Back to top

Archivio delle Domande agli Operatori: Tutte / effetti delle sostanze

Questo è l'archivio di tutte le domande degli utenti a cui gli operatori sociali di sostanze.info hanno risposto. Puoi modificare le opzioni per vedere solo domande e risposte dei tipi che ti interessano, oppure usare il riquadro in alto per fare una ricerca specifica o una nuova domanda.

Domanda: Il 16-01 ho fatto uso di cocaina. Ho fatto 3 righe e non sono un consumatore abituale. Il 15-02 devo fare un operazione in artroscopia, posso incorrere in problemi durante l'operazione? La cocaina è stata eliminata dal mio corpo?

consigli medici
effetti delle sostanze

Ho letto che potrei andare in contro ad alterazioni cardiovascolari di 30/90 gg. È mai possibile che un uso così sporadico possa portare a questo? Nell'arco di un anno e mezzo l'avrò usata massimo 5 volte! Ho molta paura di questa cosa

Risposta 

Con un intervallo di un mese fra assunzione e intervento non avrai nessun problema 

Domanda: Salve, la mia domanda è la seguente: cosa succederebbe al mio corpo se mischiassi Xanax e Cocaina? Grazie

effetti delle sostanze
informazioni e curiosità sulle sostanze
Risposta 

Collasso, arresto cardiaco, possibile ischemia 

Domanda: Salve, la mia domanda è la seguente: cosa succederebbe al mio corpo se mischiassi Xanax e Cocaina? Grazie

effetti delle sostanze
informazioni e curiosità sulle sostanze
Risposta 

Collasso, arresto cardiaco, possibile ischemia 

Domanda: Se quando avevo i capelli a 1 cm ho iniziato la mia astinenza dal THC, adesso che ho i capelli a circa 6 cm risulterei ancora positivo ad un esame? Il lasso di tempo trascorso dallo smettere con la sostanza per ora è 4 mesi. Grazie mille

consigli medici
effetti delle sostanze
Risposta 

Probabilmente sì, ma dipende dalla misura richiesta per effettuare l'esame 

Domanda: Fumo eroina da circa 1 anno quasi ogni giorno a una media di 1º 2 grammi al giorno voglio scalare col metadone quanto ne devo prendere e in quanto tempo riesco a scaldarlo tutto e liberarmi di sta merda?

effetti delle sostanze
informazioni sui servizi sociali e di recupero
Risposta 

Non puoi gestirlo da solo. Devi prendere il farmaco dietro somministrazione di un medico del Serd 

Domanda: Derealizzazione. Cannabis o lockdown?

effetti delle sostanze

Salve a tutti, spero veramente in una risposta perché un questo momento non ho più speranze. Sono passati più di 20 giorni da quando ho consumato cannabis (5 tiri "scroccati da amici) ma ancora non mi sento normale al 100%.Il 4 gennaio  ero uscito con questi miei amici, loro iniziano a fumare e io stando con loro faccio un massimo di 5 tiri, mi sale una botta molto forte con attacchi di risate. Dopo qualche ora mi passa e vado a dormire. La mattina seguente mi alzo ed è tutto normale. Due giorni dopo l'assunzione invece mi sento  diverso, iniziò a pensare che la vita sia un allucinazione della mia mente, una sorte di sogno (quella che mi sono autodiagnosticato come derealizzazione) mi vengono attacchi di panico prima di pranzo e dopo cena per tutta la settimana successiva. Gli attacchi di panico svaniscono quando decido di sfogarmi con mia madre e mia sorella, senza parlare della cannabis e senza nominare la derealizzazione. Passano i giorni e anche la derealizzazione pian piano sembra andar via, molto piano. Oggi però non ce la facevo più, sento che questa sensazione mi stia distruggendo, non riesco a studiare e anche quando sto con i miei amici sono assente. Ora chiedo delucidazioni sul mio stato, andrà via da sola? Devo consultare qualcuno? La causa del problema è veramente la cannabis? Pongo quest'ultima domanda perché la quantità era veramente minima e il giorno dopo ero normale. Spero nel vostro aiuto perché ho paura,paura e paura. Penso di essermi rovinato la vita è che rimarrò così per sempre. Altre informazioni che sento di darvi è che negli ultimi giorni la sensazione di stare in un sogno non la provo costantemente, par un po' ( massimo un ora) va via, ma poi ritorna più forte di prima. Vi prego aiutatemi

Risposta 

Quello che ti sta accadendo è molto probabilmente legato al periodo di forte tensione e stress che stai vivendo. Che la cosa abbia poco a che vedere con alterazioni organiche o l'inizio di sindromi psichiche legate alla sostanza, lo dimostra il fatto che appena ne hai parlato con i tuoi familiari si è allentata subito la tensione. Se fosse stato qualcosa di grave e permanente, parlarne con loro non avrebbe avuto alcun effetto.

Passerà? Certamente. Quando? Un po' per volta come sta iniziando a succedere, con probabilmente momenti di "ricaduta" in ansia e panico. Rimedi? Visto il buon esito della tua "confessione" familiare, fare un paio di colloqui con un terapeuta pensiamo che ti gioverebbe molto. Raccontandogli però tutto, compresa la causa scatenante di questi episodi (il fumo).

Domanda: Salve, ieri pomeriggio ho bevuto alcuni sorsi di birra che faceva 5gradi, stamattina mi hanno chiamato di nuovo (l'ultima volta sono andata venerdì) per presentarmi domani a fare il campione di urina a sorpresa per rinnovo della patente...

consigli medici
effetti delle sostanze

Vorrei sapere come mai mi hanno richiamato dopo solo 4 giorni e se è possibile che mi trovino quel poco di alcool che ho assunto ieri

Risposta 

sono controlli a sopresa, richiesti proprio per verficare se la persona è realmente astinente (o meno). Non possiamo sapere se quei sorsi di birra verrano rilevati dall'esame 

Domanda: Esame cdt prelievo sangue.. Conta la quantità bevuta o la gradazione dell'alcol?

effetti delle sostanze
Risposta 

entrambe (ma soprattuto la prima)

Domanda: Effetti irreversibili delle sostanze, anche minimi, nella quotidianità. Quando non si torna più indietro?

effetti delle sostanze

Salve, ho 22 anni e fino a qualche tempo fa ho avuto a che fare con le sostanze: Ho fumato Marijuana e Hashish per 10 anni (iniziando a 12), sui 18/19 anni ho fatto uso di cocaina, ma il rapporto non è durato per più di qualche assunzione (in 6 mesi ci saranno state 4/5 occasioni, con massima dose di 1g, via nasale), ho provato i "Magic Truffle" (spore psicoattive, niente di che) e per 3 anni, dai 19 ai 21, ho fatto uso di MDMA, cristalli in acqua. Su quest'ultima pongo maggiore attenzione, poichè pur assumendola a "saltoni" (d'estate non la prendevo, d'inverno ripetutamente), mi ha lasciato il segno. E' un anno che non la prendo più, dopo le ultime 2 serate disastrate dal collasso e dalla paranoia. Una volta, circa 1 anno e mezzo fa, ne assunsi parecchia (circa 1,6 g in una sola volta, quantità disciolta in poco meno di 1/2 l d'acqua); ricordo che il giorno dopo, oltre ai soliti postumi, proprio non riuscivo ad articolare le frasi, le lasciavo a metà e i pensieri erano limitati a quello che i 5 sensi elaboravano sul momento). Come ho detto, ormai non tocco sostanze pesanti da un anno, ho smesso con le sigarette, sto attento all'alcol e ho diminuito drasticamente erba e fumo e l'intento è di smettere anche con questi. Nonostante l'oggettiva ripresa in mano della mia vita però, sento di non essere più lo stesso, sia nell'intelletto che nella sfera emotiva. Mi sento rallentato, ho difficoltà a fare calcoli elementari, non ricordo più tanto bene il passato (sia lontano che prossimo), quelle capacità di ragionamento e deduzione che mi hanno distinto e portato risultati in passato adesso sembrano svanite. Emotivamente parlando forse c'è il risvolto peggiore: sono apatico, non provo più passione per nulla, non provo più neanche un minimo interesse per le ragazze (sono etero), idee cupe e depressione sono molto più ricorrenti e più facilmente mi portano a quel pensiero che scaccio ogni volta. Ero un adolescente curioso e pieno di sogni, e adesso che ho iniziato a inseguirli davvero, non provo niente, nessuna soddisfazione.La sensazione è quella di aver tagliato via un pezzo di me, quel mix di mente e cuore in cui mi identificavo come singolo, come unico, e in tutto questo ogni santo giorno la mente mi riconduce ai flashback di quelle esperienze, anche a distanza di anni. Devo accettare le conseguenze e convivere con esse? O il tempo migliorerà le cose? Quel pezzo di me è davvero andato per sempre? Quei circuiti possono riattivarsi in qualche modo?

Risposta 

Ciao. Premesso che per capire se si è in presenza o meno di una alterazione neurologica causata dall'assunzione prolungata di determinate sostanze occorrono specifiche indagini conoscitive non invasive (tac, risonanza magnetica ecc), la situazione che stai vivendo e lo stato di demotivazione  quotidiana che stai attraversando, fanno pensare che sarebbe forse utile l'intervento ad esempio di un terapeuta con cui cominciare un percorso di approfondimento e rimotivazione sulla tua vita. Cosa che ci sentiamo di consigliarti caldamente.

Domanda: Mai avuto problemi al test capello nonostante il passivo. Ultimo screening capello positivo cannabinoidi (7gennaio). Via al test secondo livello. Ho assunto omeprazolo per piu di due mesi tra luglio/ago/primi sett. Puo dare falsi positivi ai cannabinoidi?

effetti delle sostanze
informazioni e curiosità sulle sostanze
Risposta 

Non ci risultano falsi positivi con quella sostanza. Ma il test di secondo livello - se ci fosse - lo rileverà 

Domanda: Anfetamine e dolori al braccio sinistro (senza scompensi cardiaci clinicamente verificati)

consigli medici
effetti delle sostanze

Buongiorno e grazie per la disponibilità
Circa 36 ore fa ho avuto una pesante reazione dopo aver fumato anfetamine in cristalli.
Di norma avevo solo una pesante produzione di area nello stomaco e dei dolori conseguenti (soffro di riflusso) e rarissime tachicardie molto brevi.

Questa volta è sopraggiunto un fastidio al braccio sinistro centrato sul bicipite. Dopo 24 ore si è trasformato in dolore e ha interessato tutto il braccio e la scapola. Sensazioni di brividi sul cranio ed entrambe le mani. Tachicardia non forte credo causata più dall'Ansia

Contestualmente il fastidio allo stomaco è diventata una singola concentrata pressione al petto come se una pallina si fosse gonfiata (non estesa a nessuna altra parte e senza problemi respiratori) .
 Recatomi in ospedale coi sintomi in atto, elettrocardiogramma, pressione ed esami del sangue hanno confermato una situazione cardiaca assolutamente normale.  Ho avuto una iniezione per il dolore, ma già durante la degenza (2 ore) I sintomi erano spariti. Aggiungo che avevo mangiato molto poco nei 2 giorni precedenti. Per motivi legali non ho detto di aver assunto sostanze (non sono in Italia).

Però dopo 36 ore ho periodi di fastidio al braccio sinistro più centrati sulla spalla e se muovo il polso sento una sensazione leggera di "gonfiore". Non ho nessun altro sintomi e sto conducendo una vita estremamente attenta : sonno, no alcol, molta acqua.  Non vorrei che ci fossero problemi di circolazione in atto seppur siano passate molte ore..
Grazie.

 

Risposta 

Se non sono stati rilevati nel corso di una visita approfondita e circostanziata, difficile che si presentino successivamente problemi cardiocircolatori. Conviene comunque continuare ad osservare il regime di astensione e controllo su alimentazione e bevande, per effettuare magari altre indagini più approfondite, se continuano i sintomi che stai avvertendo 

Domanda: una birra al giorno, di quelle a normale gradazione a cena o nel pomeriggio e nessuna assunzione di altri tipi di alcolici, è considerato alcolismo? che peso avrebbe in caso di esami per lavoro tipo mulettista? Grazie.

effetti delle sostanze
problemi sul lavoro/a scuola
Risposta 

una birra al giorno (se è solo quella) non incide sul risultato degli esami