vantassi di nulla intendiamoci, ma questo a loro li fa dare in escandescenza tirando fuori tutto il complesso d'inferiorità e spingendoli ad attaccare...
Detto ciò le rinnovo i miei più sentiti auguri per il futuro, speriamo di riuscire a tenere duro, e sporattutto di uscire in fretta da questi tempi bui per la democrazia e per lo stato di diritto...qui ormai siamo in mano a sbirri incattiviti che non vedono l'ora di rovinare la vita a qualcuno che si è sudato anni e anni di studi o di gavette varie per cercare di fare ciò che più gli piace nella vita senza accontentarsi del primo stipendio, anzi sepsso senza vedere uno stipendio per anni e anni!

grazie

Grazie mille per la sua vicinanza. Il poliziotto che mi ha fermato non merita il mio biasimo, sebbene, ne convengo, mi trattava come l'ultimo dei derelitti, ma credo che abbia assolto al suo dovere. Quello che mi terrorizza (e non uso un verbo sopra le riche) è la commissione medica di Firenze: test di tutte le sostanze d'abuso, rinnovi trimestrali. Sono una persona molto fragile e vulnerabile: devo attraversare un percorso in cui mi si chiede di dimostrare che non sono dedito alle sostanze d'abuso più volte. Ho un lavoro precario: ho già chiesto il mio primo permesso per l'anailisi del capello (già: perchè devo fare il capello se sono stato fermato per alcool?). Cosa succederà mai (chiederei umilmente alla commissione medica) in tre mesi? Può darsi che modifichi il mio stile di vita diventando un bevitore? E poi in sei? In un anno? In due?
Un uomo spaventato e pentito.

non abbia timore

Se non ha fatto e non fa uso di sostanze d'abuso non ha nulla da temere dalla cml. In merito agli accertamenti, la discrezionalità è totale e i protocolli non sono standard. Non vedo perchè dovrebbe peggiorare la situazione diventando bevitore. Abbia pazienza e vedrà che tutto si risolverà senza ulteriori "danni".
P.s. Non si lasci assolutamente sfuggire considerazioni sulla Sua "fragilità e vulnerabilità" con la cml che si vedrà costretta ad allargare le indagini medico-legali.
In bocca al lupo...............

no al catastofismo

Comprendo lo stato d'animo esacerbato dalle circostanze personali, ma fare di un'erba un fascio non mi sembra corretto. A fronte di qualche possibile mela marcia, ci sono tante brave persone nelle forze dell'ordine che rischiano la loro vita quotidianamente per il bene comune. Non credo nemmeno che si sentano inferiori a Lei per il solo fatto di non possedere i Suoi titoli accademici e in quanto a gavetta la fanno per tutta la loro vita lavorativa.
Se mi permette Le faccio una confidenza: sono orgoglioso di avere indossato una divisa e non ho mai rovinato la vita a nessuno per il gusto di farlo, anzi....................
Cordialità.

Anche secondo me...

...sono quello che ha apostrofato con parole simpatiche alcuni lavoratori.
Anche secondo me Lei è una splendida persona, come tutte quelle che frequentanto questo forum, Le dico questo perchè io, come il diritto e la legge in generale da qualche secolo a questa parte, parto con presunzione d'innocenza nei confronti di tutti fino a prova del contrario. Con me spesso, forse per casualità, gli agenti hanno dimostrato spocchiosità e sufficienza, ciò non toglie che ne abbia incontrati di veramente bravi e dotati di umanità e senso del dovere da vendere.
Lascio un'ultima osservazione inerente alla discussione del trhead che rigurda proprio il principio della presunzione d'innocenza che questa legge viola in maniera spudorata,
di fatti in questa legge è palese il concetto di "presunzione di colpevolezza" di per sè incostituzionale, c'è anche da dire che d'incostituzionale questa legge ha un po tutto, si pensi alla confisca del mezzo a prescindere dal valore, è solo da considerarsi FURTO, senza tante scorciatoie, la violazione degli articoli 3 e 27 della costituzione italiana di cui la legge si beffa alla grande, l'utilizzo di un mezzo beffardo quanto fallace (dimostrato scientificamente) quale l'etilometro, l'eccesso di pena rispetto al reato, sembra quasi fatta da uno che di legge non ne sa nulla, e poi i mille ammennicoli per renderla talmente applicabile in tutti i casi da far paura (vedasi gente a piedi o in bici a cui hanno ritirato la patente...da rabbrividire) non si ha un limite di notifica per rendere nullo il provvedimento, di per sè la legge è tanto errata quanto blindata nella sua applicazione...
Detto questo evito di annoiare chi ha avuto la pazienza di seguirmi e mi ritiro!
Un saluto e buonanotte

alle 2:55 si dice "quasi" buongiorno!

A mio modesto avviso, il legislatore ha voluto fare una legge volta a contrastare certamente l'abuso di sostanze "proibite" durante la guida, e non mi pare proprio una brutta idea se vogliamo essere onesti. Il fatto di voler cercare pervicacemente di "smontare" tale legge al fine non dichiarato di poter passare indenne tra le maglie della giustizia qualora si venga pescati "con le mani nella marmellata" ed escludendo naturalmente palesi abusi di potere, non la ritengo una lodevole iniziativa da incoraggiare. Sarei senz'altro favorevole a soprassedere sui risvolti penali per quanto riguarda gli incensurati.
Salutoni.

Mi piace notare..

Lei inizia il Suo commento dicendo che alle 2:55 di sababto sera si dice quasi buongiorno! Bhe questo mi fa già pensare a un tono un po bacchettone e ad un approccio quacchero nei confronti delle questioni! Credo sia lo stesso spirito punitivo che muove certe leggi, perchè proibire le sostanze alla guida, come Le ripeto, è anche per me cosa buona e giusta, ma rovinare la vita di un incensurato con 0,6 per una birra mi sembra un po talebano.
D'altra parte scoprire di essere rovinato attraverso una legge anticostituzionale credo che muova qualsiasi animo umano, soprattutto se si fa fatica a credere di essere nel torto, ossia di dover passare per un tossico o alcolizzato o potenziale assassino per aver bevuto una birra.
Detto questo provo a chiudere di nuovo i miei interventi dal momento che credo sia impossibile cambiare le mentalità di chi si è barricato dietro le proprie convinzioni...spero che un giorno al volante facciano la prova del colesterolo così da beccare anche un po di benpensanti e mandarli anche loro in purgatorio...perchè il colesterolo alto si sa, ostruisce le arterie, rende lenti e annebbiati e può provocare infarti e tromobosi imporvvise, dunque alla guida col colesterolo alto si è pericolosissimi!
Grazie ancora e buona giornata! Almeno a chi ne può godere!

era solo una battuta

Non sia prevenuto La prego, non mi sono nemmeno sognato di pensare quello che mi vuole attribuire. Se ha notato ho affermato molto chiaramente che sarei favorevole affinchè gli incensurati abbiano un trattamento benevolo, vada anche per un lieve ritocco delle soglie (anche se saprà certamente che la risposta è soggettiva), dopodichè direi basta altrimenti diventa una farsa inconcludente o spudoratamente di parte.
Buona giornata anche a Lei.

sono d'accordo

E' giusto che ci sia una legge adeguata: il tasso alcolemico pari a 0 per chi guida sarebbe più indicato perché taglierebbe la testa al toro. Quello che non capisco si articola in due punti.
Il presidente del consiglio si è pubblicamente vantato di aver fatto approvare il nuovo codice della strada in poco tempo (governo del fare contrapposto al governo delle "chicchiere": solita solfa).
POI
l'ultima riunione del PDL ha chiesto ai finiani l'adesione su quattro o cinque aspetti della legislatura Berlusconi. Ebbene quasi tutti avevano come oggetto non l'istruzione, la disoccupazione, l'ecologia, la crisi economica MA l'immunità per i REATI del nostro presidente.
Vorrei che chi emette le leggi le amasse anche. Mi disturba l'idea di essere il solo che paga, benché sia giusto che io mi assuma le mie responsbilità.
Ma perchè solo io? Un insegnante quarantenne precario che deve dire al suo preside ogni volta che firma un contratto annuale che è un pregiudicato!
E poi perché alcune commissioni mediche sono così dure e coinvolgono l'alcologia anche quando i primi valori ematici non sono rilevanti?
Queste mie sono le sole vexatae quaestiones (il latino è stato ridotto quasi a 0 dall'ultima riforma firmata Gelmini e quando l'ho saputo mi sono ubriacato, ho preso il motorino ed ho avuto un incidente: ne sono innamorato).

certificato medico

ho fatto le analisi per il ritiro di patente in stato di ebrezza la commissione mi ha rilasciato il foglio medico con idoneita' di guida per mesi 6 posso guidare con quel foglio ho devo fare altro

risposta a "CERTIFICATO MEDICO" del 27.08.10

no, non si può guidare senza avere ostensibile la patente di guida. Se la patente di guida è veramente restituibile per decorrenza dei termini di sospensione e non vi sono  condizioni o quant'altro possa essere stato disposto nel provvedimento del Prefetto per il suo ritiro, in questo caso  l'interessato, trovato alla guida senza il suddetto documento perchè ancora non ritirato, è passibile della multa prevista dall'art. 180 del codice della strada. Lo stesso dovrà poi presentarsi presso un comando di polizia per mostrare la propria patente di guida. 

esami art 187

UNA DOMANDA:
io ho appuntamento il 1 ottobre presso il CML ho violato l'art 187 per cocaina e la patente l'ho avuta sospesa per 6 mesi...CHE DOCUMENTAZIONE DEVO PORTARGLI???
DEVO FARE PRIMA DEGLI ESAMI DA PORTARGLI??non ho capito se devo fare prima esami delle urine sangue o altro...

VI PREGO RISP

esami cml

sarà la cml a richiedere gli esami del caso in generale presso il sert ed a totale carico dell'interessato.
saluti.

risposta a "ESAMI ART.187" del 31.08.10

Normalmente è nel corso della visita che vengono richiesti gli accertamenti tramite prelievo del sangue o delle urine e successivi esami. Ed è sempre la Commissione ad indicare quali sono i laboratori presso i quali recarsi per effettuare il test o se questi sono all'interno della struttura sanitaria dove lavora la Commissione.
Comunque per eliminare qualsiasi dubbio (e ansia) basta telefonargli per avere informazioni dettagliate. E' un tuo diritto.

sostanze 2

circa 1 anno fa mi anno fermato x articolo 75 ma nn mi hanno fatto ancora sapere nulla!!!

3 mesi fa' sono stato fermato x guida sotto effetto d stupefacenti e mi sono rifiutato d fare esami!!!! qui ritiro patente x 6 mesi e ora devo andare in cmp x esami!!!
dopo il 2' fermo ho fatto terapia a sert(di mia spontanea volonta') e ora sono piu' ke pulito!!!

vorrei sapere se devo dire a commissione ke sono andato al sert o e' meglio d no!!!
e cosa mi diranno in futuro x il 1' fermo e se posso in qualke modo contestarlo???

grazie mille spero in 1 risposta quasi immediata xke' sono alquanto preoccupato e voglio capire bene cosa posso fare x muovermi al piu' presto e consapevolmente!!! grazie.......

raga WLF nn la droga e l'alcol !!!!

meglio dirlo

Sicuramente è preferibile comunicare alla cml i contatti con il sert che giocano comunque a Suo favore, anche perchè probabilmente ne verrebbero a conoscenza. Infatti spesso nella commissione è presente proprio un medico del sert. Per quanto riguarda l'art.75, può sempre sperare che tutto sia andato smarrito nell'oblio dei palazzi di giustizia ed in caso contrario consultare un buon avvocato.
Spero di avere ben interpretato WLF e niente droga e alcol. Complimenti e auguroni...........

non direi

se si farebbe come suggerisce di fare, il risultato sarebbe che ,come al solito, chi ha i soldi farebbe quello che vuole, chi non ne ha non rischia nulla e chi ha qualcosa è rovinato.
Meglio ritiro patente, supermulte e in caso di recidiva la galera!

sanzioni

Inserite nei costi di un procedimento penale, le multe vengono ampiamente "coperte", la sanzione penale dovrebbe scattare proprio in caso di recidiva onde limitare i costi per lo stato.
In effetti l'intero sistema sanzionario per le droghe potrebbe trasformarsi in una risorsa invece che in un costo se anche per i reati di possesso e spaccio si passasse alle multe. Tra l'altro nel caso dei giovanissimi una multa (magari ben alta, sui 500 euro) rilancerebbe la palla educativa ai genitori, mentre l'attuale sistema in buona sostanza rovina le famiglie, sforna ragazzini che odiano lo Stato e fa ricchi gli avvocati.

sanzioni2

sono parzialmente daccordo per "depenalizzare" possesso e uso riguardante incensurati, per quanto riguarda lo spaccio e la recidiva non vedo altre strade se non una civile ma ferma repressione al fine di stroncare sul nascere tali ingiustificabili, intollerabili e deprecabili comportamenti.

civile?

40 anni di repressione hanno reso le droghe da fenomeno di nicchia a fenomeno di massa, quindi è un discorso piuttosto futile.
Lo spaccio si stronca una volta e per sempre mettendo le droghe attualmente illecite nelle mani di venditori regolari e sottoposti a controlli e pressione fiscale.

Patente sospesa x 6 mesi:guida in stato di ebrezza!

mi hanno sospeso la patente x 6 mesi cn un tasso alcolico di 0.89....la commissione medica locale patenti mi ha detto k devo prenotare i seguenti esami:
visita neurologica,
visita alcologica,
transaminasi(got-gpt),
gamma gt,
emocromo, t
ransferrina carboidrato carente.
L'esame delle urine nn viene menzionato; esso viene mensionato se la revisione è per incidente stradale o in soggetti con precedenti di uso di qualsiasi sostanza stupefacente.
Vorrei solo sapere se mi cercano anke le SOSTANZE STUPEFACENTI con questi esami o no....!?!?!?!?
faccio uso di cannabis occasionalmente cn amici e vorrei sapere se posso fumare!
:)
PERFAVORE RISPONDETEMI!

esami

Con questi esami non viene ricercata alcuna sostanza stupefacente, tuttavia considerati gli spiacevoli e a volte drammatici risvolti dovuti all'uso di "sostanze proibite" durante la guida, mi permetto vivamente di consigliare la sospensione di ogni loro assunzione e rivedere le varie filosofie dello "sballo". Con i migliori auguri.

commento a "ESAMI" del 02.09.10

caro lettore, seguiamo da un pò di tempo i consigli che elargisci agli altri lettori, in molti casi con buona cognizione di causa.
Non è per questo che ti scriviamo.
Ma, lasciacelo dire, per invitarti, se possibile, ad usare un tono un pò meno aulico e "affettato".
Ognuno è liberissimo di esprimersi come meglio crede, ma francamente, a volte la prosa vagamente fanè delle tue risposte ci fa un pò sorridere.
Con affetto e con i migliori auguri.

lol

ma cosa ve ne frega di come scrive la gente non si capisce.... l'unico sito che invita la gente a NON scriverci lol

censura?

Mi spiace sinceramente che non sia palesemente gradito l'unico modo che conosco per esprimermi, considerato che fortunatamente fino ad oggi pare non abbia "disturbato" chicchessia. Di "affettato" ne ho sentito parlare dal salumiere. Mi consola tuttavia il fatto di essere riuscito a farVi sorridere (al limite dell'offensivo).
Per quanto mi riguarda, non essendo in grado di effettuare forzature per cambiare la mia espressività e nell'intento di fare cosa gradita, non mi permetterò di intervenire ulterioriormente nel blog.
Cordiali saluti e buon lavoro.

risposta a "CENSURA?" del 03.09.10

Dio come siamo permalosi su questo sito!
La nostro era solo una considerazione sull'uso di un linguaggio che ci suonava strano.
Siamo ben lontani da considerare il tuo, come quello di altri lettori, un intervento "disturbante" o non adeguato e lo dimostra il fatto (e tu lo sai perchè li scrivi) che non ne abbiamo mai rimossi neanche uno.
Anzi su alcuni non abbiamo neanche aggiunto la nostra risposta, lasciando tranquillamente on line la tua di risposte, perchè assoluatamente esatta e da noi condivisa.
Lungi da noi ogni intento offensivo e ti chiediamo assolutamente di continuare ad intervenire su sostanze.info e su questo blog.
Grazie

ripetitivo ma onesto

mi togliete qualche dubbio ?
alla prenotazione della visita x ritiro patenti mi hanno dato un foglio dove devo fare un corso alcolisti e gli esami per alcool (got emocromo cdt trigliceridi ggt )..
le urine non sono menzionate possono farle al momento della visita?
altro quisito:in questo mese o successivamente alla visita medica possono dalla cml telefonare a casa e fare analisi urine a sorpresa ilg iorno dopo ??? penso sia utile a molte persone una risposta in merito grazie

esami cml

E' talmente ampia la discrezionalità della cml ed in assenza di protocolli standard, una risposta univoca penso sia alquanto improbabile e le ipotesi da Lei formulate non le scartarei a priori. Auguri..............

risposta a "RIPETITIVO MA ONESTO" del 06.09.10

Ti confermiamo quanto riportato dal lettore precedente: la discrezionalità delle varie Commissioni Mediche Locali è tale che è impossibile elencare la casistica delle varie possibilità di accertamento applicate.
I corsi alcolisti sono ad esempio previsti dalla C.M.L. di Firenze come in altre province, gli accertamenti a “sorpresa” possono essere richiesti senza preavviso, mentre non siamo a conoscenza di telefonate a casa per presentarsi. Ci sembra una modalità un po' “piratesca” ma soprattutto non supportabile sul piano legale. Ovvero come si può a dimostrare che hanno realmente telefonato a me o è stato chiamato qualcun altro?
Normalmente sono comunicazioni che devono avvenire per lettera proprio per evitare contestazioni da parte dell'utente.

Info

salve mi hanno ritirato la patente per 3 mesi a causa di un tasso alcolico dello 0.7....la sospensione è terminata il 4 settembre 2010...devo presentarmi davanti alla commissione il 25 ottobre 2010 e la prefettura nn ha voluto ridarmela...è normale che debba scontare quai 2 mesi in più di sospensione?grazie mille

ritardi cml

A mio avviso non dovrebbe essere normale, tuttavia nella pratica quotidiana generalizzata, la tempistica della cml spesso non coincide con la scadenza della sospensione, creando disagi e penalizzazioni come ha potuto ben constatare personalmente. Saluti.

amsterdam

salve vorrei porvi questo quesito...sono stato fermato ad aprile con un spinello mi anno tolto la patente un mese e da metà luglio 2010 fino ad ora è tutto apposto. adesso però penso di essere a rischio analisi a sorpresa, (almeno penso), la motorizazione non a ritenuto opportuno sottopormi ad analisi. Il mio quesito in sto paese io nn fumo piu nn faccio nulla, ma se me ne vado ad amsterdam e fumo torno qua e mi fanno ste analisi a sorpresa e gli mostro i scontrini dei coffee di amsterdam...,k possono farmi..???? grazie

risposta a "AMSTERDAM" del 07.09.10

Possono (e lo faranno) applicare la legge italiana.
Ovvero non ha alcuna importanza se il consumo è avvenuto in un paese in cui ci sia una tolleranza dell’uso di sostanze stupefacenti (in questo caso THC).
Se il reato viene accertato e contestato in un paese (come l’Italia) in cui il consumo è collegabile ad un reato (ad esempio guida sotto effetto di stupefacenti) viene applicata la legge locale.

guida sotto effetto?

um ok capisco per ad ex il possesso, ma se uno ha fumato poniamo una settimana prima (in olanda o qui non importa), come possono condannarlo per "guida sotto effetto"? Lo sanno tutti che l´effetto della cannabis dura poche ore...

analisi

Non saprei dirti se verrai sottoposto ad analisi a sorpresa ma in caso affermativo direi che totalmente irrilevante il fatto che tu abbia fumato al di fuori dei confini nazionali. Saluti.

sempre ripetitivo ma onesto

grazie per la risposta..vedo che la prima risposta non proveniva dalla redazione ma da un utente...ci sono cascato anche se mi ha dato un ottimo consiglio...le riformulo la domanda che piu mi crea disagio: se non mi hanno dato esami urine sul foglio per la visita è mai capitato a nessuno che facciano la le urine senza avviso la direttamente il giorno della visita???mi sembra molto piratesco anche questa modalita nel caso sia successa.. il bollettino che si paga al momento della prenotazione della visita in cml di circa 24 eu intenstato alla stessa cml è dovuto alla visita o è uno stratagemma per farti pagare l esame delle urine ?? scusate la paranoia ma vorrei avere le idee chiare gazie

risposta da utente

Sono l'utente che ha dato la risposta precedente e spero di essere utile nel mettere a disposizione quel poco che so in materia oltre ad esprimere il mio libero pensiero. Naturalmente le risposte della Redazione sono ovviamente le uniche su cui fare sicuro riferimento. A mio avviso se sulla richiesta della cml non sono menzionati gli esami delle urine non credo li facciano fare a sorpresa (anche perchè bisogna pagarli anticipatamente tramite asl), i 24 euro credo siano diritti amministrativi ma non sono comunque a titolo pagamento esami (che paghi a parte prima di effettuarli). Salutoni............

risposta a "SEMPRE RIPETITIVO MA ONESTO" del 07.09.10

E' il quesito del momento, se così possiamo definirlo.
Ovvero il fatto che la Commissione Medica Locale a sua discrezione possa richiedere ulteriori accertamenti non più sull'alcol ma su sostanze come il THC, getta nel panico molti lettori.
A te, come agli altri, possiamo solo rispondere che normalmente se la richiesta è per esami sul consumo di alcol quelli vengono fatti. Ma ci sono anche situazioni nelle quali la Commissione può richiedere ulteriori accertamenti.
Non esistendo una norma di legge valida su tutto il territorio nazionale, la richiesta ed il tipo di test possono variare da Commissione a Commissione e da località a località.
E soprattutto da situazione a situazione.

domanda

scusate io sono un ragazzo di 28 anni mi o fatto un incidente con un tasso di2,02grammi x litro e positivo alla cannabis x quanto risultano????GRAZIE A TUTTI

forse è meglio riflettere

Con tutto quel veleno che aveva "in corpo" è già incredibile che sia riuscito a trovare l'auto, figuriamoci a guidarla. Mi voglio augurare che non si sia fatto male nessuno e che le Sue preoccupazioni abbiano la finalità di interrompere tali deleteri comportamenti che solo in rari casi non sfociano in tragedie annunciate. E' ancora molto giovane, la vita può essere bella, non La getti via! Con i migliori auguri..........

caro Lei

caro Lei, ci manca che concludi con Ego te absolvo a peccatis tuis, in nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti.
Kyrie eleison e Christe eleison....

Nessuno difende gli ubriachi alla guida ma fare la paternale a chiunque ha avuto un tasso alcolico superiore al tuo mi sembra esagerato.
Sei preparato, pentito e tutto quello che vuoi, ma dopotutto con due medie di Tennent's in pizzeria si arriva tranquillamente al tasso del ragazzo qui sopra se si è snelli.
E la posivitità alla cannabis, vista la durata nell'organismo, nel raggio di 200 metri da dove ti trovi tu ora ce l'avrà il 30-40% delle persone...
Veleno.
A questo punto vai a fare i sit-in davanti ai pub...

dai che siamo tutti sulla stessa barca, dal laureato che tiene le distanze all'analfabeta. Non solo uno deve avere problemi per dei mesi o anche per degli anni...senza aver provocato danni a nessuno, ma deve sentirsi anche un avvelenato perchè ha bevuto una media più di te. Dai fai il bravo.
Chiunque arriva qui con un problema è già pentito.

Non ti offendere eh!

non mi sono offeso!

Premesso che la "parodia liturgica" che introduce il Suo commento la trovo personalmente di dubbio gusto, mi permetto osservare quanto segue:
non trovo nulla di offensivo nelle Sue parole, non era mia intenzione fare paternali ma semplicemente sottolineare la pericolosità di certe situazioni e dare qualche suggerimento ancorchè scontato. Per quanto riguarda il tasso alcolico (io sono astemio), nel caso specifico mi sembra discretamente alto indipendentemente dal numero e tipologia delle bevande assunte. Il fatto che l'uso di cannabis sia (a Suo parere) piuttosto diffuso, non è certamente una buona notizia. Ben vengano i sit-in per cercare di scongiurare qualche "strage del sabato sera" (spero sia daccordo). Infine credo che chi ha la fortuna di non fare danni mettendosi alla guida in condizioni diciamo non ottimali non possa vantare meriti ma ringraziare solo la buona sorte. Per quanto mi riguarda, il fatto di stare (eventualmente) "sulla stessa barca" non significa affatto dover tollerare o (peggio ancora) approvare o condividere tali scellerati comportamenti piuttosto che sottovalutare a priori le complesse problematiche legate all'uso e/o abuso di sostanze "proibite" (almeno durante la guida). In merito alla Sua ultima affermazione, leggendo da qualche tempo i vari "post", non ho riscontrato una moltitudine di pentiti, anzi...................
Ho fatto il bravo?
Saluti.

"Spiacente" sarà certo ironico, buon per te!

Bene, meglio per te, mi sono sbagliato e non sei sulla stessa barca in cui navigano molti altri.
Per il pentimento forse non tutti ritengono di doversi dichiarare pentiti in un forum, ma qui cerchino un pò tutti aiuto per districarsi dalle beghe legali nate da un comportamento sbagliato che, ripeto, non voglio giustificare ma per cui, salvo i masochisti, sono senz'altro pentiti. (o di aver bevuto o, almeno, di aver fatto quella strada)
Io sono di questo parere:
Ok, qualcuno provoca un incidente sotto effetto di alcol? Niente sospensione di patente, carcere!
30 giorni di carcere anche senza danni alle persone. E patente da rifare quando il sangue sarà pulito. E idem per le droghe. Ma leggi come le ultime servono solo a fare cassa e tu lo sai.
Riguardo la cannabis, non sono mie opinioni, ma informazioni riscontrabili in numerosissime e dettagliate statistiche (nelle quali spesso poi chi si dichiara assuntore è spesso reticente, quindi ragionevolmente sono statistiche più basse delle cifre reali) e vedrai che forse sono stato basso io.
Ma questa è un'altra storia.
Nulla di personale, ma se sgridi col tono del santo qualcuno che ha bevuto...forse (parere personalissimo) serve più a te che a lui.
Io ho l'etilometro in auto e a turno chi guida non beve. Spesso ci misuriamo i valori e ti assicuro che usciti da un pub dopo due medie o poco più, i valori sono quelli del ragazzo! Una bottiglia di vino in due e sei da ritiro non solo di patente ma di auto...
Dalle tue parole sembra che tu voglia, coi tuoi commenti, in qualche modo fare prevenzione. Nulla di più giusto.
Ma se ti sta così a cuore la sanità pubblica, i pedoni che potrebbero essere investiti e tutto quello che può combinare un ubriaco alla guida allora fai davvero sit-in davanti ai bar! Prima che la gente entri o almeno prima che la gente salga in macchina. Volantinaggio al mercato del Venerdì o fuori dalle scuole...Farlo qui, quando la frittata è fatta e la gente viene a chiedere cosa può succedergli, non serve a niente ed è anche una cosa molto antipatica, anche se dai del Lei. Gli stessi avranno già in ballo tragedie con i genitori, il consorte, i capi, la banca...
Io nel mio piccolo ho fatto volontariato in Cri per un paio di anni, ma alla vista di alcune cose mi tremavano le gambe e le mani ed ho mollato il colpo perchè non davo il 100% e a volte il 90% è insufficiente. C'è chi è portato e chi no.
Ripeto, nessuno difende gli ubriachi alla guida, anzi.
Ma finchè la si fa qui, la condanna di un comportamento sbagliato, è tempo perso.
Al tossico che arriva al PS in overdose, serve il Narcan, non la ramanzina...
Purtroppo il mondo cambia, anche io mi scandalizzo a sentire di ragazzine e ragazzetti diciottenni (o anche minorenni) esperti di cocaina, che fumano più canne che sigarette, ma è un (triste) dato di fatto e prenderne così tanto le distanze, non fa che creare un clima di incomprensione con i giovanissimi e precludere totalmente ogni possibile dialogo-consiglio-esperienza personale passata. Il poliziotto che ferma lo spacciatore e vuole farsi confessare qualcosa non dirà mai "Lei dove si approvvigiona di stupefacenti?" bensì "chi ti da la bamba?" non so se mi spiego...
Forse infondo la pensiamo in modo abbastanza simile, e non ci sarebbe tutto questo bisogno di confrontarci io e te, ma vedere quel ragazzo accusato di essersi avvelenato e qualche altra risposta vecchia mi ha un pò colpito. Tutto qui.

Capitolo Lei: forse non hai mai frequentato altri forum di discussione in Rete, ma il Lei è abolito universalmente. E' considerato una scortesia, visto che la Rete è la cosa più paritaria che esiste. Un pc e un modem e siamo tutti uguali. Una piazza in cui l'uguaglianza è o dovrebbe essere totale, anche se sei laureato, decorato dall'esercito, sostenitore di Emergency, ricco sfondato o tutto il meglio che c'è al mondo.
Anche se usi il Lei per lavoro da una vita e ti viene assolutamente naturale. Considera che sta sparendo anche nelle grandi aziende il Lei, assolutamente abolito nelle multinazionali da almeno 15 anni. Ciò non toglie il massimo rispetto per i capi o per i sottoposti, ma ci si da del tu. Oltre che a scuola, credo che il Lei oramai serva per lo più a tenere le distanze coi vicini di casa che ci stanno antipatici.
Ovviamente sei assolutamente più che libero di esprimerti come credi, parlavo solo di consuetidini universali (per la Rete e non solo) accettate da tutti da anni e forse importate dalla lingua universale, l'inglese, dove sappiamo che il lei non esiste.
Te l'ho detto solo perchè forse non lo sapevi e pensavo che era giusto fartelo sapere.
Avrai notato che sei praticamente l'unico ad usarlo (insieme a qualcuno che ti risponde e che forse lo usa per non sentirsi inferiore a te) e se ti sei chiesto come mai eccoTI la risposta. :-)
Nessuno in Rete ti manca di rispetto se ti da del tu, anzi, il contrario.

Pace, mi piacciono le tue risposte, volevo solo dire la mia.
Ciao,
Andrea

ok diamoci del tu.............

Caro amico, mi adeguo volentieri al "tu" e cercherò di chiarire ulteriormente il mio pensiero. Prendo atto con sollievo che anche tu non approvi tali comportamenti e quindi il nostro sano confronto o meglio ancora scambio di vedute ha un fine decisamente costruttivo. Ho notato ad esempio in questo blog, che spesso utenti plurirecidivi per loro stessa ammissione, si preoccupano esclusivamente di bypassare controlli e sanzioni dimostrando una totale mancanza di responsabilità civica. Tutti possiamo sbagliare ed è giusto che ci sia spazio per la comprensione e la solidarietà, il pericolo più grande viene da chi adotta tali comportamenti come stile di vita e li difende strenuamente contro ogni logica. In questo caso a mio avviso non si può essere troppo teneri. E' chiaro che dietro tali atteggiamenti si celano a volte tristi realtà sociali e vere e proprie dipendenze che non possono comunque trovare soluzioni esaurienti in questa sede. Infine una curiosità: secondo una simulazione effettuata sul sito www.bevidimeno.com, per arrivare al tasso alcolico 2 in un soggetto maschio di 70 kg, è necessario assumere oltre 1l. di birra ad alta gradazione. Sono convinto che la strada maestra da percorrere sia comunque l'informazione e la prevenzione a tutto campo a partire appunto dai giovanissimi e forse anche da qualche genitore.
Buona giornata.........................

Grazie davvero

Ti ringrazio tantissimo per aver accettato di buon grado l'invito ad utilizzare il tu, non ci crederai ma i tuoi commenti già molto incisivi e precisi, ora saranno molto più utili di prima. Credimi.

Hai giustamente evidenziato che esiste una fetta di utenza che ammette recidività e che chiede semplicemente come bypassare i test, ma per lo più si parla di droghe (pesani o leggere), in cui entra in gioco una dipendenza (come tu stesso hai ben considerato) e soprattutto un disagio personale.
Spesso (sempre?) si parla di soggetti che hanno seri o serissimi problemi personali o familiari e che considerano la sostanza come loro unico punto fermo. La redazione e altri utenti che ci sono già passati infatti, consigliano direttamente di parlarne con qualcuno, di persona, al Se.r.t., all'assistenza sociale ecc. Poco o niente purtroppo fanno le due righe di ramanzina che qualche utente potrebbe (in buona fede e coi migliori propositi) scrivere in risposta a tale comportamento sbagliato. Anzi il contrario, come da post precedente.

Il discorso del litro di birra fa parte del mondo che cambia. Le due medie o poco più di cui parlavo sono proprio quel litro di birra (una media contiene 0.4 l). Ti può sembrare strano che un ragazzo beva un litro di birra ad alta gradazione... ma è una cosa normalissima per i nostri giovani e non solo per loro.
Passa un paio d'ore nel primo pub che ti capita a tiro (bevendo analcolico, s'intende) e vedrai ragazzi dalla faccia pulita, normali, non criminali, che ordinano senza problemi un paio di birre medie (minimo) o qualche cocktail o giri di chupito dal contenuto ambiguo ma dalla presenza certa di alcol a 40 gradi. E non parlo di facce da sballoni, di papponi o di soggetti palesemente alcolisti. Parlo dei nostri figli, che a casa chiedono il permesso per invitare l'amico a cena.

Nel bar sotto il mio studio quando esco, vedo professionisti in giacca e cravatta con cocktail o birre a fare l'aperitivo. Sul tavolo hanno la 24 ore, il piattino con gli stuzzichini e cocktail colorati accanto ad altri bicchieri già svuotati. Anche questo è un dato di fatto. Potremmo analizzare a fondo questi comportamenti sbagliati, inculcati dalla società stessa e alimentati a spot e cameriere simpatiche, ma il discorso sarebbe enorme e la sede sbagliata.

Dopo questo ultimo commento torno a limitarmi a leggere questo interessante blog, ottimo grazie anche a gente come te.

Ciao, buon pomeriggio
Andrea

Affatto!

Affatto! E mi scuso con te per il protrarsi della "polemica" amichevole e con tutti gli utenti e la redazione per l'ennesimo fuori tema verso cui porto la discussione ma io parlo dell'impatto psicologico (mia distorsione professionale?) dei tuoi interventi.
Spiego meglio con degli esempi. E non me ne volere per l'analisi delle tue ottime risposte.
Fino a che ci rivolgiamo ad un giovane (o comunque ad un consumatore) dicendo che l'alcol lo uccide, lui non prenderà le nostre parole come cose da prendere in considerazione. Questo perchè quando assumono alcolici si sentono meglio, più sicuri di se stessi, più sagaci, più attraenti ecc (anche se sappiamo che non è così). Nei locali loro sono circondati da altri bevitori allegri e spensierati. Ci sono cameriere coi jeans stretti che girano per i tavoli, barman che si complimentano per l'ottima scelta se ordinano il cocktail più alcolico della lista. Insomma nulla di più lontano dalle nostre parole.
Per assurdo "Mariolino" dice: "ma senti questo...ma ha mai bevuto? Ma cosa ne sa lui? Se una sera uscisse con me lo farei divertire io a quello lì!"
Le nostre, se li criminalizziamo troppo, sono parole troppo lontane dalla loro realtà quotidiana.
Realtà dove i locali dove servono alcol sono pieni e gli spacciatori indaffarati.
Fino a che diciamo che la marijuana è un veleno che gli toglie gli anni migliori della loro vita, loro non ci crederanno mai, perchè vivono gomito a gomito con altre persone che sono felici consumatori di tale sostanza, che magari vanno anche bene a scuola, hanno la fidanzata e ottimi rapporti personali. I loro cantanti preferiti inneggiano alla marijuana libera nelle loro canzoni e magari i genitori stessi sono ex hippy...
Per questo non ci daranno ascolto. Lo faranno solo se già la pensano almeno in parte come noi, altrimenti si alzerà solo un muro di cinta attorno a noi e alle nostre opinioni.

Io mi scuso sinceramente per la polemica che è nata, ma secondo me era giusto parlartene.
Ma l'esperienza (sono un uomo dai capelli bianchi) mi ha portato ad essere convinto che per tirare fuori una persona dall'alcol, la strada giusta è parlargliene proprio con una birra davanti. Per far capire che si sa di cosa si parla e non con la dottrina dei manuali medici o con le ecografie di un fegato dilatato da anni di consumo.

Un caro saluto

Sei incredibile!

Io scrivo tre righe e tu trecento in risposta, ma mi piace leggerti. In attesa che qualche super esperto in materia parli affabilmente a questi "cari, bravi e simpatici ragazzi" con una birra davanti, uno spinello fumante tra le labbra e magari una siringa piantata in vena, cosa può fare l'inerme società civile per toglierli definitivamente dalla circolazione? (stradale).
Buona serata......................

eheheh

Ti assicuro che da ora torno un lettore silenzioso.
Le righe comunque sono molte perchè il layout che il sito prevede per le risposte crea sempre meno spazio in larghezza, ma questo lo sai già.

A "toglierli dalla circolazione" ci pensano gli uomini in divisa e a quanto vedo e sento lo fanno senza troppi scrupoli.
A noi, se proprio lo vogliamo, spetta un compito ben diverso, che va alla fonte.

Ciao!

concordo!

Sta finendo lo spazio a disposizione ed anche le argomentazioni a supporto dei nostri rispettivi punti di vista che a poco a poco comunque si sono quasi sovrapposti.
Buonanotte...........................

Re: Affatto!

sono un ragazzo di 23 anni a cui hanno ritirato la patente da poco per le canne, premetto che fumo da quando avevo 15 anni ogni santo giorno. mi sono rivisto nella frase del unico punto fermo e per questo ti scrivo non posso elencare qua tutti i motivi per i quali sono d'accordo con te e ora mi sono pure reso conto che mia madre ha sempre avuto ragione a dirmi che stavo buttando via la mia vita, ho capito che cè tempo per stare in relax ora sono giovane e sono forte abbastanza da affrontare il mondo ma non posso farlo essendo sempre fumato ma devo dire anche che le pene sono severe e potrebbero portare persone psicologicamente deboli in condizioni di crisi che invece di aiutarle a uscire da un piccolo problema come le canne li fa sprofondare di piu e non intendo nelle droghe pesanti ma proprio nelle stesse canne. sto facendo fatica a resistere e non fumare, molta, ma l'iter senza la patente e mantenere il posto di lavoro andando in bici per tutto l'inverno mi invogliano a fumarmi una cannetta... e poi? vado in bici anche l'inverno prossimo? ci vorrebbero piu persone che dialogano come lei il mondo sarebbe meno teso grazie saluti

Re: Affatto!

Ciao, condivido il fatto che dialogare aiuti, soprattutto nelle situazioni di difficoltà. Per te questo è nello stesso tempo un momento difficile per lo sforzo di non fumare ma anche un’opportunità per riflettere sull’impatto delle canne e della dipendenza sulla tua vita. A volte si arriva ad affrontare un problema solo a causa di un problema più grande, com’è per te quello della patente. Pensa che quando arriverai in fondo probabilmente li avrai risolti tutti e due.
Irene Puppo, psicologo sostanze.info

risposta a "DOMANDA" del 09.09.10

Al di la dello “sciaqquamento” suggerito dal lettore che ti ha risposto, la permanenza dell'alcol nell'organismo non si misura con la durata o la presenza della sostanza alcolica.
Gli accertamenti che ti verranno richiesti sono finalizzati alla verifica di abuso della sostanza.
Ovvero se nel tuo organismo, tramite i test ematici, sono presenti tracce di consumo di alcol.
E quindi lo smaltimento, ovvero il ritorni del fegato nei valori normali, richiede tempo. In base sempre ai consumi precedenti.
Analogo discorso vale per il THC. Ovvero la sua permanenza è legata a quanto il soggetto ha fumato precedentemente e quindi quanto si è accumulata la sostanza nel suo organismo.

domanda

l acool provabilmente l ha gia sciaquato...il thc ci vuole dai 30 ai 50 giorni a seconda se sei un consumatore abituale

Revisione patente - dovrò fare analisi?

Salve, mi è appena arrivata a casa una raccomandata con scritto che per un fatto avvenuto più di un anno fa (preciso non sono stato trovato in possesso di niente nè guidavo sotto l'effetto di sostanze, stavo innaffiando delle piante di marijuana per farne un uso personale, il procedimento penale è stato archiviato) devo andare a fare una visita medica per la revisione della patente presso la commissione medica locale.

Ora, la mia preoccuazione è questa: dovrò fare analisi delle urine e/o capello anche se di fatto io non sono mai stato fermato mentre guidato sotto l'effetto di sostanze stupefacenti? La mia preoccupazione non è tanto sul risultato di queste analisi, ma sul loro costo.

direi di si

dovranno verificare se sei un consumatore di quell' "erbetta" che stavi annaffiando. I costi sono variabili ma direi mediamente intorno ai 300 €. Saluti.

risposta a "REVISIONE PATENTE - DOVRO' FARE LE ANALISI?" del ...

E’ molto probabile che tu sia stato segnalato dalle forze dell’ordine che ti hanno sorpreso mentre annaffiavi, alla Motorizzazione competente, per la verifica dei requisiti di idoneità alla guida. Dovrai, pertanto, sostenere una visita presso la commissione medica locale, la quale ti convocherà per effettuare tutto l’iter previsto: visite, analisi ecc.
Non siamo in grado di darti una risposta sulla spesa, in quanto i costi sono variabili in base al tipo di accertamento che ti verrà richiesto. Ad esempio le analisi effettuate tramite il prelievo del capello hanno dei costi molto più elevati delle analisi delle urine.

Ammazzare tutti e si risparmia...

Da ammazzere gli alcolizzati anche quelli che lo prendono col biberon, ammmazzare i drogati, ammazzare i vecchi dopo i 55 anni per una nuova Italia veramnte pulita.Ha ammazzare anche la gente che rompe le palle.

che

ciao sono un veggente e prevedo che morirai di cancro entro l'anno e anche tuoi familiari si ammaleranno consulta un centro di chemio.

Mio malgrado sono un fuorilegge!

Vorrei sapere una cosa: ho la patente da 25 anni, pochi incidenti, nessuno grave. bevo alcolici,ma non sono alcolizzato, mi capita a volte di esagerare un po', naturalmente in quelle occasioni non guido. Mi piace anche fumare qualche spinello, non tutti i giorni, anche in questo caso se fumo non guido. Non capisco perchè se fumo uno spinello non posso guidare per una settimana (o forse anche più, dipende quanto tempo con le analisi riescono a risalire), cioè se fumo 1 spinello alla settimana non posso guidare mai? Anche se il giorno che fumo non guido e quando guido non fumo? Non ho mai trovato della marijuana che avesse un effetto così lungo! E le assicurazioni auto come si comportano, se dopo un incidente scoprono che la settimana prima ho fumato uno spinello, non pagano? E i giornali scriveranno "drogato alla guida provoca incidente!" Così che nell'opinione pubblica si rafforzi sempre più l'idea che sia per colpa degli spinelli gli incidenti? A me sembra tanto che questa legge, più che della sicurezza stradale voglia solo punire persone che hanno un sistema di vita diverso Fino ad ora non mi hanno mai "beccato" ma non mi sembra giusto vivere così nell'illegalità, vorrei essere libero di fare su di me anche ciò che qualcun' altro giudica sbagliato, questo naturalmente senza ledere la libertà altrui.

teoria ok. pratica?

Le tue considerazioni in teoria non fanno una piega, ma nella pratica il discorso si fa piuttosto complesso. Le leggi in materia di alcol e droghe, hanno lo scopo di tutelare l'incolumità pubblica da reali e potenziali pericoli che possono derivare anche da chi guida sotto effetto di tali sostanze e/o consumatori abituali delle stesse. Inutile nascondersi dietro a un dito. Non è una questione di moralità. E' logico pensare che una persona dedita all'alcol e/o agli stupefacenti sia verosimilmente più pericolosa di chi non ne fa uso. Dichiari che bevi e "fumi" ma se esageri non guidi. Non ho motivi di non credere a quanto affermi, ma quanti riescono a fare come te? E' possibile che qualcuno non riesca a controllarsi con tutte le conseguenze del caso? Purtroppo che sappia a differenza dell'alcol, non si riesce ad avere un test rapido ed efficace per sapere se ad esempio il thc sia stato appena assunto oppure no e quindi nel dubbio sanzionano comunque. Spero di averti dato qualche utile indicazione circa le motivazioni che poi si riflettono su leggi e regolamenti. Saluti..............

L'ho appena fumata, dopo l'incidente..

Indidente alle 17:30 circa. nessun ferito grave, solo contusioni, ma esce l'ambulanza.
Arrivato all'ospedale, al carabinere che mi ha chiesto l'autorizzazione a fare i test tossicologici, gli ho risposto: va bene, ma sappiate che tracce di cannabinoidi le troverete sicuramente, ne ho fumata una proprio appena dopo l'incidente, ce l'avevo già pronta in tasca da fumarmela la sera con calma, ma ho preferito accenderla subito dopo per rilassarmi, dato che sono ipersensibile e la cannetta mi dà quella sensazione di relax che, in quel momento particolare, cercavo fortemente.
Può essere un escamotage. in fondo l'ho fumata dopo???
Ve lo chiedo perchè mi è stata suggerita da un amico assicuratore..
Tra l'atro ho scoperto che alcune compagnie, con l'aggiunta di 20/30 euro, coprono i danni provocati a terzi anche se sotto effeto di alcolici stupefacenti.
Non tutte però hanno questa opzione.
Grazie per un feedback sull'escamotage...

"escamotage"

Il fatto di dichiarare di avere "fumato" dopo l'incidente a mio avviso non impedisce affatto di essere denunciati per guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti con le conseguenze del caso: (ritiro patente, cml, sert, processo, condanna, rivalsa dell'assicurazione). Confermo che alcune compagnie "coprono" i danni anche in questo contesto. Considerato comunque che le sentenze si basano anche sul libero convincimento del giudice, non escluderei una tua (se pur remota) assoluzione. Auguri.................

commento a "teoria ok, pratica?"

anch'io come automobilista sono per la sicurezza stradale, ma non capisco questo comportamento, come scrivi sopra "non si riesce ad avere un test rapido ed efficace per sapere se ad esempio il thc sia stato appena assunto oppure no e quindi nel dubbio sanzionano comunque." cioè sanzionare tutti quelli che fumano spinelli? anche quelli che non lo fanno prima di mettersi alla guida? è stata tolta la patente a persone trovate in possesso di marijuana mentre erano a piedi, o sorprese a coltivare piante. sarebbe come fermare un ubriaco che cammina per strada e sanzionarlo perchè costui potrebbe anche andare a prendere la macchina e guidare. non mi sembra una legge tanto democratica! perchè una persona può ubriacarsi a patto che non guidi finchè l'alcol non ha finito il suo effetto, mentre chi fuma spinelli non può guidare neppure dopo che l'effetto è passato? forse un ubriacone è più responsabile di un fumatore di spinelli?

riflessione...

Ci sono alcuni Paesi nel nord Europa nei quali si tollera l'uso di droghe leggere, chissà quanti incidenti! Sarà pericolosissimo circolare sulle loro strade! eppure loro il ritiro della patente per chi guida in stato di ebrezza ce l'avevano molto prima che fosse introdotto in Italia. Piuttosto che liberi tutti è meglio tutti dentro? non mi sembra un concetto tanto democratico, mi suona un po' come: meglio un innocente punito che un colpevole libero, in teoria non fa una piega, ma se l'innocente punito fossi tu? saluti

hai ragione!

ma nell'interesse collettivo simili soluzioni sono la regola. Speriamo che approntino quanto prima un test come per l'alcol ed il problema sarà definitivamente risolto con buona pace di tutti. Alla prossima.............

Si vabbè

Non penso che si abbia l'intenzione di introdurre un test che verifichi se si ha "fumato" prima di mettersi al volante (ammesso che questo test esisterà mai) anche perchè già adesso invece di fare l'esame del capello, che può stabilire se si ha "fumato" negli ultimi 6 mesi, potrebbero accontentarsi di fare l'esame dell'urina, che verifica "solo" l'ultimo mese. Nello scopo evidente di sanzionare una persona che "fuma" indipendentemente se guidi o no dopo averlo fatto. Certo anche l'esame dell'urina non stabilisce se hai fumato prima di guidare o la settimana prima, ma quello del capello è più che evidente che sia fatto per colpevolizzare il comportamento di una parte di cittadini a cui si vorrebbe imporre uno stile di vita che secondo qualcun' altro è "sbagliato" o, sempre nell'opinione degli altri, "non è buono per lui". Senza lasciare a una persona maggiorenne il sacrosanto diritto di scelta, tutto questo mascherandolo dietro il paravento della sicurezza stradale.Grazie, saluti

giriamo intorno al problema............

chiedo scusa ma evidentemente non riesco a farmi capire o non riesco a capire dove vuoi parare (forse entrambe le cose). Ti rivolgo allora una semplice domanda al fine di provare a percepire il tuo pensiero: tralasciando ogni questione morale, stili di vita, opinioni e quantaltro, cosa suggeriresti realisticamente come deterrente per tentare di evitare che persone alterate da sostanze e/o intrugli vari si mettano al volante con le (spesso tragiche) conseguenze del caso? In un precedente post mi dicesti: " e se l'innocente punito fossi tu?", io ti rispondo: e se tu fossi vittima di certi disinvolti comportamenti che "pare" non ritieni di circoscrivere?
Buona serata........................

senza neanche cercare troppo...

Ho trovato su internet all' indirizzo:
http://www.drogacheck.com
questo droga test saliva.
A quanto pare con questo tampone si riuscirebbe a scoprire se il guidatore ha fatto uso di cannabis nelle ultime 14 ore, il problema è che costa troppo poco e che toglie lavoro ai laboratori di analisi, in più se venisse avvallato anche le assicurazioni auto non potrebbero lavarsene le mani quando venisse dimostrato che l'eventuale incidente è stato creato da una persona che non era sotto l'effeto del thc da almeno 14 ore.
con questo non voglio essere frainteso, non voglio promuovere il consumo di cannabis, ne è nel mio interesse che la gente si faccia gli "spinelli" sono consapevole che la droga anche la cosiddetta "leggera" fa male e non voglio incoraggiare nessuno ad adoperarla. E' per me solo una questione di libertà. Saluti

molto bene!

Sarebbe veramente un'ottimo strumento per la prevenzione salvaguardando le libertà individuali. Speriamo che qualche" addetto ai lavori" lo proponga. Buona notte!

Domanda - ????

A circa 19 anni mi è stata ritirata la patente per la prima volta con tasso alcolico 0,78 (2004)
Mi venne ritirata per 15 giorni, poi feci le analisi dopo 3 mesi (erano ok, bevevo molto raramente a quell'età), poi dopo 1 anno (erano ok valori pressochè nulli), e mi venne rinnovata la patente per 10 anni, fino al 2016.

Da quel giorno presi l'abitudine di NON GUIDARE PER NESSUNA RAGIONE SE AVEVO BEVUTO anche solo una birra.

Infatti tutto andò bene fino all'anno scorso, quando dopo una serata tra pub e discoteche, organizzata come sempre con un amico che guidava la macchina, al termine della serata presi l'auto per andare da casa del mio amico a casa mia (circa 1 km) e venni fermato con tasso alcolico 1.8

So che ho sbagliato, non dovevo guidare. punto. niente polemiche o vittimismi.
Altri 6 mesi senza patente, da settembre a marzo 2010

Giunto al controllo degli esami del sangue alla CML qualche settimana fà, il mio tasso nel sangue superava i limiti consentiti e mi hanno fatto prendere due appuntamenti al Centro Alcolismo della zona che dovrò effettuare nel mese di ottobre 2010.

Il primo appuntamento è un'incontro.
Il secondo è una visita medica (credo psichiatrica... ma non ne so nulla).

Nel frattempo la patente mi è scaduta.

Sapete quali sono i tempi per ritornare ad avere l'idoneità?
Saranno sufficienti queste due visite? (chiaramente se tutto andrà bene)
Si tratta di fare "buona impressione"?
Mi faranno esami particolari?

(Io non mi drogo e sinceramente non bevo abitualmente, solo se esco con gli amici)

In ogni caso mi piacerebbe saperne di più sulla procedura che mi aspetta in termini di tempi e burocrazia.

Grazie.

visita cml

Il tasso alcolico in quanto tale al momento della visita presso la cml, (a meno che tu non abbia bevuto poco prima), dovrebbe risultare ovviamente nullo. Forse sono state riscontrate altre alterazioni (verosimilmente riferite alla funzionalità epatica che fanno supporre uso e/o abuso alcolico). Per quanto riguarda le modalità con la quale la cml tratterà il tuo "caso", devo dirti che la stessa ha un'ampia discrezionalità al riguardo. In linea di massima comunque se i risultati degli esami rientreranno (e resteranno) nella norma, nel giro di qualche mese ti verrà rilasciato il certificato di idoneità con scadenze limitate di volta in volta per un certo periodo. Auguri...............

Visite Centro Alcolisti

La ringrazio per la tempestiva risposta e provo a fornirle qualche informazione in più.

In agosto ho fatto gli esami del sangue, poi a settembre la visita oculistica alla CML, durante la quale mi hanno rivelato che gli esami del sangue effettuati ad agosto avevano un valore superiore alla soglia massima consentita e che per avere il foglio di idoneità (quello azzurro) dovevo fare la procedura di appuntamenti al Centro Alcolemico.

Io ho preso gli appuntamenti, sono due:

Un primo incontro.
Ed una visita medica (credo ci sia uno psichiatra)

Riformulo meglio le domande:

1) Sarò sottoposto a degli esami al Centro Alcolemico o sarà una valutazione generale del mio stato psichico?

2) Se si, a che tipo di esami sarò sottoposto durante questa visita medica al Centro Alcolemico?

3) Saranno sufficienti l'incontro e la visita medica, perchè il Centro Alcolemici ripassi la pratica alla CML?

Grazie anticipatamente per l'assistenza e la tempestività.

esami e visite cml

premesso che sono un utente del blog (i commenti della redazione sono opportunamente evidenziati), posso darti risposte per quello che mi risulta e con "beneficio di inventario". Come già detto, i protocolli non sono standard e quindi variano da luogo a luogo e con la più ampia discrezionalità da parte della cml. Sintetizzando, la procedura dovrebbe essere "all'incirca" la seguente:
La cml, prescrive gli esami da effettuare (sangue, visita alcologica, psichiatrica ecc.) La visita alcologica in particolare serve a rilevare eventuali dipendenze appunto dall'alcol e/o eventuali alterazioni psichiatriche. I risultati degli esami e delle visite vengono consegnati in busta chiusa all'interessato o spediti direttamente alla cml. In base alle risultanze, la cml si riserva di effettuare ulteriori approfondimenti o decide di rilasciare o negare il certificato di idoneità. Questa "trafila" si ripete per un certo numero di volte a seconda degli esiti degli esami e dei protocolli in uso presso la cml stessa. Spero di averti dato utili indicazioni e ti saluto cordialmente.

commento a "ESAMI E VISITE CML" del 24.09.10

E’ esattamente così. Se siano sufficienti gli incontri previsti sarà valutato dal centro specialistico stesso. E una piccola nota: il centro valuta non solo se è presente o meno dipendenza, che per fortuna non è frequentissima, ma anche, eventualmente, abuso o bere eccessivo o bere a rischio che hanno dei parametri abbastanza definiti e che al contrario si rilevano con notevole frequenza

domanda

salve sono un operaio e poco tempo fa sono andato a fare la visita medica dal dottore del lavoro.. li mi è stata posta un serie di domande tra le quali se guidavo il furgoncino durante la mia attività.. chiaramente lo guido.. adesso mi è stato riferito che devo fare anche le analisi del sangue e portare un campione di urine.. sono esami sull alcool e sulla droga o sono semplici esami per verificare il mio stato di salute? non svolgo mansioni cosidette pericolose..
grazie in anticipo
PAOLO

risposta a "DOMANDA" del 26.09.10

Se non hai mansioni specifiche definibili pericolose, ma guidi un mezzo dell'azienda, è probabile che le analisi siano effettuate anche per verificare l'uso di sostanze. Anche se normalmente (e legalmente) gli accertamenti devono essere fatti alla presenza di personale sanitario e non portate da casa, cosa invece ammessa per i normali controlli sul personale e relativi allo stato di salute.
Ma perchè non chiedi direttamente al medico competente a cosa sono finalizzati questi accertamenti?
E' un tuo diritto.

grazie

grazie per la risposta poi comunque non dovrebbe essere specificato se fossero accertamenti al di la della comune prassi? invece non ce scritto nulla..

Quando al P.soccorso ti fanno firmare per i test tossicologic...

A seguito di un incidente nel quale sono colpevole al 99% (mancata precedenza), al pronto soccorso i caramba mi hanno chiesto di avere l'autorizzazione per i test tossicologici. Quindi prelievo dl sangue e delle urine. In teoria sarei positivo perchè ho fumato una cannetta con degli amici 3 ore prima...
Morale, ho accettato (firmando un documento che cmq non ho potuto leggere perchè avevo le braccia fuori uso).
Quello che vorrei capire è se sul quel documento/permesso di farmi gli esami, ci sono delle clausole circa il diritto di vendita dell'autoveicolo del quale ero alla guida (sono il proprietario).
Più semplicemente, dopo 3 giorni ho trovato un commerciante che me la comprava per pochi euro (quello che vale dato che è completamente sfondata) e quindi la stò per vendere.
MA POSSO ????
Atroci dubbi...
Ragazzi grazie per un feedback

Aggiungo anche che...

Inoltre sono possessore anche di una moto... dovrei preoccuparmi di vendere anche quella prima che mi arrivi qualche notifica a casa??
oppure l'eventuale secondo veicolo di cui sono proprietario non può essermi sequestrato??

Solo per chiarire meglio:
Io ho firmato solo quel documento che il carabiniere mi ha sottoposto al prontosoccorso dicendomi che era l'autorizzazione a farmi gli esami tossicoligici.
Che tra le varie righe vi sia stato scritto che fino ad acce...rtamento esami avvenuto l'autoveicolo coinvolto era sottoposto a fermo amministrativo o altro??
a casa non mi è arrivato niente di niente, ormai son passati 13 giorni dall'incidente e relativi test... io son tentato di venderla e vadavia i ciapp... ma forse mi inchiappettano lo stesso... qualcuno sà come funziona?? vorrei evitare di chiamare i caramba... Grazie!!!

risposta a "QUANDO AL P.SOCCORSO TI FANNO FIRMARE I FOGLI..."...

Il foglio che hai firmato era probabilmente solo relativo all'accertamento dello stato di alterazione con il quale guidavi, oltre al verbale riportante le modalità del sinistro e gli accertamenti che ti sono stati fatti.
Il sequestro del mezzo viene stabilito nel caso di recidiva nel biennio ovvero nei confronti di chi già è stato fermato negli ultimi due anni ed ha avuto la patente sospesa per guida sotto effetto di alcolici.
O al conducente cui è stato rilevato un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l.

sequestro?

penso anche io che dovresti avere una copia del documento che hai firmato, in ogni caso se ti è stato detto che era l'autorizzazione per gli esami perchè dubitarne?. Se il sequestro non è stato effettuato suppongo che tu la possa tranquillamente vendere e comunque considerato lo stato e il valore irrisorio del veicolo non penso possa rappresentare un serio problema in futuro. Infine, la moto non ha nulla a che vedere con l'incidente quindi non può essere sottoposta a sequestro. Eventualmente potrebbe essere un domani pignorata come del resto ogni altro bene di tua proprietà qualora dovessi rispondere in solido di eventuali danni arrecati a terzi. Ma questa è un'altra storia. Auguri..............

R: sequestro

Il mio timore nasce dal fatto che parecchie "voci" mi dicono che il mezzo che viene confiscato deve essere in condizioni di regolare funzionamento, deve quindi avere le caratteristiche per poter circolare normalmente su strada aperta.
da ciò ne consegue che a fronte di un incidente, il veicolo deve essere fatto risistemare, dopodichè lo stato può effettivamente confiscarlo.

alla nazione italiana

attenzione italiani le benzodiazepine che voi usate per curarvi dall'ansia per il codice della strada e stupefacente e quindi incorrerete se trovati alla guida positivi nell'art 187 e cosi vi ritireranno la patente e incomincera' un lungo calvario con perdita di soldi e tempo

esame del capello

salve non faccio uso di cocaina da piu di due anni, l anno scorso all esame del capello sono risultato negativo, quest anno invece positivo ,e affidabile quest esame cosa devo fare grazie

falso positivo?

Il test mi risulta sia piuttosto affidabile per quanto riguarda la eventuale negatività. Per quanto riguarda la positività, si può incorrere in falsi positivi (ma che non vengono considerati tali) qualora tu abbia frequentato ambienti diciamo "fumosi". Infatti per trovare una vera positività di oltre 2 anni dovrebbero averti prelevato un capello lungo circa 25 cm. Saluti.................

grazie

grazie , ma come posso fare per dimostrare il contrario adesso ,anche perche non posso accettare qualcosa che io non sono piu

falso positivo2

Se sei assolutamente certo della tua negatività, devi sapere che un secondo campione dei tuoi capelli viene conservato per un anno proprio per permettere un ulteriore esame in caso di contestazione. E' possibile infatti che magari l'apparecchiatura utilizzata sia stata contaminata. Chiedi quindi senza indugi un secondo riscontro (magari con l'assistenza di un legale). Auguri.......

DOMANDA RINNOVO PATENTE

Buongiorno a tutti. avrei una domanda da porvi. oggi sono andato difronte alla commissione medica x il rinnovo della patente... sono 3 anni che lo faccio.. la prima volta validità 1 anno, la seconda 2 anni. premetto che mi era stata sospesa x guida in stato d'ebrezza. oggi non me l'hanno rinnovata, ma bensì mi hanno prescritto un altro esame specifico: ETIL GLUCORONATO. riporto di seguito i valori delle mie analisi....

ALANINA TRANSAMINASI 52 [5 - 45]

GAMMAGLUTAMMILTRANSPEPTIDASI 95 [10 - 55]

% CDT (MET CZE 0,8 [positivo >= 1.3]

ora la mia domanda è perche??? nel senso facendo quest'altro test loro vedono se io bevo oppure no?? in commissione medica ho detto sinceramente che nel week end non mi nego un paio di bicchieri di vino.. ma insettimana non beno praticamente mai nulla!!! cosa posso fare?? ancora meglio.. cosa mi devo aspettare??? nell'attesa ringrazio e porgo distinti saluti...

risposta

si si questo lo avevo immaginato.. la mia domanda era piu che altro volta a sapere e "capire" se facendo questo test vi sono "parametri" entro i quali devo stare o se dagli esami proprio non deve risultare assunzione di alcun alcoolico... in parole povere per essere validi gli esami ci possono essere dei livelli entro i quali devo rimanere oppure il valore dev'essere in assoluto ZERO??? Ringrazio per la disponibilità e porgo i miei saluti.

risposta a "RISPOSTA" del 08.10.10

In teoria, essendo l’alcol legale, la ricerca di quella sostanza non dovrebbe comportare problemi per la patente in quando ne dimostra l’uso e non l’a abuso. Non siamo però in  grado di sapere come si comportano le varie commissioni patenti a questo proposito. E’ possibile che qualcuna richieda l’assoluta assenza.

esami alterati?????????

premetto che non sono un medico, ma è di tutta evidenza l'alterazione dei tuoi esami che a mio avviso fanno presupporre alla cml l'uso e/o abuso di alcolici. Il problema a mio avviso è tutto qui. Se non fai in modo di normalizzare i risultati degli esami la vedo dura per quanto riguarda il rilascio del certificato di idoneità. Il rimedio potrebbe essere quello di assumere solo acqua (anche nel week end). Saluti...............

cittadino arrabbiato

Tutto per derubare gli italiani e i poveri cristi morti di fame mentre spacciatori con k. di droga e soldi per pagare buoni avvocati stanno sempre fuori e guidano auto da 200 milaeuro

esame alterato?

mi sembra improbabile che dopo due anni di astinenza e dando per scontato che il campione di capelli prelevato sia circa 6 cm. possa emergere una positività (appunto tracce della sostanza). Sarebbe il caso di richiedere che sia eseguito un secondo test sul campione di scorta che viene conservato per un anno al fine di scongiurare false positività. Saluti...................

esame del capello

ciao gia fatto il riscontro ed e uscito tracce anche quello pubico e sono uscite tracce non riesco a farmi capace l anno scorso a distanza di un anno e uscito negativo
adesso me lo daranno il rinnovo ma tracce cosa vuol dire che io in quest anno ne ho fatto uso ho fatto anche 8 urine e sono uscite tutte negativi

falso positivo???????????

tracce significa che hanno accertato comunque l'assunzione di tale sostanza ma se come hai affermato non ne hai più fatto uso da almeno due anni, i risultati devono essere negativi. Ti consiglio di ripetere immediatamente lo stesso esame presso un'altro centro in modo da poter confutare la positività riscontrata. Auguri..............

risposta a "esame del capello" DEL 28.10.10

La parola tracce è una parola che non andrebbe mai usata quando si fanno degli esami tossicologici che hanno un valore legale e possono cambiare la vita a chi vi è sottoposto. Un esame del genere dovrebbe avere uN risultato chiaro: negativo o positivo e, se positivo, quanto. Noi però non conosciamo la lunghezza dei tuoi capelli: essi crescono da un centimetro a un centimetro e mezzo al mese. In un anno quindi da 12 a 18 centimetri (approssimativamente).

esame del capello

ho dato un campione di 4,5 cm con la totale sicurezza che io non tocco piu nessun tipo di sostanze da 05 2008
il giorno dopo ho tagliato icapelli con lasicurezza che sarebbe andato tutto ok

REVISIONE PATENTE

SAPETE DIRMI QUALE COMMISSIONE ACCETTA IL SUBUXONE CIOE 2 MG E SONO 4 ANNI CHE FACCIO GLI ESAMI NEGATIVI AL SERT MA LA COMMISSIONE DI PISTOIA NON ACCETTA QUESTO FACCIO 2 VOLTE LA SETTIMANA LE URINE AL SERT .E MI HANNO DETTO CHE CI SONO COMMISSIONI CHE ACCETTANO SITUAZIONI COSI CHI MI SA DARE QUALCHE COSA PER FAVORE
QUI OGNI APPUNTAMENTO E DI CIRA 6 MESI E SONO GIA DUE ANNI CHE SONO SENZA PATENTE.GRAZIE ASPETTO NOTIZIE E SE AVETE NUMERI DI TELEFONI DELLE COMMISSIONI CI PENSO IO A CHIEDERE

0,69 si va al sert?

mi hanno sospeso la patente x guida in stato di ebrezza con tasso alcolemico 0.69,qualcuno sa dirmi se dovro andare al sert x effettuare gli esami di rito. loro non mi hanno detto cio in quanto la mia sanzione è amministrativa e non penale. attendo risposta.. grazie

trasfrerimento

buonasera,mi hanno sospeso la patente ,adesso mi devo trasferire per un periodo lungo in un altra citta per motivi di lavoro posso prenotare gli esami nella citta dove vado o sono costretto a farli dove resiedo

sospensione patente per presunto uso di droga

sono il signor d. s. 3 settimane fa mi anno ritirato la patente per una denuncia anonima che mi segnalava alla motorizzazione di treviso per sentito dire che io faccia uso di sostanze stuperfacenti dal 1997 al 2003 e non o mai voluto sottopormi alla visita medica perche' so di essere innocente perche' devo pagare per qualcosa che non o fatto in vita mia?
aiutatemi vi prego
qualcuno di voi sa che esami da portare alla commissione medica di mestre? aspetto una vostra risposta urgente

esami cml

E' la prima volta che sento di un ritiro di patente su denuncia anonima basata sul "sentito dire" ma se le cose stanno come affermi non hai nulla da temere, anzi, personalmente al tuo posto mi farei assistere da un legale ed andrei fino in fondo alla "faccenda" al fine di verificare eventuali abusi". Per quanto riguarda gli esami da portare ti verranno indicati e richiesti dalla cml competente. Auguroni....................

Ciao Ciao

Grande,
se vanno via tutti gli alcolizzati e i drogati poi le strade sono più sicure...
Dai drogati crepate in pace senza tirare sotto i miei amici come avete fatto l'anno scorso...

discrezione commissione= mafia all'italiana

la discrezionalità delle scelte su idoneità alla guida messa nelle mani delle CML è la solita cosa all'italiana per poter colpire solo chi si può colpire... Ora rispondetemi a questa: perché la commissione medica della mia città La Spezia ha ritenuto a me di farmi fare urine e capello per il Thc (causa un foglio di possesso di 4 gr di hashish) e dopo che ho fatto analisi pulite mi hanno ristretto la patente ad un anno di validità, un mio amico (figlio di finanziere) è stato preso con 10 grammi di eroina, 100 grammi di hashish, si è fatto 3 giorni di carbona, è iscritto al sert dove prende metadone ed è riuscito anche a fare 2.3 all'etilometro......eppure a lui chissà come mai la patente l'hanno solo spesa tre mesi senza restrizioni, a me 5 mesi e poi analisi tutti gli
anni per 4 grammi lui 3 mesi e nessuna restrizione con tutto quello che vi ho raccontato, il fatto è che in italia tutto quello che non è mafioso lo diventa....CHE SCHIFO....rispondete per piacere.....

discrezione commissione= mafia all'italiana

la discrezionalità delle scelte su idoneità alla guida messa nelle mani delle CML è la solita cosa all'italiana per poter colpire solo chi si può colpire... Ora rispondetemi a questa: perché la commissione medica della mia città La Spezia ha ritenuto a me di farmi fare urine e capello per il Thc (causa un foglio di possesso di 4 gr di hashish) e dopo che ho fatto analisi pulite mi hanno ristretto la patente ad un anno di validità, un mio amico (figlio di finanziere) è stato preso con 10 grammi di eroina, 100 grammi di hashish, si è fatto 3 giorni di carbona, è iscritto al sert dove prende metadone ed è riuscito anche a fare 2.3 all'etilometro......eppure a lui chissà come mai la patente l'hanno solo spesa tre mesi senza restrizioni, a me 5 mesi e poi analisi tutti gli
anni per 4 grammi lui 3 mesi e nessuna restrizione con tutto quello che vi ho raccontato, il fatto è che in italia tutto quello che non è mafioso lo diventa....CHE SCHIFO....rispondete per piacere.....

aboo

Pagine

Aggiungi un nuovo commento